Archivio tag: inci

20151019_091312

Yves Rocher, Balsamo Labbra Culture Bio – Review

Credo di avere un serio problema con i balsami labbra. Seppure io ne possieda una quantità esorbitante, non riesco a resistere e ne acquisto sempre di nuovi. Probabilmente in questo momento ho una scorta sufficiente per idratare le mie labbra da qui a cinquant’anni, ma continuo imperrita a voler provare nuovi prodotti.

Questa doverosa premessa per farvi capire la mia reazione quando ho visto questo delizioso tubetto in una bottega di Yves Rocher. La mia espressione è stata simile a questa:

Gatto_occhi_dolci
Il balsamo labbra fa parte della line Culture Bio e costa 3,95€. Purtroppo si tratta di un prodotto a bollino verde che, quindi, non può essere ulteriormente scontato con le offerte periodiche delle cartoline, ma il prezzo lo rende comunque competitivo ed economico per essere un prodotto totalmente naturale.

20151019_091312

Il prodotto ha una consistenza densa ma ben spalmabile e permane a lungo sulle labbra. Non è appiccicoso ed assolutamente confortevole. Il colore è leggermente bianco ma, sulle labbra, diventa totalmente trasparente regalando un effetto glossato. Ha un profumo delicato e poco persistente, che lo rende adatto anche a chi non ama profumazioni forti sotto al naso.

20151019_091521

Da quando uso questo balsamo tutte le sere, le mie labbra al mattino sono morbide e ben idratate. Le pellicine sono sicuramente attenuate e non ho avuto grandi problemi di secchezza.

La confezione è a tubetto, con classico applicatore “trasversale”; pur essendo un prodotto in crema, quindi, può essere utilizzato senza doverlo prelevare con le dita (il che è apprezzabile soprattutto fuori casa).

20151019_091446

In conclusione mi sento di promuovere assolutamente questo prodotto, soprattutto in considerazione del rapporto qualità-prezzo.

Unico lato negativo, che mi sento di rilevare per le più attente agli ingredienti, sul tubetto del balsamo labbra non è riportato l’INCI. Seppure, quindi, il prodotto faccia parte della linea Culture Bio e dovrebbe contenere solo ingredienti naturali, purtroppo non ci è possibile verificare questo dettaglio.

20151019_091323

Quantità di prodotto: 10 ml

PAO: non riportato (i prodotti Yves Rocher contengono proprio la data di scadenza; il mio balsamo labbra scadrà a novembre del 1016)

Certificazione EcoCert: sì

SAM_2047

Olio Siero Ultra Rigenerante Sephora – Review

Come ogni fine settimana che si rispetti, eccomi qui con una nuova review. Ho così tante cose da recensire, che dovrei raddoppiare l’appuntamento settimanale, quindi prossimamente mi vedrete ancora più spesso su questi schermi 😉

Oggi ho scelto di parlarvi dell’Olio Siero Ultra Rigenerante Sephora. Il tutto ebbe inizio qualche mese fa, quando mi sono accorta che la mia pelle di trentenne sta diventando sempre più secca (soprattutto su guance e fronte) e bisognosa di cure. In piena crisi di panico da rughe e con la volontà di prevenirle in ogni modo, mi sono recata in profumeria per cercare un prodotto specifico da inserire nella mia skincare routine. Gli scaffali della profumeria sono pieni di sieri meravigliosi, peccato solo per i costi leggermente proibitivi (ogni riferimento al famosissimo Advanced Night Repair di Estèe Lauder è puramente casuale -.- Forse potrò permettermelo nella prossima vita!). Così, dopo aver chiesto consiglio alla commessa, ho optato per questo prodotto marcato Sephora e venduto ad un prezzo accessibile.

SAM_2046

L’efficacia di un siero antietà in una texture “olio” per nutrire, riparare e rigenerare la pelle.
Già dalla prima applicazione, la pelle è come “rigenerata”, più morbida, più luminosa. Giorno dopo giorno, appare visibilmente più bella!
È ricco di olio di noce tigrata, piena di acidi grassi essenziali, per nutrire e rinforzare la pelle. Contiene anche un peptide stimolatore di collagene e un estratto di alga per ricaricare la pelle di energia.
La sua formula non comedogena dalla texture non grassa penetra istantaneamente. Testato sotto controllo dermatologico, è adatto a tutti i tipi di pelle.

Sto utilizzando questo prodotto da quasi sei mesi e ne sono rimasta totalmente soddisfatta. Pur essendo un prodotto oleoso, non è affatto unto, ma si assorbe rapidamente lasciando la pelle ben idratata e pronta a ricevere le successive cure.

