Archivio della categoria: Avène

VVIWwx1

I prodotti bye bye di Sara e Monique #40

Finita la pausa estiva – mia e del blog – eccomi qui con il post sui prodotti terminati dell’ultimo mese. Solo ora mi accorgo che la collaborazione con la dolcissima Fatina del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione è giunta al quarantesimo appuntamento: Wow! Auguri a noi!

Armatevi di un bicchiere di tè freddo e biscottini perché oggi il mio smaltimento ha raggiunto livelli record!

U4hmiLC

Nivea, crema viso idratante intensiva giorno. Faceva parte di un kit regalatomi da un’amica lo scorso Natale; era contenuta in questa pochette insieme ad un detergente per il viso (che devo ancora utilizzare). Non era male, ma sicuramente non è la crema della vita. L’ho usata con soddisfazione nel periodo della primavera/estate, ma è troppo leggera per l’inverno rigido delle lande del nord.

Cien Facial Toner. Caro signor Lidl, perché hai tolto questo prodotto dal commercio? Mi piaceva tutto di questo tonico: prezzo, profumo, delicatezza e confezione. Me ne farò una ragione, ma… perché????

Yves Rocher e Tiger Burrocacao. Ne parlo insieme perché entrambi questi prodotti non sono più venduti. Yves Rocher ha sostituito la vecchia formulazione contenente paraffina con una  nuova totalmente naturale, mentre Tiger ha sostituito la formula naturale con una contenente paraffina. Entrambi i prodotti, comunque, non mi hanno fatta impazzire, ma non essendo più in vendita, non mi posso esprimere sulle nuove versioni.

yVGXuyC

Clinians Nutri Corpo. Avevo trovato questa crema corpo in un giornale e la tenevo fissa nel borsone della palestra per idratarmi dopo la doccia. Non mi è piaciuta particolarmente per via dell’odore, ma ammetto che non era male come effetto sulla pelle. Ho altre creme da finire, quindi non penso di ricomprarla nell’immediato, ma se mai la trovassi in offerta più avanti ci farei un pensierino.

Nivea Burro Corpo Cacao. Prodotto senza infamia e senza lode che idratava poco, ma che si assorbiva rapidamente. L’avevo acquistato per pochissimi euro all’outlet, ma valeva il suo prezzo. Ho decisamente provato di meglio nella mia vita.

Lycia detergente intimo protezione lenitiva. Il mio detergente intimo preferito, vi rimando alla recensione che gli avevo dedicato. Ovviamente l’ho ricomprato immediatamente.

tij1OYi

Balsamo per capelli Auchan lait d’amandes & noix. Era uno dei miei prodotti preferiti per capelli: districava benissimo, idratava alla perfezione, aveva un profumo divino e costava poco. Da quanto ho capito, però, la linea cosmetica Auchan è stata totalmente sostituita dalla marca Cosmia quindi questo prodotto non esiste più. Proverò sicuramente qualche balsamo della nuova linea per verificarne l’efficacia.

Deodorante Neutromed. Presenza costante nei miei post sui prodotti terminati, vario soltanto la profumazione di mese in mese. Continuo ad apprezzarlo tantissimo e a ricomprarlo costantemente.

Prep Ladies. Avevo acquistato questa crema spinta dalla recensione entusiastica di L’eleganza del riccio beauty blog. Io però non sono mai riuscita a trovare una giusta collocazione di utilizzo per questa crema XD Alla fine l’ho terminata sulle mani e sui piedi, perché la trovavo troppo pesante per il viso  e troppo leggera per il corpo…

52L2q3R

Yves Rocher Sexy Pulp mascara ultra-volume e minitaglia. Inizialmente avevo usato la minitaglia (regalo di qualche cartolina clienti) che mi era piaciuta così tanto da spingermi a comprare la full size. Devo ammettere, però, che la taglia regolare mi è piaciuta di meno. Lo scovolino raccoglieva troppo prodotto, mi lasciava le ciglia appiccicate tra loro e non era poi così  efficace. Sto utilizzando un’altra mini taglia, ma non è un mascara che ricomprerei.

Benefit Gimme Brow. Prodotto della vita per sistemare le mie sopracciglia. Ora il packaging è diverso e anche la numerazione dei colori. Sono però curiosa di provare il prodotto in gel… chissà, magari sarà il mio prossimo acquisto. Al momento, comunque, l’ho ricomprato.

Sample BB Cream Mac. Mah, forse, chissà, non so, può darsi… Si è capito che non sono pienamente convinta? Non era male, ma non era nemmeno il prodotto della vita. Per il momento non mi sono convinta all’acquisto.

ELUhsTK

Biotherm protezione 50. Comprata in profumeria ad un prezzo outlet, non era affatto male! Ho apprezzato tantissimo la confezione da 75 ml, perfetta per i pochi giorni di vacanza che ho fatto. Inoltre ha protetto benissimo la mia pelle, quindi assolutamente promossa!

Avene Emulsione viso 50+ La mia crema solare per il viso preferita. In passato usavo la versione in crema, ma col tempo è diventata troppo pesante per il mio viso. Da qualche anno, invece, utilizzo con soddisfazione la versione in emulsione, leggermente più leggera, ma egualmente efficace. Quest’anno ho utilizzato anche un prodotto di nuova concezione per proteggere il viso, ma lo vedrete prossimamente….

La Roche Posay Anthellios Stick 50+ Adorato e ricomprato. Protegge alla perfezione, ha un buon profumo e non lascia la patina bianca. Cosa chiedere di più?

Campioncino Protezione solare enfant L’Amande 50+ In passato avevo utilizzato la versione con spf 30 e mi era piaciuta tantissimo. Questo campioncino mi è stato utile in una giornata di camminata in montagna, quando non avevo voglia di portarmi il peso di un flacone intero. Ha protetto alla perfezione le parti scoperte della mia pelle per diverse ore. Assolutamente promosso!

