Archivio della categoria: Matite occhi

SAM_1978

Un mese in 5 punti!

Che ci crediate oppure no, questo mese sono riuscita ad essere puntuale! Il che è un evento più unico che raro, paragonabile soltanto all’elezione di una papessa donna o ad un barattolo di Nutella senza calorie. Quindi gioite con me, mi raccomando! 😉

Prima di partire a raffica raccontandovi i cinque punti che hanno caratterizzato il mio mese di giugno, vi ricordo che il post è in collaborazione con la simpaticissima Bridget del blog L’eleganza del riccio Beauty Blog e che *qui* potrete trovare il suo post del mese.

  • Sephora Colorful Blush n. 05 Sweet on You!

SAM_1984

Come ben saprete, giugno è stato il mese delle vendite private di Sephora. Un giorno, recatami nel punto vendita vicino al mio ufficio per acquistare (una volta tanto!) una cosa che mi serviva davvero, ho visto, vicino alle casse i nuovi blush della linea di Sephora. Da quanto ho capito ne hanno riformulato la composizione, hanno cambiato leggermente il packaging e hanno aggiunto qualche tonalità a quelle che erano già presenti. Dunque, in coda alle casse ho swatchato il tester di questo blush e amore fu. Anche perchè era esattamente la tonalità che cercavo dopo aver visto qualche puntata dell’ultima serie di Sex And The City; Carrie, infatti, ha sempre delle gote bellissime, con blush dai toni pescati e molto luminosi (ma mai brillantinati).

 

carriemakeupmain

Fonte: http://the-toast.net/2013/07/17/contouring-and-sex-and-the-city/

Io, che sono facilmente influenzabile, ho cercato in lungo e largo una tonalità simile, fino a quando ho trovato lui. Vi assicuro che la durata è ottima (lo strucco praticamente intatto alla sera) e il colore meraviglioso: luminoso, ma per nulla esagerato e senza brillantini visibili. Insomma, è stato il blush del mese e qualcosa mi dice che sarà anche il protagonista della mia estate 😉

  • Pennello Real Techniques Stippling Brush

SAM_1815

Facciamo un piccolissimo passo avanti e parliamo del pennello con cui mi sto trovando benissimo a stendere i blush (compreso quello di cui vi ho parlato poc’anzi). E’ piccolino, il che lo rende perfetto per la zona delle guance; è un duo-fibre, pertanto evita delle applicazioni troppo “cariche”, ma permette di stratificare bene il prodotto raggiungendo l’intensità desiderata; infine è rosa….devo aggiungere altro? 😛

  • Sephora Ombre à paupieres & Crayon Colorful Matte n. 33 Secret Boudoir

SAM_1978

Siori e siore, vi presento un altro figlio delle vendite private di Sephora di giugno…yeah! Ero alla disperata ricerca di un ombretto in crema matte e dalla tonalità neutra, che potessi utilizzare per il famosissimo “makeup no makeup” e per neutralizzare il rossore perenne delle mie palpebre. Sì perchè, dovete sapere, che io sono bianca lattea, ma le mie palpebre raggiungono sfumature di rosso che neanche le fragole di stagione. Dunque ho scelto questo matitone da applicare “in scioltezza” la mattina, abbinandolo ad una semplice riga di matita marrone e al mascara. Innanzi tutto vi dico subito che, senza primer al di sotto, non dura niente (almeno, questo è ciò che succede sulle mie palpebre estremamente oleose). Abbinandolo ad un primer, però, mi piace davvero molto: il colore (perfetto per il mio incarnato) regala un aspetto sano e riposato alle mie palpebre, perfetto per i trucchi rapidi del mattino.

  • Kitchen, Banana Yoshimoto

20150607_132851

Avevo questo libro in libreria da quasi un anno, ma non so per quale motivo solo a giugno mi sono decisa a leggerlo. E’ il secondo libro che leggo di questa autrice ed entrambe le volte sono rimasta affascinata dal suo stile di scrittura: leggiadro, elegante ed efficace. In questo romanzo (che in realtà racchiude due racconti lunghi), la Yoshimoto affronta temi importanti, quali la morte, la famiglia e l’omosessualità. Il tutto viene narrato senza pregiudizi o preconcetti e in modo estremamente delicato. Ho già provveduto ad acquistare un ulteriore romanzo della scrittrice giapponese, vedremo se mi trasmetterà le medesime sensazioni piacevoli 😉

  • Monique al mare!

20150621_123121

A giugno ho finalmente potuto fare il primo bagno della stagione al mare. Che, per una come me che abita a Torino, è un evento importante, da segnare sul calendario e da trascrivere negli annali. In questa occasione ho potuto sperimentare i miei nuovi solari 2015, rimanendone estremamente soddisfatta (quest’anno punto su La Roche Posay per il corpo, Vichy per il viso e Lancaster per i capelli). Voi, bellissime pulzelle che mi leggete e che abitate in una città di mare, sappiate che vi invidio tantissimo -.-

Bene, ecco il mio mese di giugno raccontato in cinque punti. Com’è stato il vostro? Avete anche voi cominciato ad andare in spiaggia?

Ma soprattutto vi chiedo: avete altri romanzi di Banana Yoshimoto da consigliarmi?

Alla prossima!

 

20140712_103205

My top 5 Powder Room Products – #dramatag

Buongiorno fanciulle!

