Archivio tag: in

20140909_222411

Un anno in 5 punti!

Eccomi qui, per la serie, meglio tardi che mai!

Prima di iniziare con il post, ci tengo a scusarmi per la mia assenza dovuta, in parte alle vacanze di Natale (e le grandi abbuffate 😛 ) in parte al fatto che a dicembre ho cambiato lavoro. Il che ha significato: doppi turni, nuovo ambiente, nuovo capo…il tutto condito con un “vecchio” ambiente un po’ ostile che non voleva farmi andare via. Il risultato? Poco tempo per Monique e tanti pensieri per la testa! Ma ora tutto si è sistemato, finalmente mi sono un po’ ambientata nel nuovo ufficio e, quest’anno più che mai, anno nuovo vita nuova.

Bene, archiviate le doverose premesse, mi addentro nel primo post dell’anno in collaborazione con lo strepitoso L’eleganza del riccio beauty blog. Per l’occasione, abbiamo deciso di modificare leggermente il nostro consueto appuntamento mensile e di renderlo Un anno in 5 punti. Vi racconteremo, dunque, in modo sintetico il nostro 2014 😉 Qui trovate il post della mia amica Bridget!

  • Ombretti Nabla

SAM_1785

Il 2014 è stato l’anno della scoperta dell’acqua calda dei meravigliosi ombretti Nabla. Al momento ho solo cinque colori, ma la scintilla dell’ammmore è ormai scoccata! Sono setosi, sfumabili, ben pigmentati e non troppo costosi. Non vedo l’ora di ampliare la mia collezione di colori!

  • Contouring

SAM_1786

Nel 2014 mi sono, finalmente, addentrata nel favoloso mondo del contouring. Udite, udite, ho scoperto di avere due zigomi. Anzi, ho scoperto come fare finta di averli. Sì, perchè la differenza tra quando faccio la “magia” e applico la terra lì, in quella strisciolina di pelle nascosta e difficile da scoprire, e quando salto questo passaggio, c’è e si vede! Questa storia sarebbe a lieto fine se io non dovessi combattere tutti i giorni con la pigrizia del mattino. Posso invocare un principe azzurro che mi salvi una volta per tutte? 😛 Insomma, il “vissero per sempre felici e contenti” per il momento non c’è. Prima devo imparare a svegliarmi qualche minuto prima al mattino!

  • Ligabue, concerto Mondovisione Tour 2014

20140909_222411

Dovete sapere che questo è stato l’unico punto che ho scelto seduta stante, nel momento stesso in cui abbiamo deciso di scrivere il post. Aspettavo il concerto di Ligabue a Torino da quando, dodicenne, mi era stato risposto che ero troppo giovane per andarci (da ieri, insomma :-P). Quindi, quando a maggio sono uscite le date del tour e sono stati messi in vendita i biglietti, ho fatto carte false per accaparrarmene uno. E volete sapere la verità? E’ stato il concerto più bello a cui io abbia mai assistito, due ore di adrenalina pura. Vi metto una foto che ho scattato io quella magica sera, tralasciate il fatto che ero in piccionaia -.-

  • Il buio oltre la siepe

673434

Questo è stato IL libro del 2014. Da quando l’ho letto non faccio che ricercare argomenti simili, rimanendo poi delusa dal confronto. E’ un romanzo strepitoso, che si legge tutto d’un fiato. Non l’avete ancora letto? Allora cosa aspettate, correte a leggerlo!

  • L’ultimo punto…..

Eccomi al quinto, nonchè ultimo punto del post. Cosa inserire in quest’ultimo spazio del post? Ci sarebbero molte cose…film (se ve lo state chiedendo, il mio film dell’anno è di animazione, ovvero Ribelle!), serie tv, viaggi. In realtà scelgo di chiacchierare un po’ con voi e parlarvi di amicizia. Quest’anno ho compiuto 30 anni e ho girato il capitolo della giovinezza per entrare nel mondo della “maturità”. Chi di voi ha già compiuto il passaggio agli Enta potrà capire il mio pensiero e comprendere i bilanci che questa tappa porta con sè. Chi ancora non ci è arrivato, ascolti il mio consiglio: godetevi ogni singolo istante dei vent’anni! Ad ogni modo, con lo scoccare dei trent’anni, ho finalmente capito quali persone meritino di stare al mio fianco e quali no. Ho finalmente accantonato amicizie sbagliate, che mi tenevano in considerazione solo per i loro comodi, mentre ho coltivato la compagnia di persone sincere, che mi hanno supportata e sopportata in molte occasioni. Quest’anno non sono andata in vacanza, ma, nonostante ciò, ho trascorso un agosto fantastico e meraviglioso con un’amica speciale. E questo mi ha riempito il cuore! Perchè di amiche sbagliate ne ho avute molte nella mia vita, ma un’amica sincera è un bene prezioso che sono felice di aver trovato!

