Archivio tag: maggio

20150524_111057

Un mese in 5 punti!

Per la serie “chi non muore si rivede” eccomi qui, finalmente, a raccontarvi il mio mese di maggio in cinque punti. Le più attente avranno notato la mia assenza dello scorso mese, ma numerosi impegni (e la pigrizia) mi hanno impedito la pubblicazione puntuale del post. Avrei potuto pubblicarlo a fine mese, ma a quel punto mi sembrava troppo tardi….

Come di consueto il post è in collaborazione con la mia mica Bridget del blog L’eleganza del Riccio e qui potete trovare il suo post di maggio 😉

  • Clarins Eclat Du Jour Joli Baume

20150524_111057

Sono stata fortunata e sono riuscita a trovare questo fantastico prodotto nella Sephora vicino a dove lavoro. E’ uno di quei balsami labbra “intelligenti” che reagiscono col PH delle labbra e regalano un colorito delicato ed elegante. Questo, però, hai in più un profumo deliziosissimo (lo so che non si dice…ma rende benissimo l’idea!) di succo alla pesca *.* Lo adoro! Peccato per il packaging in cartone che resisterà pochissimo nella mia borsa e per il fatto che sia in limited edition. Speriamo che il signor Clarins si ricreda e lo metta in permanente 😉

  • Guerlain, Terracotta le Parfum

20150601_090526

Rimaniamo in tema incursioni da Sephora in pausa pranzo (lavorarci vicino è una tentazione troppo forte!). Quando ho visto l’ultimo pezzo di questo profumo non ho avuto dubbi, doveva essere mio. Per essere un boccione da 100 ml l’ho pagato relativamente poco (58 € a prezzo pieno, ma avevo un 15% di sconto che avanzava…); è un profumo estremamente estivo, dalle spiccate note di monoi. In una sola parola: ADORRRROOO! Peccato che, anche questo, sia in edizione limitata perchè, al doavolo l’estate, io me lo spruzzerei con guioia tutto l’anno 😛

  • Salone Internazionale del Libro

20150517_110721

 

20150517_131317

20150517_162216

Anche quest’anno, come d’abitudine consolidata, a maggio ho visitato il Salone Internazionale del Libro di Torino. Per chi non ama i libri, potrebbe sembrare semplicemente una libreria un po’ più grande, con ingresso a pagamento. In realtà è molto di più, ovvero è un magico posto dove la letteratura incontra i lettori. Sì, perchè gli editori organizzano incontri con gli autori, i cuochi offrono cibo per promuovere i libri di ricette e le case editrici minori espongono tutto il loro magnifico catalogo. Nello specifico io ho potuto ascoltare un intervento di Baricco, ho assaggiato un menu di tre portate preparate da Marco Bianchi e assistito ad un’intervista doppia tra La Clerici e la Parodi, moderata dallo scrittore Luca Bianchini. Insomma, un’evento a cui sono sempre felice di poter partecipare!

  • Latte Versato, Chico Buarque

20150602_153015

Maggio è stato un mese piuttosto proficuo dal punto di vista delle letture, anche perchè trascorro in due modi le mie pause pranzo: da Sephora oppure su una panchina nel parlo leggendo. In genere, quando il tempo è bello e non piove, preferisco la seconda ipotesi, in quanto “occhio non vede, portafoglio non piange” e cerco di limitare all’osso i miei ingressi in profumeria 😛 Il libro che, comunque, mi ha sorpresa di più nell’arco dello scorso mese è stato Latte Versato di Chico Buarque. Ho partecipato con una mia amica ad un gruppo di lettura su questo libro (cioè, in teoria avremmo dovuto parteciparvi. In pratica l’incontro finale è saltato -.-) e ho cominciato a leggerlo titubante e prevenuta. In realtà mi ha colpita moltissimo; si tratta di un lungo monologo di un uomo anziano, relegato a letto dalla malattia. Egli comincia a raccontare a varie interlocutrici donne la sua vita, fatta di sprazzi a volte precisi e a volte sconclusionati. Insomma, se siete curiose di sperimentare una nuova lettura, mi sento davvero di consigliarvelo!

  • Monique e Bridget si incontrano

Finalmente, a maggio, ho avuto il piacere di conoscere la mia “collaboratrice” Bridget. E’ venuta a trovarmi qui a Torino (in realtà è venuta a trovare suo fratello, ma è un piccolo detaglio 😛 ) e ci siamo conosciute dal vivo. Ironia della sorte, abbiamo scelto la giornata sbagliata per vederci…pioggia a dirotto, freddo, vento e locali che (date le condizioni climatiche poco favorevoli) ci hanno sbattute fuori alle 8.30 di sera 🙁 Vabbè, mi sa che la prossima volta sarà più opportuno che scenda io a trovarla…;-)

Come è stato il vostro mese di maggio? Cosa mi raccontate di bello?