AIZkZKs

Campioncini vari: L’Erbolario crema viso all’olio di argan, Saugella IdraSerum detergente intimo, Yves Rocher Crema corpo Hydratation Mosturazing, Bottega Verde Balsamo Crema Keratina e Cachemire. Ecco qualche campioncino che mi sono portata in vacanza per un beauty estremamente leggero. Come ormai saprete, infatti, cerco sempre alleggerire il più possibile il peso dei miei bagagli (soprattutto per viaggi di pochi giorni) e i campioncini mi aiutano tantissimo. Tra questi ho amato tantissimo il balsamo in crema di Bottega Verde che, sicuramente, acquisterò al più presto e la crema corpo di Yves Rocher che, contenendo aloe, mi ha aiutata ad idratare la pelle dopo l’esposizione solare. La crema viso de L’Erbolario non era male, soprattutto per via della profumazione Argan del brand che adoro.

Ecco, dunque, i prodotti che ho finito nell’ultimo periodo. Abbiamo qualche prodotto in comune? Ora corro a leggere il post della dolcissima Fatina: chi viene con me?

 

 

 

 

 

 

 

TW8vqOj

My travel toiletry bag

Nel primo post del 2017 ci tengo innanzi tutto ad augurare a tutti voi buon anno. Io inizio l’anno nuovo con una trasferta di lavoro in montagna; cinque giorni nella bellissima Sestriere a lavorare e prendere un po’ di freddo 😛

Ho colto, però, l’occasione per mostrarvi il beauty che porterò con me in trasferta; pur non viaggiando in aereo, ho delle restrizioni di peso e dimensioni del bagaglio. Porterò quindi solo il necessario che (ho verificato) potrebbe tranquillamente essere contenuto in una busta trasparente del bagaglio a mano.

npXfaVa

Il beauty rosa mi era stato regalato l’anno scorso a Natale e conteneva un set di prodotti Nivea; tutto imbottito, mi sembra adattissimo alla montagna e alla stagione invernale! Contiene solo prodotti di igiene personale (vi mostrerò il beauty dedicato al make-up al mio rientro) e per lo più campioncini.

BztheTC

Le salviette struccanti in viaggio sono un must-have; ho scelto un pacco piccolo da 10 pezzi della Sensurè che mi erano state omaggiate dall’azienda al Cosmoprof. Una mini confezione di struccante bifasico Sephora e di acqua micellare Caudalie mi aiuteranno a completare le mie operazioni di struccaggio. Queste mini confezioni sono davvero adorabili e credo proprio che le conserverò per i prossimi viaggi! Porto poi una piccola confezione (ricevuta da Tigotà con l’acquisto di prodotti Garnier) di dischetti di cotone Demak-up.

MRQZeIT

Conto di lavare i capelli una, al massimo due volte. Sarà quindi sufficiente un mini shampoo Lavera Sensitiv (altro graditissimo omaggio dell’azienda), quattro campioncini di balsamo (Bottega Verde e Bioros), un piccolissimo flacone di idratante per capelli alla cheratina della Evox e una bustina di crema per ricci della Creative. Un piccolo pettine, infine, occupava molto meno posto della mia Tangle Teezer , anche se già mi sento male all’idea di non avere lei per districare i miei ricci…

y9frO41

Il piccolo flacone di bagnoschiuma Yves Rocher, omaggio di qualche cartolina clienti, si è rivelato utilissimo al viaggio: molto più comodo delle bustine, posso utilizzarlo per tutto il soggiorno senza fuoriuscite di prodotto. Tre bustine di crema corpo idratante, detergente intimo e crema mani completano l’occorrente per la mia igiene personale.

L3OlfB9

La crema viso Equilibra al Karitè sarà la mia crema notte; per il giorno, invece, conto di usare esclusivamente la protezione solare 50+ Avene (l’alta montagna non perdona la mia pelle diafana), sperando di terminare la confezione iniziata quest’estate. Trovassi, invece, giornate uggiose e senza sole utilizzerò il campioncino di Delicalma L’Erbolario (sono curiosissima di provarla!). Porto poi una bustina di detergente Ultra Facial Cleanser Kiehl’s, una di crema contorno occhi e una di siero. Quest’ultima non la utilizzerò di sicuro, ma risponde al principio del  just in case.

Pfmk8MW

Immancabili i cotton fioc, che ho inserito in un piccolo sacchettino di plastica; il secondo sacchetto contiene invece delle pinzette, una piccola lima per unghie, qualche elastico e forcine per capelli. Infine porto un mini profumo roll-on di Caudalie, una pinzetta extra per capelli e un burrocacao alla propoli, adatto alle temperature rigide della montagna.

Ho inserito all’ultimo (ma non compaiono in foto) anche uno spazzolino da denti, un mini dentifricio e un deodorante.

Ora chiedo a voi: cosa portate in viaggio quando non avete a disposizione molto spazio per i bagagli? Avete consigli da darmi per ridurre ulteriormente le dimensioni del beauty?

 

SAM_2525

I prodotti bye bye di Sara e Monique #29

Dopo una piccola pausa estiva del post, eccomi tornata insieme alla Fatina più dolce del reame bloggifero (del Blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione) a parlarvi dei prodotti terminati dell’ultimo periodo. Sono a dir poco fiera di me, in quanto sono riuscita a sterminare l’inverosimile. Perché, alla fine, queste sono delle piccole-grandi soddisfazioni.

SAM_2514

– Collistar, attivi puri capsule anticellulite; quest’anno mi sono applicata molto nella lotta contro gli inestetismi. Ho voluto provare queste capsule (che, a differenza del nome, non vanno ingerite, ma spalmate) monodose altamente concentrate. Il barattolo in vetro contiene quindici capsule – una al giorno – da applicare al mattino; la mia confezione conteneva anche un siero (consigliatomi dalla mia affezionatissima Bridget del blog L’Eleganza del Riccio) da applicare alla sera, che non ho ancora terminato. Le capsule erano molto efficaci, ma purtroppo ci mettevano troppo ad assorbirsi, soprattutto considerando che dovevano essere applicate al mattino. Inoltre gli ingredienti – all’interno di ogni singola capsulina – tendevano a separarsi, lasciando tutto il concentrato di caffeina al fondo. Insomma, considerato il costo, il lento assorbimento e gli ingredienti non perfettamente amalgamati, non so se le ricomprerei.

