Archivio mensile:agosto 2014

20140831_160221

Collistar Magica CC Capelli Rosso Paprika – Review

Buongiorno a tutte fanciulle e buona domenica! Nuova recensione, oggi vi parlo della Collistar Magica CC Capelli Rosso Paprika.

20140831_160221

Dalla confezione si legge: Una magica novità: la prima CC specifica per i capelli. Un prodotto magico che in un semplice gesto cura e colora, consentendo ad ogni donna di fare a casa propria un trattamento professionale senza ricorrere al parrucchiere. Sicura, pronta all’uso, rapida e facile da applicare, Magica Cc Capelli è l’insostituibile alleata per un colore sempre perfetto. Ma costituisce anche un irresistibile invito a giocare col colore dei propri capelli, enfatizzandolo con luminosi riflessi ton sur ton oppure usando nuove nuances ogni volta che lo si desidera.

Chi mi conosce e mi segue da un po’ sa che sono la blogger delle PREMESSE. Potrei fare un’eccezione proprio oggi? Ovviamente no 😉 Io ho i capelli ricci, colore castano scuro cenere (quindi una tonalità fredda e spenta) con qualche fastidiosissimo capello bianco proprio davanti, sopra la mia fronte. In passato, per coprirli, mi affidavo mensilmente all’hennè, ma poi ho notato che tendeva ad afflosciarmi i ricci e il procedimento era troppo lungo e macchinoso per poterlo inserire in una routine quotidiana un po’ complessa (lavoro, studio, palestra e qualche uscita). Così ho cominciato ad affidarmi alle tinte fai da te, cercando di acquistare le più delicate che trovavo. Ma la poca fedeltà del risultato ai colori promessi o l’aggressività del prodotto, mi hanno letteralmente esasperata. Fino a quando il mio parrucchiere di fiducia mi ha confermato lo stato di rovina e degrado che stava attraversando la mia chioma.

Decisa a trovare un prodotto meno aggressivo che mi permettesse, comunque, di non sfigurare nelle occasioni “mondane” e di non arrendermi a quei fili argentei che spuntavano tra la mia folta chioma, ho scelto di provare la Magica CC Capelli, quasi prevenuta. “Figuriamoci se coprirà i capelli bianchi!” pensavo.

Invece, ed eccoci finalmente arrivate alla vera e propria review, mi sono dovuta ricredere su questo prodotto. Ha coperto perfettamente i miei capelli bianchi, regalando lo stesso effetto (con la stessa durata in termini di lavaggi) che ottenevo con l’hennè, ma in modo più rapido e meno macchinoso. Ovviamente i principi alla base dei due prodotti sono agli antipodi: non aspettatevi dalla Collistar un inci naturale!

Quanto alla confezione, la cosa che apprezzo di più è che il prodotto è pronto all’uso: non ci sono pappette da preparare o da far ossidare (come le erbe tintorie naturali) nè flaconi da unire (come le tinte chimiche). C’è un solo tubetto da spremere e applicare sui capelli umidi (dopo lo shampoo), tutto qui.

Sebbene le istruzioni dicano che il prodotto non macchia, non credeteci: preparatevi, almeno le prime volte, a fare un disastro. Lavandino, pavimento e vasca tinti di rosso, per non parlare del cuoio capelluto e delle parti del corpo che verranno a contatto con la CC cream. Il lato positivo è che lavando con sapone, il tutto torna alla normalità (un po’ lentamente sulla pelle, che rimarrà macchiata leggermente più a lungo).

Io applico il prodotto sui capelli umidi, tamponati con un asciugamano dopo il consueto lavaggio. Le istruzioni indicano un tempo di posa di circa 20 minuti (regolatevi voi in base alle vostre esigenze e alla vostra situazione); il tutto va sciacquato abbondantemente (armatevi di santa, santissima pazienza!) e basta. Fatto. Tutto qui!

La CC cream dovrebbe essere anche curativa; ebbene, su questo punto preferisco non esprimermi, in quanto non ho visto nessun miglioramento della mia chioma! Posso però dirvi che non secca affatto i capelli, anzi: quando la uso riesco tranquillamente a fare a meno del balsamo. Preciso, comunque, che il prodotto è senza ossigeno e ammoniaca.

20140831_155013

Quanto alla coprenza dei capelli bianchi, posso assicurarvi che funziona. Li colora di dorato/rossiccio, mimetizzandoli alla perfezione. Sul resto della chioma, invece, regala riflessi che saranno visibili soprattutto alla luce.

