Archivio della categoria: Varie

wvwRm51

I prodotti bye bye di Sara e Monique #35

Come ogni inizio mese che si rispetti, eccomi qui con il post sui prodotti terminati. Come sempre è in collaborazione con la dolcissima Fatina del Blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione, alla quale mando un grosso bacio.

Il mese di febbraio non è stato particolarmente proficuo dal punto di vista dello smaltimento, ma mi consolo pensando che in effetti è un mese corto…

UwVrKTN

– Biopoint crema corpo anticellulite e snellente; ho ricominciato ad applicare con costanza questo genere di prodotti. Questa crema, nello specifico, era una minitaglia trovata in una rivista. Non era male, ma non mi ha entusiasmata, quindi credo proprio che non la ricomprerò.

– Crema mani Neutrogena; altra mini taglia che viveva da anni nella mia borsa. Era ormai finita da mesi, ma la mia pigrizia mi impediva di sostituirla. E’ un prodotto che mi piace molto e la mini taglia era davvero comoda. Al momento l’ho rimpiazzata con un mini tubo di crema mani L’Occitane.

– Elf Tone Correctin Powder; questa è la famosa cipria del brand, quella dai quattro colori. A dire il vero… secondo me non era un granchè. Mi opacizzava per poche ore, la differenza cromatica era irrilevante e si è frantumata a metà della confezione. Ora ho altre ciprie da smaltire, ma questa comunque non la ricomprerei.

– Carmex Classic; questo balsamo labbra è il prodotto più chimico che esista. Non so nemmeno se contiene qualche ingrediente naturale! Però mi piace, davvero. Lo applico la sera prima di coricarmi e al mattino ho labbra davvero morbide. In Italia si trova con difficoltà, ma in questi casi Amazon è sempre una certezza. Ovviamente l’ho già ricomprato…

– Light Blue, campioncino; ho terminato recentemente il flacone grande del profumo. Questa era la mini taglia che portavo sempre in borsa per rinfrescarmi durante il giorno. Non male, ma è una profumazione che mi ha stancata.

– Yankee Candle Vanilla Satin; continua la mia sperimentazione di profumazioni vanigliate. Questa mi piace meno, perché la trovo meno intensa rispetto al Vanilla Lime. Ho ancora un’altra tartina da smaltire perché nei miei trascorsi di acquisti in saldo compulsivi non mi fermavo ad un solo esemplare….

wQpJxNZ

– Cien Nature Eye Crema Pomegranate; mi sono lasciata travolgere anche io dal prezzo economico di questo prodotto e devo ammettere che ne sono rimasta entusiasta. Certo, non è il contorno occhi della vita, ma per 99 centesimi si difende benissimo! E’ una cremina leggera, di facile assorbimento che io applico tutte le mattine come base trucco. Al momento ho scelto di provare il “fratellino” alla Rosa, ma non riscontro particolari differenze… Credo proprio che gli dedicherò presto una recensione.

– Morbidone al cocco shampoo solido; non mi dilungo più di tanto nel parlarvi di questo prodotto, ma vi rimando alla recensione che gli avevo dedicato qualche mese fa. Ovviamente ne ho comprato un altro pezzo, perché non posso pensare di rimanere senza.

– Nashi Argan shampoo; a Torino, in occasione dell’apertura del monomarca, ho avuto modo di provare alcuni campioncini del brand. Questo shampoo mi è piaciuto molto: concentrato, delicato, mi è durato davvero molto. Ovviamente al momento ho altri shampoo da terminare, ma non escluderei di comprarlo in futuro.

– Saponetta senza nome; purtroppo non ricordo molto di questa saponetta, a parte il fatto che faceva egregiamente il suo lavoro. Il mio smaltimento selvaggio sta coinvolgendo anche le saponette solide, delle quali mi ritrovo sommersa.

nNq5LWf

– Dischetti di cotone Cien piccoli e grandi; quelli grandi sono diventati il mio mai-più-senza. Economici, soffici, grossi… chi li molla più! Sono orfana, invece, dei miei dischetti piccoli preferiti in assoluto e ho cercato, inutilmente, di sostituirli con questi. Non mi piacciono perché sono duri ai bordi e non particolarmente delicati… spero che prima o poi Mister Carrefour decida di rimettere in vendita i suoi dischetti di cotone 🙁

E voi: cosa siete riuscite a terminare nel mese di febbraio? Avete dischetti di cotone economici e soffici da consigliarmi? Ora corro a leggere il post della mia compagna di avventure: venite con me?

