Archivio tag: dolce

20131019_131851

I Provenzali – stick labbra extra dolce Arancia – Review

Buonasera fanciulle e buon sabato a tutte!

Oggi vorrei farvi la review dello stick labbra de I Provenzali Extra dolce all’Arancia. In questo post vi avevo già parlato di un burrocacao della marca I Provenzali, con il quale mi sono sempre trovata benissimo.

20131019_131851

Un giorno, però, da Tigotà mi sono imbattuta in questo stick in offerta (che non avevo mai provato) e decisi di comprarlo, convinta dalla confezione che lo descriveva come un prodotto barriera contro il freddo.

Ebbene, continuo a pentirmi amaramente di questo acquisto e voglio mettere in guardia chi mi legge (e chi mi crede) da questo malefico burrocacao.

Partiamo dal primo e più fastidioso difetto che possiede: la profumazione. Voi potreste giustamente obiettare “Eh va beh, è un elemento soggettivo!” e avreste ragione, ma vi assicuro che ho fatto annusare questo stick a ben tre mie colleghe, nonchè ad un’amica e a mia mamma e tutte, ripeto TUTTE, abbiamo riscontrato che odora di SVELTO per i piatti. Ebbene sì, ogni volta che me lo applico, faccio una terribile smorfia sul viso perchè mi sembra di aver appena sniffato il detersivo per il lavaggio delle stoviglie.

Siccome è un prodotto che, per definizione, rimane sotto al mio naso, questo fattore del terribile odoraccio per me è già sufficiente a bocciarlo.

Come se non bastasse, però, sulla superficie ha anche dei fastidiosissimi puntini in rilievo (che ho provato a fotografarvi) che mi fanno pensare ad un prodotto non propriamente integro (ma qui potrebbe essere anche colpa del punto vendita e della sbagliata conservazione in uno stand troppo caldo e luminoso, che potrebbe aver alterato qualche ingrediente).

20131205_091538

20131205_091611

Infine, dulcis in fundo, questo prodotto non è per nulla idratante come il suo fratellino precedentemente linkato; appeno lo applico sulle labbra rilascia una patina lucida che, quando scompare, porta via con sè tutta l’idratazione che le mie labbra avevano. Insomma, non so se sia possibile, ma la sensazione è che questo burrocacao non solo non apporti idratazione, ma addirittura secchi le mie labbra!

Inutile precisare che boccio senza riserva questo stick, il peggiore che abbia mai provato (il profumo dei petroliferi Labello, per lo meno, mi piaceva!).

Il costo dello stick dovrebbe aggirarsi intorno ai 2 € (pagato in offerta 1,89 €) e contiene 5,7 ml di prodotto, con PAO 24 mesi.

E voi, avete mai provato questo burrocacao? Avete avuto le mie stesse considerazioni?

A presto e buon fine settimana a tutte!

20130803_170634

…la scoperta del secolo: il PLOPPING! E i prodotti per capelli (ricci) del periodo

Eh sì, lo so…quando leggerete il titolo di questo post penserete “ha scoperto l’acqua calda!”.

Sono mesi, anni che si parla di questo Plopping, ma io ci sono arrivata soltanto ora, non so che dire ragazze! Complici le temperature torride di questi giorni, ho pensato…”ma perchè non provare?” Il primo tentativo è stato breve e con scarsi risultati; il secondo è andato meglio e così via. Ora sono veramente soddisfatta di questo metodo di asciugatura.

Ma vado con ordine e inizio spiegandovi che cos’è il plopping (per chi ancora non lo sapesse): è un metodo di asciugatura dei capelli (per lo più indicato alle ricce) che si esegue con l’aiuto di un asciugamano. Ma non il classico metodo del turbante, bensì un sistema innovativo di indossare il panno che permette di ottenere il massimo risultato sulle radici. Eh sì perchè, se siete ricce come me, saprete bene che il problema numero uno dei capelli a cava-turacciolo (come li chiama la mia mamma 🙂 ), è quello delle radici senza volume e le lunghezze leonine. L’effetto a triangolo, insomma!

Dunque ecco una foto presa dal web che illustra il metodo di asciugatura col Plopping

ploppinguh6

Vi avviso che, nonostante le temperature alte e l’asciugamano, anche dopo 3 ore i  capelli saranno sempre umidi; ma a quel punto basterà un colpetto di phon oppure lasciar finire il lavoro all’aria calda di agosto.

Prima di mettere l’asciugamano, ovviamente, dovrete cospargere i capelli del vostro prodotto preferito per lo styling 😉

Consiglio spassionato: evitate e non considerate gli sguardi maligni e di scherno che le persone attorno a voi vi lanceranno quando vi vedranno accovacciate a testa in giù per mettere al meglio l’asciugamano 😛

E siccome oggi mi sento molto “loquace”, sebbene io stia scrivendo e non parlando, vorrei farvi vedere anche i prodotti che utilizzo per i capelli in questo periodo.

20130803_170502

– via ho già parlato e tessuto le lodi dello Shampoo Yves Rocher Reparacion e continuo ad adorarlo! Delicato, lavante, economico…mi piace!

– Quanto allo Shampoo Lavera al latte di rosa, invece, la mia opinione è opposta; mi lascia i capelli unti e che si sporcano subito dopo il lavaggio, ma, soprattutto, mi lascia le radici flosce, non so come spiegarmi. Sicuramente non lo comprerò più, ma il problema si sta rivelando il finire questo flacone che è a mala pena ad un terzo 🙁

20130803_170634

Balsamo Expert Reparation Franck Provost ; quasi un litro di balsamo (750 ml per la precisione) che finirò nel 2046. Ma quanto ce n’è???? o_O L’avevo comprato in offerta in una profumeria I Limoni al modico prezzo di 4 € e qualcosa e avevo pensato “così tanto balsamo per un prezzo così basso? Conveniente!” Peccato che io mi stufi in fretta dei prodotti e che questo mi sia già venuto a noia (nonostante il livello di prodotto consumato sia poco), per non parlare del fatto che i miei capelli non sono molto lunghi, quindi non uso tanto prodotto e che ho altri flaconi aperti. Ergo, non finirà mai!

Balsamo Ultra Dolce per capelli ricci all’olio di avocado e burro di karitè; prodotto economico, ma che piace molto ai miei capelli. Lo compro spesso!

Crema capelli Bottega Verde Hammam; questa maschera (è molto più corposa di un balsamo) mi piace veramente tanto. Ha un profumo un po’ orientaleggiante e contiene davvero la polvere di ghassoul, che è visibile nella crema.

Maschera Erboristica ai semi di lino de I Provenzali; ho comprato numerose volte questo prodotto, tanto che ora mi è venuto a noia. Non vedo l’ora di terminarla per cambiare! Per carità, fa bene il suo lavoro, districa, idrata, ma la trovo un po’ cara e la quantità di prodotto all’interno è poca (200 ml).

20130601_174041

Ovviamente non può mancare la mia mousse ricci Franck Provost, di cui vi ho già parlato, quindi non vi tedio ulteriormente.

Ci tengo solo a precisare in conclusione (e vi faccio un applauso se siete arrivate fino qui e avete sopportato questo mio sproloquio lunghissimo) che tutti i prodotti per capelli che utilizzo sono senza siliconi 😉

Ed ecco uno zoom dei mie ricci asciugati col metodo del Plopping:

20130803_170905

Ciao a tutte ragazze!