Ora chiedo a voi…come è stato il vostro 2014? Quali sono stati i vostri punti salienti? Ne avete avuti in comune con me?

Buon anno a tutti!!!!

20141021_195816

Un mese in cinque punti!

Buonasera fanciulle e benvenute al mio appuntamento mensile con i cinque “elementi” che hanno caratterizzato il mese di ottobre. Ovviamente è in collaborazione con la mia amica Valeria del blog  L’eleganza del riccio; qui potete trovare il suo post gemello al mio (forse un po’ più puntuale 😛 ).

  • Ombretti Nabla

20141021_195816

Nel mese di ottobre mi sono regalata i miei primi due ombretti Nabla (Entropy e Caramel) e li ho letteralmente adorati. Sono strepitosi e mi chiedo come io abbia potuto aspettare così tanto per averli! Da quando hanno fatto ingresso nella mia casa, li ho sfruttati quasi ogni giorno. Entropy usato su tutta la palpebra è meraviglioso, mentre Caramel è un bellissimo colore di transizione per sfumature perfette. Qualcosa mi dice che il terzo ombretto arriverà presto; voi che colore mi consigliereste? Io sono indecisa tra Fossil e Rust 😉 P.s. Anche la palette Liberty da 10 cialde è comodissima!

  • Fondotinta Dior Star

dior star

Grazie ad un generoso (strano!) campioncino che mi è stato omaggiato da Sephora, ho potuto provare il nuovo fondotinta Dior nella colorazione 010. Vi dovrete accontentare delle poche parole che spenderò per lui in questa sede perchè per un po’ non potrò permettermi di acquistarne la full size e quindi niente review. Mi sta piacendo (sì, perchè ne ho ancora un po’, che vorrei durasse per sempre!) tantissimo! E’ coprente al punto giusto, leggero sul viso, dura molte ore ed ha anche un buon profumino delicato. Se devo proprio trovargli un difetto, dopo qualche ora lucida. Però è un ottimo prodotto e se mai avrò 40 € che mi avanzano, potrei valutarne l’acquisto.

  • Michael Kors, borsa Shopper

20141109_192804

Il mio autoregalo di settembre è stata la mia fedele compagna di viaggio durante tutto ottobre. E meno male aggiungerei, con quel che mi è costata questa borsa non intendo abbandonarla mai più. Però è perfetta, non saprei che altro aggiungere. Il colore (verde bosco) lo abbino a qualsiasi abbigliamento, l’interno è capientissimo e la chiusura lampo mi permette di utilizzarla tranquillamente anche sui mezzi pubblici. Con le è amore, e non ci lasceremo mai….*parte-la-musica-e-cuoricini-a-raffica-mentre-la-pazza-abbraccia-la-borsa* 😛

  • La mia nuova postazione make-up

20141028_104121

Ottobre è stato il mese del “trasloco” dal bagno alla camera. Ora posso truccarmi (finalmente!) comodamente seduta alla mia scrivania senza dovermi interrompere sul più bello (aka: durante l’eyeliner) perchè a qualcuno serve la toilette. Tutto il mio stash ora è vicino a me (sembro una maniaca -.-) lontano dall’umidità delle docce, etc. Se siete curiose di vedere come l’ho sistemata, vi invito a dare un’occhiata al video che le ho dedicato 😉 Ma questo, sicuramente, è stato l’avvenimento più importante dello scorso mese.

  • Guerra e Pace, Tolstoj

guerra e pace

Tutto il mese di ottobre è stato all’insegna del libro Guerra e Pace (e qualcosa mi dice che anche novembre lo sarà!); in questo momento sono arrivata a pagina 1100 (me ne mancano ancora più di 600) e la storia mi sta prendendo davvero tanto. Più che un libro è una soap opera vecchio stile con intrighi, amori, tradimenti e chi più ne ha più ne metta. Il prossimo mese saprò dirvi qualcosa anche riguardo all’epilogo (spero).

