Archivio della categoria: Skincare – Cura del Viso

20141110_102500

I prodotti bye bye di Sara e Monique! #9

Buongiorno fanciulle e benvenute al consueto appuntamento con i prodotti terminati del mese. Ovviamente è sempre in collaborazione con la dolcissima Sara Fatina del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione.

Il mese di ottobre è stato molto proficuo dal punto di vista dello smaltimento e ciò mi rende incredibilmente fiera di me! Ovviamente non sono ancora riuscita a smaltire prodotti make-up, ma prima o poi ce la farò, abbiate fede 😉

20141110_102334

– Caudalie, Eau de raisin; non mi soffermo più di tanto su questo prodotto in quanto ve ne avevo già fatta la recensione *qui*, ma mi sento solo di dire che è una comunissima acqua termale, come tante altre. Al momento ho flacone gigante di acqua termale Avene da terminare, quindi non penso di ricomprarla.

Bottega Verde Bagnoschiuma al Frangipanei bagnodoccia di questa marca mi piacciono sempre molto, in quanto hanno delle buonissime profumazioni, tantissimo prodotto all’interno (400 ml), sono molto delicati sulla pelle e non costano uno sproposito. Nello specifico acquisto molto spesso questa profumazione che è una delle mie preferite per la primavera/estate. Ora però ho cambiato fragranza (ho acquistato quella al cioccolato…gnam gnam!) per amore delle novità.

– Yves Rocher Crema Corpo Agrumi in fiore; questo flacone di crema corpo mi era stato regalato con una cartolina clienti. Sebbene io non ami alla follia gli idratanti di questa marca, questo nello specifico mi è piaciuto tantissimo! Era abbastanza idratante, si assorbiva in fretta (cosa fondamentale in quanto lo usavo in palestra dopo la doccia) e lasciava sul corpo un profumino delicato. La confezione, inoltre, permetteva di sfruttare tutto il prodotto senza problemi.

– Dischetti di cotone Carrefour Discount; non mi soffermo più di tanto su questi dischetti che adoro e che ricompro ogni mese! Qui ve ne avevo parlato nello specifico.

20141110_102500

– Dischetti Levatrucco Simply; acquistati in offerta nel supermercato della mia zona, mi sono piaciuti abbastanza. Continuo a preferire i quadrotti di Cotonet, ma per il prezzo che hanno (meno di 1 euro per 40 maxi dischetti), non sono male. Forse un po’ troppo sottili per le mie esigenze (io li uso per struccarmi il viso).

– Carta igienica umidificata Carrefour; le compro spesso e le lascio nel mio cassetto in ufficio, pronte ad essere usate in qualsiasi occasione. Sono economiche e funzionano benissimo!

– L’Erbolario, Crema Mani al Limone; mi era stata regalata da un’amica ad un compleanno, ma non mi è piaciuta affatto! Aveva una consistenza in mousse sicuramente non adatta alla confezione in tubetto (il prodotto usciva sempre e si depositava sul tappo) e per di più non profumava di limone, bensì di citronella. L’avessi aperta qualche mese prima, l’avrei usata in estate sulle gambe al posto dell’Autan! Infine, come ciliegina sulla torta, non idratava per nulla. Non so quanto costi, ma se avete le mani secche vi consiglio di stare alla larga da questo prodotto!

– Yves Rocher Hydra Vegetal gel detergente; anche questo mi era stato regalato con una cartolina. Usato una volta sul viso (era troppo aggressivo per la mia pelle delicatissima!), l’ho terminato come sapone per le mani. L’unica cosa che vi posso dire è che il profumo era freschissimo!

– Bioderma, Sensibio A/R; vi rimando alla review che ne avevo fatto *qui*. Confermo tutto ciò che avevo già detto, aggiungendo che ho imparato la stagione perfetta per usarla: l’estate. Infatti per quando fa caldo è un’ottima crema. Arrivederci all’anno prossimo!

20141110_102556

– Nars Crema Colorata Light 1; una commessa gentilissima di Sephora, vedendomi sbavare guardare lo stand Nars, mi aveva regalato questo campioncino di crema colorata con spf 45, se non sbaglio. Mi è piaciuta molto! Si stendeva bene, aveva una buona coprenza e durava a lungo sul viso. Al momento ho mille miliardi di cose da terminare, ma più avanti potrei farci un pensierino.