 

Lj7AxXH

I prodotti bye bye di Sara e Monique #34

Incredibile ma vero, siamo già a febbraio. Eccomi qui, dunque, con il consueto post sui prodotti terminati, sempre in collaborazione con la dolcissima Fatina del blog Le Divagazioni di una fatina arancione (smack!).

Non so se capita anche a voi, ma alterno mesi di smaltimento imponente a mesi in cui riesco a finire a stento un tubo di dischetti di cotone. Ecco, gennaio è stato un mese fruttuoso; prevedo un febbraio di secca…. Ma, bando alle ciance, vi mostro tutti i miei prodotti terminati.

LydDq7o

– Lycia detergente intimo protezione lenitiva; non mi dilungo, ma vi rimando alla recensione che gli ho dedicato. Ovviamente l’ho già ricomprato.

– Clarins Lotion Tonique alla Camomilla; continuo ad amare questo tonico che però reputo davvero troppo caro. E’ delicato, rinfrescante e dura a lungo, però costa pur sempre 40 euro. Al momento ho scelto di fare una pausa e di dedicarmi a qualcosa di più economico (che sto comunque apprezzando), ma non escludo di ricomprarlo in futuro. Arrivederci!

– Biopoint Color Mask Marron Glacé chiaro; senza infamia e senza lode. Non ha minimamente coperto i miei capelli bianchi e l’effetto è durato pochissimo. Non credo di ricomprarla…

Z20anev

 

– Yves Rocher balsamo per capelli ricci; questo balsamo era molto leggero e l’effetto finale sui capelli ricci non era affatto male. Li lasciava leggeri, profumati e puliti a lungo. Però era davvero poco districante e ogni volta dovevo usarne tantissimo per riuscire a pettinare i miei capelli ricci. Della linea (sto ancora usando lo shampoo) apprezzo tantissimo il profumo, che mi ricorda una vecchia maschera della Bilba in confezione rossa….

– Cien Med Sensitive Hand Cream; ho già recensito una delle mie creme mani preferite del brand. Questa, se possibile, la batte sul fronte dell’idratazione e delle performance: si asciuga in un attimo, senza lasciare patine troppo unte e idrata veramente a lungo. Peccato che sia una linea discontinua, non sempre presente nel supermercato, altrimenti l’avrei già ricomprata! Per il momento, comunque, sono tornata alla mia crema SOS.

– Yves Rocher Struccante occhi bifasico Pur Bluet; un classico nei miei post dei prodotti terminati. Anche in questo caso sarò rapida rimandandovi alla recensione che gli ho dedicato. Ovviamente ricomprato.

AIQXHHY

– Neutromed Deodorante Dermo Defense Sensitive; deodorante molto valido dal prezzo contenuto. Al momento sto usando il “fratellino” con tappo blu, ugualmente efficace.

– Alkemilla Addolcilabbra Mandorlatte; fermi tutti… ho finito il mio primo Addolcilabbra. Vogliamo parlare del suo profumo soave? Oddio, quanto mi manca! Era un ottimo burrocacao, che idratava perfettamente e durava a lungo sulle labbra. Credo che il mio esemplare avesse patito il caldo estivo, in quanto erano comparsi strani pallini in rilievo, pur non perdendo la sua efficacia. Al momento non l’ho ricomprato (ho un’infinità di balsami labbra da terminare, accidenti a me), ma  proverò al più presto altre profumazioni. A proposito, qual è la vostra preferita?

– Saponetta naturale; non ho molto da dire, eccetto che lavava bene le mani. Il mio progetto di smaltimento intensivo sta coinvolgendo anche le saponette che ho accumulato nel corso degli anni (regali, alberghi, ehm…), nonostante io preferisca i saponi liquidi. Spero di riuscire a terminare al più presto le mie scorte.

– Lush Hair Custard campioncino; anche se si tratta di un campioncino, mi sento di parlare in modo approfondito di questo prodotto. La mini jar che vedete mi è durata tre mesi circa e al momento ne sto utilizzando un’altra identica. Questa è una crema modellante per capelli, consigliata per i ricci. Il profumo di vaniglia è paradisiaco e non vi nascondo che a volte la utilizzavo anche solo per profumare i miei capelli (ricevo tantissimi complimenti per i miei capelli che profumano di biscotto!). La crema di per sé ha una consistenza ricca ed appiccicosa, che la rende, appunto, modellante. Io la applico su capelli umidi ogni mattina. Indubbiamente idrata i capelli e li rende più morbidi (contiene anche uova fresche), ma purtroppo li sporca più rapidamente e l’effetto modellante dura davvero poco. In definitiva non so se questo prodotto mi piaccia davvero, ma fortunatamente ho altri campioncini per farmi un’idea definitiva.