E anche per questo mese è tutto, ora passo la parola a voi, avreste voglia di raccontarmi i vostri fatti clou dello scorso mese?

Alla prossima, un bacione a voi e un mega saluto alla mia amichetta Valeria!

20141101_175845

Fluido Volumizzante Arricciante – Bottega Verde – Review

Buonasera a tutte fanciulle!

Dopo avervi postato una foto su Facebook dei miei ricci, mi accingo a recensirvi il prodotto utilizzato per definirli al meglio. Come sapete sono una fedelissima consumatrice (o abusatrice? 😛 ) della Mousse di Franck Provost, ma mi piace alternare vari prodotti sui miei capelli (soprattutto per evitare che si “abituino”. Sì, lo so che sembro pazza, ma i miei capelli odiano la monotonia, non so che dire -.- ), sia per provare cose nuove, sia per poter tornare da lei con il cuore ancora più grande.

20141101_175845

In questo periodo, dunque, l’alternativa alla mia adorata spuma è il Fluido Volumizzante Arricciante di Bottega Verde. Sulla confezione si legge:  per eliminare l’effetto crespo e avere ricci perfettamente definiti, morbidi e voluminosi. Distribuire uniformemente sui capelli umidi, asciugare quindi naturalmente o utilizzare il phon con il diffusore.

Il fluido si presenta in un comodossimo flacone a pompetta e tappo superiore (così ben saldo, che con le mani umide potrebbe risultare difficoltosa l’apertura). Il prodotto è un gel trasparente e un po’ appiccicaticcio, dalla giusta consistenza nè troppo liquida, nè troppo densa.

Io, sui miei capelli di media lunghezza, ne applico tre/quattro dosi sui capelli umidi e leggermente tamponati; successivamente procedo all’asciugatura con phon e diffusore.

Il fluido definisce bene i miei ricci e al tempo stesso li lascia incredibilmente morbidi e soffici. Purtroppo, non essendo una spuma, ha una tenuta leggermente più debole e controlla meno il crespo dovuto all’umidità, ma l’effetto è pur sempre bellissimo e molto naturale. Non appesantisce nè unge i capelli e, a mio avviso, li idrata anche abbastanza. La consistenza leggermente appiccicosa permette al prodotto di aderire bene ai capelli, ma non lascia spiacevoli residui ad asciugatura ultimata, anzi. Toccando i capelli vi sembrerà di non aver messo nulla!

L’unico lato negativo, dunque, che mi sento di trovargli è il prezzo. La confezione contiene, infatti, solo 75 ml di prodotto e costa (a prezzo pieno) ben € 12,99! Come da politica consolidata del marchio, spesso si trova in offerta al 50%, ma rimane un prodotto pur sempre costoso (soprattutto considerandone l’esigua quantità) e non adatto ai momenti di necessità impellente (vi assicuro che è snervante stare dietro alle loro offerte!).

20141101_175939

Ora vi lascio a qualche foto del risultato sui miei capelli e, come mia abitudine, all’inci del prodotto.

20141101_130253

20141101_130216

 

 

 

 

 

 

 

20141101_130201

Voi l’avete mai provato? Credete anche voi che sia abbastanza costoso?

Alla prossima recensione!

20140530_091414

Cosmetici da palestra! ;-)

Buongiorno a tutte fanciulle!

Ieri è stato il mio compleanno e il mio auto-regalo, quest’anno, è stato un abbonamento in palestra. Ho finalmente capito che conduco una vita troppo sedentaria e che un po’ di movimento non può che giovare alla mia salute, dunque quale regalo migliore che fare del bene al mio corpo? 😉

Oggi vorrei pubblicare un post leggermente diverso, in cui vi mostro quali prodotti cosmetici ho deciso di inserire nel mio borsone e spiegarvi per quali motivi ci sono finiti.

20140530_182157

Bagnoschiuma. Ho deciso di non portarmi un flacone intero, ma di travasare un po’ di prodotto in una di quelle bottigliette da viaggio (un set acquistato da Tigotà). Il bagnoschiuma del caso è l’unione di una quantità esorbitante di campioncini dell’Erbolario all’Ortensia. L’odore non mi fa impazzire, ma per una doccia rapida in palestra posso ben accontentarmi!

