Archivio tag: anti

20140911_194754

Yves Rocher, Crema Nutriente Piedi alla lavanda – Review

Buongiorno a tutte fanciulle e benvenute ad una nuova review.

Il prodotto di cui vi parlo oggi è la crema per i piedi Nourissante alla lavanda di Yves Rocher.20140911_194754

Avevo ricevuto questo prodotto in omaggio con una cartolina (quelle promozioni che Yves Rocher dedica mensilmente a tutte le sue clienti) di giugno (o luglio? Boh, la mia memoria comincia a vacillare -.- ) insieme ad “attrezzi del mestiere” per una perfetta pedicure (una lima, dei divaricatori per unghie e un tronchesino). Il flacone che avevo ricevuto è in formato prova da 30 ml, ma ho già provveduto ad acquistare il formato di vendita che, ahimè, non è poi molto più grande (contiene, infatti, 50 ml).

Il fatto che abbia acquistato questo prodotto è un chiaro segnale del fatto che mi è piaciuto molto. La crema, infatti, è molto leggera, ma ben idratante; si assorbe rapidamente (cosa per me fondamentale per evitare scivoloni con le ciabatte stile buccia di banana) consentendo, tuttavia, il tempo per un piacevole massaggio ai piedi.
Ultimo pregio: regala ai piedi un inebriante profumo di lavanda; a tal proposito, però, mi sento di sconsigliarla a chi ha problemi con tale fragranza, in quanto è molto intensa. Ma se vi piace, allora è la crema perfetta per voi!

Come accennavo prima, la confezione di vendita è piuttosto piccola e, a prezzo pieno, costa € 7,95. Può essere però acquistata con gli sconti cartolina (io ho fatto proprio così), in quanto non è un prodotto con bollino verde (aka quei prodotti che non possono essere scontati).
In conclusione mi sto trovando molto bene con questa crema piedi e mi sento davvero di consigliarvela, soprattutto se avete qualche sconto da sfruttare e se vi piace concedervi qualche coccola serale defaticante 😉
L’avete provata anche voi? Cosa ne pensate?
Come ultima cosa, per le più attente, lascio una foto dell’inci della crema!
20140911_194824
Alla prossima review, un bacione a tutte!

 

20140312_114219

Bioderma Sensibio AR Soin Anti-Rougeurs – Review

Buonasera a tutte fanciulle!

Finalmente mi sono ripresa da una Pasqua all’insegna del cibo (cioccolato come se piovesse 😀 ), di un matrimonio (a Pasquetta una mia cara amica si è sposata) e dell’influenza; quest’ultima non è ancora del tutto scomparsa, ma finalmente sta dando cenni di voler abbandonare il mio povero corpo.

Quale miglior metodo per festeggiare il mio ritorno in salute del pubblicare una nuova review? 😉 Oggi vorrei parlarvi di una crema viso che sto utilizzando al momento e che mi è stata prescritta dal dermatologo a inizio anno (per chi non lo sapesse io soffro di couperose). Il prodotto in questione è la Sensibio AR Soin Anti-Rougeurs. 

20140312_114108

Leggendo la confezione, questa crema è studiata per le pelli sensibili a tendenza couperosica l’esclusivo brevetto anti-arrossamenti Rosactiv agisce biologicamente su uno dei principali fattori responsabili del rossore, riducendo in modo durevole l’intensità degli arrossamenti e prevenendone la comparsa. Sensibio AR rinforza la barriera cutanea e calma la sensazione di fastidio. Eccellente tollerabilità.

20140312_114219

Doverosa premessa: io ho iniziato ad utilizzare questa crema a febbraio, quando le temperature (sebbene non sia stato un inverno molto freddo) erano abbastanza basse. Pur essendo la mia pelle mista (mi lucido molto sul naso), questa crema non è stata sufficientemente idratante negli scorsi mesi. Soprattutto sulle guance tendeva ad evidenziare le pellicine della mia pelle, in special modo con l’applicazione del fondotinta.

E’ stato quindi fondamentale per me slittare l’utilizzo di questa crema alla sera e sostituirla al mattino con una più idratante (che contiene anche un filtro solare, che in primavera non mi dispiace!).

Dal punto di vista della consistenza e dell’efficacia mi sento di promuoverla: una crema a rapidissimo assorbimento (quindi perfetta come base trucco) che effettivamente calma leggermente i rossori della couperose; ovviamente i risultati migliori si vedono con un uso prolungato e continuativo.

20140312_114143

La profumazione totalmente assente la rende particolarmente adatta alle pelli sensibili.

In conclusione credo che sia un ottimo prodotto per le pelli miste, ma in un periodo primaverile/estivo (che però, ahimè, non contiene filtri solari, assolutamente necessari per le pelli delicate). Mi sento di sconsigliarla, invece, per l’inverno e per chi ha una pelle molto secca.

Il flacone contiene 40 ml di prodotto per un costo di circa 19 €.

