Archivio tag: sfumatura

SAM_1699

Peggy Sage – Pennello da Sfumatura – Review

Buongiorno fanciulle!

Siccome il tempo qui a Torino è pessimo e da circa una settimana il sole (aka la luce naturale) non si fa vedere, io sono rimasta indietro con le foto per il blog. Dunque oggi vi parlerò di un “attrezzo del mestiere”, ovvero un pennello, che se anche viene fotografato con luce artificiale, non è un gran danno.

SAM_1699

SAM_1700

In particolare vorrei parlarvi di uno dei miei pennelli preferiti per gli occhi, quello da sfumatura di Peggy Sage. Io mi ero accaparrata questo gioiellino l’anno scorso al Cosmoprof, presso lo stand della famosa casa comsetica. Purtroppo ne avevo acquistato solo uno e, dal momento che qui a Torino questa marca non si trova, dovrò aspettare marzo per potergli regalare, finalmente, un compagno e lasciarlo “riposare” un pochino. Sì, perchè lo uso senza sosta tutti i giorni, lo strofino a ripetizione su veline impregnate di Brush Cleanser per poterlo adoperare (pulito) in ogni momento. Se i pennelli potessero parlare, lui mi manderebbe senza riserve a quel paese, chiedendomi una vacanza 😛

Il pennello dovrebbe essere un dupe del celeberrimo 217 di Mac. Il condizionale è d’obbligo, perchè io non possiedo il cugino più costoso e non posso fare paragoni. Vi posso però dire che quello di Peggy Sage è un ottimo pennello, in barba alla effettiva (o meno) somiglianza col Mac.

SAM_1703

E’ un pennello da sfumatura a setole bianche; ha una forma frontalmente piatta, ma è comunque molto denso. Dalle foto si vede la differenza tra il suo profilo e la sua “facciata” frontale. La sua forma permette di effettuare sfumature precise e la densità facilita tantissimo il lavoro.

SAM_1701

Sebbene (dato il colore delle sue setole) usandolo tenda a sporcarsi molto, con il lavaggio torna sempre come nuovo. Da quando ce l’ho non mi ha mai perso un pelo e anche la forma non ha subito alcuna variazione. Preciso, infine, che il manico è in legno e molto robusto (e lunghissimo, aggiungerei).

SAM_1702

Il prezzo è molto competitivo, ovvero circa 4 €. Insomma, se cercate un pennello da sfumatura, valido ed economico, questo fa sicuramente al caso vostro!

SAM_1707

Vi faccio vedere, infine, delle foto comparative accanto al pennello da sfumatura di Urban Decay, contenuto nella Naked 2.

Ora passo la palla a voi: l’avete mai provato? Usate e amate anche voi un pennello dalla forma simile a questa?

20140312_114432

Pennelli occhi MUA – Review

Buongiorno ragazze!

Con oggi vorrei iniziare una serie di post nei quali vi racconterò le caratteristiche di alcuni pennelli che possiedo. Chi si trucca con regolarità sa quanto siano importanti questi piccoli oggetti: da soli sono in grado di trasformare un trucco (occhi o viso) da banale a meraviglioso.

Io non possiedo pennelli particolarmente costosi (a parte uno della MAC, graditissimo regalo di un compleanno) e ricerco sempre un buon rapporto qualità/prezzo.

Ho acquistato i pennelli occhi MUA circa sei mesi fa. Nel carrello pensavo di averne inseriti due: uno da sfumatura e uno angolato; in realtà ci dev’essere stato qualche intoppo nell’ordine perchè ne ho ricevuti (e pagati!) tre, cioè uno da sfumatura in più. Ma non mi sono crucciata più di tanto per l’accaduto, in quanto i pennelli blending non sono mai abbastanza a mio avviso 😛

20140312_114432

Partirei subito a recensirvi il pennello occhi angolato (Contour Brush), contraddistinto dalla sigla E2. Io mi aspettavo di riceverne uno molto più “pieno” e cicciotto, in realtà è davvero piatto. Indipendentemente dalla forma angolata (che, essendo così piatto, lo rende inutile nello scopo di sfumare ombretti nella piega dell’occhio), io lo utilizzo come fosse un normale pennello a lingua di gatto per applicare l’ombretto in polvere su tutta la palpebra mobile. E’ molto morbido e, nonostante i ripetuti lavaggi, non ha mai perso nè setole nè  colore. Lo potete trovare QUI al costo di 1.95 £.

20140312_114453

L’altro pennello MUA in mio possesso è il numero E3 Blending and Shadow Brush. Questo è sicuramente il mio preferito, in quanto la qualità è davvero ottima. E’ un pennello adatto a sfumature piccole e precise nella piega dell’occhio (differisce dal famosissimo 217 di Mac: quest’ultimo è più fluffy e meno “a goccia”) e non è nè troppo nè troppo poco denso, il giusto direi. Io, per mostrarvelo al meglio, l’ho comparato in foto con il pennello da  incavo palpebra numero 13 di Sephora e con una delle due estremità di quello contenuto nella palette Naked2. Come potete vedere è sicuramente più fitto rispetto a quello Urban Decay, ma lo è meno rispetto a quello di Sephora. Io, che ho una palpebra piccola e con poco spazio per gli ombretti, lo uso quotidianamente e con soddisfazione per sfumare colori scuri nella piega dell’occhio. E’ in grado di diffondere molto bene l’ombretto in polvere (senza spreco di prodotto) e crea subito ottime sfumature. Anche in questo caso, nonostante gli innumerevoli lavaggi, non ha perso mai setole nè colore.

20140312_115214

20140312_115303

20140312_115330

Potete vedere il pennello da sfumatura QUI, sempre al prezzo di 1,95 £.

I pennelli sono in fibre sintetiche e arriveranno all’interno delle classiche bustine di plastica trasparente; all’inizio sembreranno leggermente piatti, ma dopo qualche lavaggio assumeranno la loro forma perfetta.

20140312_114510

In conclusione mi sento di consigliare questi pennelli per il loro rapporto qualità/prezzo: sono economici, morbidi e non perdono setole. L’unico inconveniente è che si trovano esclusivamente on-line e che spesso sono esauriti (in questo periodo noto che quello da sfumatura è out of stock).

Alla prossima puntata con altri pennelli!