Yves Rocher Minceur Intensive; non mi dilungo più di tanto, ma vi rimando alla recensione che ho scritto recentemente. Come potete notare ne ho terminati due tubetti e ne ho ancora uno da utilizzare nell’armadio.

SAM_2516

Cien Sos concetrate crema mani; anche in questo caso vi rimando alla recensione dedicata al prodotto in questione. E’ una crema mani che mi piace molto, soprattutto nel periodo invernale. Ora, dal momento che le mie mani sono meno secche, ho deciso di provare crema più leggera, sempre del medesimo brand.

– Gel disinfettante mani Amuchina e Yves Rocher; io lavoro in centro e prendo i mezzi pubblici due volte al giorno; questa tipologia di prodotto, dunque, non può mai mancare nella mia borsa. Il gel Amuchina ha – a mio avviso – un pessimo odore, mentre quello di Yves Rocher finisce troppo in fretta ed ha una confezione scomoda. In sostanza nessuno dei due ha soppiantato il mio adorato Mercy Hands alla vaniglia nera!

SAM_2518

Franck Provost 24 h Mousse Expert Ricci; indiscusso holy grail che non manca mai nel mio bagno. Ovviamente riacquistato.

– Ttes Balsamo Nutritivo all’argan; acquistato senza aspettative da Tigotà, ho amato e adorato alla follia questo balsamo! Non costa molto (circa 3/4 euro), ha un buon profumo e rende bellissimi i miei ricci. Era altamente districante e ne bastava poco per riuscire a pettinare una chioma ribelle come la mia. In fase di asciugatura, infatti, i capelli risultavano ben definiti e molto leggeri; vedevo istantaneamente la differenza rispetto a quando utilizzavo altri balsami. Al momento sto cercando di terminare i vari flaconi che ho nel mobiletto, ma poi lo ricomprerò sicuramente.

SAM_2521

– Dischetti di cotone Carrefour; immancabili.

– Quadrotti Cotonet; altri fedelissimi, in questo caso per struccare il viso.

– Salviettine umide; pacchetti onnipresenti nelle mie borse per pulirmi le mani al volo. In vacanza più che mai 😉

SAM_2525

– L’Oreal Olio Straordinario latte detergente; lo utilizzavo in combinato ai quadrotti di cotone per struccarmi il viso. Mi è piaciuto tantissimo: efficace, delicato, non bruciava gli occhi – ammetto pubblicamente che la notte, quando non avevo voglia di struccarmi, lo passavo rapidamente su tutto il viso, occhi compresi – economico (3 euro in offerta). Insomma, mi è piaciuto così tanto che l’ho già ricomprato!

Avene Crema solare spf 50+; ottima crema solare, anche se troppo spessa per la mia pelle mista. Infatti ho deciso di ricomprare l’emulsione (sempre Avene), che risulta leggermente più leggera sul viso.

– Mac Prep&Prime Lotion spf 50; definirei questo prodotto una “protezione da città”. Non lo utilizzerei in spiaggia, ma sotto i fondotinta in estate fa egregiamente il suo lavoro. Io preferisco sempre proteggere quotidianamente il mio viso, anche in città. E’ molto leggero, si assorbe rapidamente e non lucida tanto quanto le normali creme solari. Ovviamente l’ho riacquistato.

– Olio essenziale di Tea Tree; lo uso sulle imperfezioni che mi compaiono sul viso una volta al mese. Mi piace la sua efficacia e il suo rapporto qualità – prezzo: con un flacone vado avanti almeno due anni! Anche lui è stato immediatamente sostituito.

SAM_2528

– L’Erbolario Crema viso antirughe; sul mio viso questa crema aveva un pessimo effetto e mi provocava rossori allucinanti, scatenando la mia couperose. Così ho dovuto terminarla sui piedi. Pensare che ho pagato 30 euro un flacone minuscolo (circa 30 ml) di crema che poi è finita sui piedi mi fa salire la rabbia. Mai più!

– Mac campioncino Face&Body fondotinta; ogni volta mi faccio regalare un campione di questo fondo, ma alla fine non mi decido mai ad acquistarlo perché mi lucida davvero troppo sul naso. A questo proposito chiedo a voi: avete un fondotinta leggero da consigliarmi? Da quando ho terminato la mia adorata CC Cream mi sento orfana….

Yves Rocher Olio secco nutriente; non vi tedio ulteriormente parlandovene, ma vi rimando alla recensione. Al momento ne sto terminando un altro flacone.

– Saponetta alla Canapa; la usavo per lavarmi le mani. Senza infamia e senza lode.

Bene, eccoci giunti alla fine di questo post. Cosa avete terminato voi durante le vacanze? Abbiamo prodotti in comune? Vi aspetto nei commenti!

 


 

SAM_1826

I prodotti Bye Bye di Sara e Monique! #12

Nel momento stesso in cui mi sono messa al computer per scrivere questo post, mi sono accorta che la rubrica, questo mese, compie un anno! Tantissimi auguri, quindi, alla deliziosa Fatina del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione che collabora con me da 12 mesi e a tutte voi, mie adorate lettrici, che supportate questo post mensile con commenti e suggerimenti.

Bando alle ciance, vi mostro finalmente cosa sono riuscita a terminare nell’arco del mese scorso. Ad inizio/metà gennaio ero convinta di non aver finito nulla e di dovervi mostrare due flaconi in croce, ma a fine mese c’è stato il cosiddetto giro di boa e il mio sacchetto si è riempito a dismisura. Insomma, sono tutto sommato soddisfatta del risultato 😉

SAM_1825

– Collistar, CC Capelli Rosso Paprika; non mi dilungo più di tanto nel descrivervi questo prodotto, ma vi rimando alla review che ne avevo fatto *qui*. Approfittando dell’ultimo sconto di Sephora ne ho già ricomprato un altro tubetto perchè non posso pensare di rimanere senza.

– Yodeyma, Eau de Toilette Kara; questo è (dal lontano 2005) IL mio profumo. Non ci sono altre parole per descriverlo! Me ne ero innamorata sentendolo addosso ad una mia collega e da allora ho comprato e ricomprato solo questo. Nonostante sia un profumo di equivalenza (che quindi riprende le note di un profumo più famoso, ovvero Light Blue di Dolce&Gabbana) ha davvero un ottimo rapporto qualità/prezzo. La confezione da 100 ml costa, infatti, circa 25 € e il profumo persiste a lungo sulla pelle. Al momento non l’ho ricomprato perchè ho scelto di fare una piccola pausa e di sperimentare nuove fragranze, ma non escludo di tornare da lui molto presto.

