Archivio mensile:marzo 2014

20140312_114254

Caudalie, Eau de Raisin – Review

Buongiorno a tutte!

Oggi vorrei parlarvi di uno dei prodotti più famosi della Caudalie, ovvero L’eau de Raisin.

20140312_114254

Pur utilizzando questo prodotto da dicembre, è difficile per me recensire un prodotto simile ad un’acqua termale (non possiede, infatti, ingredienti e caratteristiche tali da apportare visibili cambiamenti alla mia pelle); quindi oggi vi racconterò le sue caratteristiche e le mie sensazioni nell’utilizzo.

Il prodotto si presenta in una bomboletta spray da 200 ml e indica di essere adatto alle pelli sensibili; ribadisco, per chi leggesse da poco il mio blog, di essere “affetta” da couperose, unita ad una pelle estremamente sensibile. Proprio in un momento di rossori molto più marcati sul mio viso avevo acquistato l’Eau de Raisin immaginandone i benefici sulla pelle; avevo, infatti, letto sul web che i frutti rossi e l’uva aiutano la circolazione e di conseguenza anche la couperose.

Sulla bomboletta si può leggere: 100% uva bio. Estratta dall’uva durante le vendemmie, questa rugiada lenisce, rinfresca ed idrata la pelle in qualsiasi momento della giornata. Senza conservanti. Senza profumo. Non è necessario tamponare dopo l’applicazione. Contro i test sugli animali.

La prima caratteristica di questo prodotto che mi sento di segnalarvi è il suo colore bruno; non lascerà segni molto visibili sulla pelle, ma al mattino (dopo averla applicata la sera in fase di struccaggio) noto sul dischetto di cotone un lieve alone scuro, quindi un residuo del prodotto. Applicata al mattino, prima del make-up, non altera l’effetto del fondotinta e della base, ma ci tengo a sottolineare che non è totalmente trasparente.

20140312_114325

In questa foto ho voluto mostrarvi le goccioline scure del prodotto

Io la vaporizzo al posto del tonico alla fine della detersione e lascio che si asciughi naturalmente, senza tamponarla. Rispetto ad una normale acqua termale noto che secca meno la pelle, ma la differenza tra i due prodotti non è così spiccata.

Non ha avuto effetti positivi eclatanti sulla mia couperose, ma nei momenti di peggior flush ha comunque contribuito ad un lento e lieve effetto calmante (unita ad altri prodotti ovviamente).

In conclusione, ritengo che l’Eau de Raisin non sia poi così differente dall’acqua Termale Avene; entrambe sono acque spray che contribuiscono a lenire gradualmente (soprattutto con un utilizzo costante) la pelle stressata. Credo che questa di Caudalie sia una valida alternativa per chi volesse alternare le varie marche (blasonate) presenti sul mercato e per chi, come me, le utilizzasse al posto del tonico (la mia pelle molto sensibile mal tollera quasi tutti i prodotti specificamente destinati a questo scopo!).

Il prezzo è in linea con altre acque termali, ovvero circa 8 € per 200 ml di prodotto. Vi posto anche una foto degli ingredienti.

20140312_114344

Buona settimana a tutte!

20140324_172302

Cipria Essence Compact Powder – Review

Buon pomeriggio a tutte fanciulle!

Il prodotto di cui vi parlerò oggi è la Essence Mattyfying Compact Powder. Mai recensione, per me, è stata più sofferta e ci è voluto molto tempo per decidermi a pubblicarla.

20140324_172302

Innanzi tutto, guardando il sito della Essence, ho notato che hanno cambiato leggermente l’inci del prodotto e i nomi delle colorazioni. Quella che possiedo io è la 07 Translucent che riporta, sul retro, questo elenco di ingredienti:

20140324_172315

La mia riluttanza a scrivere questa recensione riguarda il rapporto di amore e odio che nutro per la cipria in questione.

Partendo dai pregi, è un prodotto assolutamente economico (circa 4 €), che opacizza perfettamente (lasciando la pelle opaca per molte ore) e che ha una texture setosa e morbida al tatto.

Il suo difetto principale, però, è che si frantuma in modo autonomo; se mi avete seguita nel mio progetto di Uso consapevole dei miei trucchi, avrete assistito in diretta ai tentativi di suicidio giornalieri di questa cipria. In modo inspiegabile e senza che sia mai caduta, il prodotto si disgrega autonomamente. E’ poi sufficiente pigiarci il dito sopra per ricompattarla, ma al primo passaggio di pennello ecco che nuovamente si disintegra.

