Archivio tag: mcgyver

20131025_153536

My Top 5 “Take that, McGyver!” Products #dramatag

Questa volta sono terribilmente in ritardo con i #dramatag, così provvedo subito a portarmi avanti di uno e a parlarvi dei miei prodotti multitasking, ovvero dei My Top 5 “Take that, McGyver!” Products.

Prima, doverosa, premessa riguarda il geniale titolo del Tag, per il quale faccio il mio *chapeau* a Drama 😉

Concentrandoci, invece, sul fulcro del Tag, bisogna elencare 5 prodotti poliedrici (“coltellini svizzeri” come li chiama Drama), che si prestino a svariati utilizzi.

I miei prodotti multi uso, nascono in genere da due fattori scatenanti:

– sono così belli che riesco ad utilizzarli in mille modi differenti e rimangono sempre dei prodotti meravigliosi;

– non mi piacciono affatto e, pur di finirli, li riciclo per altri scopi.

20131025_153536

Nella prima categoria rientrano sicuramente i Soul Color Astra (io ne possiedo solo uno in realtà, il numero 8); sono ombretti cremosi e pigmentatissimi che durano tantissimo utilizzati come base per ombretti in polvere, come ombretti veri e propri (da soli) o come eyeliner; il mio colore scuro e riflessato, poi, si presta perfettamente a quest’ultimo utilizzo.

Rimaniamo sugli ombretti, ma cambiamo brand: Kiko. Vi avevo mostrato in questo post l’ombretto numero 121 acquistato in saldo; ebbene, lo utilizzo con soddisfazione nella piega dell’occhio per sfumare colori chiari (pelli abbronzate: astenetevi! E’ molto chiaro e si vede poco perfino sulla mia carnagione pallidissima) e sotto gli zigomi, per un contouring molto delicato e chiaro, ma d’effetto 😉 L’avevo acquistato in saldo a 2,90 €, quindi doppia soddisfazione per un prodotto multitasking così economico!

Ora possiamo già passare alla seconda categoria…

Il prossimo prodotto è una Sòla cosmetica con la S maiuscola: l’ombretto Essence numero 22 Blockbuster. Credevo fosse un bellissimo bianco panna matte da utilizzare in trucchi sofisticati e, invece, mi sono ritrovata con un ombretto per nulla scrivente, anzi, del tutto inesistente. Siccome odio gettare via i prodotti intatti, lo utilizzo come cipria per il contorno occhi per fissare il correttore. Anche per questo scopo non mi fa impazzire, ma in qualche modo dovrò pur utilizzarlo! Fortunatamente mi era costato poco.

Allontaniamoci di poco e parliamo di un altro ombretto in polvere Essence (tranquille, ho finalmente capito che non vado d’accordo con questo prodotto e non ne ho più acquistati 😉 ), il numero 55; il colore è un arancio/corallo con riflessi dorati molto pigmentato, che però mi sta malissimo sugli occhi così ho deciso di utilizzarlo come blush. Decisamente meglio così, anzi, vi dirò che mi piace parecchio!

Ed eccoci arrivati all’ultimo prodotto, che però non è make-up….puntini di sospensione per creare un po’ di suspance…il re del riciclo è proprio lui il balsamo per le labbra di Erbario Toscano; già nella review vi avevo accennato la delusione che avevo provato utilizzando questo prodotto e così sono riuscita ad utilizzarlo come balsamo idratante per unghie e cuticole e, anche questa volta, mai riutilizzo è stato più apprezzato: applicato la sera quando guardo la tv o leggo un libro, ha contribuito ad idratare alla perfezione le mie odiatissime cuticole, senza l’inconveniente dell’olio che cola da tutte le parti. Il balsamo rimane ben saldo e fermo al suo posto, fino al completo assorbimento.

Ecco, infine tutti gli swatch; purtroppo non vedrete nulla dell’ombretto 22 di Essence perchè è davvero trasparente e per nulla pigmentato, quindi mi risulta difficile catturarlo con la macchina fotografica! E, del resto, anche la luce pessima di oggi non mi ha aiutata…

20131025_153715

Ebbene, questi erano i miei prodotti McGyver, o per meglio dire, i prodotti a cui ho dato nuova vita con utilizzi alternativi 😉

Qui potete trovare anche le mie risposte ai precedenti Dramatag: I’m late/ I’cant be bothered productsMy top 5 Va va voom! ProductsMy top 5 Sunny-Cheeks Products.

Alla prossima…ciao a tutte e buon fine settimana!