La durata sui capelli dipende da vari fattori (numero di shampoo, porosità dei capelli, ecc.), ma vi posso dire che sui capelli bianchi il colore scarica dopo circa 4/6 lavaggi. Sul resto della capigliatura, invece, l’effetto si nota ancora dopo  6/8 lavaggi, anche se in modo più blando rispetto all’inizio.

Io ormai faccio così: applico la CC cream su tutta la chioma ogni due mesi, mentre sulla ricrescita (vicino alla cute) ritocco ogni mese. Mi concentro, dunque, solo sul centimetro e mezzo di ricrescita e, dopo 15 minuti di posa, pettino il prodotto su tutte le lunghezze e aspetto gli ultimi cinque minuti. In questo modo la ricrescita dei capelli bianchi è dimezzata e l’effetto sulle lunghezze risulta molto naturale.

Il tubetto contiene 150 ml di prodotto che, sui miei capelli lunghi fino alle spalle, dura da diverso tempo. La scatola contiene anche un paio di guanti (che vi consiglio di lavare e riutilizzare ad ogni applicazione) e costa circa 13 €.

In conclusione, sono davvero soddisfatta di aver provato e scoperto la Magica CC Cream capelli: mi ha permesso, infatti, di trovare il giusto compromesso tra hennè e tinta.

Ora vi lascio a qualche foto (compromettente) dell’effetto prima e dopo sui miei capelli. Alla prossima recensione!

Prima dell'applicazione

Prima dell’applicazione

 

Dopo l'applicazione!

Dopo l’applicazione!

20140810_183850

Dopo l’applicazione…

 

20140823_173140

La Saponaria Crema mani Burro di Karitè e Rosa – Review

Buongiorno a tutti!

Oggi, dopo la breve pausa estiva, parto con una nuova recensione sul mio blog; nello specifico vorrei raccontarvi le mie impressioni circa la crema mani La Saponaria alla Rosa e Karitè.

20140823_173140

La crema si presenta in una confezione di latta da 60 ml. La consistenza è solida, ma al semplice contatto con il calore delle mani, si scioglie facilmente. Il profumo di rosa è inebriante e persistente; mi sento di sconsigliare questa variante (esiste anche la versione pura, Extra Vergine) a chi non ama questo profumo in quanto è molto accentuato, ma se come me adorate le rose e tutto ciò che le ricorda, allora fa per voi!

Sulla confezione possiamo leggere: crema mani all’olio extravergine di oliva biologico. Nutriente e rigenerante ideale per pelli secche e screpolate. 

Quanto all’efficacia sulle mani, devo fare una doverosa premessa: io ho le mani secche che più secche non si può. Perfino in primavera sono soggetta a fastidiosissimi tagli e ragadi che mi si formano sulle nocche a causa della disidratazione della mia pelle. Questo problema mi costringe, nei mesi invernali, ad utilizzare creme siliconiche che creino una patina protettiva sulla mia epidermide (come la mia adorata Neutrogena). Le formulazioni naturali, purtroppo, vengono assorbite rapidamente e altrettanto rapidamente perdono la loro efficacia protettiva sulla mia pelle problematica.

Per questo motivo ho scelto di utilizzare questo prodotto in estate, per poterlo valutare in condizioni “normali” e non estreme; l’idratazione che regala alle mani è molto buona, l’assorbenza ottima, tanto che (dopo aver massaggiato solo qualche secondo) non lascia traccia sulla pelle. L’unico difetto che ho riscontrato è stata l’efficacia piuttosto limitata nel tempo: dopo qualche ora dall’assorbimento le mie mani tornavano secche come prima dell’applicazione della crema.

Se siete, dunque, alla ricerca di un prodotto naturale (non contiene siliconi, petrolati e compagnia bella), ben idratante, che si assorba facilmente senza lasciare residui sulle mani, allora questo prodotto fa sicuramente al caso vostro. Se, invece, avete una pelle molto secca (come la mia), vi avviso che potrebbe non essere sufficiente, soprattutto nella stagione più fredda.

20140823_173200

Il prezzo si aggira intorno ai 4 € su quasi tutti i siti che commerciano prodotti bio, ma si può trovare anche nei negozi fisici rivenditori del marchio La Saponaria  (io l’avevo acquistata da Eataly a Torino).

