Archivio tag: review

SAM_2107

Biofficina Toscana Lozione Anti Crespo – Review

Ben ritrovati a tutti e buona domenica.

Finalmente, dopo mesi di gestazione e dopo aver già terminato il flacone, mi accingo a recensire la Lozione Anticrespo di Biofficina Toscana.

SAM_2107

Questo prodotto mi era stato regalato da un’amica lo scorso Natale e mi è durato quasi un anno; io lo applicavo a capelli bagnati (subito dopo il lavaggio e prima di procedere all’asciugatura) prima dei comuni prodotti per lo styling dei ricci.

Il prodotto, contenuto in un flacone bianco con erogatore spray, è diviso in due fasi e, pertanto, deve essere agitato prima dell’utilizzo. Inizialmente ho odiato la lozione per il suo odore molto fiorito (a tratti invadente…) e per la resa “appiccicaticcia” sui miei capelli. Successivamente ci ho fatto amicizia (più che altro ho capito come utilizzarlo) e mi sono abituata alla sua profumazione (o forse è evaporata leggermente?).

miei capelli ricci tolleravano il prodotto solo da bagnati; quando provavo a spruzzarlo al mattino per idratare le punte e sistemare la messa in piega, i capelli si appiccicavano e si sporcavano terribilmente. Probabilmente la colpa è del miele contenuto all’interno.

Utilizzandolo a capelli bagnati mi evitavo sicuramente l’inconveniente, ma purtroppo non ho mai notato particolarmente la differenza nello scopo a cui è destinato: la riduzione dell’effetto crespo. Ora che l’ho terminato, infatti, non ne sento la mancanza, il che dice tutto.

Aveva sicuramente il pregio di essere un idratante per capelli estremamente leggero (se applicato nelle giuste dosi e a capelli bagnati), il che mi ha permesso di terminare il prodotto non troppo contro voglia.

In definitiva mi aspettavo molto di più da questa lozione anticrespo, soprattutto considerando il suo prezzo non propriamente economico e la sua fama. Per questa ragione, una volta terminato il prodotto, ho scelto di non ricomprarlo.

SAM_2111

Vi lascio *qui* la scheda del prodotto sul sito di Ecco-Verde, dove è possibile leggere gli ingredienti del prodotto (difficili da catturare in foto) e la scheda descrittiva.

Ora chiedo a voi: avete mai provato questa Lozione Anticrespo? Come vi siete trovate? Avete dei prodotti simili da consigliarmi?

Alla prossima!

SAM_1909

Clinique Superprimer Colour Corrects Redness – Review

Buonasera a tutti e benvenuti ad una nuova review. La recensione di oggi è stata davvero molto sofferta, ho dovuto utilizzare il prodotto in questione per almeno sei mesi prima di essere davvero convinta della mia opinione.

E, dunque, mi accingo a raccontarvi le mie impressioni e considerazioni ragionate e definitive. Il prodotto in questione è il Clinique Superprimer Colour Corrects Redness.

SAM_1909

Come ben sapete io ho una pelle affetta da couperose e, quindi, soggetta ad intensi rossori. Tali rossori, periodicamente, tendono ad aumentare a dismisura, rendendomi difficile la loro copertura con un normale fondotinta. In preda alla disperazione, dunque, mi sono informata sul web a proposito di un primer che potesse aiutarmi a mascherare i rossori, prima di applicare il fondotinta.

La scelta, anche grazie ad un 20% di sconto da Sephora, è ricaduto su questo primer di Clinique. Subito sono stata un po’ scettica sul colore: nella mia (modesta) conoscenza cosmetica pensavo che il colore più adatto a mitigare i colori fosse il verde. Ma, grazie alle rassicurazioni della commessa, ho acquistato il prodotto.

SAM_1914

La consistenza è molto densa e la formulazione, inutile che ve lo dica, è siliconica. Il potere correttivo sui rossori è praticamente pari a zero o comunque molto, molto blando. Una volta applicato sulla pelle praticamente sparisce e per avere un qualche beneficio cromatico bisogna insistere molto con le quantità. Per di più come primer vero e proprio, lascia davvero a desiderare. Mitiga leggermente i pori (e meno male, almeno questo!), ma non prolunga affatto la durata del fondotinta. Non so, ma noto che metterlo o non metterlo non fa particolarmente la differenza sulla mia pelle.