Alla prossima!

20140603_205651

Usati del mese, uso consapevole dei miei trucchi #4

Buongiorno a tutte fanciulle e benvenute ad un nuovo appuntamento con la rubrica Uso consapevole dei miei trucchi in collaborazione con tutte queste bellissime e fantastiche blogger:

Sara del blog Le divagazioni di una fatina arancione (che ci raggiungerà il mese prossimo),

Alessia del blog Shopping a tutto tondo

Alessia del blog Vis à Vis,

Elisa del blog Glamourcoma

Elisa del blog My magic wonderland,

Milena del blog EmmeMe: Make up& beauty,

Alice del blog Make up non solo

Mela Lazyfish di A fish-flavoured apple

Piccolo doveroso riepilogo per chi si fosse perso le precedenti puntate (male, malissimo! :-P) e non sapesse di cosa si tratta. Il progetto spinge noi blogger ad usare i prodotti di make-up in modo continuativo durante i giorni lavorativi del mese allo scopo di acquisire consapevolezza di tutto ciò che possediamo e di terminare (si spera) ciò che ci piace di meno o è vicino alla sua naturale scadenza.

Il mese di maggio è stato per me molto particolare dal punto di vista dei trucchi quotidiani; è stato, infatti, accompagnato da spiccati sintomi di allergia (soprattutto congiuntivite agli occhi) e quindi al mattino scarseggiava la voglia di effettuare trucchi particolarmente complicati.

Ma vi mostro subito, nello specifico, cosa ho utilizzato maggiormente.

BASE VISO

20140603_205419

Fondotinta: Ormai tra me e il fondotinta compatto Avene (review) è in atto una vera e propria sfida (che ovviamente sta vincendo lui). Lo uso ininterrottamente da ottobre e comincio ad avere le pelotas piene di applicarlo sul mio viso, ma lui non da cenni di cedimento, anzi. Ho la certezza che abbia messo in atto un vero e proprio complotto per far soccombere me.

Correttore: Sulle occhiaie sempre il Full Coverage di Kiko e sui brufoletti lo Studio Finish di Mac.

Cipria: Essence Compact Powder (review)

Blush: H&M numero 18 sweet rose (review)

TRUCCO OCCHI

20140603_205651

Immancabili: Primer Potion Urban Decay (che, ahimè, sta per terminare. Al solo pensiero di doverlo ricomprare e spendere quasi 20 € mi viene il magone) e Mascara L’Oreal Miss Manga (presto la review).

20140603_205758

Ombretti: Per ovviare al fastidio di occhi infiammati a causa dell’allergia, ho cercato di limitare al massimo l’uso delle poveri. Così ho applicato l’ombretto in crema Pupa Vamp numero 100 (che a me, senza primer sotto, non dura nemmeno un’ora!) per uniformare e illuminare le mie palpebre rossicce e scure. Nella piega, per dare definizione, ho applicato il solito ombretto tortora depotatto che mi piacerebbe terminare nell’anno.

Sempre presente (ahimè!) la palette Essence Sun Club Long Beach.

20140603_210043

Matite/Eyeliner: questo è stato sicuramente il mese della matita Kiko Glamorous Eye Pencil numero 404 (che effettivamente avrei potuto almeno temperare per l’occasione! -.-). La applicavo all’attaccatura delle ciglia superiori e la sfumavo rapidamente con un pennellino. La durata è ottima e il colore (marroncino/borgogna) regalava un trucco perfetto per il giorno. Altra matita presente è la Essence Longlasting nella colorazione nera; ho letto meraviglie a proposito di questo prodotto in giro per il web, ma ad essere sincera a me non piace poi così tanto. Io speravo di poterla usare al posto dell’eyeliner all’attaccatura delle ciglia, invece, su di me, non dura molto. Già nel pomeriggio si è inesorabilmente sgretolata creando un antipatoco alone sotto l’occhio. La mia ricerca della matita duratura continua! Anzi, a proposito, avete consigli???

Bene, questi sono stati i miei prodotti più utilizzati del mese appena terminato; sulle labbra, per lo più, un leggero velo di burrocacao colorato Labello Fruity Shine, utilizzato come lucidalabbra.

20130813_093023

E voi, cosa avete utilizzato maggiormente? Abbiamo qualche prodotto in comune?

Un bacione a tutte!