Un ultimo pregio della crema è sicuramente la confezione in latta riutilizzabile; ora che ho terminato il prodotto all’interno, laverò la scatoletta e la utilizzerò nei viaggi per trasportare i dischetti di cotone, dopo aver letto questo articolo illuminante del blog A Colourfull Mess 😉

Avete già provato le creme mani de La Saponaria? Cosa ne pensate? Vi piacciono?

Al prossimo articolo!

20140307_144821

Lip Butter Vanilla & Macadamia Labello – Review

Buongiorno a tgutti!
Dopo la mia pausa forzata a causa della congiuntivite, finalmente posso riprendere con le mie adorate recensioni, parlandovi del Labello Lip Butter Vanilla&Macadamia.
20140307_144625

Ho acquistato questo prodotto a marzo, al prezzo lancio di € 2,99, dopo averne sentito parlare (bene) da tantissime blogger e youtuber americane. Da loro il prodotto è marchiato Nivea, ma la casa produttrice è la stessa, la Beiersdorf.

Altra piccola differenza, oltre oceano esistono quattro profumazioni differenti (tra cui quella neutra), mentre in terra italica ne sono uscite solamente due: quella che possiedo io e quella al Lampone.

Quando al supermercato ho visto (come un miraggio) l’espositore di questi balsami, sono rimasta almeno cinque minuti in contemplazione, nell’incertezza se acquistarlo o meno. Perchè, se da un lato le recensioni ultra positive americane e la curiosità mi spingevano a metterlo immediatamente nel carrello, la lista degli ingredienti non propriamente naturale mi frenava alquanto. Ovviamente ha vinto la curiosità.

Il prodotto si presenta in un barattolino di latta (adorabile aggiungerei) da 19 ml, forse un po’ scomodo da aprire, se ad esempio avete le unghie lunghe o le mani unte di crema.

Il prodotto è bianco, dalla consistenza molto morbida, che si scioglierà subito al contatto con le dita. Ovviamente il balsamo dovrà essere prelevato con le mani, cosa che mi impedisce di portarlo in borsa, ma l’ho destinato ad un uso esclusivamente casalingo.

20140307_144821

Il profumo è inebriante: dolce, ma non stucchevole, a me ricorda le barrette di cioccolato Kinder, gnam!

Sulle labbra è totalmente incolore, ma regalerà un effetto leggermente lucido (che a me non dispiace).

Quando ho acquistato questo prodotto, avevo le labbra devastate da quest’altro balsamo: piene di tagli, secche e con pellicine a volontà. Proprio lo stato terribile della mia bocca mi ha convinta a provare un prodotto dall’inci chimico, immaginando che un minimo di barriera non assimilabile dalla pelle, potesse aiutarmi.

Ebbene, mi sono letteralmente innamorata di questo balsamo! Inizialmente ha davvero risolto il mio problema alle labbra, che nel giro di una settimana sono tornate al loro massimo splendore. Mi ha però stupita nell’uso prolungato; il balsamo aderisce perfettamente alle labbra per molte, molte ore e le idrata davvero! So che, chi è fautore del naturale e del bio, probabilmente non condividerà la mia opinione, ma il livello di idratazione di questo balsamo è molto alto, il migliore che io abbia mai provato.

Utilizzandolo al mattino (prima di uscire di casa) le mie labbra sono idratate fino a dopo pranzo e applicandolo alla sera, prima di coricarmi, al mattino sono morbide e vellutate.

20140307_144736

Questa è, dunque, un’altra mia inversione di marcia nel campo del naturale che, ultimamente, ho abbandonato. Vorrei scrivere un post al riguardo, ma l’argomento è bollente e credo che ogni persona dovrebbe valutare la sua esperienza e trarne le proprie considerazioni personali, quindi per il momento non mi sembra opportuno parlarne 😉

In conclusione, mi sento davvero di consigliare questo balsamo labbra; purtroppo ho notato che a prezzo pieno non è propriamente economico (costa circa 5 €), ma è anche vero che ne basta così poco ad ogni singolo utilizzo, che durerà parecchi mesi (io lo uso quotidianamente da marzo).

E voi lo avete provato? E’ piaciuto anche a voi? Spero di esservi stata utile raccontandovi la mia esperienza!

20140808_194307

Un mese in 5 punti…luglio!