SAM_1921

Due pregi, per onore di cronaca, devo concederglieli. Innanzi tutto non favorisce l’insorgere di imperfezioni, come invece altri sui colleghi fanno sulla mia pelle (ogni riferimento a lui è puramente casuale!). Inoltre è un prodotto molto delicato, adatto ad una pelle sensibile.

In definitiva mi sento di sconsigliare questo primer, soprattutto se siete alla ricerca di un prodotto che corregga i rossori, soprattutto considerando il suo prezzo non particolarmente economico. Al momento lo sto utilizzando sulle guance quasi tutti i giorni al fine di poterlo terminare e di poter provare qualcosa di più performante. A tal proposito chiedo a voi: avete consigli da darmi? Avete esperienza di un buon primer colorato che funzioni davvero sui rossori del viso?

Ora vi lascio la foto dell’INCI per le più attente e a qualche dato tecnico del prodotto. Prezzo: circa 25 € Pao: 24 mesi Quantità : 30 ml

SAM_1913

Alla prossima recensione!

SAM_1883

Tangle Teezer Review – Capelli ricci

Ho pensato a lungo alle parole da poter usare per presentarvi la Tangle Teezer prima di recensirla, ma questa volta credo di poter by-passare l’incipit e partire a raffica nel parlarvene. Sì, perchè la sua fama la precede. Per mesi e mesi si è parlato in ogni blog e su ogni canale di queste rivoluzionarie spazzole sciogli nodi. Inizialmente io ero rimasta del tutto impassibile al loro fascino e con orgoglio esclamavo “non mi avranno mai”. Non so perchè, ma le immaginavo lontane anni luce dalle portatrici sane di chiome ricce come le mie. Tutti quei dentini stretti-stretti mi facevano venire la pelle d’oca al sol pensiero di spazzolarmi.

SAM_1883

Poi, complice uno sconto su qualche sito e una curiosità scimmiesca, ho deciso di acquistarla. Ed amore fu.

Questa rivoluzionaria spazzola, infatti, sembra nata per i miei capelli ricci. E io ho dei capelli estremamente fini ed estremamente boccolosi, che si annodano solamente a guardarli. Io, in genere, spazzolo i miei capelli solamente sotto la doccia, quando ho il balsamo in posa. Con tutte le altre spazzole e gli altri pettini, questo momento era una vera tortura medievale: nodi recidivi, capelli spezzati e dolore allucinante. Con la Tangle Teezer, invece, la situazione è migliorata del 90%; innanzi tutto ci metto molto meno tempo a sciogliere i nodi e poi riesco a spazzolarmi senza sentire alcun dolore.

SAM_1878

Il segreto credo siano i dentini della spazzola: morbidi, ravvicinati e di diverse lunghezze. Questo permette di “aggirare l’ostacolo” senza traumi. Ho notato, inoltre, che da quando uso questa spazzola perdo anche molti meno capelli in fase di lavaggio. La spazzola, quando incontra dei nodi sul suo percorso, arranca un po’ ed emette un rumore leggermente stridente. Quando, poi, ripassando sul medesimo punto alla seconda passata i nodi sono sciolti, il rumore diventa molto più consolante…qualcosa tipo “shhhhhhh”. Vi piacciono le mie descrizioni altamente tecniche ed onomatopeiche, vero???? 😛

SAM_1881

Anche la Tangle Tezzer ha dei difetti e per dovere professionale ve li elencherò tutti. Innanzi tutto non ha un manico, cosa che può renderla un po’ scomoda quando si hanno le mani bagnate (tende a scivolare un po’). I dentini, inoltre, sono molto morbidi e, coni vari utilizzi, si allargano leggermente verso il fondo. Il che non la rende una spazzola eterna (secondo me dopo un paio di anni deve essere sostituita). Infine, preparate una sacrosanta pazienza nel doverla pulire. Sì, perchè i capelli si incastrano tra i vari dentini, creando un reticolato simile ad un dedalo. Toglierli, non è di certo la cosa più facile nè più divertente di questo mondo! 😀

Nonostante questi piccoli difetti, mi sento di consigliare la Tangle Teezer a chiunque, in special modo a chi ha i capelli fini e facili ai nodi. Le ragazze dai capelli ricci, soprattutto, scopriranno un nuovo (e fantastico) modo di spazzolarsi senza traumi!