SAM_2047

Da quando lo uso in modo costante ogni sera, ho notato una maggiore idratazione della mia pelle e un effetto leggermente più compatto. Fortunatamente non ho ancora alcun solco profondo da dover riempire, quindi non so dirvi l’effetto su rughe particolarmente pronunciate (ma forse, per tale scopo, sarebbe meglio optare per un prodotto più adatto ad una pelle molto matura), ma sulla mia pelle sta dando ottimi risultati.

Non ha mai provocato alcuna imperfezione sul mio viso (escluse, ovviamente, quelle ricorrenti in determinati periodi del mese), né ha mai fatto trasudare la mia pelle nella notte. La mattina mi sveglio con il viso estremamente morbido al tatto e riposato. Inoltre, non ha mai creato fastidi alla mia pelle estremamente sensibile e soggetta a rossori.

Io applico due / tre gocce di siero su viso e collo dopo la mia consueta pulizia serale, massaggiandolo particolarmente sulle zone “a rischio” rughe (tempie, fronte e contorno bocca). Lo lascio assorbire per due minuti (il tempo di concedermi la coccola del contorno occhi) e termino la skincare con il mio idratante del periodo.

SAM_2052

Il flacone è in vetro scuro (per una persona maldestra come me implica molta, molta attenzione nel maneggiarlo) con comoda pipetta contagocce. Il liquido è incolore e praticamente inodore.

In conclusione mi sento di consigliarvi davvero questo prodotto se, come me, avete raggiunto la soglia dei trent’anni e volete concedervi una coccola efficace, ma non particolarmente costosa. Credo possa adattarsi benissimo alle pelli secche e a quelle miste, mentre mi sentirei di sconsigliarlo a quelle particolarmente grasse. Io l’ho usato per tutta l’estate (anche nei giorni di temperature tropicali), ma credo possa dare il meglio di sé in questa stagione autunnale (con cambi di temperature) e in quella invernale, apportando un’idratazione in più a pelli stressate dal freddo.

Anche voi utilizzate costantemente un siero per prevenire le rughe della pelle? Qual è il vostro preferito? Preferite spendere cifre molto alte per prodotti di skincare oppure cercate prodotti validi a prezzi più accessibili?

Vi lascio, come di consueto, alla foto degli ingredienti e a qualche dato tecnico del prodotto.

SAM_2048

Quantità: 30 ml

Pao: 12 mesi

Prezzo: 29,90 €

Reperibilità: punti vendita Sehora o sito internet.

 

SAM_1955

Bourjois 123 Perfect CC Cream – Review

Ben ritrovati!

Quest’oggi vorrei parlarvi della 123 Perfect CC Cream Bourjois. E’ stata mia fedele compagna di “base trucco” per molti mesi e, ora che l’ho quasi terminata, credo sia arrivato il momento di recensirla.

SAM_1973

Stando a ciò che promette la confezione, questa crema colorata che contiene tre pigmenti (rosso, verde e bianco) dovrebbe correggere il tono della pelle ed eliminare discromie. Inoltre, contiene un spf 15 che protegge la pelle dal sole (non è un fattore molto alto, ma meglio di niente) e dovrebbe garantire una idratazione fino a 24 ore.

SAM_1958

Ammetto fin da subito di essermi trovata estremamente bene con questo prodotto che, più che una CC Cream, a mio avviso è un fondotinta leggero e molto liquido. Io lo possiedo nella colorazione più chiara, 31 Ivory, che è praticamente perfetta per me (diciamo che avrei preferito un sottotono più neutro, ma non mi posso lamentare). Il fatto che esista una colorazione molto chiara che si adatti bene alle pelli diafane come la mia è, a mio avviso, un enorme vantaggio (sottovalutato dalla maggior parte delle casa cosmetiche presenti sul mercato italiano). L’effetto sul viso è estremamente luminoso, pur non contenendo brillantini o glitter.

Per farvi vedere al meglio il colore della CC Cream ho voluto paragonarla al correttore MAC Studio Finish nella colorazione NC 20. Come si può notare, le due tonalità sono molto vicine, ma la crema colorata di Bourjois è decisamente meno gialla.

SAM_1959

SAM_1960

La coprenza della CC Cream è davvero ottima; pur avendo un effetto molto leggero sul viso, copre alla perfezione tutte le discromie della pelle. Per questo motivo mi sento di avvicinarla maggiormente ad un fondotinta leggero dalla coprenza media. Ovviamente, qualora ci fosse sul viso un ospite indesiderato (a.k.a. brufolo) è necessario il supporto di un buon correttore (il MAC Studio Finish è il mio alleato di fiducia!).

