Archivio tag: bio

SAM_2531

Lush – Shampoo Morbidone al Cocco – Review

I miei capelli ricci sono complicati da gestire ed estremamente “viziati” quando si parla di prodotti; gli shampoo troppo nutrienti rischiano di appesantirli (a discapito del volume che – diciamolo – è uno dei pochi vantaggi dei capelli ricci), mentre quelli troppo leggeri li seccano, ricreando l’effetto paglia. Insomma, la giusta via di mezzo è difficile da trovare.

Diversi mesi fa ho avuto l’opportunità di provare questo shampoo solido di Lush, grazie ad una commessa estremamente gentile. Lo shampoo viene venduto a peso (non come tutti gli altri che sono già preformati) ed è proprio indicato per i capelli ricci. Al suo interno contiene cocco così come si nota facilmente dal profumo (che goduria!) e dalla presenza di scagliette.

SAM_2530

Lo shampoo si presenta come una vera e propria saponetta solida. Io, dopo aver inumidito i capelli, passo rapidamente il Morbidone sotto il getto dell’acqua e lo strofino sulle mani. Produce una schiuma morbida e leggera, che, pur dissolvendosi quasi subito, lava i capelli alla perfezione. Lo shampoo non è particolarmente nutriente e necessita il successivo uso di un balsamo (dopo il Morbidone al cocco adoravo usare il balsamo della Ttes da poco terminato). L’effetto sui miei capelli è strepitoso: mi lascia i capelli ben puliti, leggeri, voluminosi e dai ricci ben definiti per molti giorni. Vedo immediatamente la differenza rispetto a quando uso uno shampoo liquido – tendo ad alternarli: ad un lavaggio il Morbidone, al lavaggio successivo quello in flacone.

La durata del prodotto è strabiliante: uso questo campioncino da almeno due mesi e – come potete notare – ne ho ancora molto. Io lo conservo all’interno di un normale porta saponetta da viaggio, prestando attenzione a farlo asciugare prima di richiuderlo.

Vi lascio una foto dell’inci stampato sull’etichetta, ma, potete consultarne tutti gli ingredienti anche sulla pagina internet di Lush.

SAM_2535

In conclusione, sto adorando il Morbidone al Cocco e sicuramente lo riacquisterò: mi piace la sua efficacia, il suo profumo e il fatto che venga venduto senza confezioni in plastica (in linea con la politica del brand).

Voi avete mai provato gli shampoo soliti di Lush? Vi piacciono? Oppure preferite quelli in flacone?

 

SAM_2501

Mousse Doccia Tè Verde e Neroli – L’Erboristica di Athena’s – Review

E’ difficile che io scelga di recensire un prodotto per la detergenza corpo; in genere non dedico molte parole a questa tipologia di prodotto, ma mi limito a constatare che siano economici, che abbiano un buon profumo e che non secchino particolarmente la pelle.

In questo periodo sto però utilizzando con estrema soddisfazione la Mousse Doccia al Tè Verde e Neroli de L’Erboristica che, non essendo esattamente un prodotto molto economico, merita un discorso più approfondito.

SAM_2502

Ecco cosa ci dice la confezione: una mousse delicata ed emolliente formulata con tensioattivi di origine vegetale. La presenza di aloe vera ha proprietà rimineralizzanti e dermoprotettive; le note del tè verde donano dinamismo e vitalità; le proteine del riso emollienti contrastano l’azione disseccante di acqua e calcare.

Il bagnoschiuma ha una consistenza particolare, non troppo liquida, ma nemmeno troppo densa; il che è dovuto probabilmente alla presenza dell’Aloe in seconda posizione. Io in genere lo verso su una spugna retata: è sufficiente poco prodotto per ottenere una generosa schiuma! Pur essendo molto lavante, vi assicuro che è delicatissimo sulla pelle – perfino sulla mia estremamente sensibile. Il che è probabilmente dovuto all’assenza, nella formulazione del bagnoschiuma, di SLES, derivati petrolchimici, coloranti, siliconi e parabeni. Dopo la doccia la pelle non tira assolutamente, ma rimane morbida e idratata. Per abitudine, dopo la detersione, applico un idratante corpo (qui potete vedere il mio preferito del periodo), ma usando questo bagnoschiuma potrei anche saltare il passaggio.