E’ arrivato il momento di partecipare ad un *nuovo* Dramatag, con soli due mesi di ritardo :-/ Ma l’importante è partecipare, giusto??? 😉

Oggi vi racconterò quei miei cinque prodotti da ritocco fuori casa, che generalmente porto con me in borsetta per poter essere sempre impeccabile. Vi metto *qui* il link al post di Drama, l’ideatrice di questo tag 😉

Premetto subito che i miei restauri, durante il giorno, sono tendenzialmente ridotti al minimo e che odio portarmi troppe cose in borsa (già così rientra nella categoria pesi massimi…u.ù); in genere ho una make-up bag con contenuto fisso, nella quale inserisco in modo variabile il prodotto labbra che ho applicato al mattino.

20140712_103205

Il primo prodotto, per me fondamentale, sono le salviettine assorbi sebo. Al momento sto usando quelle di Essence (che vi avevo recensito *qui*), ma sono curiosa di provare la versione di Kiko (ne ho letto opinioni positive da Misato 😉 ). In genere le tampono qua e là sul viso per contrastare le lucidità. Mi piacciono perchè non impegnano, ovvero…posso utilizzarle senza combinare grandi danni anche quando non mi trovo nel luogo adatto. Zac zac, così, sul viso…e via!

Lo step successivo è quello della cipria; spesso, infatti, dopo aver opacizzato il viso con le veline, uniformo la base con la cipria. In questo momento sto utilizzando quella della linea base di Elf: ha una confezione molto comoda e davvero compatta (perfetta per la borsa), ma purtroppo ha una colorazione spiccatamente gialla. Per i ritocchi on the go mi posso accontentare 😉

Nei giorni in cui un grazioso e indifeso (te possino….!) brufolo ha deciso di trasferire la sua residenza sul mio viso, non possono mancare di certo i ritocchi col correttore. Ne tengo, comunque, sempre uno di emergenza nella pochette, per scongiurare e nascondere anche quelli nati all’improvviso, nell’arco della giornata, a mia insaputa. Nel caso specifico vedete lo Skin Evolution di Kiko nella tonalità 01.

Spesso mi vedo costretta a ritoccare anche la matita occhi, soprattutto quando quella che ho applicato al mattino è colata o si è volatilizzata nel nulla. Cerco di portarmi matite automatiche che non necessitino del temperino. In questo caso ne vediamo una della Revlon (che vorrei terminare) come rappresentante della categoria.

Infine, dulcis in fundo, il re dei ritocchi è lui: il prodotto labbra. Perchè è quello che, in genere, scompare prima o che devo risistemare dopo un pranzo o una bevuta. Questo prodotto non è mai fisso e porto con me quello che ho applicato al mattino; in questo caso vedete il matitone L’Oreal Glam Shine Balm Gloss 901 Sorbet Rose, un prodotto passepartout che utilizzo spesso, soprattutto per i trucchi giornalieri.

Eccovi svelato il contenuto della mia pochette dei ritocchi; e voi, cosa portate con voi in borsetta? Più o meno le stesse cose mie? Avete suggerimenti da darmi? Scrivetemi tutto nei commenti!

Baci

20130922_125007

Matita kajal nera Dolomia (Unifarco) – Review

Questa mattina, approfittando di uno sprazzo di sole, sono riuscita a fare qualche foto per il blog, ergo, posso recensire qualche prodotto 🙂

Inizierei subito dalla mia matita occhi nera preferita; una premessa però è d’obbligo, non utilizzo questo prodotto nella rima interna (la cosiddetta water line), in quanto trovo che tutte le matite, applicate lì dentro, mi rimpiccioliscano gli occhi (che già non sono propriamente molto grandi, purtroppo 🙁 ). La mia recensione di oggi, quindi, sarà per un uso esterno (concedetemi il termine 😉 ), da applicare come eyeliner o da sfumare leggermente per definire la rima cigliare superiore o inferiore.

20130922_125007

Detto questo, ora vi parlerò del prodotto, che avevo acquistato qualche mese fa nella mia farmacia di fiducia, in un cofanetto mascara+matita. Ammetto di essere partita prevenuta: “una matita occhi comprata in farmacia non avrà mai la stessa resa e le stesse qualità rispetto a quelle vendute in profumeria!”, pensavo. E ammetto di essermi sbagliata alla grande!

Tenete conto che quando ho iniziato ad utilizzarla ero reduce da un periodo di I Love Rock di Essence (che peraltro ancora possiedo e non so come finire…suggerimenti?), matita molto nera, ma altrettanto “mobile” e “ballerina” in quanto, quando la applicavo sugli occhi, me la ritrovavo, dopo poco tempo, colata in qualsiasi posto del viso! Questa matita della Dolomia, invece, pur avendo un tratto nero ben marcato e molto intenso, rimane lì dove la metto, senza depositarsi e sgretolarsi dispettosa sulle rughette del mio contorno occhi.

E’, inoltre, facilmente sfumabile (al fondo della matita c’è uno sfumino molto comodo) e molto morbida (non “gratta” affatto la zona delicatissima della palpebra). Sono molto soddisfatta di questo prodotto e sicuramente lo ricomprerò una volta terminato (e quando sarò riuscita anche a far fuori finire la mia I Love Rock).

20130922_125059

Una sola passata di matita

20130922_125122

Matita sfumata grazie allo sfumino in dotazione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ora qualche dato tecnico:

– il colore è il numero 91, seppia;

– il marchio Dolomia fa parte della Unifarco, quindi è venduto nelle farmacie;

– il costo dovrebbe aggirarsi intorno ai 7/8 €, anche se, avendola acquistata in un kit con mascara, non posso essere più precisa;

– il PAO è di 36 mesi;

– la matita è in legno, dunque temperabile.

Vi consiglio dunque di dare un’occhiata a questo prodotto, io ne sono rimasta piacevolmente colpita!

Buona domenica a tutti!