Il mio strumento preferito per applicarla è senza dubbio il pennello Expert Face Brush di Real Technique. Uso con soddisfazione anche la spugnetta della medesima marca, che però rende l’applicazione più sfumata e meno coprente.

La durata sul viso della CC Cream è davvero ottima; io la applico intorno alle 8 del mattino e la strucco praticamente intatta esattamente 12 ore dopo. Purtroppo, col passare delle ore tende a lucidarmi il naso, infatti è fondamentale per me ritoccare durante la giornata con le cartine assorbisebo e la cipria.

Piccola menzione, inoltre al profumo della CC Cream: delicato e leggermente fruttato (non so perchè, mi ricorda vagamente la banana 😛 ), ma per nulla eccessivo.

Arrivando ai difetti di questo prodotto, mi sento di rilevarne essenzialmente due. Il primo, decisamente più trascurabile, è la liquidità del prodotto. Consiglio senza dubbio di tenere il flacone a testa in su per evitare spiacevoli fuoriuscite. Il secondo lato negativo è la reperibilità; purtroppo si può acquistare solo su internet e ciò rende sicuramente più problematica la scelta del colore adatto.

In definitiva la mia opinione per la CC Cream è positiva; in particolar modo adoro la sua texture leggera che mi consente di sfruttarla sia in inverno (quando il mio viso è poco problematico e voglio puntare su un effetto luminoso) sia in estate, quando preferisco evitare di soffocare la pelle con prodotti pesanti e coprenti.

Il prodotto, venduto in flaconi standard da 30 ml, costa su Asos 13,99 €. Per le più attente e sensibili all’argomento, inserisco una foto dell’inci.

SAM_1953

Avete provato anche voi questa CC Cream o altri prodotti di Bourjois? Ne avete altri da consigliarmi?

Alla prossima recensione!

20141101_175845

Fluido Volumizzante Arricciante – Bottega Verde – Review

Buonasera a tutte fanciulle!

Dopo avervi postato una foto su Facebook dei miei ricci, mi accingo a recensirvi il prodotto utilizzato per definirli al meglio. Come sapete sono una fedelissima consumatrice (o abusatrice? 😛 ) della Mousse di Franck Provost, ma mi piace alternare vari prodotti sui miei capelli (soprattutto per evitare che si “abituino”. Sì, lo so che sembro pazza, ma i miei capelli odiano la monotonia, non so che dire -.- ), sia per provare cose nuove, sia per poter tornare da lei con il cuore ancora più grande.

20141101_175845

In questo periodo, dunque, l’alternativa alla mia adorata spuma è il Fluido Volumizzante Arricciante di Bottega Verde. Sulla confezione si legge:  per eliminare l’effetto crespo e avere ricci perfettamente definiti, morbidi e voluminosi. Distribuire uniformemente sui capelli umidi, asciugare quindi naturalmente o utilizzare il phon con il diffusore.

Il fluido si presenta in un comodossimo flacone a pompetta e tappo superiore (così ben saldo, che con le mani umide potrebbe risultare difficoltosa l’apertura). Il prodotto è un gel trasparente e un po’ appiccicaticcio, dalla giusta consistenza nè troppo liquida, nè troppo densa.

Io, sui miei capelli di media lunghezza, ne applico tre/quattro dosi sui capelli umidi e leggermente tamponati; successivamente procedo all’asciugatura con phon e diffusore.

Il fluido definisce bene i miei ricci e al tempo stesso li lascia incredibilmente morbidi e soffici. Purtroppo, non essendo una spuma, ha una tenuta leggermente più debole e controlla meno il crespo dovuto all’umidità, ma l’effetto è pur sempre bellissimo e molto naturale. Non appesantisce nè unge i capelli e, a mio avviso, li idrata anche abbastanza. La consistenza leggermente appiccicosa permette al prodotto di aderire bene ai capelli, ma non lascia spiacevoli residui ad asciugatura ultimata, anzi. Toccando i capelli vi sembrerà di non aver messo nulla!

L’unico lato negativo, dunque, che mi sento di trovargli è il prezzo. La confezione contiene, infatti, solo 75 ml di prodotto e costa (a prezzo pieno) ben € 12,99! Come da politica consolidata del marchio, spesso si trova in offerta al 50%, ma rimane un prodotto pur sempre costoso (soprattutto considerandone l’esigua quantità) e non adatto ai momenti di necessità impellente (vi assicuro che è snervante stare dietro alle loro offerte!).

20141101_175939

Ora vi lascio a qualche foto del risultato sui miei capelli e, come mia abitudine, all’inci del prodotto.

20141101_130253

20141101_130216

 

 

 

 

 

 

 

20141101_130201

Voi l’avete mai provato? Credete anche voi che sia abbastanza costoso?