SAM_1880

La Tangle Tezzer costa circa 15 € e viene venduta on line (Amazon, Asos, BB Cream Italia e chi più ne ha più ne metta!) e, ultimamente, anche in diversi negozi fisici (da Sephora potete trovare la versione travel). Esiste in diverse fantasie (esce sempre qualche limited edition stagionale) e in diversi formati. Io possiedo quella standard e quella da viaggio, che relego al borsone della palestra o alla borsa da mare/piscina.

Avete provato anche voi questa rivoluzionaria spazzola? Anche voi avete riscontrato i medesimi benefici nel spazzolare le vostre fluenti chiome?

Alla prossima  recensione!

WP_20141129_13_46_26_Pro

Bottega Verde, Crema viso idratante emolliente alle Mandorle Dolci – Review

Buonasera a tutti e benvenuti ad una nuova review sul mio blog.

Il prodotto che mi appresto a recensire è la Crema Viso Idratante alle Mandorle Dolci di Bottega Verde; siccome la vedrete comparire prestissimo nel post sui prodotti terminati, credo sia arrivato il momento giusto per raccontarvi come è stata la mia esperienza con lei.

WP_20141129_13_46_26_Pro

Rompo subito il ghiaccio dicendovi che la crema mi è piaciuta molto. Più delle mie aspettative iniziali. Ho acquistato questo prodotto in offerta, al prezzo di € 4,99, in un momento di disperazione; avevo terminato tutte le mie scorte e non ero ispirata ad un acquisto eccessivamente oneroso. Mi sono recata in un punto vendita Bottega Verde e mi sono lasciata convincere dal profumo inebriante di questa crema. Sì perchè, se amate il profumo delle mandorle, andrete in brodo di giuggiole alla prima snasata.

La crema è soffice e si assorbe in modo estremamente rapido (il che la rende un’ottima base trucco per le ritardatarie come me!). E’ ben idratante, ma non eccessivamente unta, tanto che è andata pienamente d’accordo (in inverno) con la mia pelle mista. Inoltre, non ha creato problemi alla mia pelle sensibile e soggetta a couperose. Pur contenendo olio di mandorle dolci, non è unta all’inverosimile, ma tranquillamente utilizzabile in inverno dalle pelli miste e secche (ecco, forse escluderei quelle grasse!).

WP_20141129_13_47_00_Pro

In definitiva mi sento di promuovere a pieni voti questa crema viso, soprattutto per il rapporto qualità-prezzo. Ovviamente, trattandosi di un prodotto Bottega Verde, il prezzo di listino è alto, ma consiglio di aspettare una delle offerte periodiche che la vede scontata a 4,99 €.

Al momento non ho riacquistato questa crema, ma mi sono orientata sulla sua “cuginetta” al riso venere (per pura e semplice curiosità e voglia di cambiare 😀 ), ma non escludo affatto di riprenderla in futuro.

WP_20141129_13_47_39_Pro

Ora chiedo a voi: avete mai provato questa crema? Quale linea profumata preferite?

Il barattolo di crema contiene 50 ml di prodotto con pao di 12 mesi.

 

20141101_175845

Fluido Volumizzante Arricciante – Bottega Verde – Review

Buonasera a tutte fanciulle!

Dopo avervi postato una foto su Facebook dei miei ricci, mi accingo a recensirvi il prodotto utilizzato per definirli al meglio. Come sapete sono una fedelissima consumatrice (o abusatrice? 😛 ) della Mousse di Franck Provost, ma mi piace alternare vari prodotti sui miei capelli (soprattutto per evitare che si “abituino”. Sì, lo so che sembro pazza, ma i miei capelli odiano la monotonia, non so che dire -.- ), sia per provare cose nuove, sia per poter tornare da lei con il cuore ancora più grande.

