Archivio della categoria: Misure anti-crisi

20140608_175009

Mi strucco con le salviette bimbi, sì o no? Mustela 0% profumo – review

Buongiorno a tutte fanciulle!

La review di oggi sarà un po’ particolare e riguarderà un prodotto utilizzato in modo differente rispetto al suo scopo.

Ultimamente gira sul web (su You Tube in particolare) la pratica di utilizzare le salviette per bimbi per struccarsi il viso. Sicuramente vi starete chiedendo il perchè di questa cosa, quando in ogni supermercato ci sono innumerevoli marche di salviettine mirate espressamente allo struccaggio.

Il motivo è semplice: le confezioni dedicate ai bimbi contengono un numero maggiore di salviette (in genere sopra i 60) ad un prezzo contenuto.

Curiosa come sono, non potevo esimermi dallo sperimentare questa nuova moda e mi sono procurata un pacchetto di salviettine per il sedere…ehm, il viso.

Per correttezza, inoltre, chiarisco di aver deciso di scrivere questa recensione dopo averne letta una simile (sempre salviette bimbi, seppur di differente marca, ad uso di struccante) sul blog Le Chat Noir. Dunque, vi consiglio di andare a leggere anche la sua esperienza per aver un quadro completo di questo nuovo metodo di strucco 😉

20140608_175009

La mia scelta è ricaduta sulle salviette Mustela senza profumo per pochi e fondamentali motivi:

– economiche. Solo 1,99 € per 70 salviette (accaparrate nella farmacia di fiducia!)

– senza profumo. A volte le fragranze molto intense mi nauseano, soprattutto sul viso.

– dotate di sportellino in plastica per chiudere il pacchetto.

Piccola premessa: io non uso spesso le salviettine sul viso. Preferisco sicuramente uno struccante occhi (qui e qui due che ho provato) e un latte detergente (qui il mio holy grail). Ci sono volte, però, in cui vado terribilmente di fretta e non ho voglia di rispettare tutti i passaggi, nonchè occasioni in cui rimuovo il trucco del mattino (sommariamente) per procedere al trucco della sera. In questi casi trovo utilissime le salviette!

La mia esperienza con queste salviette dedicate al cambio dei bimbi non è stata particolarmente positiva; le ho trovate poco “bagnate” e quindi poco efficaci nella rimozione del make-up.

Se la cavano tutto sommato bene con una base viso molto leggera (fondotinta in polvere e blush), ma cominciano a vacillare di fronte ad un fondo liquido siliconico. Per non parlare delle enormi dificoltà che ho riscontrato utilizzandole per rimuovere il trucco occhi! E’ necessario sfregare parecchio (sigh, sob), per ottenere risultati appena soddisfacenti.

Inumidendole leggermente con acqua tiepida aumentano il loro potere pulente, ma comunque non sono in grado di eliminare alla perfezione uno smoky o un trucco carico.

In definitiva boccio senza riserva le salviette Mustela per rimuovere il make-up, ma ovviamente non posso esprimermi circa al loro utilizzo canonico, sui sederini dei bimbi 🙂

Sperimenterò in futuro altre marche di salviette bimbi per rimuovere il trucco e vi terrò aggiornate sulle prestazioni migliori in termini di efficacia/prezzo. Perchè a volte poter risparmiare è cosa gradita a tutte 😉

20140608_172519

20131015_094102

Chiacchieriamo un po’…pazzi per le offerte sì o pazzi per le offerte no?

Eccoci con un altro appuntamento con la rubrica “chiacchieriamo un po’”!

Oggi una piccola riflessione su un fenomeno che sta prendendo il via a casa mia, l’accattonaggio, se così possiamo chiamarlo.

Non so se vi è capitato di guardare quel programma televisivo in cui le persone (americane) riescono a fare la spesa gratis (o quasi) utilizzando coupon e che adibiscono stanze della casa a magazzino per contenere le scorte interminabili di prodotti messi nel carrello per il solo fatto che “costavano poco”.