Alla prossima recensione!

20140911_194754

Yves Rocher, Crema Nutriente Piedi alla lavanda – Review

Buongiorno a tutte fanciulle e benvenute ad una nuova review.

Il prodotto di cui vi parlo oggi è la crema per i piedi Nourissante alla lavanda di Yves Rocher.20140911_194754

Avevo ricevuto questo prodotto in omaggio con una cartolina (quelle promozioni che Yves Rocher dedica mensilmente a tutte le sue clienti) di giugno (o luglio? Boh, la mia memoria comincia a vacillare -.- ) insieme ad “attrezzi del mestiere” per una perfetta pedicure (una lima, dei divaricatori per unghie e un tronchesino). Il flacone che avevo ricevuto è in formato prova da 30 ml, ma ho già provveduto ad acquistare il formato di vendita che, ahimè, non è poi molto più grande (contiene, infatti, 50 ml).

Il fatto che abbia acquistato questo prodotto è un chiaro segnale del fatto che mi è piaciuto molto. La crema, infatti, è molto leggera, ma ben idratante; si assorbe rapidamente (cosa per me fondamentale per evitare scivoloni con le ciabatte stile buccia di banana) consentendo, tuttavia, il tempo per un piacevole massaggio ai piedi.
Ultimo pregio: regala ai piedi un inebriante profumo di lavanda; a tal proposito, però, mi sento di sconsigliarla a chi ha problemi con tale fragranza, in quanto è molto intensa. Ma se vi piace, allora è la crema perfetta per voi!

Come accennavo prima, la confezione di vendita è piuttosto piccola e, a prezzo pieno, costa € 7,95. Può essere però acquistata con gli sconti cartolina (io ho fatto proprio così), in quanto non è un prodotto con bollino verde (aka quei prodotti che non possono essere scontati).
In conclusione mi sto trovando molto bene con questa crema piedi e mi sento davvero di consigliarvela, soprattutto se avete qualche sconto da sfruttare e se vi piace concedervi qualche coccola serale defaticante 😉
L’avete provata anche voi? Cosa ne pensate?
Come ultima cosa, per le più attente, lascio una foto dell’inci della crema!
20140911_194824
Alla prossima review, un bacione a tutte!

 

20140905_150815

I prodotti bye bye di Sara e Monique! #7

Buongiorno a tutte fanciulle!

Oggi vi propongo il consueto appuntamento mensile con i prodotti terminati, ovviamente in collaborazione con Sara del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione!

Questo mese (tanto per cambiare -.-) non ho terminato alcun prodotto di make-up; ma mi sono data da fare con i prodotti di cura della persona, dunque è andata tutto sommato bene.

20140905_145747

– Mustela Lait de toilet ml. 500; questo è il mio holy grail dei latti detergenti, nonchè mio fedele compagno di struccate quotidiane da ben due anni. Non posso che confermare e sottoscrivere la dichiarazione d’amore che gli feci a suo tempo nella review!

– Bottega Verde Scrub Mask all’albicocca; avevo acquistato questo prodotto con uno sconto da Bottega Verde (grazie al raggiungimento della soglia punti) prima che mi venisse diagnosticata la couperose e prima che il mio dermatologo mi proibisse ogni tipo di esfoliazione dal mio viso. Il prodotto, dunque, l’ho terminato utilizzandolo sul corpo e la mia opinione, oggi, non potrà esservi di aiuto. Sul corpo scrubba poco. Ma và?, penserete voi, è destinato al viso!

– Latte Corpo La voglia matta Cotton Candy 280 ml; vi avevo già mostrato questa crema nel post dedicato ai prodotti da palestra. L’avevo comprata all’outlet in offerta e in definitiva devo ammettere che non era malaccio. Il profumo era molto dolce, ma non stucchevole, la consistenza non era nè troppo liquida nè troppo densa e si assorbiva abbastanza in fretta. L’idratazione non era il massimo, ma nemmeno totalmente assente. Diciamo che non la ricomprerei, ma non mi ha nemmeno fatto schifo.

20140905_150743

– Carrefour papier toilette aloe; banalissime salviette che risiedono abitualmente nella mia borsa da lavoro. Le ricompro spesso perchè sono economiche e rinfrescanti.

– Piccolino salviette baby; avevo acquistato queste salviette al discount LD a 99 centesimi per tenerle in borsa (se vi dico Sephora Swatch potrete facilmente intuire a cosa mi servissero! 😀 ) e mi sono piaciute tantissimo. Erano ben imbevute, molto grandi, decorate con degli orsacchiotti (ammmmore!) e dal profumo talcato inebriante. Peccato che non le abbia più trovate. Ma dico io, perchè mi fate innamorare a questo modo di un prodotto per poi togliermelo dal commercio? Non si fa, no no.

