Archivio mensile:settembre 2013

20130809_165325

Chiacchieriamo un po’…. siliconi sì o siconi no?

Buon pomeriggio a tutte ragazze!

Oggi vorrei chiacchierare un po’ con voi e trattare un’argomento abbastanza delicato, che potrebbe incontrare pareri discordanti; ma mi piace moltissimo confrontarmi con voi, quindi spero vogliate dirmi la vostra opinione a tal proposito!

Preciso subito che l’idea mi è venuta da un blog che seguo, Cosmetics and Makeup Review e da un suo post molto interessante (*qui* trovate il link diretto e mi sento di invitarvi davvero a dare un’occhiata 😉 ).

Parliamo dunque di ingredienti dei cosmetici e di due correnti di pensiero contrapposte: siliconi sì o siliconi no? Ovvero, è meglio orientarsi su prodotti con ingredienti approvati dal Biodizionario oppure spalmarsi qualsiasi tipo di componente?

Mi sembra doveroso, prima di tutto esprimere la mia opinione e il mio orientamento a proposito. Quando ero molto giovane il discorso degli ingredienti dei cosmetici non si affrontava affatto e non si pensava nemmeno a controllare la lista dei componenti (INCI, questo sconosciuto!), semplicemente si comprava e si utilizzava di tutto. Col tempo, e forse anche grazie ai mezzi di informazione come internet, si è fatta strada l’idea che non tutti gli ingredienti sono uguali e che ci potrebbe essere un consumo più consapevole basato sull’analisi degli INCI dei prodotti.

Nel lontano 2010, spinta da questo clamore mediatico che sempre più si faceva sentire, ho cominciato anche io a studiare i componenti dei prodotti e a dividerli in base alla presenza o all’assenza dei siliconi e della paraffina al loro interno. Tutto ciò che non lo conteneva, per me, era buono; il resto tremendamente cattivo.

Fino a quando l’utilizzo di una maschera a base di ingredienti naturali ha terribilmente sensibilizzato la pelle del mio viso, rendendola vulnerabile agli agenti atmosferici e da lì alla couperose il passo è stato breve. Ma, ancora non mi arrendevo, il mio termine di paragone per valutare la validità di un prodotto continuava ad essere il biodizionario.

Alcuni prodotti “verdi”, però, non mi entusiasmavano affatto e la resa su di me non era affatto buona; probabilmente sbagliavo prodotti (anche nell’ecobio ci possono essere ottime proposte!) oppure non ascoltavo al meglio le mie esigenze.

Altro colpo di scena: una brutta allergia su un braccio, con prescrizione medica di una crema a base di petrolato bianco e petrolato normale. Non vi nascondo che ero quasi tentata di non iniziare la cura, inorridita all’idea di spalmarmi simili componenti sulla pelle. Ma il risultato, dopo aver, ovviamente, dato avvio alla cura, fu ottimo: allergia scomparsa in meno di un mese!

Da lì ho cominciato a prestare meno attenzione alla provenienza degli ingredienti e a concentrarmi maggiormente sulla resa dei prodotti sulla mia pelle: creme e maschere contro la couperose comprate in farmacia (che mi stanno, tutt’ora, aiutando molto), bagnoschiuma tranquillamente acquistati al supermercato e fondotinta da profumeria.

Tutto questo preambolo per arrivare al punto focale: la mia indifferenza attuale per gli ingredienti di tutto ciò che uso e che mi piace. Certo, se trovo prodotti validi, che mi piacciono e che presentano un INCI “impeccabile” sono contentissima, ma se così non è e se ci sono siliconi o paraffina all’interno non mi abbatto, anzi. Credo che le cose dannose nella vita siano altre, vivo in una città molto inquinata e credo che passeggiare per le vie del centro nelle ore di traffico elevato sia estremamente più nocivo al mio corpo rispetto a qualche silicone qua e là.