Detergente intimo. Per me è un prodotto fondamentale sotto la doccia, per rispettare al massimo le parti più delicate del mio corpo. In questo caso ho optato per una travel size Nivea da 50 ml acquistata da Tigotà al prezzo di circa 1,50 €. Terminatone il contenuto, travaserò il mio abituale detergente dentro questo piccolo flacone.

Deodorante. Non lo vedete in foto perchè non ho ancora avuto modo di acquistarne uno da lasciare fisso nel borsone della palestra. In questi giorni, quindi, ho spostato ripetutamente il mio deodorante di fiducia e nel momento delle foto si trovava già comodamente nell’armadietto di casa mia.

Crema Corpo. In questo caso ho deciso di portarmi il flacone intero per due motivi: non avevo travel size (e non ho fatto in tempo ad acquistarne) e non mi andava di travasarne il contenuto in un flacone più piccolo che, inevitabilmente, andrebbe lavato spesso per eliminare totalmente la profumazione residua prima di rimboccarne il contenuto. Mentre col bagnoschiuma (che è un prodotto lavante di per sè), al termine del prodotto è sufficiente sciacquarne via i residui, con la crema dovrei faticare maggiormente (= pigrizia portami via!). In questo caso vedete il latte corpo de La voglia matta di Perlier al profumo di zucchero filato (non così stucchevole come si potrebbe pensare). L’avevo acquistata all’outlet sbagliando a leggere l’etichetta (non so per quale motivo ma mi sembrava fosse profumata ai fiori di cotone -_-), pentendomi dell’acquisto non appena scoperto l’errore, dunque l’ho relegata all’utilizzo in palestra 😛

Salviette struccanti Quando è. Le ho acquistate da Tigotà ad un prezzo irrisorio (meno di 1 € sicuramente) e devo ammettere che non le trovo affatto male! Le ho utilizzate prima dell’esercizio fisico per eliminare tutto il trucco (amo faticare con la faccia pulita) o al termine della “faticaccia” per rinfrescarmi il viso.

Campioncino di crema viso. In questo caso ho deciso di portare con me un campioncino della crema che utilizzo abitualmente (e che mi avevano regalato in farmacia) per idratare il viso dopo la doccia. La revierw della crema in full size la trovate *qui*.

Tendenzialmente preferisco non lavare i capelli in palestra, quindi non porto nè shampoo nè balsamo. Tutti questi prodotti che avete appena visto li butto alla rinfusa all’interno di una tasca del borsone. In una pochette, invece, custodisco gelosamente i prodotti di make-up che utilizzo per regalarmi un’aspetto meno devastato all’uscita della palestra.

20140530_184122

Kiko soft focus compact n. 03. Questo è uno dei fondotinta che ho comparato e ricomprato più spesso; non copre poi molto (diciamo che è quasi una cipria), ma è comodo per uniformare leggermente e per regalare un’aspetto matte al viso. Ho pensato potesse essere perfetto per l’occasione 😉

Kiko Velvet touch stick blush n. 05. Questo prodotto è nuovissimo e quindi non mi sento ancora in grado di scriverne opinioni, ma l’ho inserito nel mio borsone per la praticità di utilizzo di un blush in stick!

Set pennelli da viaggio. Anche loro sono arrivati da pochissimo a casa mia; sono dei fake Ecotools, che ho ordinato su ebay pagandoli appena 4 €. Sono così piccoli e carini che li ho reputati perfetti per la palestra 😉

Come potete vedere la mia make-up bag da palestra è davvero essenziale. Per il momento non è ancora capitato che, dopo la lezione, io dovessi realizzare un trucco completo, ma è stato sufficiente uniformare leggermente la base. Ho iniziato da così poco la mia attività sportiva che è tutto ancora provvisorio, ma vi avviserò sicuramente con un nuovo post nel caso ci siano sostanziali cambiamenti.

Mi raccomando, se avete qualche suggerimento su cos’altro potrei portarmi o su come risparmiare peso e spazio (la mia spalla ringrazierebbe, dal momento che vado a piedi fino alla palestra) non esitate a lasciarmi commenti!

Alla prossima, un bacione a tutte!

 

20130717_094425

My top 5 – I’m late/ I’cant be bothered products

Oggi voglio copiare l’idea di una blogger che seguo, Le amiche del blush, (ma l’idea è nata da un’altra fantastica blogger, DramanMakeup) che ha subito attirato la mia attenzione, ovvero dei 5 prodotti che utilizziamo per fare un make-up completo quando siamo terribilmente in ritardo (che poi è quello che mi capita la maggior parte delle mattine 😉 ).