Crema mani La Saponaria al Burro di Karitè; ho dedicato recentemente una review a questo prodotto, quindi non mi dilungo più di tanto. La scatola di latta ovviamente è già stata lavata per essere riutilizzata come ci insegna questo post del blog A Colourfullmess.

20140905_145845

– Omnia Botanica, maschera rigenerante per le mani; questo prodotto non è un terminato, ma un cestinato. Avevo ricevuto in regalo questa maschera acquistando una crema per le mani della medesima marca; il prodotto non solo era scomodo da usare (rimanere 10 minuti con un impacco sulle mani non è il massimo della vita, ecco. Moltiplicate per 10 i fastidi che riscontrate con lo smalto fresco: niente bagno, niente smartphone…), non solo era bianco (conteneva ossido di zinco) e appiccicoso, ma alla fine della fiera non serviva a nulla. Ho provato ad usarla due volte, poi è finita in fondo ad un cassetto; ora credo sia andata a male e la getto senza rimorsi.

– Lima Essence; tutta la blogosfera loda senza riserve le lime Essence, così mi decido a comprarne una, e il risultato è che mi ci trovo malissimo. Le cose, a questo punto sono due: questo modello è fallato (l’avrò usata al massimo due volte e poi è diventata totalmente liscia) oppure io vado contro corrente. Mah, mistero.

– Bionike Defence deo senza profumo; questo deodorante non era male e durava abbastanza, però, usandolo, ho avuto una piccola irritazione alle ascelle. Non so se la colpa sia stata sua o di qualcos’altro, ad ogni modo non sfido la sorte ricomprandolo.

– Bioderma Cicabio (campioncino); la farmacista mi aveva dato da provare questo campioncino per curare un brufolo sul mento (a suo dire mi avrebbe cancellato anche la cicatrice), ma a dire il vero non ho notato alcun miglioramento. Mi trovo molto meglio ad applicare sulle imperfezioni la pasta all’ossido di zinco che me le secca rapidamente e cura anche la cicatrice.

Bene, questi sono i prodotti che ho terminato ad agosto. Avete provato qualcosa di ciò che mostro? Avete riscontrato le mie stesse considerazioni? Io ora corro a leggere il post della mia amica Sara, chissà mai cosa avrà terminato lei 🙂

Un bacione!

 

20140831_160221

Collistar Magica CC Capelli Rosso Paprika – Review

Buongiorno a tutte fanciulle e buona domenica! Nuova recensione, oggi vi parlo della Collistar Magica CC Capelli Rosso Paprika.

20140831_160221

Dalla confezione si legge: Una magica novità: la prima CC specifica per i capelli. Un prodotto magico che in un semplice gesto cura e colora, consentendo ad ogni donna di fare a casa propria un trattamento professionale senza ricorrere al parrucchiere. Sicura, pronta all’uso, rapida e facile da applicare, Magica Cc Capelli è l’insostituibile alleata per un colore sempre perfetto. Ma costituisce anche un irresistibile invito a giocare col colore dei propri capelli, enfatizzandolo con luminosi riflessi ton sur ton oppure usando nuove nuances ogni volta che lo si desidera.

Chi mi conosce e mi segue da un po’ sa che sono la blogger delle PREMESSE. Potrei fare un’eccezione proprio oggi? Ovviamente no 😉 Io ho i capelli ricci, colore castano scuro cenere (quindi una tonalità fredda e spenta) con qualche fastidiosissimo capello bianco proprio davanti, sopra la mia fronte. In passato, per coprirli, mi affidavo mensilmente all’hennè, ma poi ho notato che tendeva ad afflosciarmi i ricci e il procedimento era troppo lungo e macchinoso per poterlo inserire in una routine quotidiana un po’ complessa (lavoro, studio, palestra e qualche uscita). Così ho cominciato ad affidarmi alle tinte fai da te, cercando di acquistare le più delicate che trovavo. Ma la poca fedeltà del risultato ai colori promessi o l’aggressività del prodotto, mi hanno letteralmente esasperata. Fino a quando il mio parrucchiere di fiducia mi ha confermato lo stato di rovina e degrado che stava attraversando la mia chioma.

Decisa a trovare un prodotto meno aggressivo che mi permettesse, comunque, di non sfigurare nelle occasioni “mondane” e di non arrendermi a quei fili argentei che spuntavano tra la mia folta chioma, ho scelto di provare la Magica CC Capelli, quasi prevenuta. “Figuriamoci se coprirà i capelli bianchi!” pensavo.