20141101_175845

In questo periodo, dunque, l’alternativa alla mia adorata spuma è il Fluido Volumizzante Arricciante di Bottega Verde. Sulla confezione si legge:  per eliminare l’effetto crespo e avere ricci perfettamente definiti, morbidi e voluminosi. Distribuire uniformemente sui capelli umidi, asciugare quindi naturalmente o utilizzare il phon con il diffusore.

Il fluido si presenta in un comodossimo flacone a pompetta e tappo superiore (così ben saldo, che con le mani umide potrebbe risultare difficoltosa l’apertura). Il prodotto è un gel trasparente e un po’ appiccicaticcio, dalla giusta consistenza nè troppo liquida, nè troppo densa.

Io, sui miei capelli di media lunghezza, ne applico tre/quattro dosi sui capelli umidi e leggermente tamponati; successivamente procedo all’asciugatura con phon e diffusore.

Il fluido definisce bene i miei ricci e al tempo stesso li lascia incredibilmente morbidi e soffici. Purtroppo, non essendo una spuma, ha una tenuta leggermente più debole e controlla meno il crespo dovuto all’umidità, ma l’effetto è pur sempre bellissimo e molto naturale. Non appesantisce nè unge i capelli e, a mio avviso, li idrata anche abbastanza. La consistenza leggermente appiccicosa permette al prodotto di aderire bene ai capelli, ma non lascia spiacevoli residui ad asciugatura ultimata, anzi. Toccando i capelli vi sembrerà di non aver messo nulla!

L’unico lato negativo, dunque, che mi sento di trovargli è il prezzo. La confezione contiene, infatti, solo 75 ml di prodotto e costa (a prezzo pieno) ben € 12,99! Come da politica consolidata del marchio, spesso si trova in offerta al 50%, ma rimane un prodotto pur sempre costoso (soprattutto considerandone l’esigua quantità) e non adatto ai momenti di necessità impellente (vi assicuro che è snervante stare dietro alle loro offerte!).

20141101_175939

Ora vi lascio a qualche foto del risultato sui miei capelli e, come mia abitudine, all’inci del prodotto.

20141101_130253

20141101_130216

 

 

 

 

 

 

 

20141101_130201

Voi l’avete mai provato? Credete anche voi che sia abbastanza costoso?

Alla prossima recensione!

20141020_124414

BB Cream Perfecteur de teint – So Bio – Review

Buongiorno a tutte fanciulle!

La review di oggi è stata a lungo richiesta da molte di voi e dunque mi sembra arrivato il momento giusto per pubblicarla e accontentarvi! 🙂

Vi parlerò della BB Cream So Bio nella formulazione coprente e nella colorazione 01.

Ho sempre sentito e letto meraviglie a proposito di questa BB cream; purtroppo per me, non è scoccata la scintilla dell’amore nei confronti di questo prodotto che mi ha lasciata perplessa e dubbiosa. Nella review cercherò di spiegarvi i motivi della mia diffidenza e delusione.
20141020_124414

Prima di tutto qualche dato tecnico; il flacone contiene 30 ml di prodotto, con pao di 6 mesi e viene venduta (su internet) al prezzo di € 13 circa.

La prima caratteristica sulla quale vorrei soffermarmi è la texture molto particolare, quasi in mousse. Ha il pregio di non seccarsi in fretta (come, invece, molti suoi colleghi bio fanno) e consente un’agevole applicazione su tutto il viso.

Il metodo che preferisco per applicarla è con le ditine-sante; in questo modo riesco a scaldare bene il prodotto e ottenere un buon risultato.

La coprenza è molto buona per una BB cream; riesce infatti a coprire quasi totalmente la mia couperose sulle guance e, eventualmente, può essere anche stratificata per ottenere un risultato impeccabile.

Quanto alla durata, nulla da ridire. Applicata al mattino, la struccavo praticamente intatta alla sera.