– Equilibra Crema Viso al Karitè; l’avevate vista nel mio beauty per il viaggio di lavoro, ma è durata così tanto che l’ho terminata qui a Torino. Era una validissima crema notte: idratante, ma dall’effetto “secco” e non “unto”. Peccato che non amassi la sua profumazione, ma ovviamente è una considerazione soggettiva. Diciamo che potrei effettivamente valutarne l’acquisto in futuro…

Ecco, dunque, tutti i prodotti che sono riuscita a terminare a gennaio. E voi cosa avete finito? Abbiamo prodotti in comune?

Ora corro a leggere il post della mia compagna di avventure, venite con me? 😉

 

oMueoly

Speedy Review – Lycia detergente intimo Protezione Lenitiva

Eccomi con una nuova Speedy Review, oggi dedicata al Detergente Intimo Protezione lenitiva della Lycia.

Il prodotto è contenuto in un flacone di plastica con tappo a scatto e in una confezione di cartone protettiva; il rosa è il colore predominante di tutta la linea delicata.

kIpxA71

Il detergente intimo è di colore semi trasparente e della giusta consistenza: non troppo denso né troppo liquido. Il profumo è estremamente delicato e poco percettibile. La caratteristica principale del detergente è la sua delicatezza: non mi ha mai provocato irritazioni o pruriti, nemmeno nei giorni più delicati del mese.

Unico difetto, a mio avviso, è la confezione: si rischia di sprecare prodotto e di farne uscire più del necessario. Io ho ovviato al problema trasferendo il contenuto in una confezione a pompetta, tipica dei saponi liquidi.

Il flacone contiene 250 ml di prodotto e costa, a prezzo pieno, circa 3 €. Può essere acquistato in qualsiasi supermercato o negozio di cura della persona.

F7bzMNd

In conclusione promuovo a pieni voti questo detergente intimo per la sua delicatezza e per il suo rapporto qualità /prezzo. Ora chiedo a voi: avete trovato il vostro detergente intimo del cuore? Quale è il vostro preferito?

Alla prossima Speedy Review!

 

 

HVRQ2aO

Expert Reparacion, Latte Nutriente Intenso Pelli molto secche – Yves Rocher – Review

Con il freddo la mia pelle diventa incredibilmente secca; il che mi costringe a provare molti prodotti che riescano ad arginare il problema.  Ecco spiegato il motivo delle numerose recensioni che sto dedicando all’argomento ultimamente 😉

kIjjUrN

Oggi voglio parlarvi del Latte nutriente Intenso di Yves Rocher, prodotto che mi ha davvero sorpresa. Si può acquistare in tutte le botteghe del marchio, oppure rivolgendosi ad una presentatrice (qualora non ci siano negozi nella vostra zona). Il tubo contiene 150 ml di prodotto e costa (a prezzo pieno) € 9,95; non trattandosi di un prodotto a bollino verde, può essere scontato con le promozioni periodiche riservate ai clienti tesserati.

La crema è molto densa, ma incredibilmente si assorbe in un attimo. Lascia una leggerissima scia bianca, che scompare quasi immediatamente. Il profumo è estremamente delicato, quasi impercettibile, direi: questa è una caratteristica che apprezzo molto nelle creme corpo, in quanto mi permette di associarle al mio profumo preferito del momento.

9QHmPII

La confezione, morbida e compatta (adatta, quindi, anche all’utilizzo in palestra) presenta solo un inconveniente: il tappo difficile da aprire, soprattutto con le mani unte di crema.

La mia pelle secca adora questo prodotto: l’idratazione è ottima e l’effetto dura tranquillamente per un giorno intero. Ultimamente ho provato anche altre creme (qui e qui ad esempio ), ma alla fine sono sempre tornata a lei. Abbinata, poi, al burro corpo di Lush (review) diventa un portento, in grado di curare anche la disidratazione più insistente!

K0ZtMxV

I prodotti Yves Rocher non riportano sulla confezione semplicemente il PAO di utilizzo, ma una vera e propria data di scadenza (come i medicinali, insomma); quindi, quando andate a comprarla, vi consiglio di fare come nei supermercati e di cercare il prodotto con la scadenza più lontana! 😛

Voi avete mai provato questo prodotto? Qual è la vostra crema corpo preferita in inverno?