– campioncino di profumo sondaggio Ipsos; lo scorso mese ho partecipato ad un sondaggio sui profumi. Questo mi era piaciuto molto, ma purtroppo non potrei ricomprarlo in quanto non viene comunicato il nome del prodotto (penso per evitare condizionamenti nei partecipanti). Peccato!

Bene, per questo mese è tutto; e voi, cosa avete terminato ad ottobre? Abbiamo qualche prodotto in comune? Ora corro a leggere il post della mia amica Fatina!

A presto!

20140905_150815

I prodotti bye bye di Sara e Monique! #7

Buongiorno a tutte fanciulle!

Oggi vi propongo il consueto appuntamento mensile con i prodotti terminati, ovviamente in collaborazione con Sara del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione!

Questo mese (tanto per cambiare -.-) non ho terminato alcun prodotto di make-up; ma mi sono data da fare con i prodotti di cura della persona, dunque è andata tutto sommato bene.

20140905_145747

– Mustela Lait de toilet ml. 500; questo è il mio holy grail dei latti detergenti, nonchè mio fedele compagno di struccate quotidiane da ben due anni. Non posso che confermare e sottoscrivere la dichiarazione d’amore che gli feci a suo tempo nella review!

– Bottega Verde Scrub Mask all’albicocca; avevo acquistato questo prodotto con uno sconto da Bottega Verde (grazie al raggiungimento della soglia punti) prima che mi venisse diagnosticata la couperose e prima che il mio dermatologo mi proibisse ogni tipo di esfoliazione dal mio viso. Il prodotto, dunque, l’ho terminato utilizzandolo sul corpo e la mia opinione, oggi, non potrà esservi di aiuto. Sul corpo scrubba poco. Ma và?, penserete voi, è destinato al viso!

– Latte Corpo La voglia matta Cotton Candy 280 ml; vi avevo già mostrato questa crema nel post dedicato ai prodotti da palestra. L’avevo comprata all’outlet in offerta e in definitiva devo ammettere che non era malaccio. Il profumo era molto dolce, ma non stucchevole, la consistenza non era nè troppo liquida nè troppo densa e si assorbiva abbastanza in fretta. L’idratazione non era il massimo, ma nemmeno totalmente assente. Diciamo che non la ricomprerei, ma non mi ha nemmeno fatto schifo.

20140905_150743

– Carrefour papier toilette aloe; banalissime salviette che risiedono abitualmente nella mia borsa da lavoro. Le ricompro spesso perchè sono economiche e rinfrescanti.

– Piccolino salviette baby; avevo acquistato queste salviette al discount LD a 99 centesimi per tenerle in borsa (se vi dico Sephora Swatch potrete facilmente intuire a cosa mi servissero! 😀 ) e mi sono piaciute tantissimo. Erano ben imbevute, molto grandi, decorate con degli orsacchiotti (ammmmore!) e dal profumo talcato inebriante. Peccato che non le abbia più trovate. Ma dico io, perchè mi fate innamorare a questo modo di un prodotto per poi togliermelo dal commercio? Non si fa, no no.

Crema mani La Saponaria al Burro di Karitè; ho dedicato recentemente una review a questo prodotto, quindi non mi dilungo più di tanto. La scatola di latta ovviamente è già stata lavata per essere riutilizzata come ci insegna questo post del blog A Colourfullmess.

20140905_145845

– Omnia Botanica, maschera rigenerante per le mani; questo prodotto non è un terminato, ma un cestinato. Avevo ricevuto in regalo questa maschera acquistando una crema per le mani della medesima marca; il prodotto non solo era scomodo da usare (rimanere 10 minuti con un impacco sulle mani non è il massimo della vita, ecco. Moltiplicate per 10 i fastidi che riscontrate con lo smalto fresco: niente bagno, niente smartphone…), non solo era bianco (conteneva ossido di zinco) e appiccicoso, ma alla fine della fiera non serviva a nulla. Ho provato ad usarla due volte, poi è finita in fondo ad un cassetto; ora credo sia andata a male e la getto senza rimorsi.