Bene, è arrivato il momento di parlarvi dei suoi difetti, perchè ne possiede diversi. Innanzi tutto il colore si ossida terribilmente. Se al principio apparirà leggermente grigia e chiara (quindi adatta al mio non-colore), dopo qualche ora si scurisce di almeno un tono e il sottotono diventa tendente all’arancione.

La BB cream, purtroppo, si sente sulla pelle e dopo qualche ora dall’applicazione lucida tantissimo. E’ vero che io ho la pelle mista, che si lucida perfino con il fondotinta minerale, ma, dopo aver applicato questo prodotto, sono costretta a tamponare con salviette opacizzanti e cipria almeno ogni ora e mezza.

Infine, cosa per me gravissima, la BB Cream mi provoca imperfezioni; con l’uso prolungato (almeno un mese) mi sono ritrovata ad avere nuovi brufoletti ogni giorno (preciso che io non ho quasi mai imperfezioni, nemmeno usando creme molto chimiche. Ovviamente escludo “quei” periodi 😛 ), mentre sospendendola la situazione ritornava alla normalità.

In conclusione credo proprio che questo non sia il prodotto adatto a me. E spero di aver aiutato, con la mia esperienza, anche qualche altra ragazza che si ritrovi con le mie caratteristiche!

20141020_131309
Ora chiedo a voi: l’avete provata? Avete riscontrato qualcuno dei difetti che ho elencato io?
Alla prossima recensione!!!
20140911_194754

Yves Rocher, Crema Nutriente Piedi alla lavanda – Review

Buongiorno a tutte fanciulle e benvenute ad una nuova review.

Il prodotto di cui vi parlo oggi è la crema per i piedi Nourissante alla lavanda di Yves Rocher.20140911_194754

Avevo ricevuto questo prodotto in omaggio con una cartolina (quelle promozioni che Yves Rocher dedica mensilmente a tutte le sue clienti) di giugno (o luglio? Boh, la mia memoria comincia a vacillare -.- ) insieme ad “attrezzi del mestiere” per una perfetta pedicure (una lima, dei divaricatori per unghie e un tronchesino). Il flacone che avevo ricevuto è in formato prova da 30 ml, ma ho già provveduto ad acquistare il formato di vendita che, ahimè, non è poi molto più grande (contiene, infatti, 50 ml).

Il fatto che abbia acquistato questo prodotto è un chiaro segnale del fatto che mi è piaciuto molto. La crema, infatti, è molto leggera, ma ben idratante; si assorbe rapidamente (cosa per me fondamentale per evitare scivoloni con le ciabatte stile buccia di banana) consentendo, tuttavia, il tempo per un piacevole massaggio ai piedi.
Ultimo pregio: regala ai piedi un inebriante profumo di lavanda; a tal proposito, però, mi sento di sconsigliarla a chi ha problemi con tale fragranza, in quanto è molto intensa. Ma se vi piace, allora è la crema perfetta per voi!

Come accennavo prima, la confezione di vendita è piuttosto piccola e, a prezzo pieno, costa € 7,95. Può essere però acquistata con gli sconti cartolina (io ho fatto proprio così), in quanto non è un prodotto con bollino verde (aka quei prodotti che non possono essere scontati).
In conclusione mi sto trovando molto bene con questa crema piedi e mi sento davvero di consigliarvela, soprattutto se avete qualche sconto da sfruttare e se vi piace concedervi qualche coccola serale defaticante 😉
L’avete provata anche voi? Cosa ne pensate?
Come ultima cosa, per le più attente, lascio una foto dell’inci della crema!
20140911_194824
Alla prossima review, un bacione a tutte!

 

20140312_114432

Pennelli occhi MUA – Review

Buongiorno ragazze!

Con oggi vorrei iniziare una serie di post nei quali vi racconterò le caratteristiche di alcuni pennelli che possiedo. Chi si trucca con regolarità sa quanto siano importanti questi piccoli oggetti: da soli sono in grado di trasformare un trucco (occhi o viso) da banale a meraviglioso.

Io non possiedo pennelli particolarmente costosi (a parte uno della MAC, graditissimo regalo di un compleanno) e ricerco sempre un buon rapporto qualità/prezzo.

