Archivio mensile:febbraio 2016

20151031_134214

Parole di Burro, Lush – Review

Buonasera a tutti e benvenuti ad una nuova recensione sul mio blog.

Oggi voglio parlarvi di un prodotto che o scoperto l’anno scorso e del quale non posso più fare a meno. Si tratta di Parole di Burro, un burro corpo idratante in forma solida. Ve l’ho mostrato recentemente sulla mia pagina Facebook e, visto il vostro riscontro positivo, ho deciso di dedicargli un post sul mio blog.

20151031_134214

Ho deciso di acquistare questo prodotto per ovviare ai momenti di pigrizia, quando dopo la doccia non ho voglia/tempo di applicare la crema idratante. Parole di Burro si è rivelato perfetto per questo scopo: è molto pratico e veloce da utilizzare e idrata perfettamente la mia pelle secca.

Ecco come lo utilizzo: senza uscire dalla doccia, ancora con la pelle bagnata (cerco di fare l’ultimo risciacquo con acqua molto calda, in modo da preparare bene la pelle) passo sul corpo Parole di Burro, come fosse una saponetta. Poi lo ripongo e con le mani inizio a massaggiare l’emulsione che si viene a creare, insistendo sulle zone più secche. Dopo di che sono pronta per indossare l’accappatoio e per vestirmi immediatamente.

SAM_2083

Dopo l’utilizzo è importante riporre il burro in un luogo arieggiato, per permettergli di asciugarsi correttamente.

Parole di burro è molto idratante e si scioglie immediatamente a contatto col calore del corpo, ma non lascia assolutamente la pelle unta come con l’utilizzo degli oli. E’, infatti, possibile vestirsi immediatamente dopo averlo utilizzato. Quando la mia pelle è particolarmente stressata e squamata lo applico quotidianamente prima di un’altra crema idratante; il lavoro congiunto di due prodotti diventa un toccasana!

SAM_2081

Il profumo è molto delicato e naturale; so che a non tutti piace, ma io personalmente lo trovo poco invasivo e adatto ad essere associato ad una spruzzata di profumo 😉

Ora veniamo alle note dolenti di questo prodotto: si consuma davvero rapidamente e non è per nulla economico. Sul sito di Lush (dove potete anche leggere gli ingredienti) o in qualsiasi bottega del brand, il panetto costa 9,95 € per 75 grammi. Non so se sia un problema del prodotto oppure se la colpa sia mia che lo uso troppo spesso, ma vi assicuro che si consuma molto, molto rapidamente. Ad occhio e croce direi che un panetto dura per una decina di applicazioni.

Nelle botteghe vendono anche una scatola in latta quadrata adatta alla conservazione di Parole di Burro; io personalmente ho scelto di non acquistarla e lo ripongo comodamente in un portasaponetta (quelli da viaggio, con delle fessure sul fondo che permettono il passaggio dell’aria).

In conclusione sto adorando questo balsamo solido di Lush e, sebbene non sia un prodotto economico, lo ricomprerò sicuramente (magari alternandolo a creme corpo meno costose).

Voi l’avete mai provato? Cosa ne pensate dei prodotti Lush? Cosa mi consigliereste di provare?

SAM_2196

Un mese in cinque punti!

Puntuale come un orologio svizzero con la batteria ferma, eccomi qui a parlarvi del mio mese di gennaio e dei cinque punti che l’hanno caratterizzato. Ovviamente il post è in collaborazione con la frizzantissima Bridget del blog L’Eleganza del Riccio Beauty Blog e *qui* potete leggere il suo post in collaborazione con me.

Come si suol dire, anno nuovo-abitudini nuove (è così il detto, vero? 😛 ). Quindi è stato difficilissimo per me scegliere solo cinque punti per un mese ricco di tanti cambiamenti. Parto subito a mostrarvi ciò che ho selezionato per voi.

  • Catrice Lip Glow – One shade fits all

SAM_2183

Lo ammetto pubblicamente: a gennaio sono andata totalmente in fissa con i balsami labbra che reagiscono con il ph della pelle e regalano un colorito molto naturale. La mia idea iniziale era di regalarmi il blasonato prodotto Dior, poi ho fatto i conti con i miei scarsi risparmi (sono una PORACCIA, I Know!) e ho scelto la versione di Catrice. In realtà non sono rimasta affatto delusa e ho trovato proprio ciò che cercavo: un balsamo abbastanza idratante, da applicare in scioltezza e che donasse un aspetto sano alle mie labbra (quando non applico rossetti). Lui giace comodamente e costantemente nella mia borsa e lo utilizzo all’occorrenza.