Buongiorno a tutte fanciulle! Da oggi inizio una nuova avventura sul mio blog, ovvero scriverò a cadenza mensile un post per raccontarvi le  5 “cose” (non mi viene termine più adatto, sorry) che hanno caratterizzato il mese. Ovviamente l’idea non è mia, ma della mia amica Bridget Jones del blog L’eleganza del riccio, che già da diverso tempo pubblica questo post davvero interessantissimo.

Dai prossimi mesi lo pubblicheremo in collaborazione (se così si può chiamare; in realtà sono io che mi intrufolo nella sua routine! 😛 ), ma questa volta io sono in terribile ritardo e quindi mi accodo semplicemente. Vi linko qui il post che Bridget Jones ha pubblicato la scorsa settimana.

Bando alle ciance, partiamo subito!

  • Essence SunClub All in One nella colorazione 02

20140808_192105

Lui è stato sicuramente  il prodotto truccoso che ha caratterizzato il mio mese di luglio. Nello specifico lo uso sia da blush che da illuminante: l’angolo in basso a destra regala un bellissimo colore bronzato/corallo scuro (come descrivo i colori io…nessuno mai, eh!!?) alle mie gote (rendendole molto estive), mentre applico la parte chiara in altro come illuminante sugli zigomi. Allora, la durata non è eccezionale, ma il profumo….il profumo di cocco che la cialda emana, mi manda letteralmente in brodo di giuggiole!

  • Avene Antirougeurs Fort

20140808_192236

Il mese di luglio è stato caratterizzato da continui sbalzi termici (caldo, freddo, caldo, freddo…) e la pelle sensibile del mio viso ne ha risentito con rossori più accentuati del solito. Il siero di Avene è stato il mio più grande alleato; applicato al posto della crema viso nei momenti di couperose intensa, riusciva a risolvermi il problema nel giro di una decina di ore. Lo adoro, non c’è altro da dire! 😉

  • Il buio oltre la siepe

673434

Libro di luglio, senza ombra di dubbio, è stato Il Buio oltre la siepe di Harper Lee. Questo romanzo ha suscitato in me un tripudio di emozioni, tutte bellissime e positive. La storia è scorrevole e attraente, tanto che interrompevo la lettura a malincuore. Mi sento di consigliarlo a tutti!

  • Momento imbarazzante….ehm…..

Prendo momentaneamente coscienza del fatto che, dopo la mia rivelazione, le quotazioni del mio blog scenderanno a picco e tutti i miei seguaci scapperanno a gambe levate. Io ho una passione sfegatata per il telefilm Last Cop – l’ultimo sbirro; su Raiuno, dal mese scorso, trasmettono le puntate inedite della terza serie e io, il mercoledì sera, non me ne perdo una. Ridete pure, ma io credo di avere una sorta di cotta adolescenziale per il protagonista Henning Baum, di cui vi pubblico una foto…

l-attore-tedesco-henning-baum-249223

  • Yankee Candle

20140808_194307

Un luglio piovoso e dai connotati autunnali si è accompagnato bene con la mia nuova Yankee Candle, acquistata coi saldi, al profumo Vanilla Satin. E’ vanigliata, ma non stucchevole; è raffinata, ma anche fresca e persistente. E’ dolce, ma ha al suo interno anche qualche nota fiorita. Se la trovate ancora (a tal proposito non ho capito una cosa: ma le YC che vanno in offerta, sono solo le edizioni limitate? Quindi questa profumazione, finita la mia scorta, non la troverò più?), vi consiglio di concederle una sniffata!

Bene, ecco il mio mese di luglio in cinque punti! Ringrazio ancora Bridget per avermi permesso di accodarmi alla sua idea e di partecipare a questo genere di post. Quali sono stati i vostri punti cardinali del mese di luglio? Vi aspetto nei commenti!

Un bacione

the-very-inspiring-blogger-award

The Very Inspiring Blogger award…per me!

Buongiorno a tutte fanciulle!

Oggi vorrei, finalmente, ringraziare enormemente Francy del blog Trucco senza inganno per aver assegnato un premio (il primo, che emozione!) al mio blog. Mi raccomando, passate da lei perchè, oltre ad essere bellissima di suo, fa sempre dei trucchi stupendi e recensisce molti prodotti.

the-very-inspiring-blogger-award

Dunque, bando alle ciance, le regole per ritirare il premio sono: ringraziare la persona che te l’ha assegnato (fatto!), elencare le regole e visualizzare il premio (fatto!), condividere sette fatti su di te, nominare altri 15 blog e lasciargli un commento per far sapere loro che sono stati nominati.