– Avene Antiroujeur Latte Detergente; mi era stato consigliato dal dermatologo quando mi aveva diagnosticato la couperose. E’ un latte detergente un po’ vischioso dal colore verde (cosa sprecata per un prodotto che va sciacquato via) che a dire il vero non mi ha fatto impazzire. Mi è durato quasi due anni (e aggiungo che non ne potevo più) e lo utilizzavo tutte le mattine come fosse stato un normale detergente schiumogeno: lo applicavo sulla pelle umida e lo sciacquavo via con acqua. In realtà ho provato prodotti migliori e non credo proprio di ricomprarlo.

SAM_1826

– Carrefour, Papier Toilette; queste salviette umide sono ormai una costante tra i miei prodotti terminati!

– Sensurè Salviette intime; le avevo acquistate in offerta e le tenevo in borsa per pulirmi le mani in rapidità. Per questo uso sono state ottime, ma devo anche ammettere di non aver grandi pretese al riguardo. L’importante è che siano economiche e che non contengano alcol (ho le mani perennemente tagliate dal freddo e con salviette alcoliche l’effetto non sarebbe molto piacevole!).

– Dischetti Carrefour Discount; da un anno ormai vi tedio mostrandovi confezioni vuote di questi dischetti, ma non ci posso fare nulla, sono i miei preferiti e continuo a ricomprarli!

– Maxi dischetti Quando è; li avevo acquistati in offerta da Tigotà, ma non mi hanno fatta impazzire. I miei dischetti maxi preferiti, al momento, rimangono quelli della Cotonet, che però costano qualcosa in più rispetto ad altri.

SAM_1828

– Be Chic, crema corpo Benvenuta in Paradiso; avevo comprato questa crema trovandola scontata del 50%. Il profumo ai fiori di ciliegio non era dei migliori (mi aspettavo qualcosa di più) e l’idratazione quasi inesistente. Per di più aveva un doppio fondo e quindi la quantità di prodotto all’interno era davvero scarsa: l’avrò usata al massimo una settimana, non di più! Insomma, non la ricomprerò.

– Sephora Roll-on defatigant yeux; nonostante questo prodotto sia presente in numerosi miei post (qui la recensione e qui la sfida mensile al suo smaltimento) l’ho odiato con tutta me stessa. Era acqua fresca, venduta al prezzo di 15 €. Finalmente sono riuscita a terminarlo e a vincere la mia sfida di gennaio (vi aspetto mercoledì il post ufficiale!).

Udite, udite, questo mese fanno capolino anche due prodotti di make-up!

– Mascara Pupa Vamp nero; è un ottimo mascara, dall’effetto *WOW* sulle mie ciglia, ma si secca alla velocità della luce. La mia amica Bridget Jones mi aveva avvisata, ma io speravo comunque in un miracolo. Che invece non è arrivato e così mi vedo costretta a cestinare un mascara utilizzato per un paio di mesi al massimo. Costasse di meno lo ricomprerei, ma a questo punto l’I Love Extreme di Essence rimane imbattuto sul gradino più alto del podio.

– Essence, oil control paper cartine assorbisebo; dopo la ruota, il fuoco e l’America, queste sono la scoperta più utile per il genere umano (femminile). Scherzi a parte, le adoro. Ve ne avevo già parlato *qui* e non posso che sottoscrivere e riconfermare tutte le parole dolci che avevo a loro dedicato. Sono economiche, facili da utilizzare e, soprattutto, efficaci. Il rituale del ritocco in una tipica giornata lavorativa di Monique è: dopo pranzo, salvietta assorbisebo tamponata ad-cazzum su tutto il viso, ripassatina di correttore sulle adorate imperfezioni (-.-), un velo di gloss sulle labbra e spolveratina di cipria sulle zone critiche. Il che mi permette di essere presentabile fino alla fine del mio turno 😉 Nello specifico queste sono ancora nel vecchio packaging (questo perchè, quelle rare volte in cui le trovo nello stand, ne faccio scorta), ma ho già provveduto ad acquistare quelle nuove.

Ecco, dunque, i prodotti che ho terminato a gennaio. Ora chiedo a voi: come è andato lo smaltimento? Avete qualche prodotto in comune con me?

Un bacione!

SAM_1781

I prodotti bye bye di Sara e Monique #10

Mamma mia come vola il tempo. Siamo già arrivate al decimo mese di collaborazione con la deliziosa Fatina del Blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione!

E, come di consueto, vi parleremo dei prodotti che abbiamo terminato durante gli scorsi 30 giorni.

Inizio subito, senza ulteriori indugi, a mostrarvi i miei prodotti finiti. Anche per questo mese non è andata male, ma continuo a terminare poco make up, nonostante il mio impegno quotidiano nello smaltimento dei prodotti più vecchi.

SAM_1778

– Mustela, lingette dermo apaisante 0% profumo; ve le avevo mostrate qui, nel mio tentativo di struccarmi con salviette per bimbi. La prova era fallita, ma ho utilizzato (e terminato) le salviette con piacere per mille altri scopi. Stazionavano sulla mia scrivania, accanto ai miei trucchi, per pulirmi le mani al volo (soprattutto quando stendevo i prodotti senza pennelli) o qualsiasi altra cosa si sporcasse. Ottima la confezione apri-chiudi a scatto che preserva l’umidità delle salviette! Al momento non le ho ricomprate (ho scelto quelle Fria, trovate in offerta a 99 centesimi), ma non escludo di farlo in futuro.

– Papier Toilette Carrefour; altre salviette terminate. Queste le vedete quasi tutti i mesi perchè le consumo copiosamente in ufficio per rinfrescarmi quando ne sento la necessità. Ovviamente le ho già ricomprate 😉

– Yves Rocher, crema corpo mauves cristallisèes; finalmente è finita, hip-hip-hurrà! Devo aggiungere altro? No, davvero, l’ho odiata…era stato un regalo di una mia amica per un Natale di un passato remoto e ci ho impiegato una vita a finirla. Odiavo terribilmente l’odore (chimico e stucchevole) e il fatto che idratasse tanto quanto l’acqua fresca. Uno dei pochi prodotti Yves Rocher che boccio senza mezze misure!

