Archivio mensile:febbraio 2014

20140226_125527

Usati del mese #1

Buongiorno fanciulle!

Oggi è per me un onore iniziare questa nuova avventura in compagnia di splendide amiche blogger; come ben ricorderete ci eravamo salutate con la rubrica dei prodotti più usati della settimana e riprendiamo subito con una “trasformazione”, parlando dei prodotti di make-up che ci hanno fatto compagnia durante il mese di febbraio.

Prima di iniziare a mostrarvi i miei prodottini, ci tengo a citare le altre blogger che partecipano a questa bellissima iniziativa:

Sara del blog Le divagazioni di una fatina arancione,

Alessia del blog Shopping a tutto tondo

Alessia del blog Vis à Vis,

Elisa del blog Glamourcoma, (che ci raggiungerà la prossima settimana)

Elisa del blog My magic wonderland,

Milena del blog EmmeMe: Make up& beauty,

Alice del blog Make up non solo

Mela Ladyfish di A fish-flavoured apple (benvenuta nel gruppo!)

In genere io adopero costantemente e ripetitivamente certi prodotti (che desidero terminare!) durante i miei giorni lavorativi, anche per evitare perdite di tempo al mattino del tipo: “come mi trucco oggi?”. Ho a portata di mano i soliti trucchi che uso in modo meccanico di prima mattina. Nel fine settimana, invece, mi sbizzarrisco alla ricerca di accostamenti nuovi e tento trucchi più complicati, dando sfogo al mio estro creativo.

Oggi, dunque, vi mostrerò tutti quei prodotti che ho utilizzato di più nel corso delle mie settimane di lavoro, che poi sono gli unici prodotti che utilizzo in modo continuativo. 😉

20140226_125527

Per la base ho utilizzato: Fondotinta Avene compatto 01 Porcelaine (notare la voragine nel centro!!!) che vorrei terminare prima della primavera, Cipria Essence Compact Powder che sembra di aver smesso di autodistruggersi, ma che ha lasciato spazio ad un piccolo buchetto, Kiko Full Coverage in 03 per coprire le occhiaie, Mac Studio Finish correttore per le imperfezioni, H&M blush in 18 sweet rose.

20140226_125820

Per gli occhi, invece, i prodotti più utilizzati sono stati: Urban Decay Prime Potion in original, Mascara Essence Get Big Lashes (ormai agli sgoccioli, finalmente il prossimo mese non lo vedremo più! 🙂 ), ombretti Essence vari che vorrei finire, Palette Essence 02 Long Beach, Catrice made to stay 020 Remans Gone Bad utilizzato come eyeliner, matita Lancome Le Crayon Khole.

Ecco, questi sono stati i miei prodotti più utilizzati del mese. Sarà una bella soddisfazione vedere i progressi (in termini di consumo) sulle cialde tra circa trenta giorni! 😉

A presto, un bacione!

20131028_200649

Avene Tolérance extreme Crema – Review

Buongiorno fanciulle e benvenute a tutte nel mio blog!

La recensione di oggi riguarda la crema Avéne Tolerance Extreme, dedicata alle pelli ipersensibili ed allergiche.

20131028_200649

Questa crema mi è stata consigliata dal mio dermatologo per la stagione invernale. Piccola doverosa premessa riguarda la pelle del mio viso: si potrebbe definire mista in quanto tende a lucidarsi molto sul naso, ma anche terribilmente secca sulla fronte e sulle guance, nonché sensibile e soggetta da couperose (un disastro, insomma!).

Tornando all’oggetto della recensione di oggi, mi sono trovata abbastanza bene con questo prodotto (che ho praticamente terminato, credo siano rimaste solo un paio di applicazioni) che però non è diventata La crema con la L maiuscola, ovvero l’amore della mia vista cosmetica.

Innanzi tutto è molto corposa e idratante, per questa ragione mi sento di consigliarla per il periodo invernale a persone con la pelle secca o, eccezionalmente, mista. La sconsiglierei totalmente alle pelli grasse e soprattutto d’estate. E’ sufficiente pochissimo prodotto per idratare perfettamente tutto il viso, quindi un flacone durerà diversi mesi.

La crema, a quanto riporta la confezione, non contiene conservanti, profumo e tensioattivi.