  • Ombretto in crema Pupa Vamp n. 100

SAM_2171

Come avrete visto nel mio post sui prodotti terminati di dicembre – se non lo avete ancora letto ve lo linko qui – ho deciso di gettare qualche vecchio prodotto di make-up, tra cui un ombretto in crema di Catrice che utilizzavo per i miei trucchi quotidiani. Ecco a voi, quindi, il suo erede: Sir Pupa Vamp! E’ un colore pescato glitterato, con riflessi champagne – descrizione chiarissima, vero?! – che si adatta perfettamente al tono della mia pelle. In sostanza copre perfettamente i rossori naturali delle mie palpebre, senza risultare eccessivo per un trucco da giorno. Insomma, lo adoro e lo sto utilizzando con soddisfazione. Per di più è perfetto per i trucchi ultra rapidi del mattino: lo prelevo direttamente con i polpastrelli e lo applico in tempo record. Adovvvvo!

  • Ombretto Nabla Wild Side

SAM_2247

 

In coppia con il punto precedente, ecco il mio holy-grail quotidiano per dare un po’ di tridimensionalità alle mie palpebre naturalmente sfornite di “piega”. Non sto scherzando, le mie palpebre cadenti possono essere davvero imbarazzanti. Dal momento che al mattino non ho la capacità di effettuare sfumature impegnative con colori molto pigmentati, mi affido con estrema soddisfazione a Wild Side. E’ un colore intermedio, non molto evidente, non troppo freddo (come Fossil), ma nemmeno troppo caldo (come Caramel). Insomma, è perfetto per il mio tono di pelle. Riesco a regalare tridimensionalità al trucco, senza essere mai eccessiva. Alla prossima promozione di Nabla sugli ombretti penso che ne acquisterò un backup perché non posso pensare di rimanere senza. Mai.

  • Lucasonic

SAM_2205

Nel 2016 mi sono decisa anche io – finalmente potreste aggiungere voi – ad utilizzare un qualche “attrezzo” per la pulizia del mio viso. Data la mia pelle estremamente delicata, ho deciso di evitare spazzoline rotanti che mi danno l’idea di essere veramente efficaci, ma anche aggressive. Ero decisa a puntare sul Foreo, ma accidenti che prezzi! In cerca di una soluzione leggermente – eufemismo – più economica sono approdata sul sito di Amazon.it e mi sono imbattuta in questo delizioso oggetto di nome Lucasonic. L’immagine che compare sul sito di Amazon è fuorviante perché l’oggetto è pressoché identico al Foreo, solo molto più economico (costa circa 25 €). Arriva compreso di scatola e vi assicuro che funziona alla perfezione. Lo utilizzo due volte alla settimana da un mese ormai e lo sto adorando. Quando mi sarò fatta un’opinione più precisa, ve ne parlerò sicuramente in un post di recensione.

  • Quo vado
fonte: http://www.comingsoon.it/film/quo-vado/52686/scheda/

fonte: http://www.comingsoon.it/film/quo-vado/52686/scheda/

Come non parlare dell’ultimo film di Checco Zalone, record di incassi al botteghino? Anche io mi sono fatta trascinare dalla comicità dell’attore e sono andata al cinema a vedere il film. Senza dubbio è divertente, ma credo di aver apprezzato di più il suo lavoro precedente “Sole a catinelle”. Anche se, devo ammetterlo, Checco sa giocare abilmente con i temi caldi della società italiana e sa descrivere in modo ironico e sagace i problemi che la affliggono.

E voi cosa ne pensate di questo film? L’avete visto? Vi è piaciuto?

Al prossimo mese!

 

SAM_2151

I prodotti bye bye di Sara e Monique #23

Nuovo anno, nuovo post sui prodotti terminati, ma collaborazione collaudata. Sì perché, come si suol dire, squadra vincente non si cambia. E anche oggi io e la dolcissima Fatina del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione abbiamo deciso di mostrarvi i primi prodotti terminati del 2016. Siete curiose di scoprire i prodotti che abbiamo smaltito?