Per me, inoltre, era una grande sofferenza vedere dei prodotti che mi attiravano, che avrei provato volentieri, ma che la mia etica “bio” mi sconsigliava di utilizzare; nella vita le privazioni spesso sono necessarie (mi viene da pensare a quante cose mi debba precludere economicamente, in questo periodo, a causa della crisi) e non mi va più di impormene altre solo per il gusto di selezionare gli ingredienti. Sono curiosa di natura e mi piace provare di tutto! 😉

Credo, inoltre, che le intolleranze di un organismo possano essere le più svariate e che  “naturale” non sia sempre sinonimo di “innocuo” e “altamente tollerabile”.

Insomma, secondo me ogni persona dovrebbe valutare personalmente quali prodotti acquistare, sulla base delle proprie esigenze e delle “credenze” (concedetemi il termine!): nella vita si possono fare molti compromessi e con gli ingredienti io ne ho fatto uno! Ho scelto di informarmi, di capire che dietro ai nomi latini e quasi incomprensibili degli INCI c’è un mondo, ho provato ad esplorare tale mondo (che fino a poco prima mi era estraneo) e, con cognizione, ho scelto di abbandonarlo.

Per correttezza, però, e per permettere a tutti di avere la propria “credenza” cercherò sempre, nelle mie possibilità, di pubblicarvi le foto degli ingredienti dei prodotti che recensirò, in modo che anche voi che mi leggete possiate scegliere personalmente la vostra strada! (questa soluzione è stata raggiunta anche nel post che vi ho linkato)

E voi, cosa ne pensate a tal proposito? Come vi orientate nella scelta dei prodotti? Aborrite i siliconi e i derivati del petrolio o come me fate delle eccezioni quando i prodotti vi piacciono? Mi piacerebbe molto conoscere le vostre opinioni 😉

 

20130922_124133 - Copia

Catrice EyeBrow Pencil – matita sopracciglia colore 30 Brow-n-eyed Peas

Buongiorno a tutte fanciulle!

La mia recensione di oggi riguarda un prodotto che utilizzo da molti mesi ormai e che ho già acquistato due volte. Sto parlando della matita per sopracciglia Catrice Eye Brow nel colore 30 Brow-n-eyed Peas.

20130922_124133 - Copia

Questo è il colore più scuro dei tre disponibili ed è perfetto per me: non è troppo caldo e nemmeno troppo freddo, ma un perfetto punto di marrone che ben si adatta alle mie sopracciglia. Parlando subito della colorazione mi sento di sconsigliarne l’utilizzo alle bionde (ovviamente, ma c’è un colore molto chiaro) e a chi ha i capelli scuri ma sul tono “cenere” (freddo, quindi. In tal caso forse sarebbe meglio il colore intermedio); io, ad esempio, ho i capelli naturali proprio tendenti a questo colore, ma facendo mensilmente l’hennè sono riuscita ad ottenere dei bellissimi riflessi rossi, dunque l’utilizzo della matita si intona perfettamente a tale risultato.

20130922_124146

20130922_124214 - Copia

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho iniziato a “ritoccarmi” le sopracciglia solamente qualche hanno fa, quando ho scoperto che non erano uguali l’una all’altra e che presentano dei buchetti (termine estremamente tecnico, eheheh!) nella parte iniziale. Inizialmente utilizzavo una classica matita per occhi, ma poi mi sono spinta all’acquisto di questo prodotto.

Altra piccola premessa (poi smetto, giuro!) è che non ho mai utilizzato le polveri a tal scopo perchè, fondamentalmente sono una persona pigra e non ho sempre voglia di terminare il ritocco con il gel trasparente.

La matita in questione mi piace davvero tanto: una volta applicata, e sfumata leggermente con il comodo scovolino al fondo) dura a lungo senza colare o migrare in altri (non desiderati) posti del mio viso.

Essendo, però, così duratura, ha una consistenza molto cerosa che necessita di scaldarsi un po’ per scrivere alla perfezione; il primo tratto, infatti, sarà quasi inesistente, ma già al secondo (ormai la punta è scaldata a sufficienza) scriverà benissimo e il tratto durerà a lungo.