SAM_1780

– Bottega Verde, crema capelli Hammam; questa era una maschera per capelli senza siliconi con polvere di Ghassoul (che si riconosceva ad occhio nudo!). Era molto concentrata e la confezione da 150 ml mi è durata una vita. Districava abbastanza bene e idratava molto i capelli. Piccolo inconveniente, è stata tolta di produzione. Devo ancora capire le politiche aziendali di Bottega Verde… giuro che a volte mi sfuggono. Addio. Peccato!

– Avene, Cold Cream mani; ce l’ho fatta…yeah!!! Ed ho anche tagliato la confezione per usarla davvero fino in fondo, quindi mi merito senza dubbio una medaglia al valore. Avete visto questo prodotto il mese scorso, nel progetto The Walking Dead Products, ed era la mia sfida mensile. Che dire, è una crema mani costosa, per nulla idratante e dalla consistenza tremenda. A mai più rivederci!

– Acquolina, acqua corpo profumata arancia e vaniglia; sinceramente non so se questo prodotto sia ancora in vendita. Vedete il flacone? E’ un inno al gioco “la patata bollente”: in casa è stato rimbalzato tra me-mia mamma-me-mia mamma un numero imprecisato di volte. Non piaceva a nessuno, n-e-s-s-u-n-o. Alla fine è stato terminato come profumatore da ambienti (ehm, il bagno per l’esattezza).

– Bottega Verde, gel detergente viso alla rosa mosqueta; avevo acquistato questo flacone all’outlet di Mondovicino per provare ad utilizzarlo sul viso. Ma la mia pelle ultra, mega, iper sensibile non lo amava alla follia, quindi l’ho riciclato come sapone per le mani. Non saprei, dunque, darvi dettagli circa il suo reale scopo.

SAM_1781

– Equilibra, sitck labbra al Karitè; purtroppo io non ho un buon rapporto con i burrocacao naturali, e questo non ha fatto eccezione. Trovo che, a lungo andare, mi secchino ancora di più le labbra. Aveva un buon profumo vanigliato e un bell’effetto lucido sulle labbra, ma quanto ad idratazione ho provato di meglio, senza dubbio. La mia ricerca continua, rimanete sintonizzati 😉

– Sanotint balsamo ristrutturante senza risciacquo; l’avevo trovato in una confezione di tinta, ma conteneva troppo prodotto per essere utilizzato in una volta sola. Così l’ho applicato in piccole dosi dopo la mia CC Capelli per provare a preservarne più a lungo l’effetto. Il problema di questo fluido è l’odore, che a me ricorda terribilmente i prodotti dei parrucchieri da “nonne”; non so come spiegarmi, ma la profumazione sa di prodotto “di una volta” o.O Ovviamente non lo acquisterei in full-size, preferisco prodotti che mi regalino un profumino più piacevole.

– Deborah Milano mascara Volume&Curl; era una limited edition della scorsa estate e l’avevo pagato intorno ai 4 € (in offerta). Inizialmente non mi ha fatto impazzire, ma dopo qualche mese di utilizzo abbiamo cominciato a fare amicizia e l’effetto non era malaccio. Ovviamente non dava alle ciglia un effetto drammatico, ma per tutti i giorni non era affatto male. Anche questo non si trova più in commercio, quindi è un addio.

– Maybelline NY, Rossetto; questo non è un prodotto finito, ma un cestinato. L’avevo acquistato decenni fa, prima di capire qualcosa di trucco (non che adesso io ne capisca poi molto, ma almeno so riconoscere un colore che mi dona!); vi dico solo che è un rosa Barbie perlato. Dal momento che le mie labbra sono molto pigmentate e sul tono del rosso, potete ben immaginare che effetto terribile mi regalasse. Ora ha cominciato ad emanare cattivi odori, quindi ho deciso di farlo fuori gettarlo.

– Saponetta al baobab; anche questa era stata acquistata per il viso, ma…indovinate un po’? Era troppo aggressiva per la mia pelle! E come l’avrò terminata? Sulle mani! Ahahaha, questo mese sono troppo prevedibile. Ebbene, anche qui posso solo dirvi che ha lavato bene le mie mani sporche 😀

Ecco, dunque, la carrellata dei miei prodotti terminati. Questo mese sono stata doppiamente brava perchè sono riuscita a togliermi dalle scatole finire diversi prodotti odiati. Cosa avrà finito la mia amica Sara? Venite a leggere con me il suo post?

Ora chiedo a voi, cosa avete finito nello scorso mese? Come sta andando il vostro smaltimento? Abbiamo opinioni comuni su prodotti che vi ho mostrato?

20141110_102500

I prodotti bye bye di Sara e Monique! #9

Buongiorno fanciulle e benvenute al consueto appuntamento con i prodotti terminati del mese. Ovviamente è sempre in collaborazione con la dolcissima Sara Fatina del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione.

Il mese di ottobre è stato molto proficuo dal punto di vista dello smaltimento e ciò mi rende incredibilmente fiera di me! Ovviamente non sono ancora riuscita a smaltire prodotti make-up, ma prima o poi ce la farò, abbiate fede 😉

20141110_102334

– Caudalie, Eau de raisin; non mi soffermo più di tanto su questo prodotto in quanto ve ne avevo già fatta la recensione *qui*, ma mi sento solo di dire che è una comunissima acqua termale, come tante altre. Al momento ho flacone gigante di acqua termale Avene da terminare, quindi non penso di ricomprarla.

Bottega Verde Bagnoschiuma al Frangipanei bagnodoccia di questa marca mi piacciono sempre molto, in quanto hanno delle buonissime profumazioni, tantissimo prodotto all’interno (400 ml), sono molto delicati sulla pelle e non costano uno sproposito. Nello specifico acquisto molto spesso questa profumazione che è una delle mie preferite per la primavera/estate. Ora però ho cambiato fragranza (ho acquistato quella al cioccolato…gnam gnam!) per amore delle novità.