 

 

nanRmpI

On-the-go makeup bag

Ho cercato di attribuire un titolo faigo ad un post scarsamente utile: la pochette che porto in borsa per ritoccarmi il trucco fuori casa. Il mio piccolo tesoro, in grado di rendermi di nuovo presentabile quando comincio ad assomigliare ad un panda o quando al mattino sono stata troppo pigra per truccarmi. L’idea di fare un upgrade del post che avevo scritto qualche anno fa mi è venuta su ispirazione di Drama&makeup; con gli anni le esigenze cambiano e con loro anche i trucchi che scelgo di portarmi in borsa.

qPRSGNq

Partiamo dalla pochette: acquistata dai cinesi di fiducia per pochi spicci, non è particolarmente bella, ma altamente comoda. Piccola, compatta e capiente, ha l’interno foderato in plastica per non sporcarsi. All’interno ho cercato di puntare su prodotti multifunzionali e possibilmente in mini taglia, per avere il massimo risultato col minimo ingombro.

Per me che trascorro molte ore fuori casa (lavorando a contatto col pubblico) è fondamentale poter ritoccare il mio make-up. Il primo e fondamentale step è di tamponare le lucidità con una cartina assorbisebo. In questo momento uso le All About Matt di Essence, ma sono quasi terminate e credo che proverò altro.

Immancabile il correttore per nascondere le imperfezioni che rispuntano a metà giornata; il Catrice Cream Camouflage nel colore 10 è ben pigmentato e della consistenza giusta allo scopo. Fisso tutto con una mini cipria di Elf con spugnetta incorporata, aiutandomi con uno specchietto Chanel.

uQmt4lX

Utilizzo l’ombretto Essence 76 Pink me up! sulle guance; incredibile ma vero, il blush è una delle cose che sparisce prima dal mio viso. Devo ancora trovare un pennello piccolo e valido per applicarlo, nel frattempo mi affido a quella cosa ispida e pungente di Chanel che mi avevano regalato in profumeria. Non capisco come Chanel abbia potuto mettere il suo marchio su pennello così terribile, anche se in omaggio. A tal proposito chiedo a voi: avete qualche pennello da borsetta da consigliarmi?

Ritocco poco il trucco occhi (al mattino cerco di puntare su prodotti long lasting), ma quando lo faccio mi affido ad un mini ombretto Sephora color champagne – passepartout ottimo anche come illuminante sugli zigomi – e ad una mini matita nera Lancome.

GEOhaI9

Last but not least due rossetti: un nude Essence per il giorno – il prescelto è lui semplicemente perché sto cercando con tutta me stessa di terminarlo – e un rossetto rosso. Quando a fine giornata lavorativa capita di dover uscire con gli amici o con i colleghi, una semplice passata di rossetto rosso mi fa sentire automaticamente “da sera”. Nello specifico questo della Sante nel colore 04 ha un packaging compatto, dura a lungo sulle labbra ed è di un color lampone facilmente abbinabile.

Ecco, dunque, ciò che porto quotidianamente con me per ritoccare il mio make-up; come avrete notato non porto mai mascara – è difficile che io esca senza al mattino, fosse anche la sola cosa che applico. Ancora più improbabile che io lo ritocchi nel corso della giornata – terra e fondotinta. Anni fa non mancavano mai nella mia borsa; poi ho notato che non li usavo e ho scelto di risparmiare del peso inutile alle mie povere spalle….

Ora chiedo a voi: in borsa avete un arsenale da fare invidia ad un MUA, oppure vi affidate a pochi e mirati prodotti? Ma soprattutto, ritoccate il vostro trucco fuori casa?

I prodotti Bye Bye di Sara e Monique! #25

Per la serie “chi non muore si rivede”, eccomi tornata su questi lidi. Purtroppo una serie di “sconvolgimenti” dell’ultimo periodo mi hanno tenuta lontana dal web. Ho cambiato lavoro, il che ha assorbito la maggior parte delle mie energie delle scorso mese. Ma ora, finalmente, ho trovato una nuova routine giornaliera e sono pronta a riprendere in mano tutte le mie passioni, blog compreso. Mi scuso, quindi, tantissimo, con tutte le mie lettrici e le mie “colleghe” blogger per la mia latitanza, ma vi assicuro che d’ora in avanti tornerà tutto come prima.

Bando alle ciance, quale modo migliore per consacrare il mio ritorno su questi schermi che dedicarmi al post sui prodotti terminati? Ovviamente sempre in compagnia della dolcissima Fatina del blog Le divagazioni di una fatina arancione.