Invece, ed eccoci finalmente arrivate alla vera e propria review, mi sono dovuta ricredere su questo prodotto. Ha coperto perfettamente i miei capelli bianchi, regalando lo stesso effetto (con la stessa durata in termini di lavaggi) che ottenevo con l’hennè, ma in modo più rapido e meno macchinoso. Ovviamente i principi alla base dei due prodotti sono agli antipodi: non aspettatevi dalla Collistar un inci naturale!

Quanto alla confezione, la cosa che apprezzo di più è che il prodotto è pronto all’uso: non ci sono pappette da preparare o da far ossidare (come le erbe tintorie naturali) nè flaconi da unire (come le tinte chimiche). C’è un solo tubetto da spremere e applicare sui capelli umidi (dopo lo shampoo), tutto qui.

Sebbene le istruzioni dicano che il prodotto non macchia, non credeteci: preparatevi, almeno le prime volte, a fare un disastro. Lavandino, pavimento e vasca tinti di rosso, per non parlare del cuoio capelluto e delle parti del corpo che verranno a contatto con la CC cream. Il lato positivo è che lavando con sapone, il tutto torna alla normalità (un po’ lentamente sulla pelle, che rimarrà macchiata leggermente più a lungo).

Io applico il prodotto sui capelli umidi, tamponati con un asciugamano dopo il consueto lavaggio. Le istruzioni indicano un tempo di posa di circa 20 minuti (regolatevi voi in base alle vostre esigenze e alla vostra situazione); il tutto va sciacquato abbondantemente (armatevi di santa, santissima pazienza!) e basta. Fatto. Tutto qui!

La CC cream dovrebbe essere anche curativa; ebbene, su questo punto preferisco non esprimermi, in quanto non ho visto nessun miglioramento della mia chioma! Posso però dirvi che non secca affatto i capelli, anzi: quando la uso riesco tranquillamente a fare a meno del balsamo. Preciso, comunque, che il prodotto è senza ossigeno e ammoniaca.

20140831_155013

Quanto alla coprenza dei capelli bianchi, posso assicurarvi che funziona. Li colora di dorato/rossiccio, mimetizzandoli alla perfezione. Sul resto della chioma, invece, regala riflessi che saranno visibili soprattutto alla luce.

La durata sui capelli dipende da vari fattori (numero di shampoo, porosità dei capelli, ecc.), ma vi posso dire che sui capelli bianchi il colore scarica dopo circa 4/6 lavaggi. Sul resto della capigliatura, invece, l’effetto si nota ancora dopo  6/8 lavaggi, anche se in modo più blando rispetto all’inizio.

Io ormai faccio così: applico la CC cream su tutta la chioma ogni due mesi, mentre sulla ricrescita (vicino alla cute) ritocco ogni mese. Mi concentro, dunque, solo sul centimetro e mezzo di ricrescita e, dopo 15 minuti di posa, pettino il prodotto su tutte le lunghezze e aspetto gli ultimi cinque minuti. In questo modo la ricrescita dei capelli bianchi è dimezzata e l’effetto sulle lunghezze risulta molto naturale.

Il tubetto contiene 150 ml di prodotto che, sui miei capelli lunghi fino alle spalle, dura da diverso tempo. La scatola contiene anche un paio di guanti (che vi consiglio di lavare e riutilizzare ad ogni applicazione) e costa circa 13 €.

In conclusione, sono davvero soddisfatta di aver provato e scoperto la Magica CC Cream capelli: mi ha permesso, infatti, di trovare il giusto compromesso tra hennè e tinta.

Ora vi lascio a qualche foto (compromettente) dell’effetto prima e dopo sui miei capelli. Alla prossima recensione!

Prima dell'applicazione

Prima dell’applicazione

 

Dopo l'applicazione!

Dopo l’applicazione!

20140810_183850

Dopo l’applicazione…

 

20140823_173140

La Saponaria Crema mani Burro di Karitè e Rosa – Review

Buongiorno a tutti!

Oggi, dopo la breve pausa estiva, parto con una nuova recensione sul mio blog; nello specifico vorrei raccontarvi le mie impressioni circa la crema mani La Saponaria alla Rosa e Karitè.

20140823_173140

La crema si presenta in una confezione di latta da 60 ml. La consistenza è solida, ma al semplice contatto con il calore delle mani, si scioglie facilmente. Il profumo di rosa è inebriante e persistente; mi sento di sconsigliare questa variante (esiste anche la versione pura, Extra Vergine) a chi non ama questo profumo in quanto è molto accentuato, ma se come me adorate le rose e tutto ciò che le ricorda, allora fa per voi!