La durata è ottima anche quando vince la mia pigrizia rispetto alla voglia di apparire al meglio e non applico il gel trasparente 😉

Un difetto da tenere in considerazione, però, è la mancanza di tester negli stand Catrice, quindi potrebbe risultare difficile trovare la colorazione giusta.

Il prezzo è molto economico (circa 3 €) e la quantità di prodotto abbastanza elevata, 1.6 grammi.

In conclusione mi sento di consigliare questo prodotto per l’ottimo rapporto qualità/prezzo!

cosmic-beauty_cover-collezione_163515

Haul Pupa Limited Edition Cosmic Beauty autunno – inverno 2013

Buon pomeriggio a tutti!

Da qualche giorno è uscita la nuova collezione Cosmic Beauty in edizione limitata  autunno-inverno firmata Pupa.

cosmic-beauty_cover-collezione_163515

Devo ammettere di essere rimasta piacevolmente sorpresa da questa LE, in quanto adoro i finish metallici e dall’effetto duochrome, elementi caratterizzanti di alcuni prodotti della collezione.

Nel particolare ho già ceduto all’acquisto di due prodotti:

20130923_160202

Iridescent Pigment 001 (iridescent silver); un ombretto in polvere libera lilla con riflessi blu, verdi e argento. E’ molto difficile scattare foto realistiche di questo pigmento, in quanto assume iridescenze diverse a seconda della luce. Sono rimasta estasiata da questo splendido colore e non ho potuto resistere! Il prezzo (da Sephora) è di € 9,90 per 4 grammi di prodotto in jar, ma io ho diviso l’acquisto con una mia amica e alla modica cifra di 5 € a testa abbiamo avuto ben 2 grammi di ombretto 😉

20130923_155900

– Long Lasting Eye Stylo, colore 001 (nebula Taupe); questo è un ombretto in stick (sulla falsariga di quelli, famosissimi, di Kiko) dal colore tortora con base viola e iridescenze bronzee e argentee (sono pessima a descrivere i colori…lo so! 🙁 ) molto particolare e adattissimo ad un trucco da tutti i giorni, soprattutto per una persona pigra come me che la mattina, prima di andare al lavoro, riesce ad usare solo ombretti in crema o in stick per la facilità e rapidità di applicazione -.- Lo stick contiene 1,4 grammi di prodotto al costo di € 11,90 (sempre da Sephora). Come prima impressione di questo ombretto posso dire che la durata è discreta, ma non di certo Long Lasting come dice il nome: è sufficiente passare un dito sull’applicazione per sparpagliare i brillantini a destra e manca e far perdere l’intensità del tratto. E non c’è certo bisogno di uno struccante bifasico per rimuoverlo, ma è sufficiente l’acqua micellare!

20130923_155927

Long Lasting Eye Stylo 001

 

a sinistra Iridescent Pigment  001

a sinistra Iridescent Pigment 001

La collezione comprenderebbe ancora un illuminante in penna (ma non ho ancora avuto modo di vederlo di persona), tre matitoni/rossetto sulla falsariga dei Chubby Stick (molto belli, ma devo pormi un freno!), e quattro smalti iridescenti che però non mi hanno ispirata particolarmente.

E voi cosa ne pensate di questa nuova Limited Edition? Avete già acquistato qualcosa?

 

20130922_125007

Matita kajal nera Dolomia (Unifarco) – Review

Questa mattina, approfittando di uno sprazzo di sole, sono riuscita a fare qualche foto per il blog, ergo, posso recensire qualche prodotto 🙂

Inizierei subito dalla mia matita occhi nera preferita; una premessa però è d’obbligo, non utilizzo questo prodotto nella rima interna (la cosiddetta water line), in quanto trovo che tutte le matite, applicate lì dentro, mi rimpiccioliscano gli occhi (che già non sono propriamente molto grandi, purtroppo 🙁 ). La mia recensione di oggi, quindi, sarà per un uso esterno (concedetemi il termine 😉 ), da applicare come eyeliner o da sfumare leggermente per definire la rima cigliare superiore o inferiore.