Purtroppo il mio mese di marzo è stato poco proficuo anche dal punto di vista dello smaltimento…

SAM_2457

Dischetti di cotone Carrefour Discount. Una domanda mi sorge spontanea: devo ancora spendere parole per loro? 😛 Ormai è palese il mio amore per questi dischetti, che compro e ricompro continuamente.

– Salviettine Bimbo Bel (Simply) e Papier Toilet (Carrefour); anche in questo caso evito di annoiarvi con due prodotti che compaiono costantemente nei miei post sui prodotti terminati. Quelle marchiate Simply sono sicuramente le mie preferite da tenere in borsa: grandi, profumate e molto economiche.

– Quando è dischetti di cotone grandi; non mi sono piaciuti affatto. Erano sottili, poco morbidi e si sfaldavano facilmente. Sono tornata ai miei adorati quadrotti della Cotonet.

SAM_2459

– Logona Daily Care crema all’aloe; una sola parola… finalmente. Non mi è piaciuta affatto e alla fine l’ho terminata utilizzandola sui piedi e sulle mani. Era davvero troppo compatta, molto unta e dall’odore poco invitante. Teoricamente poteva essere utilizzata anche sul viso, ma dopo averci provato una volta, ho capito che non era cosa. E’ stato faticoso, ma alla fine sono riuscita a liberarmi di lei; a mai più!

Cien SOS Concentrate; non mi dilungo più di tanto su questo prodotto, ma vi rimando alla recensione che gli ho dedicato ultimamente. Mi è piaciuta così tanto che l’ho già riacquistata. Credo di aver trovato la crema mani della mia vita!

Yves Rocher Pur Bluet struccante occhi bifasico; rimaniamo in tema di holy grail. E’ sicuramente il mio struccante preferito evah per il suo rapporto qualità – prezzo. Ovviamente l’ho già riacquistato e ci tengo a segnalare che nel mese di aprile sarà in offerta per tutti i possessori della fidelity card.

SAM_2463

– H&M Lip Balm; avevo acquistato questo prodotto per curiosità in una delle mie incursioni da H&M, attirata dalla profumazione Vanilla Apple. La fragranza non era poi così allettante (mi ricordava terribilmente una Yankee Candle- il che non è il massimo per un prodotto che va applicato sulle labbra, ovvero sotto al naso!) e la quantità di prodotto I-N-T-E-R-M-I-N-A-B-I-L-E. Per farvi capire, il tubetto era delle stesse dimensioni di una colla stick, il formato maxi. ù.ù Ho impiegato una vita a terminarlo e vi posso assicurare che mi è passata la fantasia di riacquistarlo in futuro. Ah, per dovere di cronaca vi segnalo che il primo ingrediente era la Paraffina…

– Mercy Handy Black Vanilla, gel igienizzante mani; adoro questo prodotto! L’ho acquistato per pura curiosità da Sephora e me ne sono totalmente e inesorabilmente innamorata. Contrariamente a tutti gli altri prodotti simili, questo igienizzante mani ha un profumo inebriante… Peccato per il prezzo che lo rende un po’ meno fantastico.

– Sephora Papier Matifiants; con la mia pelle mista non posso fare a meno di questo genere di prodotto. Queste di Sephora non sono male, ma non apprezzo particolarmente la loro caratteristica principale: la presenza di talco. Innanzi tutto hanno un colore molto chiaro, che per me – mozzarella cronica – non è così problematico. Ciò che mi disturba di più è che non posso utilizzarle senza specchio, ma devo per forza controllare il mio viso dopo averle applicate, per evitare macchie di non-colore. Al momento ho acquistato quelle di Essence, ma devo ancora trovare le cartine sebo assorbenti della mia vita. A tal proposito chiedo a voi: quali mi consigliereste? Quali sono le vostre preferite?

Alla prossima!

SAM_2249

Cien Crema Mani SOS – Review

Le creme mani sono sicuramente il mio tallone d’Achille. Ne ho provate tantissime (qui e qui alcuni esempi) e le uso in modo costante e continuativo. Le mie mani sono estremamente delicate e sensibili, si screpolano tutto l’anno e si tagliano soprattutto in inverno. Le creme per me non sono un vezzo, ma una vera e propria esigenza.

Fino a poco tempo fa l’unica crema davvero efficace per me era la Neutrogena – incredibilmente, non l’ho mai recensita! – in quanto ne bastava poca per avere quell’effetto pellicola che preservava le mie mani dagli agenti esterni. Sì, lo so che la maggior parte di voi rabbrividisce all’idea di creme mani che creano film sulla pelle, ma per me sono la salvezza. Davvero.