 

20140531_180050

I prodotti bye bye di Sara e Monique #4

Buongiorno a tutte fanciulle e buona festa della Repubblica!

Eccomi qui con una nuova puntata della consueta collaborazione di Sara del blog Le Divagazioni di una Fatina Arancione per mostrarvi quali prodotti siamo riuscite a terminare nel mese appena terminato.

Ormai non vi tedio nemmeno più dicendovi che sono riuscita a finire pochi prodotti; è un dato di fatto che i miei cosmetici si rigenerino di notte, quindi ne prendo atto e procedo a testa alta! 😉

20140531_175957

– Carrefour Papier Toilette. Dovrebbero essere una sorta di carta igienica umidificata, ma io le uso sul lavoro come normali salviette. Le ricompro spesso in quanto sono economiche e mi piacciono.

– Aveeno Emulave Bar. Quello che vedete è un moncherino che getto via per disperazione! E’ una di quelle barrette di sapone-non-sapone (altrimenti dette syndet), che avevo acquistato per lavarmi il viso. Poi il dermatologo mi aveva proibito l’utilizzo (troppo aggressiva per la mia pelle delicata) e così l’ho relegata al lavaggio delle mani. Ma questa “saponetta” balorda aveva l’incredibile e insopportabile difetto di sciogliersi a contatto con l’acqua, ma sciogliersi nel vero senso della parola! Il risultato era, dunque, un portasapone devastato da residui biancastri e un lavandino sempre sporco. Ho fatto il possibile (giuro!) per terminarla, ora la getto via senza alcun rimorso. A mai più rivederci!

– Lycia strisce depilatorie viso Delicate Touch. Ve ne avevo già parlato *qui* quindi non mi dilungo più di tanto; mi piacciono molto e le acquisto da Tigotà quando sono in offerta a 2.99 € per eliminare i fastidiosi baffetti dal mio viso.

– Neutrogena crema mani. Lei è il mio holy grail delle creme mani e non potrei mai rimanerne senza durante il periodo invernale. So che a molte non piace per la patina che rilascia sulle mani, ma per me è questo il suo più grande pregio! Mi protegge perfettamente le mani e me le ripara, soprattutto durante la stagione fredda (e qui a Torino gli inverni sono rigidi). Per il momento sto provando altro, con la certezza che tornerò da lei alla fine dell’autunno. Arrivederci!

20140531_180050

– Phyto color tinta per capelli 6AC. Una parola soltanto: AMMMMORE! Ecco, è proprio questo che mi aspettavo da una tinta mogano: ottimo risultato, colore luminoso e duraturo nei lavaggi. Mi ha anche coperto perfettamente quei due o tre capelli bianchi che ho, quindi non potrei davvero chiedere di meglio. Questa scatola l’avevo acquistata in offerta in parafarmacia a 7.90 €, ma quando sono tornata per riacquistarla, era esaurita; così ho comprato la confezione per il mese prossimo in un altro punto vendita, ma al prezzo di 9.90 €. Vale comunque ogni centesimo che costa!

– Erbolario Ortensia Bagnoschiuma, campioncini. Ho travasato il contenuto di quattro di questi campioncini (ma qui ne vedete solo tre) nel flacone della palestra (qui il post in cui vi mostro i cosmetici nel mio borsone). L’odore non mi piace per niente, dai colori della bustina si potrebbe pensare ad una profumazione dolce e delicata, invece mi ricorda i dopobarba maschili. Ovviamente non lo comprerei mai!

– Unifarco baby crema allantoina e fiori di cotone. Questa crema stazionava sul mio comodino e la utilizzavo alla sera, prima di coricarmi, per idratare gomiti, ginocchia e stinchi. L’ho amata in quanto si assorbiva in pochissimo tempo e lasciava una sensazione piacevolissima di fresco sulla pelle. Ora ho altre cose da terminare, ma non escluderei di riacquistarla in futuro.

– Parisienne Solvente per unghie oleoso. Questo non è un vero prodotto finito, ma ho travasato il contenuto in un vasetto di vetro insieme ad una spugna per rimuovere lo smalto con meno fatica (pigrizia portami via!). Per quanto l’ho provato fin’ora, è molto delicato, ma bisogna insistere parecchio per rimuovere perfettamente lo smalto. Trasformato in un solvente ad immersione, invece, è molto, molto meglio! Lo proverò ancora un po’ per poi parlarvene con più cura.

Bene, questi sono i prodotti che ho terminato durante il mese di marzo; e voi cosa avete finito? Siete riuscite a terminare qualcosa di make-up?

Io ora corro a leggere il post della mia collaboratrice Sara, noi ci vediamo al prossimo post! 😉