20130922_125007

Detto questo, ora vi parlerò del prodotto, che avevo acquistato qualche mese fa nella mia farmacia di fiducia, in un cofanetto mascara+matita. Ammetto di essere partita prevenuta: “una matita occhi comprata in farmacia non avrà mai la stessa resa e le stesse qualità rispetto a quelle vendute in profumeria!”, pensavo. E ammetto di essermi sbagliata alla grande!

Tenete conto che quando ho iniziato ad utilizzarla ero reduce da un periodo di I Love Rock di Essence (che peraltro ancora possiedo e non so come finire…suggerimenti?), matita molto nera, ma altrettanto “mobile” e “ballerina” in quanto, quando la applicavo sugli occhi, me la ritrovavo, dopo poco tempo, colata in qualsiasi posto del viso! Questa matita della Dolomia, invece, pur avendo un tratto nero ben marcato e molto intenso, rimane lì dove la metto, senza depositarsi e sgretolarsi dispettosa sulle rughette del mio contorno occhi.

E’, inoltre, facilmente sfumabile (al fondo della matita c’è uno sfumino molto comodo) e molto morbida (non “gratta” affatto la zona delicatissima della palpebra). Sono molto soddisfatta di questo prodotto e sicuramente lo ricomprerò una volta terminato (e quando sarò riuscita anche a far fuori finire la mia I Love Rock).

20130922_125059

Una sola passata di matita

20130922_125122

Matita sfumata grazie allo sfumino in dotazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ora qualche dato tecnico:

– il colore è il numero 91, seppia;

– il marchio Dolomia fa parte della Unifarco, quindi è venduto nelle farmacie;

– il costo dovrebbe aggirarsi intorno ai 7/8 €, anche se, avendola acquistata in un kit con mascara, non posso essere più precisa;

– il PAO è di 36 mesi;

– la matita è in legno, dunque temperabile.

Vi consiglio dunque di dare un’occhiata a questo prodotto, io ne sono rimasta piacevolmente colpita!

Buona domenica a tutti!

20130919_095301

My top 5 Sunny-Cheeks Products – Dramatag

Buongiorno a tutte fanciulle!

Eccomi qui con un nuovo episodio dei #dramatag, creati dalla geniale Drama&Makeup; questa volta ci ha proposto di elencare i cinque prodotti in grado di regalarci un tocco estivo sulle gote, e che prediligiamo utilizzare proprio nei mesi caldi.

Un’amante dei blush come me non poteva esimersi da questo tag, anche se vi stupirò: ho inserito anche un illuminante, quello che ho utilizzato maggiormente questa estate.

Bando alle ciance, comincio subito mostrandovi le mie cinque proposte

20130919_095301

20130919_105217

– Essence Silky Touch Blush Babydoll; io adoro davvero questo blush. Mi regala subito un tocco di salute alle guance, dura tantissimo (a fine giornata è ancora lì dove l’ho applicato al mattino), è economico (circa € 3) e devo ammettere di utilizzarlo con soddisfazione anche d’inverno. D’estate, però, è un mio must-have! Possiedo anche la colorazione aranciata Secret-it-girl, ma mi piace di meno in quanto lo trovo meno pigmentato.

– Catrice Defining Blush 030 Love&Peach. Questo prodotto è stata una piacevole sorpresa: pigmentatissimo, completamente matte e setoso, ha un colore molto pescato, infatti prediligo utilizzarlo in estate, ma credo che farò qualche strappo alla regola nella stagione fredda, mi piace troppo! Ovviamente è anche molto economico, costa meno di € 5.

20130919_113950 (1)

– Hot Mama, The Balm. Ho desiderato moltissimo questo prodotto e quando mi sono decisa, finalmente, ad acquistarlo, è stato amore con la A maiuscola. E’ un colore pescato con micro-glitter dorati, che sulle gote diventa satinato. Perfetto d’estate, racchiude in sè il blush e l’illuminante; sarebbe bellissimo sull’abbronzatura, peccato che la mia couperose latente e la mia pelle diafana non mi consentano di raggiungerla! Mi basta applicarlo per sentirmi subito più estiva. Prezzo: 14 € circa nelle profumerie La Gardenia.