20131210_194535

Questo, per me, è un enorme inconveniente che non mi permette di trasportare la cipria in borsa e che mi fa perdere molto prodotto ogni giorno. Infatti il packaging “a cialdina” non è in grado di trattenere la polvere libera che cade ovunque. Mi sono ritrovata ad avere una cipria in polvere semi-libera, ma in una confezione da cipria compatta.

Il prodotto, in sè, è ottimo, ma non mi sento di consigliarla proprio per questo suo difetto. Il problema, inoltre, si è presentato anche ad altre ragazze che ne hanno lasciato testimonianza diretta sotto ai miei video YT.

Non so dirvi se, con la nuova formulazione, tale difetto sia stato risolto; io di sicuro non mi azzarderò ad acquistarla nuovamente, ma mi adatterò a convivere con questo dubbio 😛

In conclusione mi sento di consigliarvi il prodotto per le sue alte performance e per il prezzo molto economico, ma ci tengo a mettervi in guardi che, se cercate una cipria da trasportare frequentemente, questa potrebbe non fare al caso vostro.

Aggiungo ancora un piccolo dato tecnico, ovvero la quantità di 12 grammi di prodotto contenuta nella cialdina.

Ciao a tutte!

 

 

 

Gatto_occhi_dolci

TAG – Vorrei ma non posso!

Buongiorno a tutte fanciulle!

Oggi, dopo essere stata taggata da Mela del Blog A Fish-flavoured apple, rispondo al Tag “Vorrei, ma non posso” mostrandovi tutti quei prodotti che desidero alacremente, ma che non posso concedermi per i motivi più disparati (economici, intolleranti, prodotti non più disponibili e via di seguito). Partiamo subito perchè la mia wish-list è molto lunga 😉

UN COSMETICO PER LA SKINCARE

m46610_P28929_princ_hero

Non ho alcun dubbio, il Take the day off cleansing balm di Clinique. Al momento non posso concedermelo per due motivi: il prezzo non propriamente irrisorio (circa 27 €) e una marea di prodotti da smaltire. Però ho fatto una promessa a me stessa: quando avrò terminato il latte dergente (un flacone da 500 ml, sigh 🙁 ), i due struccanti bifasici ancora nuovi in attesa di essere utilizzati (maledetti sconti che mi costringono ad accumulare roba!) e un’acqua termale (da 750 ml, nuovamente sigh 🙁 ), allora potrò acquistarlo. Ergo, la prossima vita. Brava Monique, credici!

UN PRODOTTO MAKE-UP PER LA BASE (CORRETTORI, FONDOTINTA, CIPRIA, PRIMER)

m1350665_172275_hero

In questo sarò poco originale e copierò Mela citando l’Erase Paste Benefit nel colore più chiaro. Ogni volta che entro da Sephora lo swatcho sulla mano e mi scende una lacrimuccia per quanto lo vorrei. Ma il prezzo alto e i numerosi correttori da smaltire non mi consentono (per il momento) l’acquisto.

QUALCHE ELEMENTO PER IL CONTOURING (BLUSH, TERRA, ILLUMINANTE)

m1353140_90996_hero

Il primo prodotto che mi è venuto in mente è sicuramente la terra Hoola di Benefit che reputo perfetta per il contouring. Quando terminerò i prodotti che sto utilizzando al momento (anche in questo caso, probabilmente la prossima vita!) e avrò un 20% da Sephora che mi avanza, credo che potrei regalarmela 😉

UN MASCARA

191210_a_LARGE

Che domande, ovviamente Le Volume di Chanel! Ne ho sentito tessere lodi in lungo e in largo, ma il prezzo non propriamente economico non mi consente di provare l’effetto sulle mie ciglia sfigate (e se poi non facesse la differenza?). Al momento mi accontento del mio Miss Manga da 9 € 😉

MATITE O EYELINER

m6250731_272842_la

Proverei volentieri una matita 24/7 Glide-on Pencil di Urban Decay. In questo caso, con il 20% di sconto da Sephora della scorsa settimana, sono stata molto tentata di regalarmene una (il prezzo, di 17 € non è così proibitivo); però ero terribilmente indecisa sul colore, quindi ho rimandato l’acquisto. Quando mi deciderò, allora procederò con l’acquisto (e se, nel frattempo, riuscissi anche a smaltire qualche matita non sarebbe poi così male!).

