Archivio tag: supermercato

oMueoly

Speedy Review – Lycia detergente intimo Protezione Lenitiva

Eccomi con una nuova Speedy Review, oggi dedicata al Detergente Intimo Protezione lenitiva della Lycia.

Il prodotto è contenuto in un flacone di plastica con tappo a scatto e in una confezione di cartone protettiva; il rosa è il colore predominante di tutta la linea delicata.

kIpxA71

Il detergente intimo è di colore semi trasparente e della giusta consistenza: non troppo denso né troppo liquido. Il profumo è estremamente delicato e poco percettibile. La caratteristica principale del detergente è la sua delicatezza: non mi ha mai provocato irritazioni o pruriti, nemmeno nei giorni più delicati del mese.

Unico difetto, a mio avviso, è la confezione: si rischia di sprecare prodotto e di farne uscire più del necessario. Io ho ovviato al problema trasferendo il contenuto in una confezione a pompetta, tipica dei saponi liquidi.

Il flacone contiene 250 ml di prodotto e costa, a prezzo pieno, circa 3 €. Può essere acquistato in qualsiasi supermercato o negozio di cura della persona.

F7bzMNd

In conclusione promuovo a pieni voti questo detergente intimo per la sua delicatezza e per il suo rapporto qualità /prezzo. Ora chiedo a voi: avete trovato il vostro detergente intimo del cuore? Quale è il vostro preferito?

Alla prossima Speedy Review!

 

 

SAM_2543

Nivea Care Nutrimento Profondo – Review

I prodotti per la doccia sono il mio tallone d’Achille: compro (e uso) bagnoschiuma e creme corpo in abbondanza. Quando vedo un nuovo prodotto sullo scaffale del supermercato non riesco a resistere e devo provarlo.

La Nivea Care Nutrimento profondo è una crema corpo abbastanza recente del brand; io l’avevo acquistata questa primavera e la utilizzo da circa un paio di mesi (alternata al mio olio corpo preferito). La crema è contenuta in un barattolo abbastanza pesante ed è di colore bianco. La consistenza non è quella di un burro, ma piuttosto di una crema corpo molto densa.

SAM_2537

 

Si assorbe immediatamente senza fare alcuna scia bianca, cosa che la rende perfetta per chi non ha molto tempo/voglia come me di massaggiare a lungo i prodotti. La prima cosa che mi ha attirata di questo prodotto è stata il profumo: mi ricorda tantissimo la Nivea Soft che usavo costantemente quando ero piccola. Rispetto a quest’ultima, però, la profumazione della crema Nutrimento Profondo tende a variare leggermente a contatto con la pelle ed a svanire più rapidamente.

L’idratazione è buona, ma non eccezionale: ad essere sincera ho provato creme corpo più idratanti (ad esempio la crema all’olio di Argan de L’Erbolario, che continua a rimanere la mia preferita in assoluto). Per il periodo estivo e per una pelle come la mia (secca, ma non troppo) è perfetta, ma forse potrebbe rivelarsi insufficiente nei mesi invernali.

SAM_2542

Il prodotto è comunque molto delicato, tanto da non aver provocato fastidi o irritazioni nemmeno ad una pelle estremamente sensibile come la mia. Una volta applicata regala una sensazione di freschezza e leggerezza, senza occludere minimamente la pelle.

SAM_2549

La crema ha un costo di circa 5 € (io l’ho acquistata in offerta) e un pao di 12 mesi dall’apertura; io possiedo il barattolo da 400 ml di prodotto, ma so che la crema è venduta anche in un formato più piccolo da 200 ml nonhè in travelsize. In conclusione promuovo la Nivea Care Nutrimento profondo per la sua rapidità di utilizzo, per il prezzo e per il profumo (almeno a primo impatto), ma credo che cercherò qualcosa di più idratante per il periodo invernale.

SAM_2551

Ora chiedo a voi: avete una crema corpo del cuore che non vi delude mai per idratazione, prezzo e rapidità di assorbimento? Oppure avete una crema dell’infanzia, al profumo della quale siete legati per ragioni di nostalgia?

20140119_171912

Garnier Sensitive Essential Struccante Bifase 2in1 Speciale Waterproof – Review

Buonasera fanciulle,

ecco finalmente una nuova review sul mio blog. Era da tempo che non ne scrivevo una, ma nell’ultimo mese ho sperimentato diversi prodotti che, prima di recensire, era necessario provare a sufficienza.