– Lima Essence; tutta la blogosfera loda senza riserve le lime Essence, così mi decido a comprarne una, e il risultato è che mi ci trovo malissimo. Le cose, a questo punto sono due: questo modello è fallato (l’avrò usata al massimo due volte e poi è diventata totalmente liscia) oppure io vado contro corrente. Mah, mistero.

– Bionike Defence deo senza profumo; questo deodorante non era male e durava abbastanza, però, usandolo, ho avuto una piccola irritazione alle ascelle. Non so se la colpa sia stata sua o di qualcos’altro, ad ogni modo non sfido la sorte ricomprandolo.

– Bioderma Cicabio (campioncino); la farmacista mi aveva dato da provare questo campioncino per curare un brufolo sul mento (a suo dire mi avrebbe cancellato anche la cicatrice), ma a dire il vero non ho notato alcun miglioramento. Mi trovo molto meglio ad applicare sulle imperfezioni la pasta all’ossido di zinco che me le secca rapidamente e cura anche la cicatrice.

Bene, questi sono i prodotti che ho terminato ad agosto. Avete provato qualcosa di ciò che mostro? Avete riscontrato le mie stesse considerazioni? Io ora corro a leggere il post della mia amica Sara, chissà mai cosa avrà terminato lei 🙂

Un bacione!

 

20140608_175009

Mi strucco con le salviette bimbi, sì o no? Mustela 0% profumo – review

Buongiorno a tutte fanciulle!

La review di oggi sarà un po’ particolare e riguarderà un prodotto utilizzato in modo differente rispetto al suo scopo.

Ultimamente gira sul web (su You Tube in particolare) la pratica di utilizzare le salviette per bimbi per struccarsi il viso. Sicuramente vi starete chiedendo il perchè di questa cosa, quando in ogni supermercato ci sono innumerevoli marche di salviettine mirate espressamente allo struccaggio.

Il motivo è semplice: le confezioni dedicate ai bimbi contengono un numero maggiore di salviette (in genere sopra i 60) ad un prezzo contenuto.

Curiosa come sono, non potevo esimermi dallo sperimentare questa nuova moda e mi sono procurata un pacchetto di salviettine per il sedere…ehm, il viso.

Per correttezza, inoltre, chiarisco di aver deciso di scrivere questa recensione dopo averne letta una simile (sempre salviette bimbi, seppur di differente marca, ad uso di struccante) sul blog Le Chat Noir. Dunque, vi consiglio di andare a leggere anche la sua esperienza per aver un quadro completo di questo nuovo metodo di strucco 😉

20140608_175009

La mia scelta è ricaduta sulle salviette Mustela senza profumo per pochi e fondamentali motivi:

– economiche. Solo 1,99 € per 70 salviette (accaparrate nella farmacia di fiducia!)

– senza profumo. A volte le fragranze molto intense mi nauseano, soprattutto sul viso.

– dotate di sportellino in plastica per chiudere il pacchetto.

Piccola premessa: io non uso spesso le salviettine sul viso. Preferisco sicuramente uno struccante occhi (qui e qui due che ho provato) e un latte detergente (qui il mio holy grail). Ci sono volte, però, in cui vado terribilmente di fretta e non ho voglia di rispettare tutti i passaggi, nonchè occasioni in cui rimuovo il trucco del mattino (sommariamente) per procedere al trucco della sera. In questi casi trovo utilissime le salviette!

La mia esperienza con queste salviette dedicate al cambio dei bimbi non è stata particolarmente positiva; le ho trovate poco “bagnate” e quindi poco efficaci nella rimozione del make-up.

Se la cavano tutto sommato bene con una base viso molto leggera (fondotinta in polvere e blush), ma cominciano a vacillare di fronte ad un fondo liquido siliconico. Per non parlare delle enormi dificoltà che ho riscontrato utilizzandole per rimuovere il trucco occhi! E’ necessario sfregare parecchio (sigh, sob), per ottenere risultati appena soddisfacenti.

Inumidendole leggermente con acqua tiepida aumentano il loro potere pulente, ma comunque non sono in grado di eliminare alla perfezione uno smoky o un trucco carico.