SAM_2151

– Lycia detergente intimo protezione lenitiva. Si può parlare di detergenti intimi su un blog cosmetico? Ad ogni modo, lo adoro. Davvero. E’ delicatissimo (perfino per me che sono estremamente sensibile…ehm…), costa poco (circa 1,50 € in offerta) e di facile reperibilità. Cosa chiedere di più ad un detergente intimo? Nulla, infatti l’ho già riacquistato. P.s. Credo che non sia male anche dal punto di vista degli ingredienti, per chi presta attenzione agli inci!

– Bottega Verde Crema viso Riso Venere. Secondo prodotto in elenco, secondo prodotto amato. Questa crema viso è davvero, davvero valida. Costa poco (soprattutto approfittando delle offerte periodiche del brand), si assorbe rapidamente ed è una perfetta base trucco. La trovo estremamente adatta alle stagioni calde/intermedie, ma leggermente leggera per l’inverno. Ora sto usando qualcosa di più idratante, ma la ricomprerò sicuramente in primavera.

– Garnier Acqua Micellare. Stavo parlando di prodotti adorati, vero? Poteva mancare lei? Ovviamente no. Strucca benissimo (beh, non chiedetele di rimuovere un mascara waterproof…), costa poco, dura tanto, la trovo ovunque (o quasi. Evidentemente siamo in molte ad amarla!). Sicuramente preferisco lei alla Bioderma, se non altro per una questione economica. Ovviamente l’ho ricomprata e sto già utilizzando il falcone nuovo.

SAM_2159

Clarins Lotion Tonique Camomille. Questo è uno dei tonici migliori che io abbia mai usato. Lo provai per la prima volta nel lontano 1999 (ebbene sì, ho i miei anni. Ma li porto bene, giuro! 😛 ) e a periodi alterni trono da lui. E’ delicato, profumato ma non troppo, senza alcol e quindi adatto alla mia pelle sensibile. Questo flacone da 400 ml costa una fucilata (circa 35 euro), ma l’ho utilizzato tutte le mattine per ben sei mesi. Per il momento l’ho ricomprato approfittando di uno sconto da Sephora, ma se conoscete tonici altrettanto validi a prezzi inferiori ditemelo….vi prego!!!!! 😛

– Burt’s Bees Body Lotion Cocoa & Cupuacu Butter. Avevo acquistato questa crema corpo su Ecco Verde, insieme ad altri prodotti del brand (balsami labbra, per lo più). Mi è piaciuta davvero molto! Era estremamente idratante, ma leggera. Per onore di cronaca devo ammettere che faceva un po’ di scia bianca, ma credo sia normale per una crema naturale. La ricomprerei se costasse di meno e se la trovassi in un negozio fisico; per il momento, comunque, ne posso fare tranquillamente a meno.

SAM_2164

 

Yves Rocher Balsamo Labbra Bio. Non mi dilungo più di tanto, ma vi rimando alla recensione che gli avevo dedicato *qui*. E’ un ottimo prodotto, che peraltro costa poco. Ho mille altri balsami labbra da smaltire, ma non escludo di ricomprarlo in futuro.

– I Provenzali Maschera Capelli al Karitè. Maschera capelli di facile reperibilità e dagli ingredienti naturali. Non era male (soprattutto per il profumo *.* ADOOOOVO!), ma non andava d’accordo con i miei ricci: quando la usavo rimanevano più flosci e meno voluminosi. Per di più non mi sembrava poi molto districante. Insomma, non ha conquistato il mio cuore 😉

SAM_2165

Infine, vi mostro alcuni prodotti makeup che ho deciso di gettare via, seppur non finiti. L’ombretto in crema di Catrice è ancora perfetto e per nulla secco, ma non mi fido ad usarlo sulla mia palpebra data la sua veneranda età. Devo riconoscere, però, di averlo utilizzato molto, quindi non ho rimorsi.

Gli altri, invece, sono dei vecchissimi ombretti in polvere depottati, che non mi fido assolutamente di applicare sui miei occhi sensibili. Insomma, preferisco gettarli via piuttosto che causarmi un’irritazione!

Eccoci arrivati alla fine del post. Sono stata abbastanza brava, vero? E voi, cosa avete terminato a gennaio? Abbiamo prodotti in comune? Ma più che altro…parlatemi del vostro tonico preferito, ho bisogno di consigli!

Alla prossima!