Oggi vorrei parlarvi di uno struccante, il Garnier Sensitive Essential Struccante Bifase 2in1 Speciale Waterproof.

20140119_171912

Per essere il più possibile chiara e precisa, la mia review sarà organizzata per punti, con una valutazione finale personale.

PRO

– facile reperibilità: supermercato, Acqua&Sapone, ecc;

– acquistato in offerta è molto economico ovvero 3,19 € invece che 5,99€;

– non annebbia la vista;

– per essere uno struccante bifasico non lascia un effetto troppo unto sugli occhi, il che, probabilmente, è dovuto dal fatto che, come si nota nella foto, la parte oleosa (blu) e la parte acquosa (bianca/azzurrina) non sono esattamente proporzionali, ma è presente sicuramente più acqua;

– è senza profumo, cosa che i miei occhi sensibili gradiscono molto!

– elimina perfettamente e rapidamente quasi tutti i make-up;

– contiene ben 200 ml di prodotto.

CONTRO

20140119_172027

– non amo la confezione: dal foro (senza beccuccio) fuoriesce troppo prodotto e se si versa con troppa enfasi, una notevole dose di struccante sarà sprecato. Inoltre, dopo averlo agitato, si ferma del prodotto nel tappino concavo che, ogni volta, mi cade sui piedi o a terra sporcando il pavimento.

– ha delle difficoltà a rimuovere questo eyeliner liquido waterproof; lo riduce in micro-scagliette nere che si spargono su tutto il viso e anche dentro l’occhio (ahi!). Lo stesso eyeliner, invece, viene eliminato a meraviglia e senza incidenti o “scagliette” dall’acqua micellare Bioderma! Lo struccante Garnier oggetto di questa recensione, però, non ha alcuna difficoltà a rimuovere l’eyeliner in Gel di Essence (che viene via alla prima passata e senza  inconvenienti); i misteri della cosmetica!

CONSIDERAZIONI PERSONALI

In conclusione sono soddisfatta del prodotto che, a mio avviso, ha un’ottimo rapporto qualità/prezzo (infatti, quello che vedete fotografato è già il secondo flacone, acquistato in offerta al supermercato). E’ delicato e non aggredisce i miei occhi sensibili (anche se continuo a preferire l’acqua micellare Bioderma, ma a volte fa comodo risparmiare qualcosina) e, soprattutto, dura molto a lungo. Pur essendo indicato, a quanto scritto sul flacone, anche per l’utilizzo su tutto il viso, io lo utilizzo esclusivamente per rimuovere il trucco occhi.

Vi lascio, infine, la foto dell’inci che, ovviamente, non è bio.

20140119_223455

Alla prossima review, un bacione!

capelli-ricci-e-medi

Tutto ciò che vorreste sapere sui capelli ricci!

Buongiorno fanciulle,

oggi un post leggermente diverso sull’argomento che più mi sta a cuore: i capelli ricci. Credo di aver guardato e curiosato ogni singolo video, post o articolo su come prendersi cura al meglio di questa tipologia di capelli e voglio racchiudere in questo mio post tutta la mia sapienza, ovvero tutti quei consigli che, letti qua e là per il web e riviste, si sono rivelati utili e prodigiosi.

Partiamo da qualche premessa: questo post si riferisce a chi è già riccio di natura e non a chi vorrebbe esserlo 😉 Sebbene io abbia un’esperienza vitalizia nel gestire i boccoli che la natura (anzi, mamma e papà :-P) mi hanno fornito, sarei pessima nel fornire consigli alle lisce o alle mosse che vorrebbero qualche onda in più.

Altra doverosa premessa per tutte le ricce all’ascolto (anzi alla lettura!) cercate di amare i vostri morbidi boccoli, perchè lisciarli più volte alla settimana non giova affatto e rischierete di rovinare un capello già più delicato di altri.

capelli-ricci-e-medi

Quello che ricerco io, come credo anche le altre ricce, è un boccolo ben definito, voluminoso soprattutto all’attaccatura dei capelli, e lucido.

Infatti i capelli ricci patiscono praticamente tutto: l’umidità, il phon troppo caldo, lo stress, le decolorazioni, e mille altre cose!