In definitiva boccio senza riserva le salviette Mustela per rimuovere il make-up, ma ovviamente non posso esprimermi circa al loro utilizzo canonico, sui sederini dei bimbi 🙂

Sperimenterò in futuro altre marche di salviette bimbi per rimuovere il trucco e vi terrò aggiornate sulle prestazioni migliori in termini di efficacia/prezzo. Perchè a volte poter risparmiare è cosa gradita a tutte 😉

20140608_172519

20130803_131802

Sephora Roll-on yeux défatigant – review

Buongiorno a tutte fanciulle!
Oggi vorrei recensire un contorno occhi che sto utilizzando negli ultimi mesi, il Roll on Yeux défatigant della  marca Sephora.
20130803_131825

Ammetto di essere stata attratta dal packaging a “rotelle” di questo prodotto; all’estremità, infatti, presenta tre piccole sfere di metallo che, a contatto con la pelle ed esercitando una lieve pressione del tubetto, permettono la fuoriuscita del contorno occhi.

20130803_131802

L’applicatore è senza dubbio geniale perchè permette un istantaneo effetto drenante e refrigerante del contorno occhi. Mi sento però di dire che gli aspetti positivi si fermano qui.

Il prodotto in sè, invece, è totalmente inutile e potrebbe essere paragonato all’acqua fresca. Non solo non noto alcun miglioramento con l’uso prolungato nel tempo, ma perfino l’effetto idratante sul contorno occhi è davvero scarso.

Tanto che io sono stata costretta ad utilizzare questo contorno occhi esclusivamente al mattino e ad affiancarlo ad una mini size dell’All about eyes di Clinique alla sera, momento in cui la mia pelle (dopo lo struccaggio) è assetata di idratazione.

E’ comunque un prodotto delicato che non ha creato alcun effetto negativo alla mia pelle; è semplicemente inutile. Da quando lo utilizzo, inoltre, noto che il mio solito correttore mi crea più pieghette del solito, a causa della scarsa idratazione.

20130803_131836

Credo potrebbe adattarsi esclusivamente ad una persona molto giovane, con un contorno occhi non secco, che desidera apportare alla zona solamente una sensazione di refrigerio (magari in periodo estivo). Oppure utilizzato come siero, prima di un prodotto mirato che apporti la dovuta idratazione.

Non avendo io problemi di borse (ma solo di occhiaie) non posso pronunciarmi sugli effetti per tale problematica; ma se anche voi cercate un prodotto idratante, il mio consiglio e di orientarvi altrove.

La mia esperienza con il gel contorno occhi di Sephora è stata, dunque, negativa e ammetto di non vedere l’ora che questo prodotto finisca.

Dal punto di vista tecnico il tubetto contiene 15 ml di prodotto (quantità standard dei contorno occhi) con pao di 6 mesi e costo di circa 13 €.

Avete mai provato questo prodotto? Anche voi l’avete trovato altamente inutile?

Alla prossima review e buona giornata a tutte!

20140312_114219

Bioderma Sensibio AR Soin Anti-Rougeurs – Review

Buonasera a tutte fanciulle!

Finalmente mi sono ripresa da una Pasqua all’insegna del cibo (cioccolato come se piovesse 😀 ), di un matrimonio (a Pasquetta una mia cara amica si è sposata) e dell’influenza; quest’ultima non è ancora del tutto scomparsa, ma finalmente sta dando cenni di voler abbandonare il mio povero corpo.

Quale miglior metodo per festeggiare il mio ritorno in salute del pubblicare una nuova review? 😉 Oggi vorrei parlarvi di una crema viso che sto utilizzando al momento e che mi è stata prescritta dal dermatologo a inizio anno (per chi non lo sapesse io soffro di couperose). Il prodotto in questione è la Sensibio AR Soin Anti-Rougeurs. 

20140312_114108

Leggendo la confezione, questa crema è studiata per le pelli sensibili a tendenza couperosica l’esclusivo brevetto anti-arrossamenti Rosactiv agisce biologicamente su uno dei principali fattori responsabili del rossore, riducendo in modo durevole l’intensità degli arrossamenti e prevenendone la comparsa. Sensibio AR rinforza la barriera cutanea e calma la sensazione di fastidio. Eccellente tollerabilità.