20131028_200709

E’ una crema perfetta per le pelli sensibili e reattive: pur non essendo specifica per la couperose, è stata in grado di tenermi a bada i rossori per tutto il periodo invernale e freddo, escluse poche eccezioni nei periodi di forte stress. Se il vostro problema è un’intolleranza ai principali cosmetici credo che questo prodotto potrebbe sorprendervi positivamente!

Quanto all’assorbimento, qui si presenta il primo difetto: la crema impiega molto tempo per scomparire totalmente dalla pelle. Probabilmente questo inconveniente è dovuto all’effetto barriera oppure alla formulazione molto densa del prodotto, ma lascia uno strato appiccicoso per diversi minuti sul viso. Nonostante ciò io l’ho utilizzata anche come base trucco (facendo trascorrere circa un quarto d’ora tra l’applicazione della crema e quella del make-up) e non mi ha creato particolari problemi di lucidità sotto al fondotinta (in particolare ho utilizzato per tutto il periodo questo fondo sempre della marca Avene).

Pur avendo una formulazione così ricca non mi ha dato problemi di impurità, anzi. Ammetto che la mia pelle non è mai stata così sana come in questo ultimo periodo, escludendo ovviamente i brufoli del periodo natalizio (forse e sottolineo FORSE dovuti all’incredibile quantità di dolci che sono riuscita a trangugiare! :-P).

Difetto incredibile, a mio avviso, è il packaging; non so che diamine sia venuto in mente ad Avene, ma il dosatore è una sorte di marchingegno letale. Provo a spiegarmi, ma non sarà facile, dovreste vedere per capire. Schiacciando il tubetto della crema appare, come per magia, un piccolo piripicchio (termine altamente tecnico) che spruzzerà la crema in ogni dove. So che, descritto così, potrebbe sembrare poco fine, ma vi prego di non essere maliziosi! 😀 Questo meccanismo dovrebbe preservare il prodotto dall’aria, ma secondo me andrebbe sistemato un po’. Mister Avene, se mi stai leggendo, per favore mettiti nei panni di noi povere fanciulle addormentate al mattino e crea qualcosa di più semplice, ti prego. Innanzi tutto è impossibile dosare il prodotto, in secondo luogo questo piripicchio (a-ri-daie!)  a volte si incanta, quindi viene istintivo e automatico esercitare una pressione maggiore e TAAAAAAC eccovi servita una quantità di crema sufficiente per tutti i visini del quartiere. A questo punto, dal momento che non è un prodotto propriamente economico (su questo punto ci soffermeremo in seguito) io travasavo tutta quella mole di crema indesiderata in una piccola jar e, quindi, il concetto di preservare il prodotto dall’aria andava a farsi friggere.
20140208_104854
Soffermiamoci, dunque, sul discorso prezzo; il flacone costa ben 23 €. So che i prodotti di farmacia (ai quali mi affido totalmente per la cura del viso) non sono propriamente economici, ma una cifra così alta, a mio avviso, in questo caso non è giustificata dal prodotto non propriamente eccellente. Inoltre il packaging infernale innovativo mal riuscito non giustifica il prezzo, anzi.

In conclusione credo che questa crema sia discreta/buona, ma non ottima e la boccio sotto diversi profili: prezzo, lento assorbimento e packaging.

E voi, l’avete mai provata? Avete riscontrato i medesimi difetti?

 

20140212_115054

My top 5 Splurge Worth Products – Dramatag

Buonasera a tutte fanciulle!

Lo so, sono terribilmente in arretrato con i #dramatag, ormai credo di essermene persa almeno quattro. La bravissima Drama, d’altro canto, è una fonte inesauribile di idee e sforna tantissimi nuovi tag allettanti, e io solo ora riesco a recuperarne uno nato nell’anno vecchio.

I protagonisti di oggi sono tutti quei prodotti cosmetici molto costosi (un rene praticamente) che però valgono ogni singolo centesimo pagato. Quei prodotti che, guardandoli, pensiamo: “ci ho speso tanto, ma sono contenta di averlo fatto!”.

Premetto inizialmente che i concetti di costoso ed economico sono altamente soggettivi e che non si possano stabilire in modo universale. Il tutto dipende dalle proprie tasche! E oggi voglio mostrarvi tutti quei prodotti che, nella mia collezione make-up, spiccano per prezzo più elevato rispetto al resto.