Ho acquistato i pennelli occhi MUA circa sei mesi fa. Nel carrello pensavo di averne inseriti due: uno da sfumatura e uno angolato; in realtà ci dev’essere stato qualche intoppo nell’ordine perchè ne ho ricevuti (e pagati!) tre, cioè uno da sfumatura in più. Ma non mi sono crucciata più di tanto per l’accaduto, in quanto i pennelli blending non sono mai abbastanza a mio avviso 😛

20140312_114432

Partirei subito a recensirvi il pennello occhi angolato (Contour Brush), contraddistinto dalla sigla E2. Io mi aspettavo di riceverne uno molto più “pieno” e cicciotto, in realtà è davvero piatto. Indipendentemente dalla forma angolata (che, essendo così piatto, lo rende inutile nello scopo di sfumare ombretti nella piega dell’occhio), io lo utilizzo come fosse un normale pennello a lingua di gatto per applicare l’ombretto in polvere su tutta la palpebra mobile. E’ molto morbido e, nonostante i ripetuti lavaggi, non ha mai perso nè setole nè  colore. Lo potete trovare QUI al costo di 1.95 £.

20140312_114453

L’altro pennello MUA in mio possesso è il numero E3 Blending and Shadow Brush. Questo è sicuramente il mio preferito, in quanto la qualità è davvero ottima. E’ un pennello adatto a sfumature piccole e precise nella piega dell’occhio (differisce dal famosissimo 217 di Mac: quest’ultimo è più fluffy e meno “a goccia”) e non è nè troppo nè troppo poco denso, il giusto direi. Io, per mostrarvelo al meglio, l’ho comparato in foto con il pennello da  incavo palpebra numero 13 di Sephora e con una delle due estremità di quello contenuto nella palette Naked2. Come potete vedere è sicuramente più fitto rispetto a quello Urban Decay, ma lo è meno rispetto a quello di Sephora. Io, che ho una palpebra piccola e con poco spazio per gli ombretti, lo uso quotidianamente e con soddisfazione per sfumare colori scuri nella piega dell’occhio. E’ in grado di diffondere molto bene l’ombretto in polvere (senza spreco di prodotto) e crea subito ottime sfumature. Anche in questo caso, nonostante gli innumerevoli lavaggi, non ha perso mai setole nè colore.

20140312_115214

20140312_115303

20140312_115330

Potete vedere il pennello da sfumatura QUI, sempre al prezzo di 1,95 £.

I pennelli sono in fibre sintetiche e arriveranno all’interno delle classiche bustine di plastica trasparente; all’inizio sembreranno leggermente piatti, ma dopo qualche lavaggio assumeranno la loro forma perfetta.

20140312_114510

In conclusione mi sento di consigliare questi pennelli per il loro rapporto qualità/prezzo: sono economici, morbidi e non perdono setole. L’unico inconveniente è che si trovano esclusivamente on-line e che spesso sono esauriti (in questo periodo noto che quello da sfumatura è out of stock).

Alla prossima puntata con altri pennelli!

20131028_200649

Avene Tolérance extreme Crema – Review

Buongiorno fanciulle e benvenute a tutte nel mio blog!

La recensione di oggi riguarda la crema Avéne Tolerance Extreme, dedicata alle pelli ipersensibili ed allergiche.

20131028_200649

Questa crema mi è stata consigliata dal mio dermatologo per la stagione invernale. Piccola doverosa premessa riguarda la pelle del mio viso: si potrebbe definire mista in quanto tende a lucidarsi molto sul naso, ma anche terribilmente secca sulla fronte e sulle guance, nonché sensibile e soggetta da couperose (un disastro, insomma!).

Tornando all’oggetto della recensione di oggi, mi sono trovata abbastanza bene con questo prodotto (che ho praticamente terminato, credo siano rimaste solo un paio di applicazioni) che però non è diventata La crema con la L maiuscola, ovvero l’amore della mia vista cosmetica.

Innanzi tutto è molto corposa e idratante, per questa ragione mi sento di consigliarla per il periodo invernale a persone con la pelle secca o, eccezionalmente, mista. La sconsiglierei totalmente alle pelli grasse e soprattutto d’estate. E’ sufficiente pochissimo prodotto per idratare perfettamente tutto il viso, quindi un flacone durerà diversi mesi.