– Kiko Soft Touch Blush numero 110. Questo blush, swatchato, non è molto pigmentato, ma mi basta applicarlo sulle gote per raggiungere l’effetto tipico di una corsa all’aria aperta, magari sul lungomare. Ve ne ho già parlato qui e, secondo me, sulle pelli chiare è fantastico, regala il vero e proprio effetto bonne-mine e l’illusione di un viso accaldato. Non voglio ripetermi, quindi vi rimando alla mia review, specificando soltanto che costa € 7,90.

20130919_095447

– Elf Healthly Glow Bronzing Powder in Luminance. Questo, secondo il sito Elf, dovrebbe essere un bronzer, ma vi assicuro che è un illuminante, ottimo aggiungerei! Dona subito un tocco di luce, dura diverse ore e costa soltanto € 1,70 (fa parte della linea base). Quest’estate l’ho utilizzato tantissimo, ora ne ho scoperto un’altro…ma questa è un’altra storia e ve ne parlerò prossimamente 😉

 

Ecco, infine, gli swatch di tutti i prodotti che vi ho mostrato

20130919_095658

Bene fanciulle, questa era la mia proposta per il #dramatag, e voi…quali prodotti utilizzate d’estate sulle guance?

Qui trovate le mie risposte a due precedenti #dramatag: my top 5 I’m late e my top 5 va va voom! products 🙂

 

20130916_194233

Mini Haul #tuttepazzeperpupa

Credo che in questo caso le premesse siano superflue, ormai tutte conosciamo la promozione di Pupa che ha fatto impazzire il mondo delle beauty addict!

E per chi ancora non ne fosse a conoscenza, vi invito ad andare sulla pagina Facebook di Pupa, mettere “mi piace”, accedere all’applicazione Tutte pazze per Pupa invitare un’amica e così scaricare due coupon: uno (per averlo è sufficiente esprimere apprezzamento alla pagina) per acquistare uno smalto Lasting Color ad effetto gel al costo di 1 € e il secondo (sarà possibile scaricarlo quando una vostra amica, invitata, avrà messo “mi piace” alla pagina) per acquistare un prodotto della linea Vamp (mascara, ombretti in polvere e in crema) al prezzo scontato di € 5.

20130916_194233

Da quanto ho letto su vari blog, si è scatenata una vera e propria caccia ai profili facebook da poter utilizzare per la promozione; mamme, papà e parenti vari sono stati reclutati per esprimere il loro apprezzamento alla pagina. Io sono stata molto ligia e mi sono attenuta ai due coupon previsti dall’iniziativa, anche perchè il costo di 5 € per ogni prodotto Vamp non è propriamente “una bazzecola”. E ne ho approfittato per togliermi la curiosità del mascara Vamp nero mai provato: da mesi ci giravo intorno e, grazie a questa promozione, ho potuto acquistarlo a prezzo scontato.

Con il coupon dello smalto, invece, ho acquistato il numero 16, che definirei un rosa ciclamino; ammetto che il punto vendita che avevo scelto (si perchè, all’atto del download dei coupon dovrete scegliere la profumeria in cui andrete a ritirare i prodotti; tale scelta non potrà essere modificata) non era particolarmente fornito e i colori a disposizione erano giusto una decina. Ma non mi lamento, perchè sono una persona con poca fantasia per i colori con cui laccare le unghie e con un arsenale di smalti non indifferente: è davvero difficile trovare un colore che mi piaccia che non abbia già! 🙂

E voi, avete già approfittato di questa iniziativa? Cosa avete preso con il secondo sconto?

Buona serata a tutte!

20130913_175204

Prodotti terminati di Agosto!

Con estremo ritardo riesco a pubblicare il post sui miei prodotti terminati di agosto; sono abbastanza soddisfatta dello smaltimento fatto, anche se (anche questo mese) non ci sono prodotti di make-up finiti, quindi il prossimo mese dovrò impegnarmi di più!