La cosa migliore di questa Mousse Doccia, però, è il profumo: frizzante, fresco, con un sentore di fondo leggermente dolce. E’ difficile descriverlo a parole, ma vi consiglio di andare ad annusarlo. Ormai è diventato il mio prodotto preferito per le docce estive, in quanto è perfettamente in grado di energizzarmi e di rinfrescarmi immediatamente. La profumazione, purtroppo, rimane poco sulla pelle, ma si percepisce a lungo nell’ambiente del bagno.

Il flacone contiene 300 ml di prodotto e costa circa 6 euro; io l’avevo acquistato in offerta a 2,99 €, ma vi posso assicurare che lo acquisterei anche a prezzo pieno. Questa Mousse Doccia è, senza dubbio, il miglior bagnoschiuma che io abbia mai provato!

SAM_2506

Qual è il vostro bagnoschiuma preferito per le docce estive? Avete una profumazione della quale non riuscite a fare a meno?

 

SAM_2107

Biofficina Toscana Lozione Anti Crespo – Review

Ben ritrovati a tutti e buona domenica.

Finalmente, dopo mesi di gestazione e dopo aver già terminato il flacone, mi accingo a recensire la Lozione Anticrespo di Biofficina Toscana.

SAM_2107

Questo prodotto mi era stato regalato da un’amica lo scorso Natale e mi è durato quasi un anno; io lo applicavo a capelli bagnati (subito dopo il lavaggio e prima di procedere all’asciugatura) prima dei comuni prodotti per lo styling dei ricci.

Il prodotto, contenuto in un flacone bianco con erogatore spray, è diviso in due fasi e, pertanto, deve essere agitato prima dell’utilizzo. Inizialmente ho odiato la lozione per il suo odore molto fiorito (a tratti invadente…) e per la resa “appiccicaticcia” sui miei capelli. Successivamente ci ho fatto amicizia (più che altro ho capito come utilizzarlo) e mi sono abituata alla sua profumazione (o forse è evaporata leggermente?).

miei capelli ricci tolleravano il prodotto solo da bagnati; quando provavo a spruzzarlo al mattino per idratare le punte e sistemare la messa in piega, i capelli si appiccicavano e si sporcavano terribilmente. Probabilmente la colpa è del miele contenuto all’interno.

Utilizzandolo a capelli bagnati mi evitavo sicuramente l’inconveniente, ma purtroppo non ho mai notato particolarmente la differenza nello scopo a cui è destinato: la riduzione dell’effetto crespo. Ora che l’ho terminato, infatti, non ne sento la mancanza, il che dice tutto.

Aveva sicuramente il pregio di essere un idratante per capelli estremamente leggero (se applicato nelle giuste dosi e a capelli bagnati), il che mi ha permesso di terminare il prodotto non troppo contro voglia.

In definitiva mi aspettavo molto di più da questa lozione anticrespo, soprattutto considerando il suo prezzo non propriamente economico e la sua fama. Per questa ragione, una volta terminato il prodotto, ho scelto di non ricomprarlo.

SAM_2111

Vi lascio *qui* la scheda del prodotto sul sito di Ecco-Verde, dove è possibile leggere gli ingredienti del prodotto (difficili da catturare in foto) e la scheda descrittiva.

Ora chiedo a voi: avete mai provato questa Lozione Anticrespo? Come vi siete trovate? Avete dei prodotti simili da consigliarmi?

Alla prossima!

SAM_2093

Labbra Da Cinema – LUSH – Review

Recentemente ho notato di non aver mai recensito un prodotto Lush sul mio blog. Non possiedo tantissimi prodotti del brand, ma utilizzo con soddisfazione diverse cose, delle quali pian piano vi parlerò. Oggi è arrivato il momento di recensire il Labbrasivo Labbra Da Cinema.

SAM_2093

Comincio con qualche dato tecnico: cos’è un Labbrasivo? Non è altro che uno scrub per labbra, già pronto all’uso e contenuto in un graziosissimo barattolino di vetro con tappo in plastica. Sul sito ufficiale Lush potete ammirare le numerose profumazioni esistenti per questo genere di prodotto.

