Archivio tag: borsa

20140905_150815

I prodotti bye bye di Sara e Monique! #7

Buongiorno a tutte fanciulle!

Oggi vi propongo il consueto appuntamento mensile con i prodotti terminati, ovviamente in collaborazione con Sara del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione!

Questo mese (tanto per cambiare -.-) non ho terminato alcun prodotto di make-up; ma mi sono data da fare con i prodotti di cura della persona, dunque è andata tutto sommato bene.

20140905_145747

– Mustela Lait de toilet ml. 500; questo è il mio holy grail dei latti detergenti, nonchè mio fedele compagno di struccate quotidiane da ben due anni. Non posso che confermare e sottoscrivere la dichiarazione d’amore che gli feci a suo tempo nella review!

– Bottega Verde Scrub Mask all’albicocca; avevo acquistato questo prodotto con uno sconto da Bottega Verde (grazie al raggiungimento della soglia punti) prima che mi venisse diagnosticata la couperose e prima che il mio dermatologo mi proibisse ogni tipo di esfoliazione dal mio viso. Il prodotto, dunque, l’ho terminato utilizzandolo sul corpo e la mia opinione, oggi, non potrà esservi di aiuto. Sul corpo scrubba poco. Ma và?, penserete voi, è destinato al viso!

– Latte Corpo La voglia matta Cotton Candy 280 ml; vi avevo già mostrato questa crema nel post dedicato ai prodotti da palestra. L’avevo comprata all’outlet in offerta e in definitiva devo ammettere che non era malaccio. Il profumo era molto dolce, ma non stucchevole, la consistenza non era nè troppo liquida nè troppo densa e si assorbiva abbastanza in fretta. L’idratazione non era il massimo, ma nemmeno totalmente assente. Diciamo che non la ricomprerei, ma non mi ha nemmeno fatto schifo.

20140905_150743

– Carrefour papier toilette aloe; banalissime salviette che risiedono abitualmente nella mia borsa da lavoro. Le ricompro spesso perchè sono economiche e rinfrescanti.

– Piccolino salviette baby; avevo acquistato queste salviette al discount LD a 99 centesimi per tenerle in borsa (se vi dico Sephora Swatch potrete facilmente intuire a cosa mi servissero! 😀 ) e mi sono piaciute tantissimo. Erano ben imbevute, molto grandi, decorate con degli orsacchiotti (ammmmore!) e dal profumo talcato inebriante. Peccato che non le abbia più trovate. Ma dico io, perchè mi fate innamorare a questo modo di un prodotto per poi togliermelo dal commercio? Non si fa, no no.

Crema mani La Saponaria al Burro di Karitè; ho dedicato recentemente una review a questo prodotto, quindi non mi dilungo più di tanto. La scatola di latta ovviamente è già stata lavata per essere riutilizzata come ci insegna questo post del blog A Colourfullmess.

20140905_145845

– Omnia Botanica, maschera rigenerante per le mani; questo prodotto non è un terminato, ma un cestinato. Avevo ricevuto in regalo questa maschera acquistando una crema per le mani della medesima marca; il prodotto non solo era scomodo da usare (rimanere 10 minuti con un impacco sulle mani non è il massimo della vita, ecco. Moltiplicate per 10 i fastidi che riscontrate con lo smalto fresco: niente bagno, niente smartphone…), non solo era bianco (conteneva ossido di zinco) e appiccicoso, ma alla fine della fiera non serviva a nulla. Ho provato ad usarla due volte, poi è finita in fondo ad un cassetto; ora credo sia andata a male e la getto senza rimorsi.

– Lima Essence; tutta la blogosfera loda senza riserve le lime Essence, così mi decido a comprarne una, e il risultato è che mi ci trovo malissimo. Le cose, a questo punto sono due: questo modello è fallato (l’avrò usata al massimo due volte e poi è diventata totalmente liscia) oppure io vado contro corrente. Mah, mistero.

– Bionike Defence deo senza profumo; questo deodorante non era male e durava abbastanza, però, usandolo, ho avuto una piccola irritazione alle ascelle. Non so se la colpa sia stata sua o di qualcos’altro, ad ogni modo non sfido la sorte ricomprandolo.