I primi consigli che mi sento di fornirvi riguardano la fase del lavaggio; col tempo ho imparato che è preferibile utilizzare shampoo delicati, ma anche alternarli fra di loro per evitare che i capelli si abituino e che l’effetto finale sia pessimo. Noto che con certi shampoo i capelli risultano più voluminosi, mentre con altri l’effetto piatto è assicurato. Io non ho ancora trovato ciò che fa per me, quindi vi consiglio di sperimentare. Io ho utilizzato QUESTO, con il quale mi sono trovata molto bene, mentre sto ancora sperimentando lo shampoo Yves Rocher Reparation (ve ne ho parlato qui) e il Lavera al latte di rose (lo trovate qui). Mi piacciono tutti, ma nessuno di questi mi ha lasciata esterrefatta.

Durante il lavaggio vi consiglio un attento e delicato massaggio alla cute; sul momento vi assicuro che sarà molto piacevole e i risultati sul volume saranno ottimi!

In genere io faccio sempre due “passate” di shampoo; so che in giro ne consigliano solo una, ma riesco ad avere i capelli davvero puliti soltanto replicando due volte il lavaggio. Certi shampoo, inoltre, li utilizzo diluiti in uno spargi-shampoo (la proporzione è 1 di shampoo e 7 di acqua), altri, invece, li utilizzo in purezza. In genere dipende dal potere lavante (il Lavera, ad esempio, diluito è come se non lavasse nulla!).

Dopo di che passo all’idratazione; alterno sempre una maschera e un balsamo ad ogni lavaggio (mi spiego meglio: se oggi ho utilizzato la maschera, al prossimo lavaggio utilizzerò il balsamo) e vario sempre nei prodotti. QUI potrete vedere alcuni esempi.

Questo è il momento più importante di tutto il lavaggio: applico il districante (maschera o balsamo) con molta cura, senza mai esagerare nelle dosi (altrimenti appesantirebbero il capello in fase di asciugatura), cercando di arrivare anche nei punti più critici (ad esempio dietro la nuca) e districando i nodi con le mani. Lascio poi in posa il prodotto per almeno 10 minuti e infine pettino (mi raccomando, utilizzate un pettine a denti molto larghi!) la chioma delicatamente, cercando di stressare poco i capelli.

Ora sciacquo il tutto e tampono i capelli con un asciugamano in microfibra (acquistato da Decathlon) che rimarrà in testa per circa 10 minuti.

A questo punto non ho più bisogno di pettinare i capelli (l’ho già fatto con il balsamo in posa) e semplicemente spettino un po’ la capigliatura con le mani per lasciare che i ricci si formino da soli. Procedo poi con il prodotto di styling, che in questo periodo è la Mousse Frank Provost che trovate recensita QUI. L’importante, in questa fase, è dosare la giusta quantità di prodotto: non troppo, altrimenti i capelli si sporcheranno prima e il volume sarà pressochè assente, ma nemmeno troppo poco per evitare una massa indefinita stile Cugini di Campagna. Io ne utilizzo la quantità pari ad una albicocca (i miei capelli arrivano appena sotto le spalle).

La spuma va applicata dolcemente, stringendo i ricci dentro il pugno di una mano e non accarezzandoli (altrimenti, con le mani, allungherete e liscerete il boccolo 😉 ) insistendo soprattutto sulle punte e meno sulla cute (qui è fondamentale un po’ del volume naturale dei capelli ricci).

phil_smith_07

Procedo poi con l’asciugatura con phon al minimo (aria e calore) e con diffusore. Io mi trovo bene a mettermi a testa in giù ed a raccogliere tutti i ricci dentro il diffusore lasciando che si asciughino lentamente. Poi mi alzo e, massaggiando la cute, asciugo anche la parte più alta della testa.

Infine, ultimo tocco a capelli praticamente asciutti, un po’ di olio o di idratante senza risciacquo (pochissimo, mi raccomando).

I ricci, purtroppo, col passare dei giorni perderanno il loro volume e tenderanno ad appiattirsi un po’; dunque le prime mattine dopo il lavaggio (quando sono ancora voluminosi) cerco di bagnarli il meno possibile e applico una dose minima di un prodotto idratante senza risciacquo (presto la review di quello che sto utilizzando in questo periodo), giusto per ravvivare i boccoli ed idratarli. Gli ultimi giorni prima del nuovo lavaggio, invece, al mattino abbondo con acqua (meglio se vaporizzata con uno spruzzino) e mi concedo qualche goccia in più di olio o di fluido idratante.