20130913_175204

Iniziamo con la scatola di strisce depilatorie Lycia Delicate touch; le ricompro sempre (infatti in bagno c’è già una confezione nuova ad aspettarmi!), soprattutto quando le trovo in offerta e mi piacciono molto. Così come ho scritto nella review le reputo delicate ed efficaci!

Ho poi terminato la Crema per Piedi secchi e screpolati della Akileine; ho davvero adorato questo prodotto! Idratava a fondo i piedi, si assorbiva rapidamente e li lasciava piacevolmente profumati di timo a lungo. Quando avrò finito un po’ di prodotti accumulati credo proprio che la ricomprerò; peccato però per il prezzo, intorno ai 10 € (a me questa, nello specifico, era stata regalata da mia mamma).

Dischetti levatrucco LD; non mi sono affatto piaciuti! Sottili, ruvidi e aggressivi. Li avevo acquistati in un momento di necessità, quando non riuscivo a trovare i miei dischetti preferiti; mai più!

Olio ai semi di lino I Provenzali; questo prodotto non è finito, ma lo getto via in quanto ha creato una patina gialla intorno al dosatore e sospetto che sia andato a male (anche l’odore non è dei migliori! 🙂 ). Ce l’ho, in effetti, da parecchi anni e l’ho utilizzato anche abbastanza (più di metà confezione); lo utilizzavo con soddisfazione come impacco pre-shampoo oppure ne applicavo una quantità minima sulle punte dei capelli umidi. I miei capelli ricci e secchi adorano gli oli, ma per il momento ne ho tanti altri da terminare, quindi  non lo ricomprerò.

Detergente intimo Saugella Idraserum; avevo acquistato questo detergente spinta dal fatto che contiene solo ingredienti approvati dal biodizionario, di origine naturale e l’avevo pagato ben 10 €. L’ho odiato alla follia! Non mi lasciava quella sensazione di fresco che pretendo da tali prodotti, quindi preferisco comprare detergenti intimi dall’inci peggiore (anche perchè non sono una talebana dell’ecobio…anzi! Molti dei miei prodotti più amati sono la fiera del siliconico 😛 ) e più economici. Bocciatissimo!

20130913_175227

Deodorante Yves Rocher Hamamelisa questo punto propongo un minuto di silenzio per la scomparsa dell’ultimo esemplare della sua specie. Ancora non mi rassegno al fatto che abbiano tolto di produzione questo prodotto fantastico e che ne abbiano cambiato gli ingredienti. Ora sto sperimentando altro (e presto ne farò una review!), ma lui mi manca…davvero! 🙁

Latte corpo Bottega Verde Vaniglia e Cardamomo; era una mini-taglia da 30 ml che mi avevano regalato molto, molto tempo addietro. Finalmente l’ho provato e devo ammettere che mi è piaciuto molto, soprattutto la profumazione: dolce e speziata. Se trovassi questo prodotto in offerta non ne escludo l’acquisto 😉

Deodorante Equilibra all’aloe; altro prodotto odiato che finalmente sono riuscita a smaltire. L’odore era terribile e il mio naso non lo tollerava affatto; l’efficacia era pari a zero, anzi meno se possibile (e un deodorante DEVE funzionare!); il prezzo era spropositato (intorno ai 7 €) e la pompetta si intasava sempre. Sono riuscita a terminarlo applicandolo a casa, dopo la doccia, quando sapevo di non dover uscire. Addio, a mai più, au-revoire!

Yes to baby Carrots shampoo+ body wash; avevo acquistato questo prodotto in offerta da Sephora spinta dalla pompetta per mousse. Ma in effetti non ho saputo per cosa utilizzarlo: per il viso era troppo aggressivo, per i capelli troppo poco, alla fine l’ho terminato utilizzandolo come sapone da mani. Era uno di quei prodotti Highlander, che non ne vogliono sapere di terminare e che ci si ritrova sulle mensole del bagno per mesi, anni, decenni; finalmente sono riuscita a smaltirlo e non lo riacquisterò mai più, anche perchè credo sia fuori produzione.