Bene, dopo aver adempiuto all’ulteriore formalità di linkarvi il Tag originale della Drama nazionale (QUI il link diretto al suo post che vi invito davvero a leggere!) posso dare avvio alle danze e mostrarvi i miei tesssssssori. 😉

20140212_115054

I latini dicevano dulcis in fundo, ma io vado contro corrente e vi mostro subito, così, d’emblée il mio tesoro cosmetico, che soddisfa in pieno il mio feticismo truccoso. Mi riferisco al Blush Creme de Chanel 63 Révèlation. L’ho desiderato tanto, swatchato anche di più e alla fine, complice un 15% di sconto da Sephora, me lo sono accaparrata. Rientra di diritto in questo tag perchè vale ogni singolo centesimo che costa. E’ pigmentatissimo (infatti è necessario fare attenzione nell’applicarlo), duraturo, facile da sfumare e bellissimo anche a vedersi (venduto, ovviamente, con la sua custodietta di vellutino altamente inutile, ma molto, molto scenica 😉 ).

Si classifica secondo il Primer Potion di Urban Decay; questa base per ombretto costa circa 17 €, ma fa effettivamente la differenza. Con lui (e un ombretto di qualità media) andate sul sicuro e il make-up rimarrà intatto tutto il giorno. Non mi sono mai pentita di averlo acquistato, anzi, l’ho osannato in più di un’occasione.

Medaglia di bronzo per il correttore Mac Studio Finish. Avete presente quei fastidiosi brufoli che nascono sempre in zone molto visibili del viso (ad esempio IL NASO!) che al mattino coprite con molta cura, ma che rispuntano come per magia mentre parlate con qualcuno? Quando notate che lo sguardo del vostro interlocutore si posa spesso su quella zona del viso incriminata e voi cercate in ogni modo di svincolarvi e di correre in bagno per controllare la situazione ed eventualmente ritoccare il balordo? Bene, dimenticatevi tutto ciò e affidatevi a questo correttore! E’ fantastico, resiste a tutto (o quasi). Costa abbastanza (anche qui ci aggiriamo intorno ai 17 €), ma è il miglior correttore che io abbia mai provato.

Rimaniamo in zona Mac e parliamo di Rebel; anzi no, è davvero necessario parlarne? La fama di questo rossetto spopola il web. E’ un colore stupendo, capace di risolvere qualsiasi make-up: una linea di eyeliner, mascara e LUI. Inimitabile direi. Non mi sono mai pentita di averlo acquistato (tra l’altro io l’ho comprato in Francia, quindi dovrei averlo pagato circa 50 centesimi in meno 😛 ) e mai lo farò.

Last but not least, lo smalto Essi Lady Like. Il colore è splendido e lo abbino a qualsiasi outfit od occasione, ma la stesura è davvero inimitabile. E’ facile da applicare, il colore è bello pieno fin da subito e il pennellino perfetto. Dopo aver provato il mio primo smalto Essi ho deciso che, d’ora in poi, cercherò di orientarmi esclusivamente su questa marca! La qualità c’è, si vede e vale tutti i soldi che costa! 😉

Bene ragazze, questi erano i miei prodotti costosi più apprezzati. E voi, cosa avete inserito o inserireste in questo tag?

Vi linko, inoltre, tutti gli altri #dramatag a cui ho partecipato:

– Top 5 Doe Dear Products!

My Top 5 “Take that, McGyver!”

– My top 5 Sunny-Cheeks Products

– My top 5 Va va voom!

– My top 5 – I’m late/ I’cant be bothered products

Un bacione!

Fotolia-Duomo-di-Milano-300x198

Cercasi amica blogger a Milano!

Buongiorno a tutte fanciulle!

Il post di oggi sarà un po’ particolare… Come ben saprete c’è in atto una promozione sulla pagina facebook di Shiseido che permette, al fronte dell’aver cliccato “mi piace”, di ottenere un gloss in omaggio.

Innanzi tutto vi linko QUI la pagina fan della società per partecipare anche voi 😉

Il problema di questa promozione è che si possono ritirare gli omaggi solo in determinati punti vendita d’Italia e, ovviamente, non ce n’era nemmeno uno nella mia città 🙁

Così ho pensato di chiedere aiuto a voi, amiche blogger…c’è per caso qualche anima gentile che abita a Milano e che andrebbe a ritirare il mio gloss?

Ovviamente io mi farei carico della spedizione che sarebbe totalmente a mie spese 😉

Fatemi sapere e…partecipate numerose anche voi!