20140312_114219

Doverosa premessa: io ho iniziato ad utilizzare questa crema a febbraio, quando le temperature (sebbene non sia stato un inverno molto freddo) erano abbastanza basse. Pur essendo la mia pelle mista (mi lucido molto sul naso), questa crema non è stata sufficientemente idratante negli scorsi mesi. Soprattutto sulle guance tendeva ad evidenziare le pellicine della mia pelle, in special modo con l’applicazione del fondotinta.

E’ stato quindi fondamentale per me slittare l’utilizzo di questa crema alla sera e sostituirla al mattino con una più idratante (che contiene anche un filtro solare, che in primavera non mi dispiace!).

Dal punto di vista della consistenza e dell’efficacia mi sento di promuoverla: una crema a rapidissimo assorbimento (quindi perfetta come base trucco) che effettivamente calma leggermente i rossori della couperose; ovviamente i risultati migliori si vedono con un uso prolungato e continuativo.

20140312_114143

La profumazione totalmente assente la rende particolarmente adatta alle pelli sensibili.

In conclusione credo che sia un ottimo prodotto per le pelli miste, ma in un periodo primaverile/estivo (che però, ahimè, non contiene filtri solari, assolutamente necessari per le pelli delicate). Mi sento di sconsigliarla, invece, per l’inverno e per chi ha una pelle molto secca.

Il flacone contiene 40 ml di prodotto per un costo di circa 19 €.

Dunque, la mia ricerca della crema perfetta continua 😉 E voi l’avete mai provata? Come vi trovate con i prodotti Bioderma? Alla prossima review!

 

20140312_114254

Caudalie, Eau de Raisin – Review

Buongiorno a tutte!

Oggi vorrei parlarvi di uno dei prodotti più famosi della Caudalie, ovvero L’eau de Raisin.

20140312_114254

Pur utilizzando questo prodotto da dicembre, è difficile per me recensire un prodotto simile ad un’acqua termale (non possiede, infatti, ingredienti e caratteristiche tali da apportare visibili cambiamenti alla mia pelle); quindi oggi vi racconterò le sue caratteristiche e le mie sensazioni nell’utilizzo.

Il prodotto si presenta in una bomboletta spray da 200 ml e indica di essere adatto alle pelli sensibili; ribadisco, per chi leggesse da poco il mio blog, di essere “affetta” da couperose, unita ad una pelle estremamente sensibile. Proprio in un momento di rossori molto più marcati sul mio viso avevo acquistato l’Eau de Raisin immaginandone i benefici sulla pelle; avevo, infatti, letto sul web che i frutti rossi e l’uva aiutano la circolazione e di conseguenza anche la couperose.

Sulla bomboletta si può leggere: 100% uva bio. Estratta dall’uva durante le vendemmie, questa rugiada lenisce, rinfresca ed idrata la pelle in qualsiasi momento della giornata. Senza conservanti. Senza profumo. Non è necessario tamponare dopo l’applicazione. Contro i test sugli animali.

La prima caratteristica di questo prodotto che mi sento di segnalarvi è il suo colore bruno; non lascerà segni molto visibili sulla pelle, ma al mattino (dopo averla applicata la sera in fase di struccaggio) noto sul dischetto di cotone un lieve alone scuro, quindi un residuo del prodotto. Applicata al mattino, prima del make-up, non altera l’effetto del fondotinta e della base, ma ci tengo a sottolineare che non è totalmente trasparente.

20140312_114325

In questa foto ho voluto mostrarvi le goccioline scure del prodotto

Io la vaporizzo al posto del tonico alla fine della detersione e lascio che si asciughi naturalmente, senza tamponarla. Rispetto ad una normale acqua termale noto che secca meno la pelle, ma la differenza tra i due prodotti non è così spiccata.

Non ha avuto effetti positivi eclatanti sulla mia couperose, ma nei momenti di peggior flush ha comunque contribuito ad un lento e lieve effetto calmante (unita ad altri prodotti ovviamente).