Dunque, i sette fatti su di me sono:

1. Amo il rosa, in ogni sua sfumatura.

2. Colleziono pochette e porta trucchi. Niente da fare, quando ne vedo una (soprattutto rosa ed economica) non resisto e la acquisto!

3. Adoro le patate, cucinate in qualsiasi modo…bollite, fritte, in padella e chi più ne ha più ne metta!

4. Spesso e volentieri chiudo male i barattoli. Chi vive con me sa di non dover mai afferrare le cose dal tappo che, quasi sempre, è solo appoggiato.

5. Ho i piedi piccoli (porto il 35 di scarpe) pur essendo alta 1.70.

6. Quando mangio troppo e il mio corpo è sazio, comincio a starnutire. Questa cosa strana succede anche a mio fratello, quindi credo sia un difetto congenito.

7. Non mangio i formaggi, ma solo la mozzarella e la ricotta. Tutti gli altri mi disgustano proprio, da sempre!

Bene, ora procederò a nominare 15 blog a cui assegnare, a mia volta, il premio:

1. L’eleganza del riccio

2. Mind Fucking

3. Shopping a tutto tondo

4. Venomous beauty

5. Makeup non solo

6. Al di là dei sogni

7. The 1000th blog

8. Non solo shopping

9. Pink me up!

10. In cucina col rossetto

11. Elisa, nuvole di bellezza

12. Calipso Beauty

13. Un’estetista tra i mulini

14. Chiacchiere in libertà

15. Le chat noir

Dopo aver adempiuto ad ogni condizione imposta dal premio, vi saluto e vi do appuntamento al prossimo post!

Un bacione!

20140803_204106

Haul misto…di tutto un po’!

Buongiorno fanciulle!

Dopo un piccolissimo sondaggio lanciato sulla mia pagina Facebook, il blog-post di oggi sarà dedicato ad un piccolo haul cosmetico dell’ultimo periodo. Nei prossimi giorni seguirà quello dedicato esclusivamente all’abbigliamento, soprattutto in saldo (sto lavorando anche alle foto dei capi indossati!).

20140803_184257

Innanzi tutto ho acquistato i miei primi prodotti Wjcon; questa catena non si è ancora decisa ad aprire qui a Torino, così (con una mia amica) abbiamo fatto un ordine cumulativo. Io ho acquistato uno dei famosissimi ombretti in crema Soft Mousse Eyeshadow (numero 09) e il matitone labbra Simplyred Bourlesque nel colore 05. L’unico problema degli ordini digitali è, ovviamente, la scelta dei colori, ma sono rimasta tutto sommato contenta delle scelte effettuate.

20140803_185902

In farmacia ho acquistato questi integratori per capelli della Phyto in offerta (due flaconi a 26 €, ovvero tre mesi di terapia); quando il mio parrucchiere mi ha detto che sto perdendo troppi capelli, ho preferito correre ai ripari e provare a risolvere il problema dall’interno. Ero indecisa tra questi e quelli Bioscalin, ma alla fine ha vinto il rapporto quantità/prezzo!

20140803_204106

E’ entrata nella mia collezione anche la matita labbra Sfilata di Neve Cosmetics; alla mia amica non piaceva e così l’ho acquistata da lei. E’ un peccato lasciare inutilizzati i prodotti di makeup e le amiche servono anche a questo, a racattare ciò che non piace 😛 Non vedo l’ora di utilizzarla, ma credo sia un colore più adatto all’autunno.

Con i saldi di Kiko, quest’anno, mi sono concessa un unico acquisto: il blush Cheeky Colour Creamy Blush numero 02 al costo di € 4,10. Ero troppo curiosa di provarlo, più che altro spinta dalla forma bombata (simile alla limited edition di Guerlain della scorsa primavera).