SAM_2249

La Neutrogena continua ad essere la mia preferita e conserva un posto di riguardo nel mio cuore, ma ultimamente ho trovato un’alternativa altrettanto efficace, ma più economica. Tutto questo preambolo – inutile?- per presentarvi la Cien Sos Crema Mani Concentrata. La si può trovare esclusivamente nei discount Lidl e costa 99 centesimi per 75 ml di prodotto.

Io sono solita applicare la crema mani la sera prima di coricarmi (in dose abbondante, come impacco notturno) e tutte le volte prima di uscire di casa.

La consistenza della crema Cien è assolutamente simile alla Neutrogena: trasparente, concentrata e senza profumi particolari. Secondo me, rispetto alla crema blasonata, è leggermente meno performante e richiede una dose maggiore di prodotto, ma dalla sua ha il prezzo irrisorio, che le regala un notevole vantaggio. Inoltre si assorbe più in fretta rispetto alla Neutrogena, ovviando leggermente al “problema” del film sulla pelle, che non a tutti può piacere.

SAM_2256

Come non parlare, inoltre, della confezione? La Neutrogena continua ad avere quel fastidiosissimo tappo a vite che rende difficile la chiusura dopo l’applicazione della crema. La Cien, invece, ha un tappo a scatto comodo e pratico. I prodotti della Cien, infine, riportano sulla confezione una vera e propria data di scadenza (simile ai medicinali – per intenderci) al posto del classico Pao. Questa caratteristica non è certamente scontata e irrilevante in un prodotto dal costo contenuto! 😉

Ricapitolando, ecco i pro e i contro della Neutrogena:

  • necessita meno prodotto (PRO);
  • leggermente più performante (PRO);
  • costosa (CONTRO);
  • tappo scomodo (CONTRO).

E, infine, pro e contro della Sos Concentrate:

  • prezzo basso (PRO);
  • senza profumo (PRO);
  • si assorbe più in fretta (PRO);
  • confezione pratica (PRO);
  • data di scadenza sulla confezione (PRO);
  • ci vuole più prodotto (CONTRO).

SAM_2251

In conclusione, se siete amanti della crema mani concentrata Neutrogena, vi consiglio di dare una chance anche a quella della Cien: molto più economica, ma altrettanto valida. Essa è reperibile solo nei supermercati Lidl, quindi è necessario averne uno a portata di mano. Sono curiosa di provare anche le altre versioni di creme mani del brand, soprattutto quella con olio di mandorle. Voi le avete mai provate? Cosa ne pensate?

Ma soprattutto: avete qualche crema mani davvero efficace da consigliarmi?

SAM_2281

I prodotti bye bye di Sara e Monique! #24

Incredibile ma vero, siamo già al ventiquattresimo appuntamento in collaborazione tra me e La Fatina più graziosa del web (a.k.a. Le divagazioni di una fatina arancione). Come si dice in questi casi? Sembra ieri che tutto ebbe inizio – davvero!- e mille altri di questi giorni!

Bando alle ciance e ciance alle bande, vi mostro i prodotti che sono riuscita a terminare nel mese di febbraio 😉

SAM_2274

– Zuccari crema mani Aloe Vera; mi era stata omaggiata al Cosmoprof due anni fa. Non era particolarmente performante sulle mie mani secche, ma si assorbiva in fretta. Io la lasciavo fissa in un cassetto al lavoro, dove avevo effettivamente bisogno di una crema a rapido assorbimento. Non so quanto costi a prezzo pieno, ma potrei considerare di acquistarla solo per il periodo estivo.

– Leocrema Cell Active anticellulite; trovato in omaggio in una rivista, l’avevo utilizzato questa estate, ma l’ho finito in questi giorni. Ho deciso di provare ad essere costante con le creme anticellulite – si accettano scommesse: quanto resisterò? – e di applicarle tutti i giorni. Ne era rimasto così poco all’interno, che l’ho terminato in un paio di giorni, quindi non so dirvi s, applicato in modo costante, funziona. Posso però dire che si assorbiva molto in fretta – troppo per la tipologia di prodotto che necessita massaggi – e che conteneva alcol. Le mie gambe l’hanno scoperto grazie ad un’applicazione post Silk-epil. Trust-me, ho imprecato anche in cirillico. Non so quanto costi, ma per questi due motivi non credo proprio di ricomprarlo.