In conclusione, ritengo che l’Eau de Raisin non sia poi così differente dall’acqua Termale Avene; entrambe sono acque spray che contribuiscono a lenire gradualmente (soprattutto con un utilizzo costante) la pelle stressata. Credo che questa di Caudalie sia una valida alternativa per chi volesse alternare le varie marche (blasonate) presenti sul mercato e per chi, come me, le utilizzasse al posto del tonico (la mia pelle molto sensibile mal tollera quasi tutti i prodotti specificamente destinati a questo scopo!).

Il prezzo è in linea con altre acque termali, ovvero circa 8 € per 200 ml di prodotto. Vi posto anche una foto degli ingredienti.

20140312_114344

Buona settimana a tutte!

20131028_200649

Avene Tolérance extreme Crema – Review

Buongiorno fanciulle e benvenute a tutte nel mio blog!

La recensione di oggi riguarda la crema Avéne Tolerance Extreme, dedicata alle pelli ipersensibili ed allergiche.

20131028_200649

Questa crema mi è stata consigliata dal mio dermatologo per la stagione invernale. Piccola doverosa premessa riguarda la pelle del mio viso: si potrebbe definire mista in quanto tende a lucidarsi molto sul naso, ma anche terribilmente secca sulla fronte e sulle guance, nonché sensibile e soggetta da couperose (un disastro, insomma!).

Tornando all’oggetto della recensione di oggi, mi sono trovata abbastanza bene con questo prodotto (che ho praticamente terminato, credo siano rimaste solo un paio di applicazioni) che però non è diventata La crema con la L maiuscola, ovvero l’amore della mia vista cosmetica.

Innanzi tutto è molto corposa e idratante, per questa ragione mi sento di consigliarla per il periodo invernale a persone con la pelle secca o, eccezionalmente, mista. La sconsiglierei totalmente alle pelli grasse e soprattutto d’estate. E’ sufficiente pochissimo prodotto per idratare perfettamente tutto il viso, quindi un flacone durerà diversi mesi.

La crema, a quanto riporta la confezione, non contiene conservanti, profumo e tensioattivi.

20131028_200709

E’ una crema perfetta per le pelli sensibili e reattive: pur non essendo specifica per la couperose, è stata in grado di tenermi a bada i rossori per tutto il periodo invernale e freddo, escluse poche eccezioni nei periodi di forte stress. Se il vostro problema è un’intolleranza ai principali cosmetici credo che questo prodotto potrebbe sorprendervi positivamente!

Quanto all’assorbimento, qui si presenta il primo difetto: la crema impiega molto tempo per scomparire totalmente dalla pelle. Probabilmente questo inconveniente è dovuto all’effetto barriera oppure alla formulazione molto densa del prodotto, ma lascia uno strato appiccicoso per diversi minuti sul viso. Nonostante ciò io l’ho utilizzata anche come base trucco (facendo trascorrere circa un quarto d’ora tra l’applicazione della crema e quella del make-up) e non mi ha creato particolari problemi di lucidità sotto al fondotinta (in particolare ho utilizzato per tutto il periodo questo fondo sempre della marca Avene).

Pur avendo una formulazione così ricca non mi ha dato problemi di impurità, anzi. Ammetto che la mia pelle non è mai stata così sana come in questo ultimo periodo, escludendo ovviamente i brufoli del periodo natalizio (forse e sottolineo FORSE dovuti all’incredibile quantità di dolci che sono riuscita a trangugiare! :-P).

Difetto incredibile, a mio avviso, è il packaging; non so che diamine sia venuto in mente ad Avene, ma il dosatore è una sorte di marchingegno letale. Provo a spiegarmi, ma non sarà facile, dovreste vedere per capire. Schiacciando il tubetto della crema appare, come per magia, un piccolo piripicchio (termine altamente tecnico) che spruzzerà la crema in ogni dove. So che, descritto così, potrebbe sembrare poco fine, ma vi prego di non essere maliziosi! 😀 Questo meccanismo dovrebbe preservare il prodotto dall’aria, ma secondo me andrebbe sistemato un po’. Mister Avene, se mi stai leggendo, per favore mettiti nei panni di noi povere fanciulle addormentate al mattino e crea qualcosa di più semplice, ti prego. Innanzi tutto è impossibile dosare il prodotto, in secondo luogo questo piripicchio (a-ri-daie!)  a volte si incanta, quindi viene istintivo e automatico esercitare una pressione maggiore e TAAAAAAC eccovi servita una quantità di crema sufficiente per tutti i visini del quartiere. A questo punto, dal momento che non è un prodotto propriamente economico (su questo punto ci soffermeremo in seguito) io travasavo tutta quella mole di crema indesiderata in una piccola jar e, quindi, il concetto di preservare il prodotto dall’aria andava a farsi friggere.
20140208_104854
Soffermiamoci, dunque, sul discorso prezzo; il flacone costa ben 23 €. So che i prodotti di farmacia (ai quali mi affido totalmente per la cura del viso) non sono propriamente economici, ma una cifra così alta, a mio avviso, in questo caso non è giustificata dal prodotto non propriamente eccellente. Inoltre il packaging infernale innovativo mal riuscito non giustifica il prezzo, anzi.