– Yves Rocher Crema Corpo Agrumi in fiore; questo flacone di crema corpo mi era stato regalato con una cartolina clienti. Sebbene io non ami alla follia gli idratanti di questa marca, questo nello specifico mi è piaciuto tantissimo! Era abbastanza idratante, si assorbiva in fretta (cosa fondamentale in quanto lo usavo in palestra dopo la doccia) e lasciava sul corpo un profumino delicato. La confezione, inoltre, permetteva di sfruttare tutto il prodotto senza problemi.

– Dischetti di cotone Carrefour Discount; non mi soffermo più di tanto su questi dischetti che adoro e che ricompro ogni mese! Qui ve ne avevo parlato nello specifico.

20141110_102500

– Dischetti Levatrucco Simply; acquistati in offerta nel supermercato della mia zona, mi sono piaciuti abbastanza. Continuo a preferire i quadrotti di Cotonet, ma per il prezzo che hanno (meno di 1 euro per 40 maxi dischetti), non sono male. Forse un po’ troppo sottili per le mie esigenze (io li uso per struccarmi il viso).

– Carta igienica umidificata Carrefour; le compro spesso e le lascio nel mio cassetto in ufficio, pronte ad essere usate in qualsiasi occasione. Sono economiche e funzionano benissimo!

– L’Erbolario, Crema Mani al Limone; mi era stata regalata da un’amica ad un compleanno, ma non mi è piaciuta affatto! Aveva una consistenza in mousse sicuramente non adatta alla confezione in tubetto (il prodotto usciva sempre e si depositava sul tappo) e per di più non profumava di limone, bensì di citronella. L’avessi aperta qualche mese prima, l’avrei usata in estate sulle gambe al posto dell’Autan! Infine, come ciliegina sulla torta, non idratava per nulla. Non so quanto costi, ma se avete le mani secche vi consiglio di stare alla larga da questo prodotto!

– Yves Rocher Hydra Vegetal gel detergente; anche questo mi era stato regalato con una cartolina. Usato una volta sul viso (era troppo aggressivo per la mia pelle delicatissima!), l’ho terminato come sapone per le mani. L’unica cosa che vi posso dire è che il profumo era freschissimo!

– Bioderma, Sensibio A/R; vi rimando alla review che ne avevo fatto *qui*. Confermo tutto ciò che avevo già detto, aggiungendo che ho imparato la stagione perfetta per usarla: l’estate. Infatti per quando fa caldo è un’ottima crema. Arrivederci all’anno prossimo!

20141110_102556

– Nars Crema Colorata Light 1; una commessa gentilissima di Sephora, vedendomi sbavare guardare lo stand Nars, mi aveva regalato questo campioncino di crema colorata con spf 45, se non sbaglio. Mi è piaciuta molto! Si stendeva bene, aveva una buona coprenza e durava a lungo sul viso. Al momento ho mille miliardi di cose da terminare, ma più avanti potrei farci un pensierino.

– campioncino di profumo sondaggio Ipsos; lo scorso mese ho partecipato ad un sondaggio sui profumi. Questo mi era piaciuto molto, ma purtroppo non potrei ricomprarlo in quanto non viene comunicato il nome del prodotto (penso per evitare condizionamenti nei partecipanti). Peccato!

Bene, per questo mese è tutto; e voi, cosa avete terminato ad ottobre? Abbiamo qualche prodotto in comune? Ora corro a leggere il post della mia amica Fatina!

A presto!

20140808_194307

Un mese in 5 punti…luglio!

Buongiorno a tutte fanciulle! Da oggi inizio una nuova avventura sul mio blog, ovvero scriverò a cadenza mensile un post per raccontarvi le  5 “cose” (non mi viene termine più adatto, sorry) che hanno caratterizzato il mese. Ovviamente l’idea non è mia, ma della mia amica Bridget Jones del blog L’eleganza del riccio, che già da diverso tempo pubblica questo post davvero interessantissimo.

Dai prossimi mesi lo pubblicheremo in collaborazione (se così si può chiamare; in realtà sono io che mi intrufolo nella sua routine! 😛 ), ma questa volta io sono in terribile ritardo e quindi mi accodo semplicemente. Vi linko qui il post che Bridget Jones ha pubblicato la scorsa settimana.

Bando alle ciance, partiamo subito!

  • Essence SunClub All in One nella colorazione 02

20140808_192105

Lui è stato sicuramente  il prodotto truccoso che ha caratterizzato il mio mese di luglio. Nello specifico lo uso sia da blush che da illuminante: l’angolo in basso a destra regala un bellissimo colore bronzato/corallo scuro (come descrivo i colori io…nessuno mai, eh!!?) alle mie gote (rendendole molto estive), mentre applico la parte chiara in altro come illuminante sugli zigomi. Allora, la durata non è eccezionale, ma il profumo….il profumo di cocco che la cialda emana, mi manda letteralmente in brodo di giuggiole!

  • Avene Antirougeurs Fort

20140808_192236

Il mese di luglio è stato caratterizzato da continui sbalzi termici (caldo, freddo, caldo, freddo…) e la pelle sensibile del mio viso ne ha risentito con rossori più accentuati del solito. Il siero di Avene è stato il mio più grande alleato; applicato al posto della crema viso nei momenti di couperose intensa, riusciva a risolvermi il problema nel giro di una decina di ore. Lo adoro, non c’è altro da dire! 😉

  • Il buio oltre la siepe

673434

Libro di luglio, senza ombra di dubbio, è stato Il Buio oltre la siepe di Harper Lee. Questo romanzo ha suscitato in me un tripudio di emozioni, tutte bellissime e positive. La storia è scorrevole e attraente, tanto che interrompevo la lettura a malincuore. Mi sento di consigliarlo a tutti!

  • Momento imbarazzante….ehm…..