– Bioderma Cicabio (campioncino); la farmacista mi aveva dato da provare questo campioncino per curare un brufolo sul mento (a suo dire mi avrebbe cancellato anche la cicatrice), ma a dire il vero non ho notato alcun miglioramento. Mi trovo molto meglio ad applicare sulle imperfezioni la pasta all’ossido di zinco che me le secca rapidamente e cura anche la cicatrice.

Bene, questi sono i prodotti che ho terminato ad agosto. Avete provato qualcosa di ciò che mostro? Avete riscontrato le mie stesse considerazioni? Io ora corro a leggere il post della mia amica Sara, chissà mai cosa avrà terminato lei 🙂

Un bacione!

 

20140312_173430

Haul del mercoledì pomeriggio, Sephora e Tiger!

Buongiorno a tutte fanciulle!

La giornata di oggi rimarrà negli annali: due post in un giorno! Caso più unico che raro, non fateci l’abitudine, eheheheh 😛

Ci tengo però a condividere con voi gli acquisti che ho fatto oggi pomeriggio; complici una bella giornata primaverile e soleggiata, delle commissioni da sbrigare e del tempo libero dal lavoro, ho fatto qualche incursione da Sephora e da Tiger.

20140312_173430

Iniziando da quest’ultimo negozio, ho ceduto a delle pinzette super carine a forma di geisha. Le avevo regalate qualche giorno fa ad una mia cara amica e alla fine non ho resistito, mi piacevano così tanto che le ho acquistate anche per me. Costo 1 €.

Per una beauty addict come me la parola shopping fa rima con Sephora. Mi sono fatta tentare da una novità: le salviettine leva-smalto mono dose. Per una “dipendente” dalle salviettine come me (ho fatto training pubblico proprio questa mattina 😉 ) che va in paranoia per lo smalto sbeccato (che ovviamente si rovina non appena metto piede fuori casa!) non potevano mancare le Lingettes dissolvantes express, ovvero delle salviette impregnate di solvente per unghie e incartate singolarmente. Una di queste è già entrata nella mia borsa (evviva, altro peso sulle spalle! -.-). Costo € 4,90 per 20 salviette.

20140312_173809

Infine, dopo mesi di titubanza (lo compro o non lo compro? Lo compro o non lo compro? Immaginate questa tiritera per settimane, dopo settimane, dopo settimane, dopo settimane, ecc.) ho ceduto ad un kit di Clinique che contiene il mascara High impact lashes in full-size, la matita Cils Impact optimal nera, una mini-size del celeberrimo All about eyes (che voglio provare da una vita e mezza!) e, una ADORABILE pochette rosa e viola. Ebbene dovete sapere che, oltre ad essere salviette-dipendente, io ho la pochettite. Le adoro e ne comprerei a migliaia! Inizialmente, guardando la foto sulla scatola del kit, immaginavo che la pochette fosse traforata e trasparente; invece no, è internamente foderata (di tessuto lilla…ohhhhhh <3) e davvero deliziosa. Costo del kit: 20,90 €.

20140312_173630

Il tutto condito da uno sconto del 10% che, seppure non altissimo, di certo non guasta.

Prima di salutarvi vi faccio una domanda: è vero che quelle pinzette sono stupende???? 😀

Un bacione!

20130607_183506

Lycia salviettine intime protezione lenitiva – Review

Buongiorno a tutte fanciulle!

La review di oggi sarà un po’ insolita, perchè vi racconterò le caratteristiche di un prodotto destinato ad un utilizzo “intimo” e non cosmetico.

20130607_183506

Ho acquistato le salviette intime Lycia protezione lenitiva la scorsa estate da Tigotà, in quanto erano in offerta a € 0,99 centesimi al pacco. Io mi autodefinisco la “donna delle salviette” e nella mia borsa ne ho un vero e proprio arsenale di diverse marche e tipologie: quelle per le mani e il corpo (per pulirmi al volo, anche dopo qualche incursione da Sephora o Kiko), quelle struccanti incartate singolarmente (non si sa mai quando potrebbe essere necessario struccarsi fuori casa!), quelle deodoranti e infine quelle intime, che utilizzo nei giorni del periodo mensile o quando trascorro molte ore all’aperto (con probabilità di utilizzo di bagni pubblici). Lo so, sono maniaca, ma avere delle salviette sempre con me mi da sicurezza (salve a tutti, mi chiamo Monique e sono una salvietta-dipendente!).