– Deborah, mascara 24 ore Absolute Volume; anche questo ricevuto in omaggio grazie ad una promozione Colgate – giuro che non era voluta l’adunanza di prodotti agggratis – l’ho usato da settembre a febbraio. Il prodotto è ancora perfettamente fluido e non secco, ma – data la sensibilità estrema dei miei occhi – preferisco cambiare mascara dopo qualche mese di utilizzo (sono l’unica che apre un solo mascara alla volta? 😛 ). Il mascara aveva una buona durata in termini di ore e non si sgretolava mai, ma come effetto….diciamo che ho visto di meglio. Anche in questo caso non ne conosco il prezzo di vendita, ma comunque non ha conquistato il mio cuore. Non so che dire, in tema di mascara ho gusti estremamente difficili 😛

SAM_2269

Dischetti di cotone Carrefour; credo che siate stanchi di sentirmene parlare, vero? 😛

– Salviette umide Carrefour papier toilette; le vedete spesso nei miei post. Le uso come salviette intime – servono sempre – e per pulirmi le mani. Le ricompro spesso perché sono abbastanza economiche (1,70 € a prezzo pieno, ma le trovo facilmente in offerta a 99 centesimi).

SAM_2267

– Bimbo Bel Salviettine umide Simply; loro rimangono fisse nella mia borsa. Sono molto grandi, belle spesse e molto economiche. Le uso per pulirmi le mani fuori casa (viaggio molto sui mezzi pubblici….).

– Fria salviette intime lenitive; bene, questo è il mese delle salviette! Le conservavo in una pochette insieme agli assorbenti per rinfrescarmi in quei giorni giorni del mese. Sono valide, ma leggermente care rispetto alla media.

SAM_2278

– Auchan deodorante neutro spray; il mio deodorante del cuore, che però faccio sempre più fatica a trovare. Ne ho ancora due confezioni di scorta a casa, ultimi esemplari che ho reperito sullo scaffale del supermercato. Preferivo di gran lunga la profumazione talcata con il tappo verde chiaro, ma è diventata decisamente introvabile.

– Lancome, La Vie est Belle (minitaglia); mio adorato, perché mi hai abbandonata così presto? Era una minitaglia che avevo trovato in un cofanetto, insieme al mascara Grandiose – che sto utilizzando ora – e ad una matita occhi nera. Ho davvero adorato questo profumo! Credo che sia LA mia fragranza della vita. Al momento ho altri profumi da terminare, ma poi lo acquisterò sicuramente. Non ho mai ricevuto tanti complimenti sul mio profumo come quando utilizzavo lui!

– Campioncino Benefit Big Easy; questa BB cream mi ha sempre incuriosita, se non altro per la colorazione molto chiara e adatta alla mia pelle diafana. La resa, però, non era eccezionale: copriva poco (niente a che vedere con la mia adorata BB Cream) e lucidava molto. Per il prezzo che costa la full- size – 40 euro! – credo di poter ambire a qualcosa di più performante.

– Yankee Candle French Lavender; per la serie “varie ed eventuali” ho terminato una tartina YC. Il profumo era delicato e non invasivo, ma secondo me aveva poco a che spartire con la lavanda vera e propria (già mi immaginavo di ritrovarmi col pensiero in un campo fiorito della Provenza…).

Anche per questo mese è tutto; voi cosa avete terminato di bello? Avete qualche valida BB cream – o fondotinta leggero – da consigliarmi per un utilizzo quotidiano?

20151031_134214

Parole di Burro, Lush – Review

Buonasera a tutti e benvenuti ad una nuova recensione sul mio blog.

Oggi voglio parlarvi di un prodotto che o scoperto l’anno scorso e del quale non posso più fare a meno. Si tratta di Parole di Burro, un burro corpo idratante in forma solida. Ve l’ho mostrato recentemente sulla mia pagina Facebook e, visto il vostro riscontro positivo, ho deciso di dedicargli un post sul mio blog.

20151031_134214

Ho deciso di acquistare questo prodotto per ovviare ai momenti di pigrizia, quando dopo la doccia non ho voglia/tempo di applicare la crema idratante. Parole di Burro si è rivelato perfetto per questo scopo: è molto pratico e veloce da utilizzare e idrata perfettamente la mia pelle secca.

Ecco come lo utilizzo: senza uscire dalla doccia, ancora con la pelle bagnata (cerco di fare l’ultimo risciacquo con acqua molto calda, in modo da preparare bene la pelle) passo sul corpo Parole di Burro, come fosse una saponetta. Poi lo ripongo e con le mani inizio a massaggiare l’emulsione che si viene a creare, insistendo sulle zone più secche. Dopo di che sono pronta per indossare l’accappatoio e per vestirmi immediatamente.