20140208_115317

Deodorante Vichy Sensitiv Anti – Transpirant 48 h – Review

Buongiorno fanciulle e buon sabato a tutte!

La recensione di oggi riguarda un prodotto che ho amato molto in questo ultimo periodo e del quale non riesco più fare a meno.

Prima, però, occorre qualche premessa; io ho una pelle molto delicata (che non si smentisce nemmeno nella zona delle ascelle) che sottopongo all’ulteriore stress delle cerette mensili per eliminare i peli superflui. Anche in inverno non faccio trascorrere mai più di un mese tra una depilazione e l’altra (per mie fisse mentali e per non creare un ambiente prolifico per i cattivi odori), il che indebolisce leggermente lo strato superficiale della mia pelle.

A tutto ciò si aggiunge anche una sudorazione alquanto abbondante; so che non farà faigo ammettere ciò pubblicamente in un blog, nè aumenterà le mie quotazioni parlare di simili argomenti, ma è indispensabile per voi lettori sapere che io sono un’utilizzatrice inevitabile di deodoranti e che con me DEVONO funzionare.

Chi mi segue da più tempo sa che mi ero letteralmente innamorata di questo deodorante, delicato su una pelle sensibile come la mia ed efficace contro i cattivi odori; ma ho dovuto dirgli addio con immenso rammarico quando Mister Yves Rocher ha deciso di riformulare il prodotto senza sali di alluminio. Ovviamente, dato il mio problema di sudorazione importante, non mi sono minimamente avvicinata alla nuova versione.

Dopo qualche mese di triste vagabondaggio tra un deodorante e un’altro, senza tuttavia trovare un degno sostituto, finalmente mi sono approcciata al Deodorante Vichy Sensitiv anti-transpirant 48 h in un momento di emergenza: dopo una giornata estenuante al lavoro e prima di andare a cena fuori senza possibilità di passare da casa per rinfrescarmi, mi sono recata nel primo negozio aperto che ho trovato lungo la strada (alias, una farmacia 🙂 ) e ho acquistato questo prodotto. E amore fu.

20140208_115317

Partiamo subito con le caratteristiche tecniche; il deodorante è indicato per pelle sensibile o depilata ed è senza profumo, senza alcol, senza parabeni e senza etanolo. In base a quanto riportato sull’etichetta è formulato per ridurre i rischi di allergia. Il flacone (con tappo bianco, da non confondersi con gli altri esemplari dello stesso brand) è in plastica e contiene 50 ml di prodotto con pao di 12 mesi e viene venduto al costo di € 10.

So che il prezzo non è particolarmente economico, ma il primo vantaggio di questo deodorante è che dura tantissimo. Non sto parlando, per il momento, di durata contram puzzam (i latinismi aiutano sempre :-P), ma di tempo di utilizzo; ogni confezione riesce a durarmi due mesi abbondanti, cosa che per me è un immenso traguardo (i prodotti da supermercato mi abbandonano dopo un solo ed unico mese).

Ovviamente, come avrete già capito dal mio lungo preambolo (ehm, evidentemente non possiedo il dono della sintesi!), è un prodotto funzionale anche contro gli odori molesti. Funziona alla perfezione e mi mantiene fresca per un’intera giornata lavorativa, anche quelle più lunghe (lo scorso mese è capitato che mi fermassi dieci ore consecutive in ufficio).

20140208_115419

Un ulteriore punto a suo favore è la totale assenza di profumo; pur avendo una perfetta funzione deodorante, non maschera la sua efficacia con profumi aggiuntivi ed eccessivi. Adoro questa caratteristica che mi permette di utilizzare tranquillamente la mia fragranza corpo preferita senza il rischio che contrasti con quella del deodorante. Inoltre non lascia residui odorosi sui vestiti, né macchie.

Il prodotto è molto delicato tanto da poter essere utilizzato anche dopo la depilazione; la mia pelle sensibile ha trovato, dunque, un valido alleato. Il tempo di asciugatura è assolutamente nella media: impiega cinque minuti circa per essere assorbito totalmente dalla pelle.

L’unico difetto che riscontro è, dunque, il prezzo non propriamente economico (ma assolutamente ammortizzato dal periodo di durata) esulando però dal discorso ingredienti, che ovviamente non sono naturali, ma che riguarda il grado di attenzione personale (se vi interessa sapere cosa penso io a proposito degli ingredienti vi rimando a questo post).