Tornando al fulcro del discorso (devo ancora capire perchè le mie recensioni sono sempre così prolisse! Focus-on…c’mon!), queste salviette della Lycia stanziano spesso nei meandri della mia borsa e io le adoro davvero perchè le ritengo di una qualità altissima.

Le salviette, molto grandi e resistenti, sono estremamente umide e bagnate e con un fortissimo potere rinfrescante e pulente. La profumazione (a mio avviso di rosa) è molto delicata, ma comunque piacevole, fresca e persistente. Hanno, infine, una delicatezza fantastica, che le rende effettivamente adeguate anche alle parti più delicate del corpo femminile (ovviamente non contengono alcol).

Il tessuto è spesso, pesante e non completamente liscio, ma leggermente quadrettato e poroso.

Mi è capitato di utilizzare queste salviette per struccarmi, in una giornata in cui avevo applicato solamente del fondotinta minerale sul viso. Il risultato è stato buono, ma in questo caso la profumazione persistente di rosa ha un po’ infastidito il mio naso.

Il valore aggiunto di questo prodotto, secondo me, è che, pur restando aperte molto tempo, rimangono sempre ben bagnate fino all’ultima salvietta, senza subire alcun peggioramento della qualità. La linguetta adesiva di chiusura, infatti, rimane ben adesa al pacchetto, preservandone il contenuto.

Dal punto di vista tecnico, la confezione (molto compatta e adatta ad essere trasportata in borsa) contiene 12 salviette a ph 3.5 con pao di 6 mesi e recita:

L’innovativa formulazione Lycia intima salviettine, con complesso attivo di oli naturali affini alla tua pelle, si prende cura della tua igiene intima in maniera efficace e delicata, preservando l’equilibrio fisiologico delle parti intime. Porta Lycia intima salviettine protezione lenitiva sempre con te: con ph 3.5 sono ideali per pelli e mucose sensibili, anche con tendenza alla secchezza. L’azione emolliente e lenitiva dona sollievo dai fastidi intimi.

Dunque mi sento di consigliarvi davvero queste salviette; io purtroppo non sono più riuscita ad acquistarle in offerta (a dire il vero non le ho proprio più trovate da Tigotà), ma ho visto che sono vendute presso le profumerie I Limoni ad un prezzo di circa 1,50 €.

20130607_183521

20130724_113709

Pochette per le emergenze….sempre con me ;-)

Buongiorno fanciulle!

Qualche tempo fa vi avevo mostrato la mia make-up bag, ovvero la pochette che tengo sempre in borsa con il necessario per un rapido ritocco al trucco.

Oggi vorrei mostrarvi la seconda pochette che non esce mai dalla mia borsa, quella che contiene il necessario per qualsiasi tipo di emergenze. Ricordo che, quando ero piccola, mio fratello (maggiore) mi obbligava a guardare il telefilm MacGyver; se avete più o meno la mia età ricorderete sicuramente le peripezie di quel ragazzo avventuriero, che riusciva a destreggiarsi in ogni situazione utilizzando i pochi strumenti che aveva a disposizione. Ebbene, il concetto della mia “pochette delle emergenze” è più o meno lo stesso 😛

Utile premessa iniziale: trascorro molte ore fuori casa e al lavoro (dove non posso però lasciare cose personali), quindi sono costretta a portare con me alcuni oggetti utili 🙂

Ecco, dunque, il contenuto:

20130724_113709

La pochette che utilizzo è quella di Essence; è capiente, resistente e impermeabile, nonché economica: perfetta all’uso!

Alla sua sinistra c’è uno specchietto a cui sono molto affezionata: ha la simpatica  scritta “autocritica” proprio al di sopra di quella che è la parte riflettente 😛

C’è poi un piccolo kit di cucito che mi è già capitato di utilizzare in palestra, quando mi ero accorta che i pantaloni da ginnastica presentavano un buco in una parte un po’ intima; non sono bravissima a cucire, ma in caso di necessità posso cavarmela.

Nella seconda fila ci sono le mie salviettine deodoranti Sensurè, ottime in caso di odori molesti improvvisi (soprattutto d’estate!); dei cerotti e degli assorbenti.