Hanno nelle loro cantine dei veri e propri arsenali di bagnoschiuma, dentifrici o salse di pomodoro che non termineranno (probabilmente) nemmeno in una vita intera.

Qui da noi non è possibile fare la spesa utilizzando questi coupon al posto del denaro, però noto che l’accaparramento ha preso piede sempre di più e che anche io ne sono vittima.

Mi ritrovo a consultare con foga i volantini delle offerte e a comprare prodotti che al momento non mi servono per il solo fatto che sono in offerta, in base al principio che prima o poi mi serviranno e tanto vale acquistarli ora che costano meno.

Così comincio a ritrovarmi scorte di shampoo (perché due erano al prezzo di uno), di balsami per capelli (costa così poco? Compriamolo!), di bagnoschiuma (tanto le docce in estate vanno come il pane) o di detergenti intimi (qui preferisco non puntualizzare). In un periodo di crisi sembra che le società ci stiano invogliando così agli acquisti: prendiamoli per le offerte!

E nonostante la scatola delle mie strisce depilatorie per il viso sia ancora quasi intatta, ne ho comprata un’altra perché da Tigotà costava solamente 2,99 € ed è stata momentaneamente accantonata nell’armadietto del bagno insieme ad altre scorte. Per non parlare dei bagnoschiuma profumatissimi in offerta a soli 1,90 €….

Quando finirò tutti questi prodotti accumulati? Mah, forse mai! E se facessi il conto di tutte queste scorte che ho acquistato perché in offerta e che ho accumulato nell’armadietto in attesa di utilizzarli, beh, forse avrei risparmiato di più ad acquistare i prodotti al bisogno, anche senza offerte.

Sembra essere in un circolo vizioso, una volta entrati in questo tunnel del risparmio/accumulo è difficile uscirne.

E voi, siete pazzi per le offerte? Anche voi, come me, preferite accantonare i prodotti ma comprarli a qualche euro in meno?

Aspetto con ansia le vostre opinioni a riguardo!

Le mie misure anti-crisi…non si butta via nulla!

In questo periodo, è proprio vero, non si butta via nulla 😉

E così vi rendo partecipi di quelle che sono le mie personali misure anti-crisi, almeno nei cosmetici, per cercare di utilizzare tutto fino all’ultima goccia!

– sicuramente, una prima sana abitudine, è quella di tagliare le confezioni per riuscire a prelevare tutto, ma proprio tutto il prodotto, anche quando sembrerebbe finito; vi posso assicurare che nei meandri delle confezioni si ferma sempre taaanta roba da poter prelevare con le dita 😉

– io utilizzo le saponette per lavarmi le mani; quando rimangono dei pezzi molto piccoli di saponetta (che è impossibile e difficilissimo utilizzare) io li conservo in una jar e li sminuzzo il più possibile. Potrete così utilizzare questi “scarti” per la manicure (in una ciotola sciogliete qualche pezzettino di saponetta in tanta acqua calda, mettete in ammollo le mani per 10 minuti e così le cuticole si ammorbidiranno per bene) oppure, quando ne avrete raccolti tanti, scioglierli in un pentolino con poca acqua e creare una nuova saponetta!

– il vostro deodorante non funziona oppure avete provato l’allume di rocca, ma non è sufficiente in questi giorni caldi? Utilizzate entrambi i metodi! Prima passate la pietra bagnata sulle ascelle e poi (quando sarete asciutte) applicate anche il deodorante poco efficace. L’azione combinata dei due metodi vi permetterà, almeno, di portare a termine il prodotto che non vi soddisfa!

– ultimo consiglio per gli smalti: si sono seccati? E’ diventato difficile applicarli? Mettete qualche goccia di alcool Buongusto nel flaconcino e agitate… in questo modo sarà nuovamente utilizzabile 😉 Rimane però fermo il consiglio di conservare gli smalti in piedi e possibilmente in una scatola chiusa, in questo modo si seccheranno molto meno!

 

Spero di esservi stata utile…ciao!