20140208_115441

E voi avete mai provato questo deodorante? Avete anche voi un prodotto del cuore che non cambiate per nulla al mondo oppure vi piace sperimentare prodotti diversi?

Buon weekend a tutte!

20140205_160900

Prodotti terminati di gennaio!

Buongiorno a tutte fanciulle!

Ecco finalmente il post sui prodotti che ho terminato nel mese scorso che, a dire il vero, sono veramente pochi! Non so come mai, ma sono riuscita a smaltire pochissimo.

Nel dettaglio ho terminato:

20140205_160805

– Essex Crema Base; non mi dilungo più di tanto su questo prodotto che acquisto in farmacia e che utilizzo sulla dermatite che, a periodi, arriva sulle mie braccia. Questa pomata non contiene alcun principio attivo e aiuta solamente a rinfrescare la parte e a sollevare la sensazione di prurito. Ovviamente ne ho già acquistata una nuova confezione! Costo, 9 € in farmacia.

– Casino Brume d’eau pure; questo era il mio ultimo flacone di scorta delle acque spray francesi. Non capisco perchè non vengano vendute anche nei nostri supermercati! Sono economiche (1 € o poco più) e assolutamente comparabili a prodotti simili di brand più costosi. Per il momento sono tornata all’acqua termale Avene, ma in primavera, non appena tornerò in Francia, ne farò sicuramente scorta 😉

– Carrefour Discount dischetti di cotone; i miei preferiti che vi ho già recensito qui e che vedete spesso tra i miei prodotti preferiti! 0,99 centesimi per 120 discetti.

20140205_160900

– Naturaverde crema fluida corpo restitutiva; acquistata in offerta presso il supermercato di quartiere, l’ho utilizzata con piacere. Non era idratante come un burro (ovviamente 😉 ), ma svolgeva egregiamente il suo lavoro! Aveva un profumino delicato “di pulito” e si assorbiva bene senza lasciare la scia bianca. Se devo trovarle un difetto, conteneva diossido di titanio e lasciava, a volte, qualche residuo bianco sulla pelle. Ad ogni modo mi è piaciuta abbastanza e credo che, in offerta, potrei riacquistarla. Prezzo circa 2 €.

I Provenzali stick alla mandorla dolce; l’ho usato con soddisfazione per mesi e mesi, ma ora mi è venuto un po’ a noia, infatti sto cercando di provare qualcosa di nuovo 😉 Ve l’avevo già mostrato qui.

Avene antiroujeurs fort; siero anti-rossori e couperose che mi era stato prescritto dal medico a giugno. Mi era piaciuto davvero tanto soprattutto nel periodo estivo: era abbastanza leggero da poter essere utilizzato come base trucco anche in associazione ad un filtro solare 50+ (che sono obbligata ad utilizzare quotidianamente con l’arrivo della bella stagione) e calmava molto i rossori della mia pelle. Pur avendo utilizzato in inverno un’altra crema (sempre su consiglio del dermatologo) ho terminato questa nei giorni in cui la mia pelle appariva più stressata e quindi più rossa. Con il freddo, però, risultava un po’ troppo leggera, ma pur sempre un ottimo prodotto! Contenuto 30 ml al prezzo di 18 € circa.

20140205_160954

Essence Gel Eyeliner 02 London Baby; dopo avervelo mostrato continuamente nei miei progetti di smaltimento e nei miei post settimanali di uso consapevole dei miei trucchi, sono costretta a cestinarlo perchè completamente secco. Sono però soddisfatta di averlo utilizzato quotidianamente per quasi quattro mesi e di essere riuscita a terminare gran parte del prodotto contenuto. Ovviamente non lo riacquisterò più in quanto fuori produzione…bye bye baby!

– Essence pennello smoky eyes; getto via questo attrezzo infernale che perde setole solamente a guardarlo! Possiedo due esemplari di questo pennello: quello più vecchio è ancora perfetto e lo utilizzo con soddisfazione, questo acquistato successivamente, invece, ha dimostrato fin da subito una qualità dimezzata e ovvi difetti di fabbricazione. Addio!

Bene fanciulle, questi erano tutti i miei prodotti terminati; come potrete ben vedere è stato un mese un po’ deludente dal punto di vista dello smaltimento.

E voi, cosa avete terminato?

Ciao a tutte!

 

20140202_152518

Preferiti di Gennaio!

Buongiorno a tutte fanciulle e buona domenica!