I prodotti che vedrete nella foto qui sotto sono in realtà sei: un po’ sto cercando di trassare (lo ammetto!), un po’ perchè spesso salto lo step della cipria…ma vi descrivo nel dettaglio i prodotti che utilizzo per darmi un’aria sana e presentabile in pochissimi minuti.

20130717_094425

1- BB Cream Garnier per pelli miste e grasse; quando sono di fretta scelgo lei perchè so di poterla applicare in pochi minuti, con le mani e che spesso rende superfluo lo step della cipria (ecco spiegata la presenza di un prodotto in più 😉 ). Copre tutto quello che deve coprire, si fissa da sola ed è perfetta nel colore; ne limito l’utilizzo, però, perchè ho appurato che (utilizzata tutti i giorni) mi provoca qualche imperfezione.

2- Correttore Kiko Full Coverage, numero 3; perfetto per le occhiaie, lo applico con le dita (che si rivelano fondamentali quando sono di corsa!) e mi regala subito un’aria più riposata.

3- Cipria Compact Powder Essence; quando sono in ritardo cerco di evitare le ciprie in polvere libera, ma mi oriento su quelle compatte. Questa, poi, mi piace tantissimo: ha una polvere molto fine e opacizza bene; nel caso decida di utilizzarla (come precisato prima, non sempre è necessaria), la spolvero anche sul correttore per fissarlo.

4- ombretto Catrice Made to Stay colore 40, lord of the blings; ecco un altro esemplare della serie “lo applico con le dita”! E’ un colore champagne dorato molto chiaro che regala subito un’aria riposata agli occhi e dura a lungo senza andare nelle pieghette anche in assenza di primer. Irrinunciabile per me!

5- Mascara; in questo momento sto utilizzando questo di Essence, get big lashes, di cui presto farò una review più accurata 😉

6- Blush; in caso di ritardo clamoroso prendo il primo blush che mi capita sotto tiro, ma in tal caso cerco di evitare quelli minerali (per praticità) e quelli troppo pigmentati (per evitare, nella fretta, di ritrovarmi la faccia simile a quella di un clown). Questo di Benecos (Sassy Salmon, qui lo swatch)  è perfetto allo scopo…è un colore che sta bene con tutto, poco pigmentato e lo stendo rapidamente con il primo pennello che capita! Senza blush è quasi impossibile che io esca di casa…toglietemi tutto, anche il mascara, ma non il blush! 🙂

Spero che questo post vi sia stato utile…e voi, che prodotti utilizzate quando siete in ritardo per creare un look presentabile!

Ciao!

20130707_121818

Magro bottino dei saldi da Kiko…

Buongiorno a tutti!

Come già avevo anticipato in un precedente post le ultime collezioni limitate di Kiko non mi avevano entusiasmata molto…non avevo visto nulla che dovesse essere mio a tutti i costi.

Preciso, inoltre, che sono un po’ esasperata da tutte queste limited edition che ti obbligano a correre all’acquisto con la paura di non riuscire ad accaparrarti quel pezzo che poi uscirà fuori di produzione: l’ho fatto, ma ora sono un po’ stanca, tutto qui.

Così, mettendo insieme questi due fattori e la componente aggiuntiva che in questo periodo ho speso molto per la cosmetica (fondotinta Bare Mineral, pennello di Sephora flat, per non parlare di un ordine ELF che sto ancora aspettando), sono stata brava e mi sono astenuta da acquisti folli da Kiko. Innanzi tutto mi faccio i complimenti da sola per aver desistito dall’acquisto della palette numero 2 della collezione Colour in the world: l’ho swatchata, era bella, tutti colori che utilizzo, ma ho tantissime palette e tantissimi ombretti di colori simili, che non finirò nemmeno in una vita intera di trucchi. Quindi no, questa volta no. Prima devo finire qualche altra palette e poi potrò comprarne un’altra (e penso che sarà la Naked 2 che ancora non ho, ma che desidero alla follia).

Ho resistito anche all’acquisto dell’acqua profumata, per un semplice motivo: non saprei dove metterla. Il mio cestino che contiene i profumi è pieno e non ce ne stanno più, quindi stesso discorso di prima: quando ne finirò uno e libererò lo spazio, allora potrò procedere ad un nuovo acquisto 🙂

Dunque il mio “bottino” scontato è stato proprio misero: un solo ed unico ombretto in offerta a € 2,90, che desideravo da tempo per usarlo nella piega dell’occhio per sfumare altri prodotti. Ne ho guardati anche altri, ma… è l’unico colore che mi sono sentita di comprare. Gli altri non mi convincevano oppure erano di colori simili ad ombretti che già possiedo.