Sulla confezione possiamo leggere: crema mani all’olio extravergine di oliva biologico. Nutriente e rigenerante ideale per pelli secche e screpolate. 

Quanto all’efficacia sulle mani, devo fare una doverosa premessa: io ho le mani secche che più secche non si può. Perfino in primavera sono soggetta a fastidiosissimi tagli e ragadi che mi si formano sulle nocche a causa della disidratazione della mia pelle. Questo problema mi costringe, nei mesi invernali, ad utilizzare creme siliconiche che creino una patina protettiva sulla mia epidermide (come la mia adorata Neutrogena). Le formulazioni naturali, purtroppo, vengono assorbite rapidamente e altrettanto rapidamente perdono la loro efficacia protettiva sulla mia pelle problematica.

Per questo motivo ho scelto di utilizzare questo prodotto in estate, per poterlo valutare in condizioni “normali” e non estreme; l’idratazione che regala alle mani è molto buona, l’assorbenza ottima, tanto che (dopo aver massaggiato solo qualche secondo) non lascia traccia sulla pelle. L’unico difetto che ho riscontrato è stata l’efficacia piuttosto limitata nel tempo: dopo qualche ora dall’assorbimento le mie mani tornavano secche come prima dell’applicazione della crema.

Se siete, dunque, alla ricerca di un prodotto naturale (non contiene siliconi, petrolati e compagnia bella), ben idratante, che si assorba facilmente senza lasciare residui sulle mani, allora questo prodotto fa sicuramente al caso vostro. Se, invece, avete una pelle molto secca (come la mia), vi avviso che potrebbe non essere sufficiente, soprattutto nella stagione più fredda.

20140823_173200

Il prezzo si aggira intorno ai 4 € su quasi tutti i siti che commerciano prodotti bio, ma si può trovare anche nei negozi fisici rivenditori del marchio La Saponaria  (io l’avevo acquistata da Eataly a Torino).

Un ultimo pregio della crema è sicuramente la confezione in latta riutilizzabile; ora che ho terminato il prodotto all’interno, laverò la scatoletta e la utilizzerò nei viaggi per trasportare i dischetti di cotone, dopo aver letto questo articolo illuminante del blog A Colourfull Mess 😉

Avete già provato le creme mani de La Saponaria? Cosa ne pensate? Vi piacciono?

Al prossimo articolo!

20140307_144821

Lip Butter Vanilla & Macadamia Labello – Review

Buongiorno a tgutti!
Dopo la mia pausa forzata a causa della congiuntivite, finalmente posso riprendere con le mie adorate recensioni, parlandovi del Labello Lip Butter Vanilla&Macadamia.
20140307_144625

Ho acquistato questo prodotto a marzo, al prezzo lancio di € 2,99, dopo averne sentito parlare (bene) da tantissime blogger e youtuber americane. Da loro il prodotto è marchiato Nivea, ma la casa produttrice è la stessa, la Beiersdorf.

Altra piccola differenza, oltre oceano esistono quattro profumazioni differenti (tra cui quella neutra), mentre in terra italica ne sono uscite solamente due: quella che possiedo io e quella al Lampone.

Quando al supermercato ho visto (come un miraggio) l’espositore di questi balsami, sono rimasta almeno cinque minuti in contemplazione, nell’incertezza se acquistarlo o meno. Perchè, se da un lato le recensioni ultra positive americane e la curiosità mi spingevano a metterlo immediatamente nel carrello, la lista degli ingredienti non propriamente naturale mi frenava alquanto. Ovviamente ha vinto la curiosità.

Il prodotto si presenta in un barattolino di latta (adorabile aggiungerei) da 19 ml, forse un po’ scomodo da aprire, se ad esempio avete le unghie lunghe o le mani unte di crema.

Il prodotto è bianco, dalla consistenza molto morbida, che si scioglierà subito al contatto con le dita. Ovviamente il balsamo dovrà essere prelevato con le mani, cosa che mi impedisce di portarlo in borsa, ma l’ho destinato ad un uso esclusivamente casalingo.

20140307_144821

Il profumo è inebriante: dolce, ma non stucchevole, a me ricorda le barrette di cioccolato Kinder, gnam!

Sulle labbra è totalmente incolore, ma regalerà un effetto leggermente lucido (che a me non dispiace).

Quando ho acquistato questo prodotto, avevo le labbra devastate da quest’altro balsamo: piene di tagli, secche e con pellicine a volontà. Proprio lo stato terribile della mia bocca mi ha convinta a provare un prodotto dall’inci chimico, immaginando che un minimo di barriera non assimilabile dalla pelle, potesse aiutarmi.