Eccoci fanciulle, questi sono tutti i miei prodotti terminati del mese di agosto…il mio progetto di smaltimento procede alla grande e non vedo l’ora di eliminare ancora qualche scheletro nell’armadi..etto del bagno 😉

Ciao a tutte e buon sabato!

20130911_181123  bis

Una meravigliosa collana romantica per festeggiare il superamento del mio ultimo esame all’università!

Ciao ragazze! Eccomi tornata, finalmente con un nuovo post.

Ieri pomeriggio ho superato il mio ultimo esame all’università e ora sono ufficialmente una tesista. Non mi sembra vero di poter tornare a casa dal lavoro e non dovermi concentrare subito sui libri, ma potermi dedicare alle mie passioni, tra cui il mio blog…che mi è mancato tantissimo.

E per festeggiare il mio successo personale, mi sono concessa un acquisto che bramavo da tempo; ma partiamo dal principio.

Qualche mese fa avevo scoperto la pagina facebook di una ragazza di Torino che confeziona collane dallo stile un po’ retrò e mi ero innamorata di alcuni modelli. Ero andata a trovarla ad una fiera vicino casa mia e dal vivo le collane mi erano sembrate ancora più belle, ma non avevo ceduto all’acquisto.

Come ben saprete, però, se una ragazza si mette in testa qualcosa (soprattutto quando si parla di accessori 😉 ) è difficile dissuaderla e così ho contattato privatamente Giulia (cliccando sul suo nome potrete accedere alla sua pagina facebook) e le ho ordinato una collana lunga con stampa della Tour Eiffel.

Proprio oggi l’ho incontrata (Giulia non ha un negozio, ma se siete interessate alla sua bigiotteria sulla pagina facebook ci sono tutte le informazioni sui metodi di spedizione) e ho scoperto che è anche una ragazza dolce e simpatica! Ovviamente ho comprato la romantica collana “parigina” al costo di € 20: potrebbe sembrare tanto, ma è un prodotto di manifattura, quindi vale tutto ciò che costa, ve lo assicuro!

20130911_181123

Lei mi ha spiegato la lavorazione di questi prodotti: il tutto parte da basi in metallo già pronte a cui lei applica una piccola stampa (nel mio caso la Tour Eiffel) o della stoffa e rifinisce il tutto con della resina. Contando le dimensioni ridotte dei ciondoli immagino ci vogliano tanta pazienza e precisione!

Il materiale della bigiotteria è assolutamente anallergico e i generi sono molti: collane, anelli (me ne ha mostrato uno stupendo, che le è costato ben tre giorni di lavoro!), orecchini, braccialetti.

Per di più è possibile ordinare accessori personalizzati, con foto o stampe preferite…lei è molto disponibile ad accontentare ogni richiesta! Vi consiglio davvero di fare un giro nella sua pagina, se siete amanti del genere vintage-chic sicuramente non ve ne pentirete 😉

Ci tengo a precisare che oggi non ho ricevuto alcun compenso o favore per questo mio post sul blog (e ho pagato la collana di tasca mia 😉 ), ma credo che la creatività delle persone vada premiata e diffusa, soprattutto quando si tratta di prodotti belli come questi!

E voi cosa ne pensate…non vi sembra una collana bellissima? 🙂

Un bacio a tutte e ci vediamo al prossimo post 😉

20130813_093023

Labello Fruity Shine, Strawberry – review

Buonasera fanciulle!

Eccomi tornata con un nuovo post…perdonate la latitanza dal mio blog (che, detto per inciso, mi manca tantissimo, non vedo l’ora di rituffarmici dentro a piè pari!), ma il tempo scarseggia e fino a martedì dovrò stringere i denti ed evitare il più possibile le distrazioni, tutte le distrazioni.