20130707_121818

20130707_121940

 

20130707_121921

 

 

 

 

 

Spero realmente che le prossime collezioni di Kiko siano più allettanti per me, quasi non mi sembra vero di non essermi comprata nulla…non è periodo di saldi senza una corsa forsennata per scovare l’offerta giusta dentro quei cesti bianchi! 😀

20130601_174041

Franck Provost 24 h Expert Ricci Mousse

Ciao a tutte fanciulle!

Anche oggi vorrei parlarvi di un prodotto che adoro per i miei capelli ricci, la spuma 24 h Expert ricci, Franck Provost.

La bomboletta contiene 300 ml di prodotto (tantissimo! In genere, le altre marche, ne contengono la metà 😉 ) e costa circa 5 €, ma spesso la si può trovare in offerta. La profumazione è particolare, io la definisco la classica profumazione “da parrucchiere”, quegli odori che si sentono entrando in un salone di bellezza insomma.

Sulla confezione c’è scritto “la mousse professionale EXPERT RICCI, approvata dal mio centro tecnico, è stata concepita per disegnare i ricci perfettamente elastici per 24 h, nel completo rispetto dei vostri capelli. La formula è perfettamente bilanciata per definire e disciplinare i ricci e le onde. Per un impiego ottimale utilizzare la mousse sui capelli umidi o bagnati, e lasciare che si asciughino liberamente”.

Innanzi tutto ci tengo a dirvi che….ADORO, ADORO, ADORO, questa spuma per capelli ricci per i motivi che ora vi elencherò.

Il primo motivo, e il più importante a mio avviso, è che non contiene siliconi…l’inci è a prova di biodizionario con soltanto qualche pallino giallo in mezzo a tanti ingredienti dal pallino verde. Per chi ha i capelli ricci come me e non vuole spendere una follia per prodotti venduti in negozi bio pur evitando i siliconi sulla chioma, questa è un’ottima cosa. Da quando l’ho acquistata, infatti, riesco a definire perfettamente i miei capelli senza spignatti, semi di lino, ecc…l’ideale per una pigrona come me! 😛

Il secondo elemento positivo è l’odore; so che a molte non piacerà, ma io adoro questa profumazione perchè è in grado di annullarmi totalmente l’odore di fieno che mi lascia l’hennè! Io “coloro” mensilmente i capelli con questa erba tintoria e mi piace molto l’effetto che lascia, ma odiavo l’odore tipico dell’hennè e ogni volta era una tortura cercare di mascherarlo. Ebbene, da quando utilizzo questa mousse, anche subito dopo aver tolto l’impacco riflessante dai miei capelli, l’odore viene totalmente cancellato. Forse, ma è una mia opinione, sono le profumazioni da parrucchiere che hanno tale compito, anche nei saloni, per permettere alle clienti di uscire profumate anche dopo una tintura (che certo non profuma di rosa…eheheh! 🙂 )

Terzo pregio della spuma in questione e la resa sui miei ricci: me li rende ben definiti, ma per nulla appiccicosi (ricordo ancora l’esperienza pessima con un prodotto della nivea in un flacone rosa salmone tutto ad onde!) e l’effetto, così come promesso sulla confezione, dura a lungo, anche più di 24 ore! Io in genere lavo la mia chioma due volte alla settimana, e i capelli rimangono ben definiti tra un lavaggio e l’altro.

Ultimi aspetti positivi di questo prodotto sono, a mio avviso, il prezzo e la reperibilità; è una spuma che si può trovare nei supermercati, nei negozi o nelle profumerie!

Se posso però darvi un consiglio, non esagerate nelle quantità! 🙂

Una particolarità della confezione è che la spuma esce da un foro ovale sulla cima, in modo leggermente differente da tutte le altre mousse in circolazione.

Se proprio devo trovare un difetto a questo prodotto è l’impatto ambientale: le bombolette spray, infatti, sono difficili da smaltire, ma essendo così grande, il prodotto dura a lungo e non sono costretta a comprarne tante confezioni 😉

Spero di esservi stata utile…a domani!

Ciao!!!20130601_17404120130601_174110