Bene, questo mi sembra davvero tutto, se avete domande o suggerimenti da darmi non esitate 😉

Un abbraccio boccoloso a tutte!

20130710_090116

Rimmel Stay Matte fondotinta 200 Soft Beige – Review

Non avrei mai pensato di dover fare questa review, pensavo che questo prodotto fosse ormai obsoleto e lontano dagli scaffali dei negozi. Fino a che ieri mattina sono stata in un supermercato della mia città e ho visto, accanto a me, una signora che stava per comprare questo prodotto (fortunatamente alla fine non l’ha fatto), così oggi ho pensato di fare del bene e di parlarvi (male) di lui, in modo che tutte ne stiate il più lontano possibile!

Il soggetto in questione è il Fondotinta Rimmel Stay Matte, acquistato ormai un annetto fa che sto cercando di finire con tutta me stessa…ardua impresa, sarebbe più facile vincere i mondiali di nuoto con un tuffo con quadruplo salto mortale carpiato rovesciato (per precisare: io mi tuffo con la stessa grazia di un pachiderma). Ormai è diventato il mio fondotinta da “trasferta”; me lo porto via con l’intento di usarlo quando viaggio (in quanto posso stenderlo facilmente con le mani), in occasioni dove è normale avere la faccia truccata non alla perfezione e con la remota speranza di perderlo, dimenticarlo o che si rompa accidentalmente. Tutte cose che fin’ora non sono capitate.

20130710_090116

20130710_090208

 

 

 

 

 

Ma andiamo con ordine…ho acquistato questo fondotinta perchè avevo letto del suo INCI impeccabile e senza siliconi. “Dunque” dissi, “un fondotinta economico, facilmente reperibile, dagli ottimi ingredienti e adatto a pelli miste? MIOOOO!”.

20130710_090127

Il prezzo si aggirava intorno ai 12 €.

Ora è arrivato il momento di elencarvi le sue caratteristiche, i suoi difetti (molti) e i suoi pregi (pochi). Il primo problema è, a mio avviso, nelle colorazioni, in quanto la più chiara (la numero 200 Soft Beige che possiedo io) è comunque abbastanza scura e molto gialla. Tutti i colori sono, secondo me, adatti a sotto toni caldi e non freddi (come il mio). E questo è un problema non di poco conto!

Cosa dovrebbe fare un fondotinta degno di questo appellativo? Coprire! Ecco, appunto…non lo fa. Vi giuro che è mille volte più coprente la BB Cream di Garnier o il fondotinta Neve Cosmetics nella vecchia formulazione. Potrete mettere anche cinque strati di questo prodotto, ma la coprenza sarà sempre molto bassa!

Quale altro compito dovrebbe svolgere un fondotinta che si chiama Stay Matte? Non lucidare. Ebbene, anche qui pecca estremamente perchè dopo solo un paio di ore che lo indosso mi lucido come una patatina fritta di Mc Donald’s.

Beh, almeno un pregio ce l’avrà, direte voi! Ehm, sì…allora…ecco….certo….ovvio…forse….però….posso chiedere l’aiuto del pubblico? Scherzi a parte, l’unico pregio che mi sento di trovargli è che si può stendere con le mani. Punto, tutto qui.

Ecco dunque spiegati i motivi per cui questo prodotto giace inutilizzato nel mio cassetto, nella speranza che prima o poi lui decida volontariamente di andarsene o di sparire. Nel frattempo continuo a relegarlo come prodotto da viaggio e provo a consigliare al mondo intero di stargli  il più possibile lontano!

20130606_155326

Deodorante Nivea Pure&Natural

Ciao a tutti!

Oggi voglio parlarvi di un prodotto NI, che non ho amato alla follia, ma che fortunatamente è quasi terminato. Si tratta del Deodorante Nivea Pure&Natural roll-on.