La review di oggi riguarda il burrocacao Labello, Fruity Shine oggi qui nel suo rappresentante alla fragola. Proprio in questo periodo non si fa che parlare dei Babylips di Maybelline (che non vedo l’ora di provare, quando finalmente potrò concedermi qualche ora di shopping per acquistarne almeno uno!) che come concetto assomigliano molto a questo prodotto Labello: dei balsami labbra leggermente colorati che, oltre all’idratazione, possono regalare anche un velo di colore sulle labbra.

20130813_093023

Questo prodotto ha diversi pregi, il primo fra tutti è proprio il velo di colore che regala. E’ comodo e utile, a volte, stendere un balsamo labbra leggermente colorato anche senza specchio davanti…così, all’improvviso, magari perchè alla fermata del bus si avvicina un ragazzo carino e vogliamo mettere le labbra in evidenza.

20130813_092748

Volete mettere la comodità dell’estrarre un unico prodotto discreto, senza specchietti, ed essere le ragazze più veloci del West a ritoccarvi le labbra? Come se non bastasse è in stick, quindi niente pennellini da maneggiare 😉

Il lato negativo è sicuramente la durata, perchè rimarrà sulle labbra il tempo necessario per pronunciare “ciao”, poi svanirà completamente nel nulla. Ma, d’altronde, è un semplice burrocacao, quindi non possiamo pretendere troppo da lui!

Quanto all’idratazione…beh, vi basti sapere che ho provato di meglio. Non lo utilizzerei come unico idratante, ecco; per la sera (prima di coricarmi) o quando le mie labbra sono molto secche mi oriento su altri prodotti.

A questo punto non posso non menzionare il discorso INCI: se siete attente agli ingredienti, non vi consiglio questo prodotto. Non contiene paraffina o petrolati (a differenza del fratellino Maybelline), ma sicuramente non è un prodotto bio.

20130813_093041

Questo burrocacao è uno di quei prodotti che non mancano mai nella mia borsa: lo utilizzo con soddisfazione al lavoro o per la strada quando necessito di un rapido ritocco alle labbra.

La linea comprende anche altri colori/gusti: ciliegia (che però ultimamente faccio fatica a trovare) dal colore rosso intenso; pink guava (non chiedetemi che frutto sia…non ne ho idea! 😛 ), tendente al rosato; melograno (una punta di rosso via di mezzo tra la fragola e la ciliegia).

Io li ho provati tutti e per gusto personale non amo la ciliegia (adoro il frutto da mangiare, ma detesto tutti i prodotti con questo sapore artificiale), mentre adoro davvero la profumazione alla fragola, davvero gustosissimo!

Il prezzo, infine, è molto economico: meno di 2 euro, soprattutto se in offerta!

A presto, buon sabato sera a tutte!

20130825_173140

Smalto del giorno – Pupa lasting color numero 200

Ciao Ragazze!

Eccomi con un nuovo veloce post, in un attimo di pausa dallo studio e nella giornata di riposo dal lavoro 😉

Vorrei condividere con voi lo smalto sulle mie unghie; io adoro le manicure sofisticate, semplici, delicate, ma di grande effetto, che conferiscono quell’aria un po’ bon ton. Credo siano tornate di moda grazie a Kate Middleton, che non perde occasione per sfoggiare smalti dai toni delicati, ma unghie sempre perfette (come non ricordare la manicure del suo matrimonio con lo smalto Allure della Essi 😉 ).

Anni fa avevo uno smalto Rimmel dal colore lattiginoso-rosato, unico esemplare della mia collezione completamente finito; ho cercato più volte di sostituirlo e credo di esserci riuscita con lo smalto Pupa, lasting Color numero 200; è un colore lattiginoso, ma leggermente rosato che regala subito alle unghie un’aria sana e curata.

20130825_173119

luce naturale

20130825_173140

luce naturale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La stesura è molto semplice, adoro la qualità degli smalti Pupa!

Potrete vedere, poi, sull’anulare qualche brillantino in più che ho ottenuto stendendo lo smalto Essence Space Queen.

luce artificiale

luce artificiale

Completa il tutto il top coat Essence effetto gel Top Sealer.

L’effetto finale a me piace molto…e voi, cosa ne pensate?

Un bacione!