La crema, a quanto riporta la confezione, non contiene conservanti, profumo e tensioattivi.

20131028_200709

E’ una crema perfetta per le pelli sensibili e reattive: pur non essendo specifica per la couperose, è stata in grado di tenermi a bada i rossori per tutto il periodo invernale e freddo, escluse poche eccezioni nei periodi di forte stress. Se il vostro problema è un’intolleranza ai principali cosmetici credo che questo prodotto potrebbe sorprendervi positivamente!

Quanto all’assorbimento, qui si presenta il primo difetto: la crema impiega molto tempo per scomparire totalmente dalla pelle. Probabilmente questo inconveniente è dovuto all’effetto barriera oppure alla formulazione molto densa del prodotto, ma lascia uno strato appiccicoso per diversi minuti sul viso. Nonostante ciò io l’ho utilizzata anche come base trucco (facendo trascorrere circa un quarto d’ora tra l’applicazione della crema e quella del make-up) e non mi ha creato particolari problemi di lucidità sotto al fondotinta (in particolare ho utilizzato per tutto il periodo questo fondo sempre della marca Avene).

Pur avendo una formulazione così ricca non mi ha dato problemi di impurità, anzi. Ammetto che la mia pelle non è mai stata così sana come in questo ultimo periodo, escludendo ovviamente i brufoli del periodo natalizio (forse e sottolineo FORSE dovuti all’incredibile quantità di dolci che sono riuscita a trangugiare! :-P).

Difetto incredibile, a mio avviso, è il packaging; non so che diamine sia venuto in mente ad Avene, ma il dosatore è una sorte di marchingegno letale. Provo a spiegarmi, ma non sarà facile, dovreste vedere per capire. Schiacciando il tubetto della crema appare, come per magia, un piccolo piripicchio (termine altamente tecnico) che spruzzerà la crema in ogni dove. So che, descritto così, potrebbe sembrare poco fine, ma vi prego di non essere maliziosi! 😀 Questo meccanismo dovrebbe preservare il prodotto dall’aria, ma secondo me andrebbe sistemato un po’. Mister Avene, se mi stai leggendo, per favore mettiti nei panni di noi povere fanciulle addormentate al mattino e crea qualcosa di più semplice, ti prego. Innanzi tutto è impossibile dosare il prodotto, in secondo luogo questo piripicchio (a-ri-daie!)  a volte si incanta, quindi viene istintivo e automatico esercitare una pressione maggiore e TAAAAAAC eccovi servita una quantità di crema sufficiente per tutti i visini del quartiere. A questo punto, dal momento che non è un prodotto propriamente economico (su questo punto ci soffermeremo in seguito) io travasavo tutta quella mole di crema indesiderata in una piccola jar e, quindi, il concetto di preservare il prodotto dall’aria andava a farsi friggere.
20140208_104854
Soffermiamoci, dunque, sul discorso prezzo; il flacone costa ben 23 €. So che i prodotti di farmacia (ai quali mi affido totalmente per la cura del viso) non sono propriamente economici, ma una cifra così alta, a mio avviso, in questo caso non è giustificata dal prodotto non propriamente eccellente. Inoltre il packaging infernale innovativo mal riuscito non giustifica il prezzo, anzi.

In conclusione credo che questa crema sia discreta/buona, ma non ottima e la boccio sotto diversi profili: prezzo, lento assorbimento e packaging.

E voi, l’avete mai provata? Avete riscontrato i medesimi difetti?

 

20140208_115317

Deodorante Vichy Sensitiv Anti – Transpirant 48 h – Review

Buongiorno fanciulle e buon sabato a tutte!

La recensione di oggi riguarda un prodotto che ho amato molto in questo ultimo periodo e del quale non riesco più fare a meno.