20130606_155326

Io sono alla perenne ricerca di un deodorante senza sali d’alluminio che però funzioni e tenga a bada il cattivo odore. Perchè secondo me, non c’è nulla di peggio che essere infestate dall’odore di sudore. Ovviamente non sto qui a ricordare la necessità di docce quotidiane, ma preferisco concentrarmi sull’aiuto esterno di un deodorante che, appunto, deve deodorare la parte ed evitare il formarsi di cattivi odori.

Sono stata attirata da questo prodotto al supermercato e mi sono lasciata convincere dalla confezione che assicura un’efficacia di 48 ore.

Ebbene, questo prodotto non ha affatto adempiuto al suo compito! Innanzi tutto, ai primi utilizzi, la cosa che più mi dava fastidio era la profumazione fiorita molto forte, tanto che andava anche ad alterare il profumo che applicavo in seguito. Col passare dei giorni tale profumazione si è un po’ affievolita, o forse io mi sono assuefatta.

Ma difetto ancora più grande è che, ahimè, su di me, questo deodorante non ha grande efficacia, ma l’effetto durava al massimo 3 o 4 ore, cosa impensabile per chi sta fuori tutto il giorno! Per finirlo però ho adottato un mio escamotage; prima di applicare il deodorante, utilizzo l’allume di rocca (la pietra), che di per sè non ha odore, ma è abbastanza efficace contro la sudorazione. In questo modo, l’azione combinata dei due prodotti, mi ha aiutata a portare a termine il deodorante poco efficace.

20130606_155353

Il flacone contiene 50 ml di prodotto e l’ho pagato (in offerta al supermercato) 2,90 €.

 

20130601_194131

Esselunga, crema mani linea natura

Ciao a tutte Fanciulle!

Oggi vorrei recensirvi una crema per le mani, quella della Esselunga, linea natura, con estratto di mandorla.

Preciso innanzi tutto che un prodotto di cui io non so proprio fare a meno è la crema per le mani; ne testo molte, le uso con regolarità almeno due volte al giorno (al mattino prima di uscire e la sera prima di coricarmi, come impacco notturno), ma spesso e volentieri replico le applicazioni anche durante la giornata, o grazie a mini-size che tengo in borsa, oppure se torno a casa quasi dopo ogni lavaggio delle mani. La mia crema preferita, senza ombra di dubbio, che compro e ri-compro quando finisce è la Neutrogena (di cui presto vi parlerò 😉 ), ma ogni tanto provo a cambiare e acquisto altri prodotti.

Ebbene, questa lunga premessa per dire che la crema che vi recensisco oggi non è quella che uso abitualmente, ma è comunque una crema con cui mi sono trovata molto bene.

La crema in questione è contenuta in un flacone azzurro da 100 ml., con tappo a scatto sul fondo, si può acquistare esclusivamente presso i supermercati Esselunga e costa 2,99 €.

La crema è bianca, il profumo floreale molto gradevole e persistente, ma per nulla fastidioso.

Senza dubbio il primo pregio di questo prodotto è l’INCI: come tutti i prodotti Natura dell’Esselunga (anche chiamata linea “Gabbiano” per via del volatile presente su tutte le confezioni) gli ingredienti sono tutti di origine naturale. E, dato il costo piuttosto contenuto di questa linea, è un pregio molto, molto rilevante.

Grazie a questa linea, infatti, si possono utilizzare prodotti naturali a costo contenuto.

Parlando della crema nello specifico, posso subito dire che si assorbe molto in fretta (ma consiglio di non abbondare nella quantità applicata 😉 ) e che idrata molto bene le mani. Insomma, io la promuovo a pieni voti, soprattutto in questo periodo non particolarmente freddo (di inverno ammetto di preferire la mia solita crema Neutrogena, soprattutto a causa delle temperature artiche della città in cui abito)!

E devo ammettere che la comprerei più spesso se non avessi l’Esselunga così lontana.. ma ogni volta che ci capito ne faccio scorta 🙂

Questa crema, inoltre, è approvata anche da mia madre (grande consumatrice anche lei di crema per mani, quello che si suol dire un “vizio di famiglia” 😛 ) che ha sicuramente una pelle più matura della mia e quindi più secca e con forti esigenze di idratazione.

In conclusione, vi consiglio vivamente questa crema per il prezzo, per gli ingredienti, per la profumazione e per l’idratazione!

Alla prossima20130601_194145 review, ciao a tutte!

20130601_194131