UN OMBRETTO O UNA PALETTE

original

Eh, questa domanda è difficile! La mia wish-list brulica di palette; potrei citare la Naked 3, la Chocolate Bar o la Duochrome di Neve Cosmetics che, quando è uscita, non ho potuto acquistare perchè ero all’estero (e in questo caso non potrò mai rimediare). Ma la vincitrice assoluta delle mie bramosie, che da smacco a tutte le altre in ogni categoria, è sicuramente la Narsissist. Non posso acquistarla perchè è una limited edition, è terribilmente costosa e nei negozi Sephora della mia città non è nemmeno arrivata. Una sorta di miraggio, purtroppo.

UN ROSSETTO O UN GLOSS

b_339102_3605533007877

Anche questa domanda mi mette in crisi: quale cito???? Credo che i più desiderati siano i nuovi gloss di Lancome Lip Lover. Li ho visti ieri da Sephora e me ne sono innamorata per la pigmentazione, il packaging (adoro!) e i colori. Però, c’è un però….26 € di gloss. Troppo. Ma li desidero così tanto! Sono adorabili *.*

UN ACCESSORIO PER IL MAKE-UP O LA CURA DEL VISO

614njkjbehL._AA1500_

Da mesi ormai giro attorno all’Expert Face Brush Real Techniques. In questo caso a frenarmi non è il prezzo (in fondo non è di fascia così alta), ma il fatto che per noi italiani sfigati sia acquistabile solo su internet (con relative spese di spedizione da ammortizzare con altri acquisti inutili) e l’elemento aggiunto di non avere più posto dove mettere i tantissimi pennelli che possiedo (e il manico dell’Expert occuperebbe molto, molto spazio!). In fondo ho il pennello di Sephora per le polveri minerali che ha la forma molto simile, quindi per il momento rimando l’acquisto.

UN PRODOTTO PER IL CORPO

download

In questo caso cito la linea di prodotti Soap and Glory che mi incuriosisce molto, ma che, ovviamente, non è venduta in Italia. Potrei acquistare su internet, ma si ripresenterebbe il problema delle spese di spedizione e dei costi da ammortizzare.

UNO SMALTO

Proverei volentieri la marca Zoya, che dalle mie parti è introvabile.

Bene, il tag è terminato e spero di avervi tenuto compagnia! Io ne approfitto per taggare due mie amiche blogger che spero vogliano condividere le loro wish-list:

Sara del blog Le divagazioni di una fatina arancione

Sara del blog Non solo shopping.

Un bacione!

Le immagini di questo post sono state tutte prese dal web.

is320

Finalmente su Facebook!

Buongiorno a tutte,

oggi post molto rapido per comunicarvi che Storie di ordinaria beltà è approdata anche su Facebook!

Vi lascio il link della pagina *qui* e vi invito a cliccare “mi piace” per rimanere sempre aggiornate 😉

Buona giornata e buon venerdì!

20140312_173430

Haul del mercoledì pomeriggio, Sephora e Tiger!

Buongiorno a tutte fanciulle!

La giornata di oggi rimarrà negli annali: due post in un giorno! Caso più unico che raro, non fateci l’abitudine, eheheheh 😛

Ci tengo però a condividere con voi gli acquisti che ho fatto oggi pomeriggio; complici una bella giornata primaverile e soleggiata, delle commissioni da sbrigare e del tempo libero dal lavoro, ho fatto qualche incursione da Sephora e da Tiger.

20140312_173430

Iniziando da quest’ultimo negozio, ho ceduto a delle pinzette super carine a forma di geisha. Le avevo regalate qualche giorno fa ad una mia cara amica e alla fine non ho resistito, mi piacevano così tanto che le ho acquistate anche per me. Costo 1 €.

Per una beauty addict come me la parola shopping fa rima con Sephora. Mi sono fatta tentare da una novità: le salviettine leva-smalto mono dose. Per una “dipendente” dalle salviettine come me (ho fatto training pubblico proprio questa mattina 😉 ) che va in paranoia per lo smalto sbeccato (che ovviamente si rovina non appena metto piede fuori casa!) non potevano mancare le Lingettes dissolvantes express, ovvero delle salviette impregnate di solvente per unghie e incartate singolarmente. Una di queste è già entrata nella mia borsa (evviva, altro peso sulle spalle! -.-). Costo € 4,90 per 20 salviette.