Io acquistai il mio Labbrasivo lo scorso anno, con i saldi di gennaio. Pur essendo un prodotto in linea permanente, era stato scontato del 50% e ne approfittai immediatamente. Tra tutte le profumazioni presenti, questa mi aveva rapita fin da subito. E, a distanza di diversi mesi, continua a mandarmi in brodo di giuggiole, tanto che periodicamente mi vien voglia di aprire il barattolino al solo scopo di annusarne il contenuto. E’ difficile raccontarvi questo profumo paradisiaco: sa di dolce, di zucchero filato, con un retrogusto di nonsoché. Ascoltate il mio consiglio: andate in una bottega ad annusarlo!

SAM_2084

Come va utilizzato un Labbrasivo? Bisogna prelevare una piccola quantità di prodotto e passarla delicatamente sulle le labbra. In bottega mi avevano consigliato di ingerire direttamente il prodotto, una volta terminato lo scrub. Detto francamente, non mi sono mai fidata e ho sempre preferito risciacquare il tutto con acqua tiepida. L’azione meccanica dello scrub è in grado di eliminare le pellicine presenti sulla superficie labiale, mentre gli oli presenti all’interno le idratano leggermente. Terminata l’operazione, le labbra risultano lisce, morbide, rinvigorite e leggermente più turgide. L’azione idratante del Labbrasivo però, a mio avviso, non è sufficiente: dopo aver effettuato lo scrub consiglio di applicare un buon prodotto idratante (le labbra scrubbate assorbiranno meglio i trattamenti successivi!). Il profumo paradisiaco di questo prodotto persiste per diverso tempo sulle labbra: una vera goduria!

SAM_2090

Io cerco di effettuare lo scrub prima di applicare rossetti molto scuri o molto secchi (per evitare che vengano enfatizzate le pellicine) o comunque almeno una volta alla settimana. Il Labbrasivo effettua uno scrub deciso, ma vi assicuro che non è troppo aggressivo (a patto che venga spalmato in modo delicato).

E’ davvero un prodotto fondamentale? La risposta, ovviamente è no. Sicuramente ci sono mille altri metodi per scrubbare la labbra, come sfregarle delicatamente con lo spazzolino da denti o prepararsi da sé qualche intruglio a base di zucchero. Ma se siete pigre come me e volete regalarvi una coccola (profumatissima!) settimanale, allora mi sento di consigliarvelo. Il prezzo non è propriamente economico (a prezzo pieno costa 7,95 €, ma occhio ai saldi!), che però viene ammortizzato dalla durata del prodotto: ne basta così poco, che ve lo porterete avanti per una vita!

20151108_123238

L’unico difetto che sono riuscita a trovargli è che gli oli presenti all’interno non sono ben amalgamati al prodotto. In cima rimane quasi esclusivamente lo zucchero, mentre sul fondo del barattolo si nota una maggiore concentrazione degli ingredienti liquidi.

In definitiva sono rimasta decisamente soddisfatta dal prodotto, sia per la sua funzione di scrub, che per il suo profumo inebriante. Non so se lo acquisterei a prezzo pieno, ma se anche quest’anno lo trovassi scontato, sicuramente ne farei scorta.

Ora chiedo a voi: usate con costanza qualche scrub labbra? Avete già provato i Labbrasivi di Lus? Vi piacciono? Quali altre profumazioni mi consigliereste?

Alla prossima recensione!

 

20151019_091312

Yves Rocher, Balsamo Labbra Culture Bio – Review

Credo di avere un serio problema con i balsami labbra. Seppure io ne possieda una quantità esorbitante, non riesco a resistere e ne acquisto sempre di nuovi. Probabilmente in questo momento ho una scorta sufficiente per idratare le mie labbra da qui a cinquant’anni, ma continuo imperrita a voler provare nuovi prodotti.

Questa doverosa premessa per farvi capire la mia reazione quando ho visto questo delizioso tubetto in una bottega di Yves Rocher. La mia espressione è stata simile a questa:

Gatto_occhi_dolci
Il balsamo labbra fa parte della line Culture Bio e costa 3,95€. Purtroppo si tratta di un prodotto a bollino verde che, quindi, non può essere ulteriormente scontato con le offerte periodiche delle cartoline, ma il prezzo lo rende comunque competitivo ed economico per essere un prodotto totalmente naturale.