In conclusione credo che questa crema sia discreta/buona, ma non ottima e la boccio sotto diversi profili: prezzo, lento assorbimento e packaging.

E voi, l’avete mai provata? Avete riscontrato i medesimi difetti?

 

20140119_171912

Garnier Sensitive Essential Struccante Bifase 2in1 Speciale Waterproof – Review

Buonasera fanciulle,

ecco finalmente una nuova review sul mio blog. Era da tempo che non ne scrivevo una, ma nell’ultimo mese ho sperimentato diversi prodotti che, prima di recensire, era necessario provare a sufficienza.

Oggi vorrei parlarvi di uno struccante, il Garnier Sensitive Essential Struccante Bifase 2in1 Speciale Waterproof.

20140119_171912

Per essere il più possibile chiara e precisa, la mia review sarà organizzata per punti, con una valutazione finale personale.

PRO

– facile reperibilità: supermercato, Acqua&Sapone, ecc;

– acquistato in offerta è molto economico ovvero 3,19 € invece che 5,99€;

– non annebbia la vista;

– per essere uno struccante bifasico non lascia un effetto troppo unto sugli occhi, il che, probabilmente, è dovuto dal fatto che, come si nota nella foto, la parte oleosa (blu) e la parte acquosa (bianca/azzurrina) non sono esattamente proporzionali, ma è presente sicuramente più acqua;

– è senza profumo, cosa che i miei occhi sensibili gradiscono molto!

– elimina perfettamente e rapidamente quasi tutti i make-up;

– contiene ben 200 ml di prodotto.

CONTRO

20140119_172027

– non amo la confezione: dal foro (senza beccuccio) fuoriesce troppo prodotto e se si versa con troppa enfasi, una notevole dose di struccante sarà sprecato. Inoltre, dopo averlo agitato, si ferma del prodotto nel tappino concavo che, ogni volta, mi cade sui piedi o a terra sporcando il pavimento.

– ha delle difficoltà a rimuovere questo eyeliner liquido waterproof; lo riduce in micro-scagliette nere che si spargono su tutto il viso e anche dentro l’occhio (ahi!). Lo stesso eyeliner, invece, viene eliminato a meraviglia e senza incidenti o “scagliette” dall’acqua micellare Bioderma! Lo struccante Garnier oggetto di questa recensione, però, non ha alcuna difficoltà a rimuovere l’eyeliner in Gel di Essence (che viene via alla prima passata e senza  inconvenienti); i misteri della cosmetica!

CONSIDERAZIONI PERSONALI

In conclusione sono soddisfatta del prodotto che, a mio avviso, ha un’ottimo rapporto qualità/prezzo (infatti, quello che vedete fotografato è già il secondo flacone, acquistato in offerta al supermercato). E’ delicato e non aggredisce i miei occhi sensibili (anche se continuo a preferire l’acqua micellare Bioderma, ma a volte fa comodo risparmiare qualcosina) e, soprattutto, dura molto a lungo. Pur essendo indicato, a quanto scritto sul flacone, anche per l’utilizzo su tutto il viso, io lo utilizzo esclusivamente per rimuovere il trucco occhi.

Vi lascio, infine, la foto dell’inci che, ovviamente, non è bio.

20140119_223455

Alla prossima review, un bacione!

20130530_160041

Bottega Verde, Crema Contorno Occhi e Palpebre effetto Lifting – Review

Buon sabato a tutte!