SAM_2083

Dopo l’utilizzo è importante riporre il burro in un luogo arieggiato, per permettergli di asciugarsi correttamente.

Parole di burro è molto idratante e si scioglie immediatamente a contatto col calore del corpo, ma non lascia assolutamente la pelle unta come con l’utilizzo degli oli. E’, infatti, possibile vestirsi immediatamente dopo averlo utilizzato. Quando la mia pelle è particolarmente stressata e squamata lo applico quotidianamente prima di un’altra crema idratante; il lavoro congiunto di due prodotti diventa un toccasana!

SAM_2081

Il profumo è molto delicato e naturale; so che a non tutti piace, ma io personalmente lo trovo poco invasivo e adatto ad essere associato ad una spruzzata di profumo 😉

Ora veniamo alle note dolenti di questo prodotto: si consuma davvero rapidamente e non è per nulla economico. Sul sito di Lush (dove potete anche leggere gli ingredienti) o in qualsiasi bottega del brand, il panetto costa 9,95 € per 75 grammi. Non so se sia un problema del prodotto oppure se la colpa sia mia che lo uso troppo spesso, ma vi assicuro che si consuma molto, molto rapidamente. Ad occhio e croce direi che un panetto dura per una decina di applicazioni.

Nelle botteghe vendono anche una scatola in latta quadrata adatta alla conservazione di Parole di Burro; io personalmente ho scelto di non acquistarla e lo ripongo comodamente in un portasaponetta (quelli da viaggio, con delle fessure sul fondo che permettono il passaggio dell’aria).

In conclusione sto adorando questo balsamo solido di Lush e, sebbene non sia un prodotto economico, lo ricomprerò sicuramente (magari alternandolo a creme corpo meno costose).

Voi l’avete mai provato? Cosa ne pensate dei prodotti Lush? Cosa mi consigliereste di provare?

SAM_2095

I prodotti bye bye di Sara e Monique! #21

Buongiorno e buon lunedì a tutti! Vi saluto subito perché alla fine dei questo post vorrete lanciarmi tantissimi pomodori cibernetici; sì, perché quello che vi propongo oggi non è il solito post dei prodotti terminati, ma una sorta di sòla bloggifera. Questo mese ho raggiunto il minimo storico e mi vergogno terribilmente a mostrare pubblicamente il magro bottino dei cosmetici terminati 🙁

Come di consueto il post è in collaborazione con la dolcissima fatina del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione.

Ecco, dunque, il mio succulento resoconto dei prodotti che ho terminato nel mese….

SAM_2095

Quovis, crema fluida corpo nutriente; acquistata al discount In’s, non vedevo l’ora che terminasse. Come vi avevo raccontato in questo post, la crema era inutile come la data di scadenza sulla Nutella e “profumava” di olio motore. Un disastro, insomma! Con una costanza degna di lode, doccia dopo doccia, sono riuscita a terminarla. Mai più! 😛

Sephora profumo da borsetta Limone e Verbena; acquistato in sconto nel periodo dei saldi estivi, non era male, ma non è di certo il mio profumo della vita. Lo tenevo fisso in borsetta per profumarmi nel corso della giornata e devo ammettere che aveva una scarsissima durata. Insomma, a prezzo scontato può essere un prodotto carino da portare con sé fuori casa, ma a prezzo pieno (circa 5 €) può essere facilmente sostituito dai classici campioncini omaggio delle profumerie!

Lycia strisce depilatorie viso; nella foto non vedete la scatola (mamma-Monique ha deciso di gettarla via!), ma solo la bustina trasparente che conteneva le strisce. Non mi dilungo più di tanto nel descriverle, ma vi rimando alla recensione a loro dedicata. Ultimamente non le ho più trovate in offerta e così ho deciso di sperimentare qualcosa di più economico, ma continuano ad essere le mie preferite per rimuovere i baffetti.

Dischetti di cotone Cotoneve; buoni, ma non ottimi. Per il momento non li ho ricomprati.

Salviette Pampers Sole e Luna; le tenevo in borsa per pulirmi le mani fuori casa. Sono economiche, ma non eccezionali. Sono davvero piccole e lasciano la pelle appiccicosa; insomma, per le mani possono andare, ma non le userei sul sederino di un bimbo 😉

Bene, eccoci giunti alla fine di questo ricco post! Spero di potermi rifare il prossimo mese, mostrandovi qualche prodotto in più. E voi, cosa avete finito di bello? Siete riuscite a mettere in atto uno smaltimento da record?

Ora corro a leggere il post della mia Fatina preferita!