20151019_091312

Il prodotto ha una consistenza densa ma ben spalmabile e permane a lungo sulle labbra. Non è appiccicoso ed assolutamente confortevole. Il colore è leggermente bianco ma, sulle labbra, diventa totalmente trasparente regalando un effetto glossato. Ha un profumo delicato e poco persistente, che lo rende adatto anche a chi non ama profumazioni forti sotto al naso.

20151019_091521

Da quando uso questo balsamo tutte le sere, le mie labbra al mattino sono morbide e ben idratate. Le pellicine sono sicuramente attenuate e non ho avuto grandi problemi di secchezza.

La confezione è a tubetto, con classico applicatore “trasversale”; pur essendo un prodotto in crema, quindi, può essere utilizzato senza doverlo prelevare con le dita (il che è apprezzabile soprattutto fuori casa).

20151019_091446

In conclusione mi sento di promuovere assolutamente questo prodotto, soprattutto in considerazione del rapporto qualità-prezzo.

Unico lato negativo, che mi sento di rilevare per le più attente agli ingredienti, sul tubetto del balsamo labbra non è riportato l’INCI. Seppure, quindi, il prodotto faccia parte della linea Culture Bio e dovrebbe contenere solo ingredienti naturali, purtroppo non ci è possibile verificare questo dettaglio.

20151019_091323

Quantità di prodotto: 10 ml

PAO: non riportato (i prodotti Yves Rocher contengono proprio la data di scadenza; il mio balsamo labbra scadrà a novembre del 1016)

Certificazione EcoCert: sì

20141020_124414

BB Cream Perfecteur de teint – So Bio – Review

Buongiorno a tutte fanciulle!

La review di oggi è stata a lungo richiesta da molte di voi e dunque mi sembra arrivato il momento giusto per pubblicarla e accontentarvi! 🙂

Vi parlerò della BB Cream So Bio nella formulazione coprente e nella colorazione 01.

Ho sempre sentito e letto meraviglie a proposito di questa BB cream; purtroppo per me, non è scoccata la scintilla dell’amore nei confronti di questo prodotto che mi ha lasciata perplessa e dubbiosa. Nella review cercherò di spiegarvi i motivi della mia diffidenza e delusione.
20141020_124414

Prima di tutto qualche dato tecnico; il flacone contiene 30 ml di prodotto, con pao di 6 mesi e viene venduta (su internet) al prezzo di € 13 circa.

La prima caratteristica sulla quale vorrei soffermarmi è la texture molto particolare, quasi in mousse. Ha il pregio di non seccarsi in fretta (come, invece, molti suoi colleghi bio fanno) e consente un’agevole applicazione su tutto il viso.

Il metodo che preferisco per applicarla è con le ditine-sante; in questo modo riesco a scaldare bene il prodotto e ottenere un buon risultato.

La coprenza è molto buona per una BB cream; riesce infatti a coprire quasi totalmente la mia couperose sulle guance e, eventualmente, può essere anche stratificata per ottenere un risultato impeccabile.

Quanto alla durata, nulla da ridire. Applicata al mattino, la struccavo praticamente intatta alla sera.

Bene, è arrivato il momento di parlarvi dei suoi difetti, perchè ne possiede diversi. Innanzi tutto il colore si ossida terribilmente. Se al principio apparirà leggermente grigia e chiara (quindi adatta al mio non-colore), dopo qualche ora si scurisce di almeno un tono e il sottotono diventa tendente all’arancione.

La BB cream, purtroppo, si sente sulla pelle e dopo qualche ora dall’applicazione lucida tantissimo. E’ vero che io ho la pelle mista, che si lucida perfino con il fondotinta minerale, ma, dopo aver applicato questo prodotto, sono costretta a tamponare con salviette opacizzanti e cipria almeno ogni ora e mezza.

Infine, cosa per me gravissima, la BB Cream mi provoca imperfezioni; con l’uso prolungato (almeno un mese) mi sono ritrovata ad avere nuovi brufoletti ogni giorno (preciso che io non ho quasi mai imperfezioni, nemmeno usando creme molto chimiche. Ovviamente escludo “quei” periodi 😛 ), mentre sospendendola la situazione ritornava alla normalità.

In conclusione credo proprio che questo non sia il prodotto adatto a me. E spero di aver aiutato, con la mia esperienza, anche qualche altra ragazza che si ritrovi con le mie caratteristiche!