Nella mia città il tempo oggi è piovoso, umido e uggioso, il che concilia tantissimo un bel pomeriggio a casa trascorso guardando qualche video su You Tube sorseggiando una tazza fumante di tè, leggendo qualche pagina del mio libro del momento (che per inciso si tratta di Oliver Twist; sto adorando questo romanzo e sto provando un reale senso di protezione nei confronti del protagonista!) e pubblicando un post qui sul mio blog.

Divagazioni a parte e cercando di andare dritta al punto, oggi vorrei farvi una carrellata dei prodotti che ho preferito nel mese appena concluso.

Iniziando dal make-up ho letteralmente adorato il pigmento Mac Tan; grazie ad un paio di acquisti nello store (uno lo vedrete tra poco!) ho potuto avere un sample di questa meravigliosa polverina magica. E’ un colore splendido che definirei un bronzo-dorato, dalla scrivenza spettacolare, dalla sfumabilità magnifica e dalla durata incredibile. L’ho utilizzato anche ieri sera per il mio trucco ed è durato intatto (col primer UD sotto ovviamente, ma vi posso assicurare che questo primer vacilla con gli ombretti polverosi ed economici di Essence) dalle ore 19 alle 2 del mattino! Sono tornata a casa e mi è quasi spiaciuto struccarmi perchè i colori sulle mie palpebre erano perfetti. Quando finirò questo campioncino potrei valutare di fare la pazzia e acquistare la full-size; oppure potrei chiederla in regalo per il mio compleanno.

20140202_152518

Altro preferito del mese è stata senza dubbio la palette Kiko Dark Heroine 01 Lounge Warm Tones che ho acquistato con i saldi (qui il post). In particolare sto amando il primo colore a sinistra, un marrone scurissimo completamente matte che adoro per le sfumature all’angolo esterno dell’occhio (utilizzato con soddisfazione anche in associazione al pigmento citato prima 😉 ). E’ leggermente polveroso, ma molto pigmentato e facilmente sfumabile. Continuo, quindi, ad apprezzare le palette in LE di Kiko, che hanno sempre un’ottima qualità; se acquistate con i saldi, poi, le apprezzo ancora di più!

20140112_175317

Nel genere “accessori” il preferito indiscusso del mese è stato sicuramente il Brush Cleanser Mac; dopo anni di incertezza, alla fine ho ceduto all’acquisto e non me ne sono pentita nemmeno un istante! Il rapporto qualità-quantità-prezzo è altissimo: il prodotto contenuto nel flacone è molto (ben 235 ml) ed è utilissimo se, come me, non avete un vero e proprio arsenale di pennelli. Pulisce perfettamente il pennello tra un colore e l’altro (ma vi consiglio di aspettare qualche minuto prima di riutilizzarlo: l’asciugatura non è immediata!), ma l’ho utilizzato con soddisfazione anche alla sera per pulire i pennelli  del make-up mattiniero e in attesa di riutilizzarli al mattino successivo. Io l’ho travasato in un flacone spray per sprecare meno prodotto possibile.

20140202_152610

Altro top del mese di gennaio è stato il balsamo labbra La Roche Posay Ciclapast levres; è lui il prodotto magico citato in questo post che ha risollevato le sorti delle mie labbra in un momento di disidratazione atroce. Ve ne parlerò prestissimo in una review, ma per il momento vi dico solo che lo amo!

20140126_095254

Ultimo preferito, si tratta di un prodotto per capelli. Durante un giro “perditempo” da Tigotà aspettando un mio amico ritardatario, sono stata attratta dall’Olio Anticrespo per capelli secchi di Franco Battaglia Professional che ho acquistato al prezzo di € 3,90. In realtà, contrariamente a quanto potrebbe sembrare dal nome, è un prodotto gelatinoso e non oleoso che io uso con soddisfazione sui miei capelli ricci per combattere il crespo. Lo applico sia a capelli umidi dopo il lavaggio che come leave-in quotidiano al mattino. Questo prodotto si merita una recensione tutta sua che vi farò non appena lo avrò testato a lungo; per il momento, comunque, entra di diritto tra i preferiti del mese scorso 😉

20140202_153100

Questi sono stati tutti i prodotti che ho amato alla follia nel mese appena trascorso…e voi, cosa avete apprezzato di più a gennaio? Avete mai provato i prodotti che ho citato io?

Buona domenica a tutti!