20140312_173809

Infine, dopo mesi di titubanza (lo compro o non lo compro? Lo compro o non lo compro? Immaginate questa tiritera per settimane, dopo settimane, dopo settimane, dopo settimane, ecc.) ho ceduto ad un kit di Clinique che contiene il mascara High impact lashes in full-size, la matita Cils Impact optimal nera, una mini-size del celeberrimo All about eyes (che voglio provare da una vita e mezza!) e, una ADORABILE pochette rosa e viola. Ebbene dovete sapere che, oltre ad essere salviette-dipendente, io ho la pochettite. Le adoro e ne comprerei a migliaia! Inizialmente, guardando la foto sulla scatola del kit, immaginavo che la pochette fosse traforata e trasparente; invece no, è internamente foderata (di tessuto lilla…ohhhhhh <3) e davvero deliziosa. Costo del kit: 20,90 €.

20140312_173630

Il tutto condito da uno sconto del 10% che, seppure non altissimo, di certo non guasta.

Prima di salutarvi vi faccio una domanda: è vero che quelle pinzette sono stupende???? 😀

Un bacione!

20130607_183506

Lycia salviettine intime protezione lenitiva – Review

Buongiorno a tutte fanciulle!

La review di oggi sarà un po’ insolita, perchè vi racconterò le caratteristiche di un prodotto destinato ad un utilizzo “intimo” e non cosmetico.

20130607_183506

Ho acquistato le salviette intime Lycia protezione lenitiva la scorsa estate da Tigotà, in quanto erano in offerta a € 0,99 centesimi al pacco. Io mi autodefinisco la “donna delle salviette” e nella mia borsa ne ho un vero e proprio arsenale di diverse marche e tipologie: quelle per le mani e il corpo (per pulirmi al volo, anche dopo qualche incursione da Sephora o Kiko), quelle struccanti incartate singolarmente (non si sa mai quando potrebbe essere necessario struccarsi fuori casa!), quelle deodoranti e infine quelle intime, che utilizzo nei giorni del periodo mensile o quando trascorro molte ore all’aperto (con probabilità di utilizzo di bagni pubblici). Lo so, sono maniaca, ma avere delle salviette sempre con me mi da sicurezza (salve a tutti, mi chiamo Monique e sono una salvietta-dipendente!).

Tornando al fulcro del discorso (devo ancora capire perchè le mie recensioni sono sempre così prolisse! Focus-on…c’mon!), queste salviette della Lycia stanziano spesso nei meandri della mia borsa e io le adoro davvero perchè le ritengo di una qualità altissima.

Le salviette, molto grandi e resistenti, sono estremamente umide e bagnate e con un fortissimo potere rinfrescante e pulente. La profumazione (a mio avviso di rosa) è molto delicata, ma comunque piacevole, fresca e persistente. Hanno, infine, una delicatezza fantastica, che le rende effettivamente adeguate anche alle parti più delicate del corpo femminile (ovviamente non contengono alcol).

Il tessuto è spesso, pesante e non completamente liscio, ma leggermente quadrettato e poroso.

Mi è capitato di utilizzare queste salviette per struccarmi, in una giornata in cui avevo applicato solamente del fondotinta minerale sul viso. Il risultato è stato buono, ma in questo caso la profumazione persistente di rosa ha un po’ infastidito il mio naso.

Il valore aggiunto di questo prodotto, secondo me, è che, pur restando aperte molto tempo, rimangono sempre ben bagnate fino all’ultima salvietta, senza subire alcun peggioramento della qualità. La linguetta adesiva di chiusura, infatti, rimane ben adesa al pacchetto, preservandone il contenuto.

Dal punto di vista tecnico, la confezione (molto compatta e adatta ad essere trasportata in borsa) contiene 12 salviette a ph 3.5 con pao di 6 mesi e recita:

L’innovativa formulazione Lycia intima salviettine, con complesso attivo di oli naturali affini alla tua pelle, si prende cura della tua igiene intima in maniera efficace e delicata, preservando l’equilibrio fisiologico delle parti intime. Porta Lycia intima salviettine protezione lenitiva sempre con te: con ph 3.5 sono ideali per pelli e mucose sensibili, anche con tendenza alla secchezza. L’azione emolliente e lenitiva dona sollievo dai fastidi intimi.