20141020_131309
Ora chiedo a voi: l’avete provata? Avete riscontrato qualcuno dei difetti che ho elencato io?
Alla prossima recensione!!!
20140905_150815

I prodotti bye bye di Sara e Monique! #7

Buongiorno a tutte fanciulle!

Oggi vi propongo il consueto appuntamento mensile con i prodotti terminati, ovviamente in collaborazione con Sara del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione!

Questo mese (tanto per cambiare -.-) non ho terminato alcun prodotto di make-up; ma mi sono data da fare con i prodotti di cura della persona, dunque è andata tutto sommato bene.

20140905_145747

– Mustela Lait de toilet ml. 500; questo è il mio holy grail dei latti detergenti, nonchè mio fedele compagno di struccate quotidiane da ben due anni. Non posso che confermare e sottoscrivere la dichiarazione d’amore che gli feci a suo tempo nella review!

– Bottega Verde Scrub Mask all’albicocca; avevo acquistato questo prodotto con uno sconto da Bottega Verde (grazie al raggiungimento della soglia punti) prima che mi venisse diagnosticata la couperose e prima che il mio dermatologo mi proibisse ogni tipo di esfoliazione dal mio viso. Il prodotto, dunque, l’ho terminato utilizzandolo sul corpo e la mia opinione, oggi, non potrà esservi di aiuto. Sul corpo scrubba poco. Ma và?, penserete voi, è destinato al viso!

– Latte Corpo La voglia matta Cotton Candy 280 ml; vi avevo già mostrato questa crema nel post dedicato ai prodotti da palestra. L’avevo comprata all’outlet in offerta e in definitiva devo ammettere che non era malaccio. Il profumo era molto dolce, ma non stucchevole, la consistenza non era nè troppo liquida nè troppo densa e si assorbiva abbastanza in fretta. L’idratazione non era il massimo, ma nemmeno totalmente assente. Diciamo che non la ricomprerei, ma non mi ha nemmeno fatto schifo.

20140905_150743

– Carrefour papier toilette aloe; banalissime salviette che risiedono abitualmente nella mia borsa da lavoro. Le ricompro spesso perchè sono economiche e rinfrescanti.

– Piccolino salviette baby; avevo acquistato queste salviette al discount LD a 99 centesimi per tenerle in borsa (se vi dico Sephora Swatch potrete facilmente intuire a cosa mi servissero! 😀 ) e mi sono piaciute tantissimo. Erano ben imbevute, molto grandi, decorate con degli orsacchiotti (ammmmore!) e dal profumo talcato inebriante. Peccato che non le abbia più trovate. Ma dico io, perchè mi fate innamorare a questo modo di un prodotto per poi togliermelo dal commercio? Non si fa, no no.

Crema mani La Saponaria al Burro di Karitè; ho dedicato recentemente una review a questo prodotto, quindi non mi dilungo più di tanto. La scatola di latta ovviamente è già stata lavata per essere riutilizzata come ci insegna questo post del blog A Colourfullmess.

20140905_145845

– Omnia Botanica, maschera rigenerante per le mani; questo prodotto non è un terminato, ma un cestinato. Avevo ricevuto in regalo questa maschera acquistando una crema per le mani della medesima marca; il prodotto non solo era scomodo da usare (rimanere 10 minuti con un impacco sulle mani non è il massimo della vita, ecco. Moltiplicate per 10 i fastidi che riscontrate con lo smalto fresco: niente bagno, niente smartphone…), non solo era bianco (conteneva ossido di zinco) e appiccicoso, ma alla fine della fiera non serviva a nulla. Ho provato ad usarla due volte, poi è finita in fondo ad un cassetto; ora credo sia andata a male e la getto senza rimorsi.

– Lima Essence; tutta la blogosfera loda senza riserve le lime Essence, così mi decido a comprarne una, e il risultato è che mi ci trovo malissimo. Le cose, a questo punto sono due: questo modello è fallato (l’avrò usata al massimo due volte e poi è diventata totalmente liscia) oppure io vado contro corrente. Mah, mistero.

– Bionike Defence deo senza profumo; questo deodorante non era male e durava abbastanza, però, usandolo, ho avuto una piccola irritazione alle ascelle. Non so se la colpa sia stata sua o di qualcos’altro, ad ogni modo non sfido la sorte ricomprandolo.