Prima, però, occorre qualche premessa; io ho una pelle molto delicata (che non si smentisce nemmeno nella zona delle ascelle) che sottopongo all’ulteriore stress delle cerette mensili per eliminare i peli superflui. Anche in inverno non faccio trascorrere mai più di un mese tra una depilazione e l’altra (per mie fisse mentali e per non creare un ambiente prolifico per i cattivi odori), il che indebolisce leggermente lo strato superficiale della mia pelle.

A tutto ciò si aggiunge anche una sudorazione alquanto abbondante; so che non farà faigo ammettere ciò pubblicamente in un blog, nè aumenterà le mie quotazioni parlare di simili argomenti, ma è indispensabile per voi lettori sapere che io sono un’utilizzatrice inevitabile di deodoranti e che con me DEVONO funzionare.

Chi mi segue da più tempo sa che mi ero letteralmente innamorata di questo deodorante, delicato su una pelle sensibile come la mia ed efficace contro i cattivi odori; ma ho dovuto dirgli addio con immenso rammarico quando Mister Yves Rocher ha deciso di riformulare il prodotto senza sali di alluminio. Ovviamente, dato il mio problema di sudorazione importante, non mi sono minimamente avvicinata alla nuova versione.

Dopo qualche mese di triste vagabondaggio tra un deodorante e un’altro, senza tuttavia trovare un degno sostituto, finalmente mi sono approcciata al Deodorante Vichy Sensitiv anti-transpirant 48 h in un momento di emergenza: dopo una giornata estenuante al lavoro e prima di andare a cena fuori senza possibilità di passare da casa per rinfrescarmi, mi sono recata nel primo negozio aperto che ho trovato lungo la strada (alias, una farmacia 🙂 ) e ho acquistato questo prodotto. E amore fu.

20140208_115317

Partiamo subito con le caratteristiche tecniche; il deodorante è indicato per pelle sensibile o depilata ed è senza profumo, senza alcol, senza parabeni e senza etanolo. In base a quanto riportato sull’etichetta è formulato per ridurre i rischi di allergia. Il flacone (con tappo bianco, da non confondersi con gli altri esemplari dello stesso brand) è in plastica e contiene 50 ml di prodotto con pao di 12 mesi e viene venduto al costo di € 10.

So che il prezzo non è particolarmente economico, ma il primo vantaggio di questo deodorante è che dura tantissimo. Non sto parlando, per il momento, di durata contram puzzam (i latinismi aiutano sempre :-P), ma di tempo di utilizzo; ogni confezione riesce a durarmi due mesi abbondanti, cosa che per me è un immenso traguardo (i prodotti da supermercato mi abbandonano dopo un solo ed unico mese).

Ovviamente, come avrete già capito dal mio lungo preambolo (ehm, evidentemente non possiedo il dono della sintesi!), è un prodotto funzionale anche contro gli odori molesti. Funziona alla perfezione e mi mantiene fresca per un’intera giornata lavorativa, anche quelle più lunghe (lo scorso mese è capitato che mi fermassi dieci ore consecutive in ufficio).

20140208_115419

Un ulteriore punto a suo favore è la totale assenza di profumo; pur avendo una perfetta funzione deodorante, non maschera la sua efficacia con profumi aggiuntivi ed eccessivi. Adoro questa caratteristica che mi permette di utilizzare tranquillamente la mia fragranza corpo preferita senza il rischio che contrasti con quella del deodorante. Inoltre non lascia residui odorosi sui vestiti, né macchie.

Il prodotto è molto delicato tanto da poter essere utilizzato anche dopo la depilazione; la mia pelle sensibile ha trovato, dunque, un valido alleato. Il tempo di asciugatura è assolutamente nella media: impiega cinque minuti circa per essere assorbito totalmente dalla pelle.

L’unico difetto che riscontro è, dunque, il prezzo non propriamente economico (ma assolutamente ammortizzato dal periodo di durata) esulando però dal discorso ingredienti, che ovviamente non sono naturali, ma che riguarda il grado di attenzione personale (se vi interessa sapere cosa penso io a proposito degli ingredienti vi rimando a questo post).

20140208_115441

E voi avete mai provato questo deodorante? Avete anche voi un prodotto del cuore che non cambiate per nulla al mondo oppure vi piace sperimentare prodotti diversi?

Buon weekend a tutte!