Porto sempre con me una salvietta anti-zanzare della Chicco “rubata” alla mia nipotina (mi farò perdonare, promesso!), comoda quando decido, senza averlo programmato, di fare un aperitivo serale sul lungo Po; una salviettina mono-uso struccante della Cotoneve che utilizzo spesso, quando non sopporto più il trucco o quando il caldo me lo ha sciolto in modo irrimediabile. C’è, inoltre, una salvietta intima (non si sa mai), un pezzo di saponetta (spesso nei bagni non trovo il sapone) chiusa in una bustina e infine alcune medicine.

Nell’ultima fila in basso fanno capolino due elastici per capelli e delle forcine, una mini-taglia di crema mani, una lima di cartone, uno spray dopo-puntura (che toglierò presto, lo portavo con me solo durante le escursioni in montagna), e un piccolo set con forbici e coltellino, regalo del mio ex.

Ebbene, ecco che ho finalmente palesato nel blog il contenuto “segreto” della mia borsa;  mi piace sapere di poter affrontare ogni imprevisto 😉

Un bacione a tutte!

 

 

20130724_113410

La mia make-up bag, ovvero quali trucchi mi porto sempre in borsa!

Ciao a tutte ragazze, eccomi con un nuovo post!

Oggi sono stata terribilmente combattuta sull’argomento del mio sproloquio quotidiano, vedo che “va” molto il contenuto della borsa mare, ma io quest’anno non andrò in vacanza, quindi per me è out. Mi concederò qualche giorno in montagna, quindi potrei farvi vedere le mie creme solari, ma in genere preferisco sempre dare qualche opinione di utilizzo, quindi questo post dovrà aspettare un po’.

Così, non sapendo “che pesci pigliare” (citazione latina 😀 ) ho deciso di farvi vedere il mio beauty da borsetta, cioè la meglio nota Make-up bag per le evenienze in itinere (ecco, questo sì che è latino 😉 ) durante la mia giornata.

Ulteriore premessa (come se non vi avessi già tediate abbastanza) è una pochette stagionale, nel senso che alcuni prodotti cambiano in inverno, quando ad esempio mi concedo anche un rossetto sempre con me, ma che in questi giorni evito col terrore che mi si squagli in borsa 😉

20130724_113410

Allora, la pochette mi è stata regalata quest’inverno con l’acquisto (in farmacia) di un mascara e una matita della marca Dolomia; è piccola e compatta, perfetta per non occupare troppo posto.

I prodotti che vedete sono:

– una mini palette della Rimmel con ombretti viola, rosa e bianchi. L’avevo pagata meno di cinque euro in saldo ed è utile quando (in terribile ritardo) al mattino applico solo il mascara; così durante la giornata ho modo di aggiungere qualche colore sugli occhi oppure usare il colore più chiaro come illuminante. La qualità di questa palette non è ottima, ma per le emergenze va più che bene!

– cartine sebo assorbenti della Essence. Ve ne ho parlato qui e le trovo ottime per tamponare le lucidità che si formano sul viso, soprattutto in questo periodo. Inoltre sono compatte ed occupano poco posto, perfette per l’occasione 😉

– Cotton fioc; perchè non si sa mai e sono utilissimi per correggere una matita sbavata o un ombretto colato 😉

– correttore Skin Evolution Kiko, colorazione 1; l’avevo comprato in offerta proprio con lo scopo di tenerlo in borsa…cercavo qualcosa di economico che non mi spiacesse rovinare o perdere. Il colore però è molto aranciato, soprattutto considerando che lo uso per tamponare qualche imperfezione che sia “uscita” nel corso della giornata o che si ricomparsa dopo un estenuante lavoro di mascheramento al mattino (accidenti a lei!). Ma ben sfumato riesco ad utilizzarlo ugualmente!

– una matita nera. Perchè non si sa mai 😉

– uno specchietto piccolissimo…

– un temperino. Ormai lo porto sempre dietro da quando mi si era rotta la punta della matita e non avevo potuto risolvere la situazione non avendo temperini con me…beh, ora non capiterà più!

Come vi ho accennato prima, in inverno mi concedo anche un rossetto passepartout (un MLBB) da utilizzare all’occorrenza 😉

E voi, cosa vi portate in borsa per ritoccare il make up durante la giornata? Io sono per natura molto curiosa, quindi “sbircio” sempre volentieri nelle borse delle altre ragazze!