– Bioderma Cicabio (campioncino); la farmacista mi aveva dato da provare questo campioncino per curare un brufolo sul mento (a suo dire mi avrebbe cancellato anche la cicatrice), ma a dire il vero non ho notato alcun miglioramento. Mi trovo molto meglio ad applicare sulle imperfezioni la pasta all’ossido di zinco che me le secca rapidamente e cura anche la cicatrice.

Bene, questi sono i prodotti che ho terminato ad agosto. Avete provato qualcosa di ciò che mostro? Avete riscontrato le mie stesse considerazioni? Io ora corro a leggere il post della mia amica Sara, chissà mai cosa avrà terminato lei 🙂

Un bacione!

 

20140823_173140

La Saponaria Crema mani Burro di Karitè e Rosa – Review

Buongiorno a tutti!

Oggi, dopo la breve pausa estiva, parto con una nuova recensione sul mio blog; nello specifico vorrei raccontarvi le mie impressioni circa la crema mani La Saponaria alla Rosa e Karitè.

20140823_173140

La crema si presenta in una confezione di latta da 60 ml. La consistenza è solida, ma al semplice contatto con il calore delle mani, si scioglie facilmente. Il profumo di rosa è inebriante e persistente; mi sento di sconsigliare questa variante (esiste anche la versione pura, Extra Vergine) a chi non ama questo profumo in quanto è molto accentuato, ma se come me adorate le rose e tutto ciò che le ricorda, allora fa per voi!

Sulla confezione possiamo leggere: crema mani all’olio extravergine di oliva biologico. Nutriente e rigenerante ideale per pelli secche e screpolate. 

Quanto all’efficacia sulle mani, devo fare una doverosa premessa: io ho le mani secche che più secche non si può. Perfino in primavera sono soggetta a fastidiosissimi tagli e ragadi che mi si formano sulle nocche a causa della disidratazione della mia pelle. Questo problema mi costringe, nei mesi invernali, ad utilizzare creme siliconiche che creino una patina protettiva sulla mia epidermide (come la mia adorata Neutrogena). Le formulazioni naturali, purtroppo, vengono assorbite rapidamente e altrettanto rapidamente perdono la loro efficacia protettiva sulla mia pelle problematica.

Per questo motivo ho scelto di utilizzare questo prodotto in estate, per poterlo valutare in condizioni “normali” e non estreme; l’idratazione che regala alle mani è molto buona, l’assorbenza ottima, tanto che (dopo aver massaggiato solo qualche secondo) non lascia traccia sulla pelle. L’unico difetto che ho riscontrato è stata l’efficacia piuttosto limitata nel tempo: dopo qualche ora dall’assorbimento le mie mani tornavano secche come prima dell’applicazione della crema.

Se siete, dunque, alla ricerca di un prodotto naturale (non contiene siliconi, petrolati e compagnia bella), ben idratante, che si assorba facilmente senza lasciare residui sulle mani, allora questo prodotto fa sicuramente al caso vostro. Se, invece, avete una pelle molto secca (come la mia), vi avviso che potrebbe non essere sufficiente, soprattutto nella stagione più fredda.

20140823_173200

Il prezzo si aggira intorno ai 4 € su quasi tutti i siti che commerciano prodotti bio, ma si può trovare anche nei negozi fisici rivenditori del marchio La Saponaria  (io l’avevo acquistata da Eataly a Torino).

Un ultimo pregio della crema è sicuramente la confezione in latta riutilizzabile; ora che ho terminato il prodotto all’interno, laverò la scatoletta e la utilizzerò nei viaggi per trasportare i dischetti di cotone, dopo aver letto questo articolo illuminante del blog A Colourfull Mess 😉

Avete già provato le creme mani de La Saponaria? Cosa ne pensate? Vi piacciono?

Al prossimo articolo!

20140126_095923

Sanoflore – Baume Lèvres nourricier. Review

Buongiorno fanciulle. Oggi, lunedì, mi appresto ad iniziare la settimana nel modo più difficile possibile, scrivendo la review che rimando da molti mesi e non so ancora come impostare.

Premetto subito che ho acquistato questo prodotto la scorsa estate e che l’ho utilizzato per un lungo periodo, quindi dovrei sapere cosa scriverne. Il condizionale, però, è d’obbligo in quanto non so ancora se questo prodotto mi piaccia o meno e così ho rimandato fino ad oggi la recensione.