Ebbene, mi sono letteralmente innamorata di questo balsamo! Inizialmente ha davvero risolto il mio problema alle labbra, che nel giro di una settimana sono tornate al loro massimo splendore. Mi ha però stupita nell’uso prolungato; il balsamo aderisce perfettamente alle labbra per molte, molte ore e le idrata davvero! So che, chi è fautore del naturale e del bio, probabilmente non condividerà la mia opinione, ma il livello di idratazione di questo balsamo è molto alto, il migliore che io abbia mai provato.

Utilizzandolo al mattino (prima di uscire di casa) le mie labbra sono idratate fino a dopo pranzo e applicandolo alla sera, prima di coricarmi, al mattino sono morbide e vellutate.

20140307_144736

Questa è, dunque, un’altra mia inversione di marcia nel campo del naturale che, ultimamente, ho abbandonato. Vorrei scrivere un post al riguardo, ma l’argomento è bollente e credo che ogni persona dovrebbe valutare la sua esperienza e trarne le proprie considerazioni personali, quindi per il momento non mi sembra opportuno parlarne 😉

In conclusione, mi sento davvero di consigliare questo balsamo labbra; purtroppo ho notato che a prezzo pieno non è propriamente economico (costa circa 5 €), ma è anche vero che ne basta così poco ad ogni singolo utilizzo, che durerà parecchi mesi (io lo uso quotidianamente da marzo).

E voi lo avete provato? E’ piaciuto anche a voi? Spero di esservi stata utile raccontandovi la mia esperienza!

20140614_173917

Siero Effetto Reale L’erbolario – Review

Buongiorno a tutte fanciulle!

Il prodotto che vorrei recensirvi oggi è il siero Effetto Reale de L’Erbolario.

20140614_173917

Partirei, in questo caso, da qualche dato tecnico. Il flacone in vetro (pesantissimo!), con erogatore a pompetta (molto comodo e funzionale) contiene 30 ml di prodotto con pao di 12 mesi e costo di € 14,50. Il profumo del prodotto è molto delicato e ovviamente richiama il miele.

Dicono di lui: “siero riparatore per capelli, trattamento intensivo. Agli amminoacidi della Pappa Reale e all’olio di Babassu. Previene e riduce la formazione delle doppie punte”.

La descrizione riportata sulla scatola consiglia di applicare il prodotto a capelli asciutti; io sconsiglierei questo metodo di utilizzo per due motivi: il siero è composto esclusivamente da oli e burri, quindi da soli elementi grassi. Dunque, secondo me, sarebbe sicuramente preferibile apportare prima ai capelli un minimo di idratazione fornita dall’acqua. Il secondo motivo è la difficoltà di stesura uniforme del siero; sui capelli umidi si applica più facilmente, mentre su capelli asciutti tende ad accumularsi di più in certe zone rispetto ad altre. Stando sempre a quanto riportato sulla scatola, il prodotto andrebbe agitato prima dell’uso; peccato che sia praticamente solido e, anche utilizzando la forza di Hulk, riuscivo a shakerare i miei organi vitali, ma non il siero ù.ù

Questo è un prodotto estremamente idratante, che mi sento di consigliare ad una chioma molto secca, ma in dosi minime. Io, pur avendo i capelli ricci e disidratati, se esagero nelle dosi mi ritrovo con l’indesiderato effetto unto e appesantito alla chioma. Non voglio immaginare, dunque, quale potrebbe essere il risultato su capelli normali/lisci.

Inoltre tende a sporcare i capelli; quando lo utilizzo in modo continuativo, devo procedere al lavaggio con qualche giorno di anticipo.

Apporta indubbiamente una buona idratazione, soprattutto nel lungo termine, ma per la mia esperienza di utilizzo è un prodotto troppo grasso e dall’effetto troppo pesante.

20131103_182112

Consiglio, dunque, questo siero “con riserva” invitandovi a provarlo prima in campioncino (L’Erbolario è molto generoso da questo punto di vista!) e a valutare l’effetto desiderato; se avete capelli normali e cercate un prodotto per l’idratazione quotidiana, vi conasiglierei di orientarvi sul altri prodotti. Probabilmente potrebbe essere adatto a persone con capelli decolorati e sfibrati da agenti chimici, che necessitano di un’idratazione davvero strong.
Ricapitolando, i vantaggi sono:

  • idratazione
  • profumo
Gli svantaggi:

  • costo
  • flacone in vetro molto pesante
  • appesantisce e sporca i capelli (soprattutto se usato in grandi quantità o in modo quotidiano)
Spero che la mia recensione di utilizzo possa esservi utile. E voi quale prodotto per l’idratazione quotidiana dei capelli utilizzate? Vi affidate ad oli/burri o a prodotti già confezionati?
Un bacione e alla prossima review!