Dunque mi sento di consigliarvi davvero queste salviette; io purtroppo non sono più riuscita ad acquistarle in offerta (a dire il vero non le ho proprio più trovate da Tigotà), ma ho visto che sono vendute presso le profumerie I Limoni ad un prezzo di circa 1,50 €.

20130607_183521

20140303_105541

I prodotti bye bye di Sara e Monique! #1

Buongiorno a tutte fanciulle!

Oggi mi accingo a scrivere il mio consueto post sui prodotti terminati dello scorso mese, ma con una grandissima e bellissima novità: da oggi sarà in collaborazione con la strepitosa Sara del blog Le divagazioni di una fatina arancioneSono veramente fiera ed onorata di questa collaborazione, in quanto sono una big fan del blog di Sara 🙂

Bene, ora vi mostro ciò che sono riuscita a terminare nel mese di febbraio, purtroppo non molto.

20140303_105600

– Geomar Thalasso Scrub, mini dose. Compro spesso queste bustine di scrub perchè mi durano abbastanza e mi permettono di non stancarmi del prodotto. E’ uno scrub deciso ed efficace che però necessita di essere mescolato molto bene prima di ogni utilizzo, in quanto l’olio presente tende ad affiorare immediatamente. Sicuramente lo riacquisterò, ma prima voglio smaltire altro.

– Carrefour Papier Toilette; dovrebbe essere una sorta di carta igienica umida, ma io le utilizzo come normalissime salviettine (rimangono fisse nella mia borsa di lavoro). Salviette all’aloe, 60 pezzi in ogni pacchetto al costo di circa 1 €/1,50 €; sono ben umide, rinfrescanti e costano poco. L’unico difetto è che la linguetta adesiva, dopo qualche tempo di utilizzo, tende a sigillare meno il prodotto che, inevitabilmente, si secca un po’. Già ricomprate.

Dischetti di cotone Carrefour Discountsono i miei preferiti e li riacquisto continuamente!

20140303_105541

– Crema mani Yves Rocher in edizione limitata (Natale 2012); hip-hip, urrà! Finalmente è finita! Ho odiato profondamente questa crema mani che era totalmente inutile (non idratava affatto) e che aveva un profumo chimico e nauseabondo. Ora però dovrò cercare di terminare la crema corpo abbinata (mi erano state regalate da un’amica) e una mini size di crema mani della LE di quest’anno: cambiano le profumazioni, ma rimane l’inutilità della crema a livello di idratazione e il fastidio per queste fragranze mal tollerate dal mio naso.

– Crema contorno occhi e palpebre effetto lifting Bottega Verde; già recensita qui, era una normale crema per il contorno occhi che non faceva miracoli, ma idratava sufficientemente. La ricomprerei solamente in offerta (sicuramente non a prezzo pieno!).

Tolerance Extreme crema viso, Avene; recensita qualche settimana fa, è una buona crema, ma troppo lenta ad assorbirsi. Vi rimando al post che le ho dedicato per qualche dato in più.

– Essence Forget It! Correttore; nonostante io sia impegnata in una estenuante fase di smaltimento prodotti, questo correttore finisce dritto e filato nel cestino. Non mi impegno minimamente a terminarlo perchè è il prodotto più sbagliato che io abbia mai posseduto. Non copre nulla, dura anche meno, la parte verde su di me risulta celeste (e non mi nasconde affatto i rossori), la parte beige è troppo scura per la mia carnagione cadaverica e la parte rosa….boh….per cosa dovrei usarla esattamente? o_O Pessimo prodotto, bye-bye baby, a mai più rivederci!

Bene, questi erano i (pochi) prodotti che ho smaltito nel mese di febbraio. A mia discolpa potrei dire che è un mese corto, ma sarebbero stati sufficienti tre giorni in più a terminare qualcos’altro? Ne dubito, ho il sentore che io debba impegnarmi di più! ^.^

E voi, cosa avete terminato di bello? Io corro a leggere il post di Sara che vi linko *qui*

Un bacione a tutte!

20140307_144625

Lip Butter Vanilla & Macadamia, finalmente in Italia!!!

Buonasera a tutte fanciulle!

Oggi post molto rapido e fuori programma solo per condividere con voi la mia sorpresa quando ho visto, nel supermarcato della mia città, un prodotto famosissimo, tanto osannato e decantato in qualsiasi video americano o blogpost europeo.