Poi, però, ho pensato che la mia indecisione e la mia poca convinzione, siano in realtà due elementi importanti nella descrizione di un prodotto. Perchè, a mio avviso, se ancora non è scoccato l’amore dopo quasi sei mesi di costante utilizzo, un motivo dovrà pur esserci.

Partiamo dal principio, protagonista del mio post odierno è il balsamo labbra Sanoflore Nutriente, a base di ingredienti bio di origine alimentare. Io l’ho acquistato in una parafarmacia al prezzo (abbastanza alto) di circa 8 € (dieci centesimi in meno, per la precisione) per un vasetto di 12 grammi di prodotto.

20140126_095923

Mi sono fatta attirare dalla confezione deliziosa e un po’ retrò con tappo a vite dorato, dalle caratteristiche riportate sulla scatola, dagli ingredienti bio e dalle recensioni positive presenti sul web di un prodotto simile, ma al miele, delle medesima casa produttrice.

Una volta aperto il vasetto, il prodotto si presenta di colore giallo tenue dal profumo fruttato molto piacevole e poco aggressivo e dalla consistenza estremamente dura e compatta. Questo è il primo difetto che ho riscontrato: l’alta densità del balsamo non permette di prelevarne mai abbastanza e bisogna scaldare tanto la superficie per riuscire a prenderne la giusta quantità. Una formula un po’ più morbida avrebbe sicuramente facilitato l’applicazione.

20140126_095939

Il prodotto non è particolarmente idratante; applicato durante il giorno (ad intervalli molto ravvicinati, cioè circa ogni ora) potrebbe risultare sufficiente a donare la giusta idratazione alle labbra, ma la confezione a vasetto non è adatta a questo utilizzo. Non potrei mai portare questo balsamo nella mia borsa per la scarsità di igiene che si verificherebbe nel prelevarlo durante il giorno.

Utilizzato alla sera, però, questo prodotto è stato sufficiente soltanto nella stagione autunnale; con l’arrivo dell’inverno e dei primi freddi, infatti, se prima di coricarmi applicavo questo balsamo, la mattina mi svegliavo con le labbra secchissime, disidratate e piene di screpolature. E, con l’uso prolungato, la situazione è degenerata, tanto da costringermi ad acquistare ben due prodotti “d’urto” per risollevare le sorti delle mie labbra.

E’ come se, poco tempo dopo averlo applicato, le labbra assorbissero rapidamente tutto il prodotto senza però trovarne giovamento nel lungo periodo. Il balsamo che sto utilizzando ora, invece (che presto vi recensirò ;-)), crea uno strato ceroso sulla superficie delle labbra, che rimane intatto tutta la notte e che le idrata a fondo.

In conclusione, credo che sia un prodotto adatto a chi non ha particolari esigenze idratanti alle labbra o comunque da utilizzarsi in periodi dal clima mite. Ho letto sul web review positive sul suo fratellino al miele (che potrei provare in futuro), ma ammetto di essere rimasta delusa dalla qualità di questo balsamo, soprattutto rapportata al prezzo non propriamente economico.

20140126_095953

E voi avete per caso provato questo balsamo labbra? Come vi è sembrato?

Buon inizio settimana a tutte!

20130802_164629

Latte solare Leocrema in regalo con Tu Style!

Ciao fanciulle!

Oggi vorrei segnalarvi che in edicola, col giornale Tu Style, c’è in regalo (quindi al costo esclusivo di 1 €, ovvero del prezzo della rivista) il Latte Solare Leocrema all’olio d’Argan bio!

20130802_164629

Il flacone contiene 75 ml di prodotto (non è quindi una minitaglia piccola 😉 ) ed ha un fattore di protezione 10; per me in effetti la protezione è bassa, ma l’ho preso ugualmente per tenerlo in borsa ed utilizzarlo in città quando mi capita di camminare qualche minuto in più del solito per evitare, quindi, una scottatura sulle braccia (mi è già capitato, purtroppo).

Ecco, non lo userei al mare o in montagna soprattutto nei primi giorni di esposizione, ma per qualche ora di camminata in città potrebbe rivelarsi utile 😉

Mi raccomando, non dimenticate mai l’importanza delle protezioni solari…il sole è bello e fa bene, ma è importante proteggersi adeguatamente 😉 Parola di mozzarellina 😛

Ciao!