Prendo momentaneamente coscienza del fatto che, dopo la mia rivelazione, le quotazioni del mio blog scenderanno a picco e tutti i miei seguaci scapperanno a gambe levate. Io ho una passione sfegatata per il telefilm Last Cop – l’ultimo sbirro; su Raiuno, dal mese scorso, trasmettono le puntate inedite della terza serie e io, il mercoledì sera, non me ne perdo una. Ridete pure, ma io credo di avere una sorta di cotta adolescenziale per il protagonista Henning Baum, di cui vi pubblico una foto…

l-attore-tedesco-henning-baum-249223

  • Yankee Candle

20140808_194307

Un luglio piovoso e dai connotati autunnali si è accompagnato bene con la mia nuova Yankee Candle, acquistata coi saldi, al profumo Vanilla Satin. E’ vanigliata, ma non stucchevole; è raffinata, ma anche fresca e persistente. E’ dolce, ma ha al suo interno anche qualche nota fiorita. Se la trovate ancora (a tal proposito non ho capito una cosa: ma le YC che vanno in offerta, sono solo le edizioni limitate? Quindi questa profumazione, finita la mia scorta, non la troverò più?), vi consiglio di concederle una sniffata!

Bene, ecco il mio mese di luglio in cinque punti! Ringrazio ancora Bridget per avermi permesso di accodarmi alla sua idea e di partecipare a questo genere di post. Quali sono stati i vostri punti cardinali del mese di luglio? Vi aspetto nei commenti!

Un bacione

20140312_114254

Caudalie, Eau de Raisin – Review

Buongiorno a tutte!

Oggi vorrei parlarvi di uno dei prodotti più famosi della Caudalie, ovvero L’eau de Raisin.

20140312_114254

Pur utilizzando questo prodotto da dicembre, è difficile per me recensire un prodotto simile ad un’acqua termale (non possiede, infatti, ingredienti e caratteristiche tali da apportare visibili cambiamenti alla mia pelle); quindi oggi vi racconterò le sue caratteristiche e le mie sensazioni nell’utilizzo.

Il prodotto si presenta in una bomboletta spray da 200 ml e indica di essere adatto alle pelli sensibili; ribadisco, per chi leggesse da poco il mio blog, di essere “affetta” da couperose, unita ad una pelle estremamente sensibile. Proprio in un momento di rossori molto più marcati sul mio viso avevo acquistato l’Eau de Raisin immaginandone i benefici sulla pelle; avevo, infatti, letto sul web che i frutti rossi e l’uva aiutano la circolazione e di conseguenza anche la couperose.

Sulla bomboletta si può leggere: 100% uva bio. Estratta dall’uva durante le vendemmie, questa rugiada lenisce, rinfresca ed idrata la pelle in qualsiasi momento della giornata. Senza conservanti. Senza profumo. Non è necessario tamponare dopo l’applicazione. Contro i test sugli animali.

La prima caratteristica di questo prodotto che mi sento di segnalarvi è il suo colore bruno; non lascerà segni molto visibili sulla pelle, ma al mattino (dopo averla applicata la sera in fase di struccaggio) noto sul dischetto di cotone un lieve alone scuro, quindi un residuo del prodotto. Applicata al mattino, prima del make-up, non altera l’effetto del fondotinta e della base, ma ci tengo a sottolineare che non è totalmente trasparente.

20140312_114325

In questa foto ho voluto mostrarvi le goccioline scure del prodotto

Io la vaporizzo al posto del tonico alla fine della detersione e lascio che si asciughi naturalmente, senza tamponarla. Rispetto ad una normale acqua termale noto che secca meno la pelle, ma la differenza tra i due prodotti non è così spiccata.

Non ha avuto effetti positivi eclatanti sulla mia couperose, ma nei momenti di peggior flush ha comunque contribuito ad un lento e lieve effetto calmante (unita ad altri prodotti ovviamente).

In conclusione, ritengo che l’Eau de Raisin non sia poi così differente dall’acqua Termale Avene; entrambe sono acque spray che contribuiscono a lenire gradualmente (soprattutto con un utilizzo costante) la pelle stressata. Credo che questa di Caudalie sia una valida alternativa per chi volesse alternare le varie marche (blasonate) presenti sul mercato e per chi, come me, le utilizzasse al posto del tonico (la mia pelle molto sensibile mal tollera quasi tutti i prodotti specificamente destinati a questo scopo!).

Il prezzo è in linea con altre acque termali, ovvero circa 8 € per 200 ml di prodotto. Vi posto anche una foto degli ingredienti.

20140312_114344

Buona settimana a tutte!

20131028_200649

Avene Tolérance extreme Crema – Review

Buongiorno fanciulle e benvenute a tutte nel mio blog!

La recensione di oggi riguarda la crema Avéne Tolerance Extreme, dedicata alle pelli ipersensibili ed allergiche.

20131028_200649

Questa crema mi è stata consigliata dal mio dermatologo per la stagione invernale. Piccola doverosa premessa riguarda la pelle del mio viso: si potrebbe definire mista in quanto tende a lucidarsi molto sul naso, ma anche terribilmente secca sulla fronte e sulle guance, nonché sensibile e soggetta da couperose (un disastro, insomma!).

Tornando all’oggetto della recensione di oggi, mi sono trovata abbastanza bene con questo prodotto (che ho praticamente terminato, credo siano rimaste solo un paio di applicazioni) che però non è diventata La crema con la L maiuscola, ovvero l’amore della mia vista cosmetica.

Innanzi tutto è molto corposa e idratante, per questa ragione mi sento di consigliarla per il periodo invernale a persone con la pelle secca o, eccezionalmente, mista. La sconsiglierei totalmente alle pelli grasse e soprattutto d’estate. E’ sufficiente pochissimo prodotto per idratare perfettamente tutto il viso, quindi un flacone durerà diversi mesi.

La crema, a quanto riporta la confezione, non contiene conservanti, profumo e tensioattivi.

20131028_200709

E’ una crema perfetta per le pelli sensibili e reattive: pur non essendo specifica per la couperose, è stata in grado di tenermi a bada i rossori per tutto il periodo invernale e freddo, escluse poche eccezioni nei periodi di forte stress. Se il vostro problema è un’intolleranza ai principali cosmetici credo che questo prodotto potrebbe sorprendervi positivamente!