Sto parlando del Lip Butter della Nivea, che da noi, però, è marchiato Labello (la ditta madre è la medesima, ovvero la Biersdorf). Nel Belpaese sono uscite due sole versioni (la metà rispetto a quelle presenti oltr’Alpe) alla Vanilla & Macadamia e al Lampone (per il momento possiamo accontentarci 😉 ) e potete ammirarle sul sito ufficiale della Labello che vi linko qui.

20140307_144625

Io mi sono fatta subito tentare dalla versione alla vaniglia, ma non escludo di provare anche quella al lampone. Entrambi erano al prezzo lancio di € 2,99.

Il balsamo labbra è contenuto in una bellissima jar di latta piuttosto bassa e dal diametro abbastanza largo, molto comoda per prelevare il prodotto con le mani, anche per chi avesse le unghie un po’ lunghe (le jar strette renderebbero, a costoro, l’operazione più difficoltosa).

20140307_144821

Il prodotto all’interno è bianco e dalla consistenza molto morbida che si scioglie immediatamente al contatto con il calore delle dita. La profumazione è davvero dolce e inebriante, ma non vanigliata in modo pronunciato; a me ricorda la panna, il latte o qualcosa di simile alla pannacotta. Non nascondo di aver aperto diverse volte la confezione, da quando la possiedo, al solo e unico scopo di annusare il burro labbra.

Ovviamente lo possiedo da troppo poco tempo per poterlo recensire, ma posso già dirvi che mi sta piacendo molto. Rimane a lungo sulle labbra e le idrata sufficientemente, creando anche una leggera barriera dagli agenti atmosferici.

Infine qualche dato tecnico: la confezione contiene 16,7 grammi di prodotto (la stessa quantità delle versioni straniere) con pao di 12 mesi. L’inci, ovviamente, non è bio, ma io non mi formalizzo particolarmente.

20140307_144736

Avete anche voi provato questo golosissimo e zuccheroso balsamo labbra? Mi consigliereste anche la versione al lampone?

Un bacione a tutte e buona serata!

20140126_095254

Cicaplast Levres – La Roche Posay- Review

Buongiorno fanciulle!

La review di oggi riguarda un prodotto che sto amando alla follia in questo ultimo periodo e del quale ho proprio voglia di parlarvi. Lo avete già visto citato nel post dei preferiti dello scorso mese che vi linko *qui* e avevo accennato a lui nella review di questo odiato prodotto.

Come vi avevo accennato in questo post, in questo periodo ho le labbra molto secche che tendono spesso a screpolarsi e a lasciarmi quelle fastidiosissime pellicine in superficie (che si vedono con qualsiasi rossetto che io decida di indossare!). L’unico prodotto che riesce a risolvermi tale situazione è il Cicaplast Levres di La Roche Posay.

20140126_095254

Iniziando subito da qualche dato tecnico, il tubetto contiene 7,5 ml di prodotto con pao di 18 mesi e costa € 5 (in farmacia e parafarmacia). L’applicatore tagliato, permette di utilizzarlo anche fuori casa in tutta sicurezza igienica (io evito sempre di portarmi fuori casa le confezioni in jar).

Il gel che ne fuoriesce è trasparente/bianco e lascia un velo lucido sulle labbra che a me non dispiace. Ovviamente fuori casa, per questo motivo, consiglio di controllare l’applicazione con l’aiuto di uno specchietto, per evitare di uscire troppo fuori dai bordi e di rendere lucido tutto il contorno delle labbra.

20140126_095347

Il prodotto non è affatto appiccicoso, ma aderisce bene e a lungo alla superficie delle labbra lasciandole ben idratate per molte ore. Le prestazioni migliori, comunque, le regala applicato alla sera prima di coricarsi: al mattino le labbra saranno morbide, idratate e riparate.

Questo balsamo è davvero fenomenale: idrata perfettamente le labbra, le ripara e le rende estremamente morbide. Pur avendo io molti balsami aperti (che, per inciso, non mi piacciono affatto! >.<) ho già quasi terminato questo flaconcino in meno di un mese.

Vi lascio anche una foto degli ingredienti così che possiate valutarli. In conclusione mi sento davvero di consigliarvi questo prodotto, ottimo e non particolarmente costoso.

20140126_095318

Voi lo avete già provato? Avete il vostro balsamo labbra del cuore?

Alla prossima review, un bacione a tutte!