resize

Approfittando di uno sconto da Sephora, ho acquistato la famosissima (probabilmente ero l’ultima persona a non averla ancora provata!) CC Cream Collistar per capelli colore rosso paprika. Spero mi aiuti a far passare più tempo tra una tinta e l’altra (tingendo i capelli tutti i mesi si stanno rovinando molto) e a mascherare la ricrescita. A tal proposito sto facendo un vero e proprio servizio fotografico ai miei capelli (anche a quelli bianchi) per potervi mostrare poi l’effetto e il risultato qui sul blog.
Fondotinta_illuminante
LastingFinishMatte_ok
Infine, un piccolo ordine da Asos. Innanzi tutto vi segnalo che le spese di spedizione non sono più gratuite, ma che c’è una soglia limite di spesa di 15 € (sigh, sob!). Io ho ordinato il fondotinta Rimmel Wake Me Up nella colorazione Light Porcelaine (non venduta in Italia….ovviamente!) e il rossetto della linea matte di Kate Moss nella colorazione 107. Quest’ultimo era in wish list da tantissimo tempo e, dato che dovevo raggiungere le spedizioni gratuite, finalmente l’ho acquistato. Avrei provato volentieri una delle “nuove” colorazioni della linea sheer (quella con tubo nero), ma non erano disponibili, quindi ciccia.
Bene, questi sono stati i miei ultimi acquisti; effettivamente ho esagerato abbastanza, dunque mi aspettano mesi di duro risparmio!
Avete opinioni riguardo ai prodotti che vi ho mostrato? E voi, avete acquistato voi di bello? Vi aspetto nei commenti! 😉 Un bacione!
20140801_085805

I prodotti Bye Bye di Sara e Monique #6

Buongiorno a tutte fanciulle e benvenute ad un nuovo appuntamento con il post sui prodotti terminati!

Come di consuetudine, questo articolo sarà in collaborazione con la dolcissima Sara del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione, alla quale mando un bacio enorme e le auguro buone vacanze perchè in questo momento lei sarà in un bellissimo posto di villeggiatura 😉

Ma veniamo a noi, ovvero ai prodotti che ho terminato nel corso del mese. Non sono molti, ma è fisiologico: certi mesi si smaltisce di più e certi altri meno 😉

20140801_085805

– Acqua termale Avene da 350 ml; mega boccione acquistato in offerta l’estate scorsa. Io la utilizzo al posto del tonico, ma vi rimando alla review per tutti i dettagli.

– Lycia salviettine intime protezione lenitiva; anche di queste esiste già una recensione sul mio blog, in quanto è un prodotto che finisco e riacquisto spesso. La confezione contiene ben 12 salviette che io tengo in borsa per pulirmi le mani, il viso o (perchè no) per un’igiene intima di emergenza. Le ho già ricomprate 😉

– Bioderma Sensibio AR Soin Anti-Rougeurs; anche di questa crema vi ho parlato recentemente in un post. Confermo quanto già scritto in quell’occasione: è un’ottima base trucco che si assorbe facilmente, ma in inverno è poco idratante. Ne ho già riacquistata un’altra confezione per utilizzarla in questo periodo estivo, mentre per l’inverno credo che mi orienterò su altro.

– Clinique All about eyes; minitaglia trovata in un cofanetto. Questo contorno occhi mi è piaciuto così tanto che, approfittando di un 20% da Sephora, ne ho acquistato un altro. Idrata bene il mio contorno occhi, senza lasciarmelo troppo unto o appesantito. Al momento sto cercando di terminare altro, ma poi sicuramente tornerò a lui. Sono curiosa anche di provare la versione rich, della quale ho letto meraviglie, ma ho il terrore che sia troppo pesante. Se qualcuna li ha provati entrambi saprebbe consigliarmi? 😉

– Lime per unghie in cartone Tigotà; ho profondamente odiato questa confezione di lime. Costano poco, ma valgono ancora meno! Già con l’utilizzo sulle unghie di una sola mano la superficie perde la sua abrasività, tanto che (per la seconda mano) ero costretta a ricercare gli angoli intonsi della lima, con notevole spreco di tempo. Niente, non ho ancora trovato pace con le lime per unghie e non ne ho trovata ancora una che mi soddisfi davvero!

20140801_085904

– Cicaplast Levre La Roche Posay; non mi dilungherò molto, in quanto vi avevo già parlato anche di questo prodotto. Confermo e sottoscrivo quanto già detto!

– Avene antirougeurs jour emulsione hydratante spf 20; avevo acquistato questa crema a gennaio, per usarla quotidianamente al mattino per proteggere la mia pelle dai raggi solari. La crema era molto liquida e dal colore verde (che contrasta otticamente i rossori); non so dirvi se mi sia piaciuta o meno (tanto che non ne ho scritto la review!), ma credo proprio che non la riacquisterò.

Ecco, questi sono i prodotti che ho terminato a luglio. E voi, cosa avete finito di bello? Mi raccomando, come sempre aspetto i vostri commenti 😉

Un bacione!!