Quanto all’assorbimento, qui si presenta il primo difetto: la crema impiega molto tempo per scomparire totalmente dalla pelle. Probabilmente questo inconveniente è dovuto all’effetto barriera oppure alla formulazione molto densa del prodotto, ma lascia uno strato appiccicoso per diversi minuti sul viso. Nonostante ciò io l’ho utilizzata anche come base trucco (facendo trascorrere circa un quarto d’ora tra l’applicazione della crema e quella del make-up) e non mi ha creato particolari problemi di lucidità sotto al fondotinta (in particolare ho utilizzato per tutto il periodo questo fondo sempre della marca Avene).

Pur avendo una formulazione così ricca non mi ha dato problemi di impurità, anzi. Ammetto che la mia pelle non è mai stata così sana come in questo ultimo periodo, escludendo ovviamente i brufoli del periodo natalizio (forse e sottolineo FORSE dovuti all’incredibile quantità di dolci che sono riuscita a trangugiare! :-P).

Difetto incredibile, a mio avviso, è il packaging; non so che diamine sia venuto in mente ad Avene, ma il dosatore è una sorte di marchingegno letale. Provo a spiegarmi, ma non sarà facile, dovreste vedere per capire. Schiacciando il tubetto della crema appare, come per magia, un piccolo piripicchio (termine altamente tecnico) che spruzzerà la crema in ogni dove. So che, descritto così, potrebbe sembrare poco fine, ma vi prego di non essere maliziosi! 😀 Questo meccanismo dovrebbe preservare il prodotto dall’aria, ma secondo me andrebbe sistemato un po’. Mister Avene, se mi stai leggendo, per favore mettiti nei panni di noi povere fanciulle addormentate al mattino e crea qualcosa di più semplice, ti prego. Innanzi tutto è impossibile dosare il prodotto, in secondo luogo questo piripicchio (a-ri-daie!)  a volte si incanta, quindi viene istintivo e automatico esercitare una pressione maggiore e TAAAAAAC eccovi servita una quantità di crema sufficiente per tutti i visini del quartiere. A questo punto, dal momento che non è un prodotto propriamente economico (su questo punto ci soffermeremo in seguito) io travasavo tutta quella mole di crema indesiderata in una piccola jar e, quindi, il concetto di preservare il prodotto dall’aria andava a farsi friggere.
20140208_104854
Soffermiamoci, dunque, sul discorso prezzo; il flacone costa ben 23 €. So che i prodotti di farmacia (ai quali mi affido totalmente per la cura del viso) non sono propriamente economici, ma una cifra così alta, a mio avviso, in questo caso non è giustificata dal prodotto non propriamente eccellente. Inoltre il packaging infernale innovativo mal riuscito non giustifica il prezzo, anzi.

In conclusione credo che questa crema sia discreta/buona, ma non ottima e la boccio sotto diversi profili: prezzo, lento assorbimento e packaging.

E voi, l’avete mai provata? Avete riscontrato i medesimi difetti?

 

20131014_222342

Avene Couvrance – Creme de teint compacte 01 Porcelaine – Review

Buongiorno fanciulle!

Oggi sono totalmente afona, quindi non posso registrare i video che mi ero riproposta di caricare su You Tube, ma ne approfitto per scrivere la review di un prodotto che ultimamente vi ho mostrato spesso nei miei post su l’Uso consapevole dei miei trucchi.

Sto parlando del Fondotinta compatto di Avene, che io possiedo nella colorazione 01 Porcelaine (la più chiara in commercio) nella formulazione Oil Free.

20131014_222342

Questo è il mio fondotinta da tutti i giorni e ammetto di trovarmici molto bene, anche se è stato fondamentale trovare un metodo adatto per la sua applicazione. Il colore è perfetto per me e mi sembra che abbia un sottotono leggermente freddo.

Cerco di partire dal principio descrivendovi il packaging; il prodotto (in crema compatta) è racchiuso in una confezione di plastica resistente a “cozza” con due scompartimenti: il primo contiene una spugnetta in lattice, il secondo contiene il prodotto e uno specchietto. A tal proposito apprezzo il fatto che lo specchietto sia accanto al prodotto, il che lo rende adatto anche per ritocchi fuori casa, senza l’inconveniente di dover alzare ed abbassare il coperchio intermedio (dopo aver prelevato il fondotinta con la spugnetta) per osservarsi allo specchio.

Io, però, ho utilizzato raramente la spugna in dotazione, perchè conferisce un look troppo cakey e poco naturale; in genere la riservo per applicazioni mirate là dove mi serve una maggiore coprenza (magari sui brufoletti che compaiono naturalmente in certi giorni del mese 😉 ).

L’applicazione più soddisfacente di questo prodotto si ottiene, a mio avviso, con un pennello duo-fibre, in particolare io utilizzo l’Elf Stipple Brush (click QUI per la review); roteo il pennello dapprima sulla superficie del prodotto e poi sul mio viso, concentrandomi su una zona alla volta (prima guance e naso, poi mento e quella parte sotto il naso, infine fronte).

Il prodotto ha la particolarità di asciugarsi rapidamente sul viso, quindi vi consiglio un’applicazione settoriale, per riuscire a sfumare subito il prodotto ed evitarne gli accumuli in determinati punti.

La coprenza è medio-alta e con questi accorgimenti riesco ad evitare l’odioso effetto “finto” e poco naturale sulla pelle; inoltre regala un aspetto opaco ma luminoso all’incarnato. Potrebbe sembrare un’ossimoro, ma vi assicuro che con questo fondotinta riesco a tenere a bada per molte ore l’effetto lucido della zona T (per una mattinata intera), ma regalare comunque una luminosità sana e piacevole alla mia pelle.

Il fondotinta contiene, inoltre, una protezione spf 30, che è perfetta per proteggere la mia pelle con couperose dal sole autunnale cittadino senza necessità di applicare al di sotto alcuna crema solare.

In conclusione sono molto soddisfatta di questo prodotto e mi sento di consigliarlo a chi necessita di una coprenza medio-alta, ma vuole tenere a bada l’effetto lucido ed evitare un aspetto troppo “costruito”. Il fattore di protezione, inoltre, lo rende un perfetto prodotto per sentirsi protette anche in questo periodo.

20131014_222404

Il fondotinta costa € 22 e contiene 9,5 grammi di prodotto.

Buon sabato a tutte!