La review di oggi riguarda la Crema Contorno Occhi e Palpebre effetto lifting di Bottega Verde.

20130530_155949

Prima premessa necessaria, identificare (per completezza di chi mi legge) il mio contorno occhi: non è eccessivamente secco e arido, non ho particolari problemi di borse nè di occhiaie, non ho grani di miglio, nè rughette (è vero, sono abbastanza fortunata, ma prima di suscitare le invidie e le ire delle mie lettrici, preciso che, in compenso, ho moltissimi problemi sul resto del viso con couperose e sensibilità estrema 😉 ).

Avevo acquistato questa crema in offerta a soli € 3,50 e devo ammettere di essere soddisfatta del rapporto qualità/prezzo.

E’ un contorno occhi idratante, dalla consistenza corposa (è una crema di colore bianco), ma al contempo di facile e rapido assorbimento.

20131109_123313

E’ molto delicata e, pur avendo io una pelle sensibile a qualsiasi prodotto aggressivo, non mi ha creato alcun problema di allergia, brufoli o grani di miglio.

Sul contorno occhi preferisco applicare sempre creme dalla texture leggera che non mi appesantiscano troppo lo sguardo e devo ammettere che, da questo punto di vista, il prodotto in questione mi ha lasciata soddisfatta.

20130530_160041

Ovviamente non ho riscontrato alcun effetto lifting (come promette il nome), ma esclusivamente idratante del contorno occhi. Ho provato altre creme contorno occhi ben più costose che, alla fine, regalavano il medesimo risultato.

Sicuramente non la pagherei € 22,90 (ovvero il prezzo di listino), ma la trovassi nuovamente in offerta a € 3,50 non me la farei scappare!

20130530_160007

E’, inoltre, un’ottima base per il correttore!

Ora qualche dato tecnico: il flacone contiene 15 ml di prodotto con PAO di 6 mesi ed è dotato di un pratico beccuccio in grado di erogare la giusta quantità di prodotto.

Alla prossima review, ciao!

20130809_164354

Dischetti struccanti Carrefour Discount

Buongiorno fanciulle!

Oggi vi parlerò di un prodotto un po’ diverso rispetto al mio solito, ma che utilizzo quotidianamente per prendermi cura della mia bellezza: i dischetti di cotone!

Sono praticamente fissata con i dischetti struccanti…ne provo di diverse marche sperando di trovare quelli perfetti, ma poi torno sempre ad acquistare i Dischetti struccanti Carrefour Discount.

20130809_164354

Sono estremamente economici (90 centesimi circa per un pacco da 120 dischetti), molto soffici e di puro cotone.

Sento parlare molto bene, qui sul web, dei dischetti Iseree, quelli che si trovano alla Lidl; però non mi hanno mai ispirata più di tanto in quanto contengono anche microfibra (non sono in puro cotone, infatti) che è un tessuto sintetico. Mi dispiace alquanto, per un discorso naturalistico, gettare via almeno 3 dischetti al giorno (a volte anche di più) che non siano totalmente biodegradabili in puro cotone!

Questi della marca Carrefour sono così soffici da renderli indicati ad una pelle sensibile come la mia: mi capita, infatti, di utilizzare alle volte dischetti sottili e duri, che grattano quasi il viso (come quelli che sto usando in questo periodo e che vedrete presto nei prodotti finiti del mese).

Sono a doppia trama: da un lato liscia, dall’altro leggermente quadrettata; io non ho rilevato particolari differenze, nell’utilizzo, tra i due lati.

20130809_164435

20130809_164443

 

Pur essendo leggermente cuciti all’esterno, hanno però l’inconveniente che, con un utilizzo cospicuo del dischetto (utilizzandoli soprattutto per rimuovere lo smalto dalle unghie!), tendono a sfaldarsi un po’, ma sono pur sempre dischetti di cotone, quindi non particolarmente “robusti”.

20130809_164458

La mia ricerca del dischetto perfetto, quindi continua…ad esempio una ragazza che seguo su You Tube mi ha consigliato quelli di Kelly Demaquillage, proverò 😉

Quelli migliori e più economici fin’ora provati sono sicuramente questi e mi sento di consigliarveli davvero 🙂

Ciao!