Archivio tag: intolleranti

20131028_200649

Avene Tolérance extreme Crema – Review

Buongiorno fanciulle e benvenute a tutte nel mio blog!

La recensione di oggi riguarda la crema Avéne Tolerance Extreme, dedicata alle pelli ipersensibili ed allergiche.

20131028_200649

Questa crema mi è stata consigliata dal mio dermatologo per la stagione invernale. Piccola doverosa premessa riguarda la pelle del mio viso: si potrebbe definire mista in quanto tende a lucidarsi molto sul naso, ma anche terribilmente secca sulla fronte e sulle guance, nonché sensibile e soggetta da couperose (un disastro, insomma!).

Tornando all’oggetto della recensione di oggi, mi sono trovata abbastanza bene con questo prodotto (che ho praticamente terminato, credo siano rimaste solo un paio di applicazioni) che però non è diventata La crema con la L maiuscola, ovvero l’amore della mia vista cosmetica.

Innanzi tutto è molto corposa e idratante, per questa ragione mi sento di consigliarla per il periodo invernale a persone con la pelle secca o, eccezionalmente, mista. La sconsiglierei totalmente alle pelli grasse e soprattutto d’estate. E’ sufficiente pochissimo prodotto per idratare perfettamente tutto il viso, quindi un flacone durerà diversi mesi.

La crema, a quanto riporta la confezione, non contiene conservanti, profumo e tensioattivi.

20131028_200709

E’ una crema perfetta per le pelli sensibili e reattive: pur non essendo specifica per la couperose, è stata in grado di tenermi a bada i rossori per tutto il periodo invernale e freddo, escluse poche eccezioni nei periodi di forte stress. Se il vostro problema è un’intolleranza ai principali cosmetici credo che questo prodotto potrebbe sorprendervi positivamente!

Quanto all’assorbimento, qui si presenta il primo difetto: la crema impiega molto tempo per scomparire totalmente dalla pelle. Probabilmente questo inconveniente è dovuto all’effetto barriera oppure alla formulazione molto densa del prodotto, ma lascia uno strato appiccicoso per diversi minuti sul viso. Nonostante ciò io l’ho utilizzata anche come base trucco (facendo trascorrere circa un quarto d’ora tra l’applicazione della crema e quella del make-up) e non mi ha creato particolari problemi di lucidità sotto al fondotinta (in particolare ho utilizzato per tutto il periodo questo fondo sempre della marca Avene).

Pur avendo una formulazione così ricca non mi ha dato problemi di impurità, anzi. Ammetto che la mia pelle non è mai stata così sana come in questo ultimo periodo, escludendo ovviamente i brufoli del periodo natalizio (forse e sottolineo FORSE dovuti all’incredibile quantità di dolci che sono riuscita a trangugiare! :-P).

Difetto incredibile, a mio avviso, è il packaging; non so che diamine sia venuto in mente ad Avene, ma il dosatore è una sorte di marchingegno letale. Provo a spiegarmi, ma non sarà facile, dovreste vedere per capire. Schiacciando il tubetto della crema appare, come per magia, un piccolo piripicchio (termine altamente tecnico) che spruzzerà la crema in ogni dove. So che, descritto così, potrebbe sembrare poco fine, ma vi prego di non essere maliziosi! 😀 Questo meccanismo dovrebbe preservare il prodotto dall’aria, ma secondo me andrebbe sistemato un po’. Mister Avene, se mi stai leggendo, per favore mettiti nei panni di noi povere fanciulle addormentate al mattino e crea qualcosa di più semplice, ti prego. Innanzi tutto è impossibile dosare il prodotto, in secondo luogo questo piripicchio (a-ri-daie!)  a volte si incanta, quindi viene istintivo e automatico esercitare una pressione maggiore e TAAAAAAC eccovi servita una quantità di crema sufficiente per tutti i visini del quartiere. A questo punto, dal momento che non è un prodotto propriamente economico (su questo punto ci soffermeremo in seguito) io travasavo tutta quella mole di crema indesiderata in una piccola jar e, quindi, il concetto di preservare il prodotto dall’aria andava a farsi friggere.
20140208_104854
Soffermiamoci, dunque, sul discorso prezzo; il flacone costa ben 23 €. So che i prodotti di farmacia (ai quali mi affido totalmente per la cura del viso) non sono propriamente economici, ma una cifra così alta, a mio avviso, in questo caso non è giustificata dal prodotto non propriamente eccellente. Inoltre il packaging infernale innovativo mal riuscito non giustifica il prezzo, anzi.

In conclusione credo che questa crema sia discreta/buona, ma non ottima e la boccio sotto diversi profili: prezzo, lento assorbimento e packaging.

E voi, l’avete mai provata? Avete riscontrato i medesimi difetti?