Dunque, la mia ricerca della crema perfetta continua 😉 E voi l’avete mai provata? Come vi trovate con i prodotti Bioderma? Alla prossima review!

 

Le mie misure anti-crisi…non si butta via nulla!

In questo periodo, è proprio vero, non si butta via nulla 😉

E così vi rendo partecipi di quelle che sono le mie personali misure anti-crisi, almeno nei cosmetici, per cercare di utilizzare tutto fino all’ultima goccia!

– sicuramente, una prima sana abitudine, è quella di tagliare le confezioni per riuscire a prelevare tutto, ma proprio tutto il prodotto, anche quando sembrerebbe finito; vi posso assicurare che nei meandri delle confezioni si ferma sempre taaanta roba da poter prelevare con le dita 😉

– io utilizzo le saponette per lavarmi le mani; quando rimangono dei pezzi molto piccoli di saponetta (che è impossibile e difficilissimo utilizzare) io li conservo in una jar e li sminuzzo il più possibile. Potrete così utilizzare questi “scarti” per la manicure (in una ciotola sciogliete qualche pezzettino di saponetta in tanta acqua calda, mettete in ammollo le mani per 10 minuti e così le cuticole si ammorbidiranno per bene) oppure, quando ne avrete raccolti tanti, scioglierli in un pentolino con poca acqua e creare una nuova saponetta!

– il vostro deodorante non funziona oppure avete provato l’allume di rocca, ma non è sufficiente in questi giorni caldi? Utilizzate entrambi i metodi! Prima passate la pietra bagnata sulle ascelle e poi (quando sarete asciutte) applicate anche il deodorante poco efficace. L’azione combinata dei due metodi vi permetterà, almeno, di portare a termine il prodotto che non vi soddisfa!

– ultimo consiglio per gli smalti: si sono seccati? E’ diventato difficile applicarli? Mettete qualche goccia di alcool Buongusto nel flaconcino e agitate… in questo modo sarà nuovamente utilizzabile 😉 Rimane però fermo il consiglio di conservare gli smalti in piedi e possibilmente in una scatola chiusa, in questo modo si seccheranno molto meno!

 

Spero di esservi stata utile…ciao!

20130530_155223

Balsamo per labbra all’Uva Reale di Erbario Toscano…una sòla pazzesca!

Oggi mi sono svegliata con la voglia di parlarvi malissimo di questo prodotto che si è rivelato un vero e proprio attentato al mio portafoglio. E’ vero, non è costato una fortuna, ma in questo tempo di crisi è odioso buttare via dei soldi.

Sto parlando del Balsamo per labbra all’Uva Reale dell’Erbario Toscano.

20130530_155223

Ho acquistato questo prodotto alla Coin, spinta dalle innumerevoli recensioni su blog e su Yt assolutamente favorevoli; “é prodigioso”, “è naturale”, “è molto idratante”.

In questi casi è proprio vero che ogni persona è a sè, perchè io odio letteralmente questo prodotto per le labbra. Il costo è alto (7,90 €) e la resa assolutamente deludente.

Innanzi tutto, guardando l’Inci si nota subito che è fatto solo di burro di Karitè e Oli e io in effetti mi chiedevo come potesse rimanere ben mescolato data l’assenza di cere. La risposta? Non rimane affatto mescolato! Le soluzioni sono due:

– o vi mettete con molta pazienza ad agitare il tubetto prima dell’uso

– altrimenti, premendo il tubetto, vi usciranno soltanto gli oli e (se sarete fortunate) qualche lieve traccia del burro di karitè, che a quel punto navigherà in un mare oleoso.

La cosa peggiore è stendere sulle labbra un prodotto che essenzialmente è solo olio: comincerà a vagare per le vostre labbra, scivolando di qui e andandosene di là. Per non parlare dell’effetto friol e patatina fritta che vi ritroverete sulla bocca!

Inoltre da quando utilizzo questo prodotto alla sera (impensabile metterlo di giorno!), ogni mattina mi ritrovo un nuovo brufoletto sulle labbra o sul contorno. Ma la cosa buffa è che secondo me questo balsamo (cioè olio) non idrata a sufficienza: essendo così liquido va rapidamente via dalle vostre labbra senza lasciare nulla di “ceroso” e così al mattino mi sveglio con le labbra più secche della sera!

Quindi secondo me è assolutamente sbagliata la formulazione…avrebbero dovuto aggiungere qualche cera, oppure diminuire la quantità di oli per aumentare quella di burro di karitè.

20130530_155144

L’unico pregio di questo prodotto? La profumazione! Sa di gomma da masticare frizzantina, quella che mi piaceva tanto quando ero teenager 😉

Ora sto già pensando ad usi alternativi di questa sòla, per evitare di gettare via un prodotto poco utilizzato; forse potrei provare ad utilizzarlo per rinforzare le mie unghie, giusto per terminarlo!